USA

Coronavirus, ultime notizie. Francia record, oltre 20.000 contagi in 24 ore. Oms: boom di nuovi casi nel mondo, 350mila in un giorno

● In Francia 20.339 contagiati, 32.630 vittime dall’inizio dell’epidemia
● Oms: record di nuovi casi nel mondo, 350mila in 24 ore
● Trump: «Farò il tampone nelle prossime ore»
● Record mondiale di casi, 338mila in 24 ore
● Giappone, consumi in calo per l’undicesimo mese consecutivo (-6,9%)
● Ricciardi: ridurre a 10 giorni la quarantena
● Usa, superati i 7,6 milioni di casi
● Record mondiale di nuovi casi: oltre 338mila in 24 ore

Test drive-in per il coronavirus a Melbourne, Australia (Epa)
  • Staff Trump, lunedì comizio presidente in Florida

    Donald Trump terrà un comizio in Florida, a Sanford, lunedì sera. Lo annuncia lo staff della campagna elettorale del presidente. Trump, secondo indiscrezioni, dovrebbe poi andare a Johnstown, in Pennsylvania, martedì. Intanto è stato annunciato per domani Un evento alla Casa Bianca, con la presenza di centinaia di persone che ascolteranno il presidente degli Stati Uniti parlare dal balcone.

  • Ft: ad agosto produzione industriale italiana meglio di Francia e Germania

    L'Italia fa meglio in agosto di Francia, Gran Bretagna e Germania. La produzione industriale italiana è infatti salita del 7,7% a fronte del +1,3% della Parigi, del 0,3% di Londra e della marginale contrazione di Berlino. Lo osserva il Financial Times, sottolineando che il balzo della produzione industriale italiana sembra puntare a una forte ripresa economica. I dati diffusi dall'Istat mostrano come la produzione italiana sia in calo dello 0,3% rispetto ad agosto 2019, un risultato migliore del -10% della Germania e del -6% di Francia e Gran Bretagna. In un grafico, dal titolo 'la produzione industriale italiana raggiunge i livelli pre-virus', il Financial Times confronta l'andamento della produzione industriale dell'Italia, della Francia e della Germania. “La produzione italiana è crescita in agosto più delle attese, raggiungendo quasi il livello dello scorso anno e con performance migliori rispetto alle altre grandi economia dell'area euro”, osserva il quotidiano.

  • Oms: record di nuovi casi nel mondo, 350mila in 24 ore

    Secondo record consecutivo di nuovi contagi da coronavirus nel mondo. Lo certifica l'Oms, riferendo che sono stati registrati oltre 350mila casi nelle ultime 24 ore. Il precedente record era di 338mila. Il numero complessivo dei contagi è vicino ai 36 milioni e 700mila.

  • Governatore Toti: possibili nuove misure restrittive per la zona di Genova

    Nelle aree ad alta incidenza del contagio di coronavirus “non escludiamo ulteriori provvedimenti restrittivi, è una tecnica che abbiamo usato con efficacia, quindi i primi tre giorni della settimana prossima è possibile che d'accordo con il sindaco di Genova Marco Bucci si prendano ulteriori misure se ve ne fosse la necessità”. Lo dichiara il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stasera a Genova nel punto stampa sull'emergenza coronavirus. Il governatore ribadisce che “va tenuto presente che il decreto del presidente del Consiglio dei ministri arriverà il 15 ottobre”. “Ovviamente cercheremo di individuare misure restrittive a più basso impatto possibile sia per i cittadini sia per le attività economiche della città”, sottolinea Toti confermando che l'attenzione resta puntata sull'andamento del contagio nel capoluogo ligure, dove le misure allo studio interesserebbero solo i quartieri più colpiti dal contagio, come nel caso del centro storico.

  • Lamorgese, mi preoccupa ulteriore ritorno

    Mi preoccupa questo ulteriore ritorno” del Coronavirus: il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese sottolineando che la curva sale soprattutto “in regioni che non erano state colpite prima come Lazio Campania”. “Dal punto di vista geografico si sta spostando” ha aggiunto invitando ulteriormente a stare attenti. “Con il Coronavirus c'è chi non riesce e non è riuscito a mantenere sé e la famiglia e “la preoccupazione è che questa situazione sfoci in rabbia sociale” secondo il ministro dell'Interno. “E noi questo - ha aggiunto - dobbiamo evitare. Come Stato abbiamo l'obbligo di aiutare tutti” mettere tutti “in condizioni di vivere in maniera dignitosa. E questo il governo ha cercato di fare”.

  • Bassetti: accorciata durata positività dei tamponi

    “Rispetto a marzo-aprile scorso stiamo registrando una durata più breve della positività dei tamponi: si è accorciata la durata della malattia e anche la positività al tampone”. Lo rileva il direttore della clinica malattie infettive dell'ospedale San Martino Matteo Bassetti stasera nel punto stampa sull'emergenza coronavirus. “È un dato molto importante nella gestione dei pazienti quando vengono dimessi nelle strutture sul territorio - commenta Bassetti -. Che cosa potrà succedere nelle prossime settimane non lo sappiamo, è evidente l'aumento dei contagi, ma abbiamo una capacità di cura migliore rispetto a marzo-aprile”. La prossima settimana l'ospedale San Martino di Genova, hub regionale anti covid, testerà un nuovo antivirale simile al Remdesivir.

  • In Francia 20.339 contagiati, 32.630 vittime dall’inizio dell’epidemia

    Le autorità sanitarie francesi registrano oggi 20.339 nuovi contagiati, dai 18.129 di ieri. Il totale delle vittime da inizio epidemia è arrivato a 32.630, con un incremento di 109 unità dalla precedente rilevazione.

    FRENCH HEALTH MINISTRY REPORTS 20,339 NEW CONFIRMED CORONAVIRUS CASES IN PAST 24 HOURS, FROM 18,129 ON THURSDAY

  • Cdc: negli Usa +54.887 contagi, 979 morti

    I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (Cdc) hanno segnalato oggi 7.583.200 casi del nuovo coronavirus, con un aumento di 54.887 casi rispetto al conteggio precedente. Il numero dei decessi è invece aumentato da 979 unità a 212.111.

  • 12 Rsa toscane bloccano le visite dall’esterno

    L'Associazione residenza anziani toscana (Arat), realtà che racchiude 12 residenze per anziani in tutta la Toscana, chiuderà preventivamente e a partire da domani le porte delle proprie strutture ai visitatori esterni per proteggere i propri ospiti dal coronavirus. “La decisione - viene spiegato in una nota - arriva dopo gli ultimi casi di Covid-19 in alcune Rsa della Toscana ed è volta alla salvaguardia e alla protezione degli ospiti delle strutture, che rappresentano i soggetti più fragili in caso di trasmissione del virus”. “La nostra decisione - afferma il presidente Arat Franca Conte - rappresenta un'azione per sensibilizzare le istituzioni ed è impossibile da procrastinare in assenza di un'ordinanza della Regione. Il nostro unico obiettivo è quello di salvaguardare i nostri ospiti, soggetti ad altissimo rischio, ed evitare che si torni a un periodo di terrore verso le residenze per anziani”. Arat chiede inoltre alla Regione di “provvedere ad un'ordinanza per rendere effettiva questa azione”.

  • Azzolina (Scuola): contagiati 2.348 studenti, 402 prof

    Gli studenti che risultano positivi, alla data del 3 ottobre, sono 2.348, ovvero lo 0,037%; il personale non docente che risulta positivo è pari allo 0,079% , quindi 144 casi; il personale docente che risulta positivo è lo 0,059%, cioè 402 casi. Sono i dati resi noti dalla ministra dell'Istruzione Lucia Azzolina sui contagi a scuola, raccolti attraverso il monitoraggio realizzato con i dirigenti scolastici e confrontato con l'Istituto Superiore di Sanità.

  • Governatore Toti: da lunedì in Liguria test rapidi con medici di famiglia

    “Lunedì in Liguria inizieranno i tavoli tecnici di Alisa per coinvolgere i medici di famiglia nell'esecuzione dei tamponi rapidi” per individuare la positività al covid-19. Lo annuncia il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti stasera nel punto stampa sull'emergenza coronavirus. L'obiettivo della Regione Liguria attraverso il coinvolgimento dei medici di famiglia è “ottenere un vantaggio notevole nella gestione territoriale della pandemia e alleggerire gli uffici di prevenzione”.

  • Iss: 77% focolai sono in famiglia

    Ci sono “importanti segnali di allerta” legati a un aumento della trasmissione locale del virus, diffusa su tutto il territorio nazionale, che provoca focolai anche di dimensioni rilevanti soprattutto segnalati in ambito domiciliare/familiare. La maggior parte dei focolai continua a verificarsi proprio in ambito domiciliare, pari al 77,6 per cento.Rimane dunque fondamentale mantenere “un'elevata consapevolezza della popolazione generale circa il peggioramento ormai chiaro e più rapido della situazione epidemiologica e sull'importanza di continuare a rispettare in modo rigoroso tutte le misure necessarie a ridurre il rischio di trasmissione quali: lavaggio delle mani, uso delle mascherine e distanziamento fisico”. Lo afferma il monitoraggio settimanale ministero della salute-Iss.

  • In 13 regioni Rt sopra 1, prima la Campania

    L'indice di contagio Rt supera il valore soglia di 1 in 13 Regioni e 2 province autonome, a Trento e Bolzano. Lo indica l'ultimo monitoraggio settimanale Iss-Ministero Salute. La Campania ha il valore maggiore, con 1.24, seguita da Sicilia con 1.22 e da Trento a 1.18. Migliori il Molise con 0.61, Emilia Romagna a 0.84 e Marche con 0.91.

  • Piano Casa Bianca da 1.800 mld per l'economia Usa

    La Casa Bianca si appresta a presentare ai democratici un piano da 1.800 miliardi di dollari per aiutare l'economia. Lo riportano i media americani citando alcune fonti, secondo le quali si tratta della cifra maggiore finora proposta dalla Casa Bianca. L'ultima offerta dei democratici valeva 2.200 miliardi. Il segretario al Tesoro Steven Mnuchin ne parlerà in giornata con la speaker della Camera Nancy Pelosi.

  • Scarseggiano i guanti a livello mondiale, scorte in esaurimento

    Dopo le mascherine, i guanti per uso chirurgico: la nuova impennata del Covid sta provocando problemi per l'approvvigionamento dei guanti per il personale sanitario, non solo. “Stanno cominciando a scarseggiare a livello mondiale” spiegano fonti qualificate italiane sottolineando che il problema è dovuto sia al fatto che molti paesi stanno facendo scorte visto l'aumento esponenziale dei casi sia al fatto che ci sono pochi produttori nel mondo e ce ne sono ancora meno - soprattutto in Europa - che hanno la certificazione.

    Una situazione che riguarda anche il nostro paese e per questo il commissario per l'Emergenza Domenico Arcuri sta lavorando per riuscire a risolvere il problema. Al momento, sempre secondo quanto si apprende, le scorte italiane ammonterebbero a circa 15 milioni di guanti - che servono per tutto il personale sanitario, non solo quello impegnato nell'emergenza Covid - e altri 20 milioni sono già stati acquistati e dovrebbero arrivare a breve. Ci sarebbe poi in ballo un ulteriore ordine, di circa 300 milioni di paia, che consentirebbe un'autonomia di un'ottantina di giorni.

  • Iss: in Italia attivi 3.805 focolai, di cui 1.181 nuovi

    Sono stati riportati complessivamente 3.805 focolai attivi, di cui 1.181 nuovi (la definizione adottata di focolaio prevede l'individuazione di 2 o più casi positivi tra loro collegati), entrambi in aumento per la decima settimana consecutiva (nella precedente settimana di monitoraggio erano stati segnalati 3.266 focolai attivi di cui 909 nuovi). Sono stati riportati focolai nella quasi totalità delle province (104/107). La maggior parte di questi focolai continua a verificarsi in ambito domiciliare (77,6%). Continua a scendere la percentuale dei focolai rilevati nell'ambito di attività ricreative (4,1% vs 4,5% la settimana precedente). Lo rileva il monitoraggio ministero della Salute-Iss.

  • Quasi 13.900 nuovi casi in Gb, 87 morti

    Nel Regno Unito si registrano 13.864 nuovi casi di coronavirus in 24 ore e 87 morti. Lo riferisce Sky News. Numeri ancora molto preoccupanti, ma comunque in calo rispetto al picco di oltre 17.400 casi registrati ieri. Ed è in leggero calo anche l'indice di contagio, tra 1,2 e l'1,5 rispetto all'1,3-1,6 della scorsa settimana.

  • In Usa oltre 7,6 mln di contagi con oltre 56mila nuovi casi al giorno

    Continuano a crescere i casi di coronavirus negli Stati Uniti. Il database della Johns Hopkins University ha registrato 7.611.616 milioni di contagi e 212.789 decessi. Solo ieri sono stati segnalati oltre 56.000 casi in un solo giorno con il Wisconsin che ha raggiunto il record di 3.000 contagi giornalieri. Anche l'Illinois ha superato i tre mila casi e la Carolina del nord ha raggiunto i 2.400 casi segnalati in un giorno. La pandemia sta particolarmente colpendo gli stati del Midwest dove per mesi è stato minimizzato il rischio della malattia. Ad oggi nel Nord Dakota non è obbligatorio l'uso della mascherina. Gli ospedali dello stato come quelli di Wisconsin e Sud Dakota hanno dichiarato di aver raggiunto le massime capacità di ricoveri.

  • Salute-Iss, Rt sale a 1,06 con segnali di forte criticità

    Nel periodo 17 - 30 settembre 2020, l'indice di trasmissibilità l'Rt calcolato sui casi sintomatici è pari a 1,06. Lo indica il monitoraggio settimanale ministero della Salute-Istituto superiore di sanità. “Aumenta per la decima settimana consecutiva il numero di casi di Covid-19, ma questa volta un po' di più rispetto alle scorse settimane. L'Rt supera di poco l'unita. Si registrano focolai e casi sporadici in tutte le regioni e il numero di ricoveri tende ad aumentare, anche se non si registra un sovraccarico di terapie intensive”. Questo il commento di Gianni Rezza, direttore generale della Prevenzione ministero della Salute, al monitoraggio settimanale Iss-Ministero. In questa fase, aggiunge, “bisogna essere estremamente prudenti, evitare assolutamente aggregazioni ed eventi sia pubblici che privati, utilizzare sempre la mascherina, adoperare misure di distanziamento fisico e curare l'igiene delle mani”.

  • Immuni: in una settimana oltre 1 mln download, a quota 8 mln

    L'app Immuni raggiunge quasi 8 milioni di download, con un balzo di oltre 1 milione in meno di una settimana. Secondo i dati pubblicati sul sito ufficiale dell'applicazione, all'8 ottobre i download sono esattamente 7.955.418, mentre risultano 7.884 le notifiche di esposizione al rischio inviate e 445 gli utenti che hanno inserito i loro codici di positività, permettendo così di avvisare le persone entrate in contatto con loro. In quasi una settimana, dal 2 ottobre, i download hanno fatto un balzo di oltre 1 milione (a quella data erano a 6.757.827) spinti dal timore per il crescere dei contagi ma anche dalla campagna di sensibilizzazione dei media e del governo.

  • Alle 19 Conte riunisce capidelegazione maggioranza e Boccia

    Il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, ha convocato alle 19 i capidelegazione delle forze di maggioranza al Governo - il ministro della Giustizia, Alfonso Bonafede (M5S), il ministro della Cultura, Dario Franceschini (Pd), il ministro delle Politiche agricole, Teresa Bellanova (Iv) e il ministro della Salute, Roberto Speranza (Leu) - per fare il punto sulla situazione del Covid-19. All'incontro parteciperanno anche il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio, Riccardo Fraccaro, e in videocollegamento anche il ministro degli Affari Regionali, Francesco Boccia.

  • +29 ricoveri in terapia intensiva, positivi oltre i 70mila

    I pazienti in terapia intensiva per coronavirus sono aumentati di altre 29 unità nelle ultime 24 ore, secondo i dati del ministero della Salute, portando il totale a 387. I ricoverati nei reparti ordinari sono invece cresciuti di 161 unità, arrivando a 4,086. Gli attualmente positivi hanno sfondato la soglia dei 70mila: sono ora 70.110, con un incremento di 4.158 in un giorno, mentre i guariti in più sono solo 1.186 per un totale di 237.549. In aumento di quasi 4mila anche i positivi in isolamento domiciliare, che sono ora 65.637.

  • In Lombardia quasi mille nuovi positivi, Campania 769

    I nuovi contagi giornalieri individuati in Lombardia sono 983, con un balzo che porta la regione a sopravanzare la Campania che ne registra 769. In Veneto sono 595 i positivi nelle ultime 24 ore, 483 in Toscana, secondo i dati del ministero della Salute.

  • Zampa (Salute): non ci sarà un altro lockdown e scuole restano aperte

    “Non ci sarà un altro lockdown, ci saranno delle chiusura dove necessario”, ma “le scuole resteranno aperte come è giusto che sia”.Lo afferma ad Affaritaliani.it la sottosegretaria alla Salute, Sandra Zampa, dopo il nuovo incremento di positivi da Covid-19. Quanto alla chiusura di ristoranti, pizzerie, bar e locali, “a me non risulta nulla”, sottolinea Zampa. Per quanto riguarda lo sport e in particolare il calcio, dopo le positività nell'Inter e il derby di Milano a rischio, la sottosegretaria non si sbilancia: “sul calcio non rispondo, lo chieda al ministro Spadafora”.

  • Studio: morti indirette della pandemia, oltre 10mila in Lombardia

    Nei primi quattro mesi dell'anno la Lombardia ha registrato 24.000 decessi in più rispetto alla norma, un record in Italia, ma solo per 14.000 morti è stato ufficialmente riconosciuto il legame con Covid-19: i restanti 10.000 potrebbe essere vittime di altre malattie non adeguatamente curate dal sistema sanitario in difficoltà, ma anche morti di Covid non diagnosticati a causa dei mancati test. Lo sostiene uno studio pubblicato su Plos One da un gruppo dell'University College e dell'Imperial College di Londra che conta diversi ricercatori italiani. “Calcolare l'eccesso di mortalità è importante perché ci dice quante persone in più rispetto all'atteso sono decedute in un dato periodo”, spiega Gianluca Baio, docente di statistica all'University College.

    “Questo dato ci dà le dimensioni della tragedia, andando oltre le morti confermate per Covid-19 e includendo i decessi che sono stati il risultato indiretto della pandemia. Queste sono morti che, con una migliore organizzazione sanitaria, potevano essere potenzialmente evitate”. “Il nostro studio non può spiegare perché in Lombardia si è avuto un simile picco di morti apparentemente non legate a Covid-19. In ogni caso - precisa Marta Blangiardo dell'Imperial College di Londra - la pandemia ha avuto un effetto travolgente sul sistema sanitario regionale, per cui il ridotto o ritardato accesso alle cure potrebbe essere un fattore”.

  • Brusaferro: siamo ottimisti ma non superficiali

    “Dobbiamo essere ottimisti, ma non superficiali: i nostri comportamenti sono la base per ridurre la circolazione del Covid-19. Occorre che i numeri abbiano una crescita maggiormente rallentata. Età mediana dei contagiati è intorno ai 40 anni. Nelle terapie intensive ci sono ricoverati giovani. La sfida è importante a tutte le età. La trasmissione avviene a livello amicale e familiare. Bisogna fare attenzione alla convivialità soprattutto ora che il clima freddo ci porterà stare in locali chiusi” Le Lo ha detto il presidente dell'Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, intervenendo, in video collegamento, ai lavori su 'La sanità post Covid-19' al teatro Bellini di Catania.

  • Viminale: contro chi non rispetta normativa massimo rigore e fermezza

    Massimo rigore e fermezza assoluta nei confronti di chi non rispetta le normative anti covid durante le manifestazioni. È la linea che il ministro dell'Interno Luciana Lamorgese ha dato ai responsabili della sicurezza pubblica e che è stata immediatamente recepita nella circolare che il capo della Polizia Franco Gabrielli ha inviato a prefetti e questori. In un momento come questo, con la curva dei contagi che continua a salire sempre più rapidamente, viene sottolineato al ministero, l'input è chiaro: non verranno tollerate leggerezze e atteggiamenti superficiali da parte dei manifestanti, soprattutto da parte di “provocatori” che possono mettere a rischio la salute pubblica. Massimo rigore, dunque, che significa sanzioni per chi non rispetta le regole - fino a mille euro - e scioglimento immediato delle manifestazioni.

  • Governatore De Luca: lockdown con 1.000 casi e 200 guariti al giorno

    “Obiettivo è avere equilibrio tra nuovi positivi e guariti. Ma se abbiamo mille contagi e duecento guariti è lockdownm”. Lo ha detto il presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca in diretta Facebook. “Se abbiamo - ha detto - un incremento ogni giorno di 800 nuovi positivi chiudiamo tutto. Non drammatizzo, faccio un calcolo numerico”.

  • Mattarella: emergenza richiede tempestività

    “L'andamento dell'emergenza sanitaria causata dal Covid richiede all'Unione Europea la massima tempestività nella messa in campo di tutte le misure necessarie. Per questo mi auguro che siano presto superati i tentativi di rallentamento”. Lo ha detto, a quanto si apprende, il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella ricevendo al Quirinale la nuova Presidente della Repubblica Ellenica, Katerina Sakellaropoulou. Nel corso della visita della Presidente Ellenica si è parlato anche della necessità che l'Europa, che ha dimostrato una risposta importante dopo la pandemia, si doti di risorse proprie e per fare fronte alle possibili urgenze. Sull'emergenza Covid e la conseguente crisi economica, l'immigrazione, il Mediterraneo orientale, Italia e Grecia concordano nella necessità di un ruolo sempre più forte, coeso e autorevole dell'Unione Europea e, per quanto riguarda le crisi regionali, della Nato e dell'Onu.

  • In Svizzera aumentano ancora i casi: 1.485 in 24 ore

    Continua a salire il numero di nuovi contagi di Covid-19 in Svizzera, dove in 24 ore sono state segnalate 1.485 nuove infezioni. Il totale dei casi nel Paese sale così a 60.230, con un tasso di incidenza di 704,9 ogni 100.000 abitanti, secondo l'ultimo bollettino giornaliero dell'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP). I dati odierni sono superiori a quelle dei giorni passati: mercoledì i nuovi casi erano 1.077, ieri 1.172. Era da fine marzo-inizio aprile che non si registravano dati simili, osserva l'agenzia di stampa svizzera Keystone-Ats.

    Questa evoluzione preoccupa e la Confederazione ha lanciato una nuova campagna di prevenzione per mettere in guardia la popolazione sulla pericolosa tendenza al rialzo delle nuove contaminazioni. La campagna, precisa l'agenzia Keystone-Ats, prevede manifesti e messaggi sui social network per ribadire i consigli in vigore: distanza sociale di 1,5 metri, igiene delle mani, mascherina quando la distanza non può essere mantenuta e scaricamento della app Swiss Covid, che segnala agli utenti se sono stati in contatto con una persona infetta.

  • A Milano tampone si prenota online

    Per rendere più snelle e veloci le procedure di prenotazione (e di esecuzione) dei tamponi di controlli richiesti da medici e pediatri, da oggi l'Ats Città metropolitana di Milano (ovvero l'ex Asl) ha attivato il sistema di autoprenotazione online. Vi si accede al link https://portaleinformativosalute.azurewebsites.net/index_all.php . Chi invece non utilizza internet verrà chiamato dal call center nel giro di alcuni giorni anche se, spiega un comunicato dell'Azienda tutela della Salute, “l'aumento del numero di casi potrebbe rendere più lunga l'attesa”.

  • Merkel: nuove restrizioni se la situazione non migliora

    La Germania adotterà ulteriori misure restrittive nel caso la curva dei contagi da coronavirus non si stabilizzasse. Lo ha detto la cancelliera Angela Merkel all'indomani del record di contagi nel Paese da aprile, oltre 4.000.

  • Mattarella: serve responsabilità di tutti per tenere aperta Italia

    La necessità di mantenere aperte le scuole, le fabbriche, gli uffici implica una maggiore responsabilità dei singoli nel prevenire e limitare i contagi: “La libertà non è un fatto esclusivamente individuale, ma si realizza insieme agli altri, richiedendo responsabilità e collaborazione”. Lo ha sottolineato, a quanto si apprende, il Presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ricevendo al Quirinale la Presidente della Repubblica Ellenica, Katerina Sakellaropoulou. Sempre a quanto si apprende, la presidente greca ha citato la frase di Mattarella rivolta al premier britannico Boris Johnson: “Amiamo la libertà ma amiamo anche la serietà”. E ha parlato della grande serietà da parte di italiani e greci nel fronteggiare la pandemia.

  • Bergamo proroga dehors e vieta asporto bevande

    “A Bergamo abbiamo prorogato al 31/12 i 200 dehors che sono nati nei mesi scorsi. Per prevenire assembramenti e rischi di contagio ho poi firmato un'ordinanza che vieta la vendita per asporto di bevande nelle serate di giov/ven/sab dalle 22.00. Così la città è + bella e + sicura”: lo scrive il sindaco Giorgio Gori su twitter. Per quanto riguarda i dehors - spiegano dal Comune - è allo studio un'ulteriore misura di proroga per il 2021, che terrà conto di ciò che nel frattempo verrà deciso dal Governo col Dpcm atteso la prossima settimana. Il tutto ancora a titolo gratuito: la Giunta Gori ha infatti approvato qualche mese fa l'esenzione totale del Canone di Occupazione su Spazi e Aree Pubbliche proprio fino alla fine dell'anno 2020.

    Nel secondo provvedimento, cambiano già da domani le regole su asporto e consumo di bevande su suolo pubblico. Sarà quindi vietata la vendita per asporto di bevande, alcoliche e non alcoliche, mentre sarà sempre consentita la somministrazione sia all'interno dell'attività (anche al bancone, purché rispettando le norme sul distanziamento tra i clienti) che all'esterno dell'esercizio stesso, esclusivamente con servizio al tavolo. Sarà invece vietata la consumazione di qualsiasi bevanda (alcolica e non alcolica) ad esclusione dell'acqua, su area pubblica o privata ad uso pubblico compresi parchi, giardini e ville aperte al pubblico.

  • Under 21, rinviata Islanda-Italia

    Non si giochera' Islanda-Italia Under 21, dopo i casi di positivita' tra gli azzurrini. La partita era in programma oggi a Rreykjavík, alle 17.30, ma e' stata annullata dopo che ai due casi tra i giocatori italiani riscontrati nei giorni scorsi se ne sono aggiunti altri due ai controlli effettuati all'arrivo in Islanda (ANSA).

  • Casa Bianca: Trump non parlerà in pubblico se contagioso

    Donald Trump non andrà in pubblico se può ancora trasmettere il virus. Lo afferma la portavoce della Casa Bianca, Kayleigh McEnany, in un'intervista a Fox. McEnany, risultata positiva al coronavirus, dice di stare bene e di non avere sintomi.

  • Guerra (Oms): Sud sta vivendo ondata iniziale del Nord

    “Il Sud in questo momento sta vivendo quella che è stata l'ondata iniziale al Nord con, però, tutte le lezioni imparate. Con presìdi che prima non c'erano: medici preparati e competenti, terapie disponibili anche se non risolutive e soprattutto con la capacità di intercetto e di diagnosi molto precoce”. Lo ha detto Ranieri Guerra, vice direttore generale delle iniziative strategiche dell'Oms, a margine dei lavori su 'La sanità post Covid-19' al teatro Bellini di Catania. “Le regioni meridionali, Sicilia compresa, che sono state preservate dalla prima ondata - ha osservato Guerra - pensavano forse di essere uscite indenni con i pochissimi danni che erano propri della primavera. Ma così non è perché questo un virus che galoppa con la mobilità umana e quindi è inevitabile che presto o tardi arrivi”.

  • Svizzera: sono 4 le Regioni italiane nella lista rossa

    È salito a quattro il numero di regioni italiane inserite dalla Svizzera nella lista dei Paesi e delle aree ad alto rischio di contagio da coronavirus: oltre alla Liguria, l'Ufficio federale della sanità pubblica ha aggiunto oggi la Campania, la Sardegna ed il Veneto. L'elenco aggiornato, che sarà valido dal 12 ottobre, comprende un totale di 61 Paesi e 28 regioni. Chi torna in Svizzera da tali zone deve mettersi in quarantena al ritorno.

  • Governo spagnolo pronto a dichiarare stato di emergenza a Madrid

    Il governo spagnolo è pronto a dichiarare lo stato di emergenza per la regione di Madrid, mentre i leader europei intensificano gli sforzi per contenere un'ondata inesorabile di casi di coronavirus in tutto il continente. Secondo i media spagnoli il governo del primo ministro Pedro Sanchez ha preso la decisione venerdì in una riunione straordinaria di gabinetto. La mossa arriva quando gli sforzi per controllare un'epidemia a Madrid sono complicati da una situazione di stallo tra il governo di Sanchez e l'amministrazione regionale. Lo stato di emergenza conferisce al leader spagnolo poteri straordinari per ordinare restrizioni alla circolazione.

  • Le Monde: Italia in allerta e fiera di resistere

    “L'Italia in allerta e fiera di resistere al virus”: questo il titolo di un articolo che il quotidiano Le Monde consacra oggi alla situazione del Covid-19 in Italia. “Gli italiani - prosegue il giornale parigino - rispettano le indicazioni e apprezzano la fermezza di Giuseppe Conte, il capo del governo”. Secondo il giornale, l'Italia “fa parte dei buoni alunni', di quelli che vengono citati ad esempio per le buone pratiche pubbliche e il civismo delle popolazioni”. Anche se, osserva Le Monde, “in questi ultimi giorni il ritmo del contagio è andato accelerando come ovunque in Europa”, con un “rapido aggravarsi della situazione”. E ancora: “Con 4458 nuovi casi (e una media settimanale del 60% superiore a quella della settimana precedente), 164 ricoveri in piu' (di cui 21 pazienti supplementari in rianimazione) e 22 morti, l'Italia non viene risparmiata dalla 'seconda ondata' di contaminazioni, attualmente in atto”.

  • Calcio, positivo anche l’interista Radu

    Il portiere nerazzurro Ionut Radu è positivo al coronavirus. Lo comunica l’Inter in un comunicato: «Fc Internazionale - si legge - comunica che Roberto Gagliardini e Radja Nainggolan sono risultati positivi al Covid 19 in seguito ai test effettuati in questi giorni ad Appiano Gentile. Nella mattinata di è emersa oltretutto la positività di Ionut Radu dopo il test effettuato giovedì, sabato sono in programma ulteriori controlli».

  • Belgio, +5.728 nuovi casi in 24 ore

    Il Belgio ha registrato un nuovo record di contagi da Covid-19. I casi accertati in 24 ore sono 5.728, circa 2mila più di quelli annunciati giovedì dall'istituto di sanità pubblica Sciensano, a un totale di 143.596. Tra il 29 settembre e il 5 ottobre l’aumento dei contagi è stato del 72% rispetto ai sette giorni precedenti. Il numero dei positivi sulla base dei 14 giorni al 5 ottobre è arrivato a 280,7 ogni 100 mila abitanti. I decessi complessivi sono 10.126, di cui 18 si sono verificati nelle ultime 24 ore.

  • Parlamento europeo pronto a tornare a Strasburgo

    Il Parlamento europeo è pronto a tornare a Strasburgo in occasione della prossima sessione plenaria prevista per il 19-22 ottobre, considerato che a tutt’oggi la situazione sanitaria nella città francese sembra essere sufficientemente buona e il trend dei contagi continua a diminuire. Lo riferiscono fonti del Pe. «In questo momento gli indici di contagio nel Basso Reno scendono quindi non c’è nessun motivo per non andare», riferisce una fonte. L’epidemia di coronavirus ha costretto gli eurodeputati a tenere le plenarie a Bruxelles dal mese di marzo piuttosto che nella città alsaziana. Tuttavia l’evoluzione della situazione sanitaria in Francia continuerà a essere monitorata e nel corso dei prossimi giorni verrà fatto un aggiornamento da parte del parlamento europeo. Secondo quanto si apprende, la plenaria che si terrà a Strasburgo avverrà nelle stesse modalità di quelle tenute finora a Bruxelles, con personale ridotto e con l’obbligo della mascherina.

  • Umbria, record di casi: sono 151

    Con 151 nuovi casi di coronavirus registrati nell’ultimo giorno l'Umbria ha toccato il livello più alto mai toccato dall’inizio della pandemia. Frutto di 2.645 tamponi analizzati in 24 ore, anche in questo caso un record assoluto. Lo ha annunciato il commissario per l’emergenza Covid Antonio Onnis nel corso di una conferenza stampa per fare il punto della situazione. Il quale parlando di una curva in crescita ha sottolineato che il dato «allarma».

  • Lazio, focolaio con 25 positivi in casa riposo vicino a Rieti

    «Focolaio nella casa di riposo “Il Giardino” nel Comune di Concerbiano a Rieti. Sono 25 i positivi tra ospiti e operatori. È stata avviata l'indagine epidemiologica e la struttura è stata posta in isolamento. Contatto costante con la Asl di Rieti». Lo comunica l'Unità di Crisi Covid-19 della Regione Lazio.

  • Asl Latina, superata soglia attenzione

    «Ben 14 comuni hanno superato abbondantemente la soglia di attenzione, fissata in 10 casi attivi per 10.000 abitanti, e altri 4 si avvicinano a tale parametro». Lo sottolinea il direttore generale dell'Asl di Latina, Giorgio Casati, commentando le misure restrittive per la provincia di Latina previste nell'ordinanza della Regione Lazio. «Tale evidenza, rappresenta in modo inequivocabile che il virus è estremamente diffuso in tutta la Provincia” e ha aggiunto: “La situazione attuale del contagio è pertanto preoccupante non solo per il momento contingente ma, anche, letto in ottica prospettica».

  • Guerra: immunità di gregge? Scordatevela

    «L'immunità d gregge? Scordatevela. Oltre il 90% della popolazione è ancora suscettibile al Coronavirus. Prima di arrivare ad una immunità di gregge ci vorranno anni e costi umani inaccettabili». Lo ha detto Ranieri Guerra, vice direttore generale delle iniziative strategiche dell'Oms, a margine dei lavori su 'La sanità post Covid-19' al teatro Bellini di Catania

  • Boom casi, ricoveri e quarantena in Alto Adige

    Peggiora la situazione Covid in Alto Adige. I laboratori dell'Azienda sanitaria nelle ultime 24 ore hanno effettuato 1.530 tamponi. Sono stati registrati 85 nuovi casi positivi. Si conferma così il trend di crescita (martedì 17, mercoledì 51 e ieri 69 casi). Aumentano anche i ricoveri nei normali reparti ospedalieri da 21 mercoledì, 30 ieri e oggi 35. I pazienti di terapia intensivi salgono da uno a due. Boom anche della persone in isolamento domiciliare (2.335), delle quali 32 di ritorno da Croazia, Grecia, Spagna o Malta.

  • Covid, +595 contagi in Veneto

    Un'altra giornata nera per il Covid in Veneto con 591 contagi in più rispetto a ieri. Il dato degli infetti dall'inizio dell'epidemia ha superato di slancio la quota psicologica dei 30.000, per l'esattezza 30.504, con aumenti soprattutto nelle province di Venezia (+131), e Treviso (+120). Lo afferma il bollettino della Regione. Si contano anche 3 vittime, per un dato complessivo di 2.209 morti (tra ospedali e case di riposo). Crescita contenuta nei ricoveri, 304 (+7) e nelle terapie intensive, 30 (+1).

  • De Magistris a De Luca, urgente io abbia dati

    Il sindaco di Napoli Luigi de Magistris ha inviato stamani al presidente della Regione Campania Vincenzo De Luca una lettera sulla situazione Covid in città. “Ritengo necessario, urgente ed indispensabile che tutti i dati, sull'andamento del virus, mi siano comunicati costantemente ed in modo dettagliato, perchè rappresentano lo strumento principale che consente di poter analizzare il contagio sul territorio ed, in particolare, la sua diffusione all'interno di ogni Municipalità. Non solo, ma anche la relativa recrudescenza e penetrazione nel territorio e tra la comunità della Città Metropolitana - parte molto rilevante della Regione Campania - di cui, ricordo, sono il sindaco”, scrive. La nota è stata inviata per conoscenza anche al Presidente del Consiglio dei Ministri Giuseppe Conte, al Ministro della salute Roberto Speranza ed al Prefetto di Napoli Marco Valentini.

  • Spallanzani: 172 pazienti ricoverati

    In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma 172 pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2. 22 pazienti necessitano di terapia intensiva, quelli dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono, a questa mattina, 815. È quanto emerge dal bollettino di oggi dell'istituto.

  • Ricciardi: consigliamo riduzione quarantena a 10 giorni. Sottovalutata seconda ondata

    «La quarantena secondo noi può essere ridotta a 10 giorni come si fa in Germania, con un tampone invece di due tamponi. È qualcosa che stiamo dicendo come consiglieri scientifici del ministro Speranza e spero che il Governo lo prenda in considerazione». Lo ha detto a Buongiorno, su Sky Tg24 Walter Ricciardi, membro del comitato esecutivo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e consulente del ministro della Salute.

    «Stiamo analizzando - ha spiegato - quello che ha fatto la Germania, che ha ridotto la quarantena per i soggetti sospetti da 14 a 10 giorni con un solo tampone negativo per autorizzare la fine della quarantena. È un'ipotesi che può essere presa in considerazione, deve essere valutata dal Cts e poi può essere deliberata”. Dal punto di vista “dell'evidenza scientifica perde qualcosa, ma consente una gestione dell'epidemia più agevole in questo momento in cui i casi sono più di 4mila al giorno».

    «È stato sottovalutato - ha aggiunto Riccardi - il fatto storico che tutte le pandemie hanno una seconda ondata più pericolosa della prima».

  • Ricciardi: a novembre rischiamo 16mila casi al giorno

    «Quello che si è verificato da giugno in poi è un raddoppio dei casi ogni mese. Avevamo 200 casi, poi 400, poi 800, poi 1600 e adesso stiamo a oltre 4mila casi. Quindi rischiamo fra un mese di avere oltre 8 mila casi al giorno e tra due mesi, quando arriverà l''influenza, di avere 16 mila casi in un giorno». Lo ha detto a Buongiorno, su Sky TG24 Walter Ricciardi, membro del comitato esecutivo dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) e consulente del ministro della Salute.

  • Indonesia, 4.094 nuovi casi

    L’Indonesia ha registrato 4.094 nuovi casi di coronavirus, portando il totale a 324.658. Nel paese si sono contate altre 97 vittime.

  • Francia, capo Cts: con il virus fino a estate 2021

    Il presidente del Consiglio scientifico, il Cts francese, Jean-François Delfraissy, ha detto questa mattina in un'intervista a BFM-TV che “in gioco” c'è “tutto l'inverno 2020 e la primavera 2021. Il virus durerà un certo tempo”, ha aggiunto, accennando all'”estate 2021”. “Dobbiamo comprendere - ha spiegato Delfraissy - che ora abbiamo una visione medio e lungo termine con questo virus, che sarà con noi ancora per un periodo, poi si attenuerà. E' mio dovere dire queste cose, dobbiamo imparare a vivere con questo concetto. Il virus si attenuerà spontaneamente e avremo probabilmente alcuni primi vaccini candidati”.

    Le cifre diffuse dall'Inserm dicono che soltanto il 4,5% dei francesi, a maggio, avevano sviluppato anticorpi contro il Coronavirus: “è poco - ha commentato Delfraissy - vuol dire che nella prima ondata una minoranza è stata in contatto con il Covid. La cifra è più alta nella regione di Parigi, dove raggiunge l'11-12%. L'immunità è debole, per sbarrare la strada al virus bisognerebbe raggiungere il 50-60%. E' possibile, è quello che è accaduto sulla portaerei Charles-de-Gaulle, dove hanno raggiunto il 59%”. Per Delfraissy, “il 40% dei senzatetto a Parigi è stato infettato dal Covid”.

  • Covid: altri 3 casi in U.21 in Islanda,2 sono azzurrini

    Due calciatori e un membro dello staff della Nazionale Under 21, attualmente a Reykjavik in vista del match di qualificazione ai Campionati Europei di categoria previsto oggi con l'Islanda, sono risultati positivi al Covid-19 dopo il tampone effettuato ieri all'arrivo in aeroporto ed i cui risultati sono stati resi noti nella tarda serata di ieri. Lo fa sapere la Figc, che si attivata tempestivamente per valutare, con Uefa e autorità sanitarie locali, tutte le misure da adottare.

  • Balzo record in Bulgaria, 516 casi nelle 24 ore

    Per il terzo giorno consecutivo in Bulgaria si registra un'impennata del numero dei nuovi contagi, 516 nelle 24 ore, un record assoluto dall'inizio dell'epidemia, pari a oltre il 10% dei 5.209 test diagnostici effettuati. Stando ai dati pubblicati stamane dal comitato operativo anticovid di Sofia, sono stati segnalati sette decessi e il numero complessivo delle vittime sale a 880. Ad oggi sono in tutto 23.259 i casi di infezione. I contagiati tra medici e infermieri continua a salire, arrivando a 1.292 casi, un dato che potrebbe creare problemi negli ospedali per la carenza di personale medico specializzato.

    Il ministro della Sanità Kostadin Anghelov ha annunciato che nonostante gli ultimi numeri dei contagi, non saranno adottate nuove misure restrittive ma sarà intensificato il controllo su quelle già esistenti. Una di queste misure è l'obbligo di portare le mascherine nei trasporti pubblici. La multa prevista per la non osservanza è di 300 lev (circa 150 euro), applicata negli ultimi giorni a decine di passeggeri a Sofia.

  • Positivi tre medici in reparto ginecologia Foggia

    Tre medici del reparto di ginecologia del Policlinico Riuniti di Foggia sono risultati positivi al virus Covid. A quanto si apprende da fonti interne, i tre medici, paucisintomatici, si sono ammalati in tre giorni diversi: il primo è risultato positivo sei giorni fa; il secondo tre giorni fa e l'ultimo ieri. Sono già stati eseguiti 60 tamponi a personale medico o comunque a persone entrate in contatto con loro. I primi 15 tamponi sono risultati negativi. “Non si tratta di un focolaio - sottolinea il direttore generale del Riuniti, Vitangelo Dattoli - i tre si sono ammalati consequenzialmente. Non sono collegati ad alcun caso specifico o ad alcun caso Covid transitato nel reparto. Intanto abbiamo già sanificato tutti gli ambienti”, conclude Dattoli.

  • Boccia, chiusura Regioni? Non si può escludere nulla

    «Le limitazioni di spostamento tra le Regioni non possono essere escluse, non si può escludere nulla in questo momento. Dobbiamo difendere il lavoro e la salute a tutti i costi. La mobilità tra le regioni deve essere salvaguardata, ma la situazione dovrà essere monitorata giorno per giorno. Appena c'è una spia che si accende bisogna intervenire». Così il ministro degli Affari Regionali Francesco Boccia a «The Breakfast Club» su Radio Capital.

  • Bonaccini, Regioni-Governo necessario lavorare insieme

    «Dobbiamo colmare le differenze» tra le sanità delle Regioni «ma certamente il lavoro, al di là di chiaroscuri, mi pare un lavoro che abbia pagato e che deve continuare a pagare. Non vedo altra strada che il lavoro insieme, per questo abbiamo chiesto la cabina di regia» con Governo ed enti locali. «Io credo che le Regioni comunque siano state molto responsabili in questi mesi». Lo ha detto Stefano Bonaccini, presidente dell'Emilia-Romagna e della Conferenza delle Regioni, a 24Mattino su Radio 24

    Per questo, aggiunge Bonaccini, «ho chiesto al ministro Lamorgese, come presidente della Conferenza delle Regioni, che nei territori l'attivazione dei controlli sia garantita anche da parte delle forze dell'ordine». «Abbiamo deciso di riaprire le scuole in questo Paese - aggiunge - perché da troppi mesi figli e studenti erano rimasti a casa ma bisogna fare le cose per bene: essere pronti a restrizioni se necessario, ma la cosa migliore è chiedere alle persone comportamenti adeguati, non scherzarci su. Perché siamo ancora in una fase di contrasto e di lotta» al coronavirus.

  • Israele, segni di arresto della pandemia

    Dopo oltre due settimane di lockdown, il ministero della sanità israeliano ha oggi riferito di aver rilevato “segni apparenti di un arresto” nella diffusione della pandemia coronavirus. Ciò nonostante, ha avvertito, Israele resta uno dei Paesi col più elevato tasso di contagi. Ieri sono stati rilevati 3.692 casi positivi, l'8 per cento dei tamponi condotti (circa 46 mila). Si tratta di un calo ulteriore, dopo il picco del 15 per cento registrato alla fine di settembre. Stabile il numero dei malati gravi (852) e quello dei malati in rianimazione (241).

    I decessi sono saliti a 1.864. Particolare preoccupazione desta la situazione sanitaria nelle località ortodosse, dove malgrado il lockdown in occasione di successive ricorrenze religiose ebraiche si sono avuti ripetuti assembramenti di massa. Migliora sensibilmente invece la situazione nelle località arabe, dove il mese scorso si erano registrati alti tassi di contagio imputati a matrimoni affollati. Secondo dati raccolti dall'Istituto Weizman fra i nuovi casi positivi della settimana scorsa l'8 per cento erano arabi, il 47 per cento ortodossi ed il 45 per cento il resto degli israeliani.

  • Noi denunceremo: pronte 150 nuove querele

    Il comitato delle vittime di coronavirus Noi Denunceremo depositerà in procura a Bergamo altre 150 denunce (per un totale di quasi 300) il prossimo giovedì 15 ottobre alle ore 9.30. «Abbiamo lasciato parlare per un po’ esponenti del Governo e di Regione Lombardia - dice il presidente Fusco -. Dopo trentaseimila morti ufficiali e altre migliaia ufficiose che non rientrano nella conta perchè morte soffocate nel letto di casa o in qualche Rsa senza un tampone mentre gli ospedali esplodevano, non solo non abbiamo assistito ad alcun rappresentante delle istituzioni che si sia fatto spontaneamente da parte, ma sia il Presidente del Consiglio che il Presidente di Regione Lombardia hanno iniziato una campagna mediatica regionale, nazionale ed internazionale che ne esaltasse le gesta in quei drammatici mesi. Al ministero della Salute sono cosi convinti che sia andato tutto bene da avere consentito che il direttore generale per la prevenzione si dedicasse ad altri incarichi dagli inizi di maggio, in piena pandemia, e nel modo più discreto possibile», ha detto Fusco. «Ci siamo letti migliaia di pagine di documenti - continua la legale del comitato Consuelo Locati - e recentemente trovato conferma in un articolo scritto per mano del consulente del Governo, Walter Ricciardi, che hanno dovuto sigillare un intero Paese perchè non avevano nessuna idea se quello che stesse succedendo in Lombardia si stesse verificando nel resto d’Italia. Hanno dovuto chiudere tutto il Paese “alla cieca” perchè nel pieno dell’emergenza il sistema di sorveglianza epidemiologica presentava fortissime criticità. E presentava fortissime criticità perchè non esistevano un piano pandemico nazionale e piani pandemici attuativi regionali aggiornati, e non erano mai state fatte le relative esercitazioni».

  • Gran Bretagna, il pil in agosto cresce del 2,1%: è sotto le attese

    La crescita economica in Gran Bretagna prosegue a ritmo più lento del previsto. Il Pil in agosto ha registrato una crescita del 2,1% a fronte di una stima di consenso degli analisti che indicava un +4 per cento. L’ufficio nazionale di statistica britannico (Ons) commenta che il dato è superiore del 21,7% rispetto ad aprile, mese particolarmente colpito dagli effetti della pandemia da coronavirus. La crescita economica del paese, tuttavia, nota sempre Ons, è ancora al di sotto dei livelli ante pandemia di febbraio.

  • Cuba verso la riapertura al turismo internazionale

    Gran parte di Cuba riaprirà i battenti al turismo internazionale la settimana prossima: lo ha detto giovedì sera il premier Manuel Marrero, secondo quanto riporta il Guardian. Il Paese aveva chiuso i suoi confini sei mesi fa per contenere la diffusione del coronavirus e nelle scorse settimane già stava riaprendo gradualmente in vista dell’alta stagione, da novembre a marzo. Dalla settimana prossima 13 delle 16 province cubane saranno accessibili ai turisti internazionali. La capitale l’Avana, alle prese con una seconda andata di infezioni, per ora non è inclusa nella lista. Secondo i dati della Johns Hopkins University, Cuba registra ad oggi 11 morti per ogni milione di abitanti, contro i 203 della Repubblica Dominicana ed i 647 degli Stati Uniti.

    All’Avana un tassista in mascherina (Epa)

  • Trump: «Farò il tampone nelle prossime ore»

    Il presidente degli Stati Uniti d’America Donald Trump farà il test nelle prossime ore per vedere se è guarito dal coronavirus. Lo ha detto lo stesso inquilino della Casa Bianca nella serata di giovedì 8 ottobre, in diretta su Fox News. L’ambizione di «The Donald» è ovviamente sostenere il duello televisivo elettorale con il candidato democratico Joe Biden.

    Trump ha annunciato che nelle prossime ore si sottoporrà a tampone (Reuters)

  • Giappone, consumi in calo per l’undicesimo mese consecutivo (-6,9%)

    Il coronavirus continua a pesare come un macigno sui consumi in Giappone, in calo per l’undicesimo mese consecutivo. In base ai dati del ministero degli Affari Interni, in agosto la spesa dei nuclei familiari composti da almeno due persone è scesa del 6,9%, rispetto al -7,6% di luglio: in giugno aveva fatto segnare -1,2%. I settori che più hanno sofferto delle restrizioni determinate dall’emergenza sanitaria sono il turismo e i trasporti, con la vendita dei biglietti aerei e dei servizi ferroviari in calo rispettivamente del 96% e del 79 per cento. In evidente miglioramento la spesa per i videogiochi (+79,5%), conseguenza del maggior tempo trascorso a casa, che si raffronta con la diminuzione delle presenze ai parchi giochi (-73%) e delle visite in cinema e teatri (-75%). Più che dimezzata la spesa nella ristorazione, in linea con le raccomandazioni delle autorità a limitare le uscite non essenziali, e malgrado il governo di Tokyo non abbia mai imposto un lockdown sul modello europeo. Dati separati mostrano un calo dell’1,4% dei salari in agosto, in ribasso per il sesto mese consecutivo. La spesa per i consumi contribuisce a oltre la metà del prodotto interno lordo giapponese, che nel trimestre aprile-giugno è diminuito del 7,9%.

    Tokyo, file indiane e mascherine nei giorni del Covid-19 (Epa)

  • Usa, superati i 7,6 milioni di casi

    I casi di coronavirus negli Stati Uniti hanno superato quota 7,6 milioni: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. Secondo l’università americana i contagi nel Paese sono ad oggi 7.603.746, inclusi 212.716 decessi. Secondo i media americani i casi supereranno quota 8 milioni entro giovedì prossimo, quando cioè Joe Biden risponderà alle domande degli elettori al posto del dibattito con il presidente Donald Trump. Nel frattempo, l’agenzia sanitaria federale per la tutela della salute (Cdc) ha previsto che il bilancio dei morti nel Paese potrebbe salire a quota 233.000 entro la fine di questo mese.

    Trump, campagna elettorale ai tempi del virus (Reuters)

  • Record mondiale di nuovi casi: oltre 338mila in 24 ore

    Nuovo record di casi giornalieri di coronavirus a livello globale: nelle ultime 24 ore i contagi nel mondo sono stati almeno 338.779, il livello più alto mai registrato dall’inizio della pandemia: lo riporta l’Organizzazione mondiale della Sanità (Oms) sul proprio sito. Il record giornaliero precedente era stato registrato il 2 ottobre scorso con 330.340 infezioni. Sempre nelle ultime 24 ore, i decessi nel mondo sono stati 5.514.

    Leggi anche:
    La mappa dei contagi
    Tutto quello che devi sapere sul virus
    Tutto quello che ha scoperto la scienza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti