Attualità

Coronavirus ultime notizie. Iss: contagi in crescita in over 40, rallentano tra 10-29 anni

Ultime notizie sulla pandemia

Ansa

I punti chiave

  • In Sardegna occupazione terapie intensive al 10%

    Sale al 10% il tasso di occupazione nelle terapie intensive in Sardegna e sale anche l’occupazione dei posti letto in area medica non critica (12%) secondo la nuova rilevazione Agenas aggiornata su dati di oggi. Rispetto alla rilevazione su dati del 20 agosto, entrambi i parametri salgono dell’ 1%. Il nuovo rilevamento registra anche un aumento di due punti percentuali per le terapie intensive in Calabria 7% contro il 5% del rilevamento precedente su dati di ieri mentre per l’occupazione in area medica lieve riduzione, dal 16 al 15 per cento. Stabile la Sicilia (9% intensive e 18% reparti).

  • Iss: tasso decesso 8 volte più alto in over 80 non vaccinati

    Considerando il numero dei ricoveri in terapia intensiva e dei decessi negli over 80, dove la copertura vaccinale è intorno al 90%, si osserva che «negli ultimi 30 giorni il tasso di ricoveri in terapia intensiva dei vaccinati con ciclo completo è 17 volte più basso dei non vaccinati (0,4 contro 7,5 per 100mila abitanti) mentre il tasso di decesso è otto volte più alto nei non vaccinati rispetto ai vaccinati con ciclo completo - 12,5 contro 1,6 per 100mila abitanti - mentre il tasso di ospedalizzazione per i non vaccinati risulta oltre nove volte più alto rispetto ai vaccinati con ciclo completo, 103,3 contro 11,1 ricoveri per 100mila abitanti». Questo quanto contenuto nel documento esteso relativo al monitoraggio settimanale pubblicato dall’Istituto superiore di sanità sul sito Epicentro che approfondisce i dati relativamente all’efficacia della vaccinazione.

  • Nel Milanese 126 nuovi casi, 68 in provincia di Brescia

    Sono 126 i nuovi casi di Covid-19 nel territorio metropolitano di Milano. Seguono le province di Brescia con 68 nuovi positivi, di Monza e Brianza (+58) e di Cremona (+42). Mantova e Varese hanno entrambe 39 nuovi contagi, Como ha un incremento di 38, Pavia di 27, Bergamo di 25 e Lecco di 22. Sono 11 i nuovi casi in provincia di Lodi e 9 in quella di Sondrio.

  • In Italia 7.470 casi e 45 morti

    Sono 7.470 i nuovi contagi da Covid in Italia (ieri 7.224), secondo i dati del ministero della Salute. Da ieri sono stati registrati altri 45 morti (ieri 49) che portano a 128.728 il totale delle vittime da inizio emergenza. Nelle ultime 24 ore sono stati eseguiti 255.218 tamponi, con un tasso positività che cala al 2,9% (ieri 3,2%). In aumento le persone ricoverate in ospedale con sintomi che sono 3.733 (ieri 3.692), con un aumento di 41 persone rispetto a ieri mentre sono 466 i ricoverati in terapia intensiva (+11 rispetto a ieri), con 40 ingressi nelle ultime 24 ore. Sono 4.216.542 i guariti (+5.462 ) e 133.421 gli attualmente positivi (+1.959).

    La mappa

  • In Abruzzo impennata del nuovi positivi

    Impennata di positivi al coronavirus oggi in Abruzzo con 150 casi nelle ultime 24 ore (ieri erano 101 i nuovi contagiati dal virus). Non si registra nessun deceduto e sono 88 i guariti da ieri. Numero invariato per i ricoveri in terapia intensiva che resta fermo a 12. Restano in isolamento domiciliare 2.160 persone, 65 in più da ieri sono dunque sotto sorveglianza delle Asl.

  • Record di positivi in Sicilia, maggior numero di nuovi casi a Messina

    Sono 1.739 su 20.812 tamponi processati i nuovi casi di Covid-19 registrati nelle ultime 24 ore in Sicilia, dove gli attuali positivi sono 22.629. Il dato è contenuto nel bollettino quotidiano del ministero della Salute, da cui emerge che in un solo giorno i guariti sono stati 363, mentre le 12 vittime riportate oggi riguardano decessi registrati nei giorni precedenti (2 di ieri, 5 del 19 agosto, 3 del 18 agosto e uno ciascuno il 16 e il 13 agosto). Degli attuali positivi i ricoverati con sintomi sono 677, mentre si trovano in terapia intensiva 84 pazienti. Questa la ripartizione su base provinciale dei nuovi casi: 334 a Palermo, 233 a Catania, 487 a Messina, 126 a Ragusa, 95 a Trapani, 185 a Siracusa, 105 a Caltanissetta, 93 ad Agrigento e 81 a Enna.

  • Usa, calo Biden nei sondaggi: scivola al 54% mentre aumentano casi Covid

    Calo nei sondaggi per Joe Biden. Secondo una nuova rilevazione di Associated press-Norc center per public affairs research, il tasso di approvazione per Biden è scivolato al 54% dal 59% del mese scorso. Nonostante si tratti di un gradimento relativamente solido per un presidente durante il primo anno in carica, per Biden si tratta di un segnale preoccupante visto che affronta le più grandi sfide dall’inizio della sua presidenza, con l’aumento dei contagi di coronavirus e la crisi in Afghanistan. Il più grande segnale di avvertimento per il presidente arriva sulla gestione di pandemia: a luglio il 66% degli americani approvava la sua gestione della crisi sanitaria, secondo l’ultima rilevazione invece solo il 54% approva l’operato di Biden sul Covid-19, con un calo di sostegno da parte di repubblicani e indipendenti.

    Il presidente degli Stati Uniti, Joe Biden

  • Assessore Sicilia: provvedimento contenimento dal 23 agosto

    «Il trend di crescita dei casi di soggetti positivi impone, come preannunciato, un provvedimento di contenimento che decorrerà dal 23 agosto. Il tema, come abbiamo sempre detto, non è la zona gialla regionale, ma il necessario rallentamento dell’epidemia dove i casi sono crescenti per contagiosità». Lo ha dichiarato l’assessore della Salute della Regione Siciliana, Ruggero Razza.

  • In Liguria 153 nuovi casi e 2 decessi

    Sono 153 i nuovi positivi al Covid-19 in Liguria, a fronte di 3.368 tamponi molecolari e 4.857 test antigenici effettuati nelle ultime 24 ore. Due i decessi.

  • Nelle Marche 198 positivi, un decesso

    Sono 198 i positivi al covid rilevati nelle Marche nelle ultime 24 ore, con un tasso di incidenza di 73,03 su 100mila abitanti, in calo da 15 giorni a questa parte. I ricoveri sono fermi a 58, di cui 9 in terapia intensiva. C’è stato anche un decesso, quello di una donna di 95anni, di Porto Sant’Elpidio, nella Residenza Valdaso, che fa salire il totale a 3.045.

  • Tracciamenti mirati nel sud della Toscana per partecipanti al rave nel Viterbese

    L’azienda sanitaria Toscana sud est ha allertato le centrali di tracciamento per monitorare attentamente eventuali tamponi richiesti da persone non residenti nella zona della Toscana meridionale. L’obiettivo è quello di tracciare positivi tra le persone che hanno partecipato al rave nel Viterbese.

  • In Trentino 5 dei nuovi positivi sono ragazzi in età scolare

    Curva dei contagi stabile in Trentino. Oggi i nuovi casi sono 29, mentre sono 24 i pazienti ricoverati in ospedale, di cui uno in rianimazione. Dei nuovi positivi 5 sono ragazzi in età scolare: 1 tra 6-10 anni, 1 tra 11-13 anni e 3 tra 14-19 anni. Sul fronte della campagna vaccinale, le somministrazioni sono arrivate a quota 655.770, di cui 289.042 seconde dosi.

  • In Piemonte 225 nuovi casi e due decessi

    In Piemonte sono stati comunicato 225 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 pari all'1,0 % di 22.008 tamponi eseguiti, di cui 17.969 antigenici. Dei 225 nuovi casi, gli asintomatici sono 90 (40,0%). Due decessi ( nessuno oggi) di persona positiva al test del Covid-19 sono stati comunicati dall'unità di crisi della Regione Piemonte.

  • Con il Covid disturbi sessuali in aumento

    «Con il Covid-19 - spiega Marco Inghilleri, vicepresidente della società italiana di Sessuologia ed Educazione sessuale (Sises) e direttore del centro di psicologica giuridica, sessuologia clinica e psicoterapia di Padova - nella coppia possiamo stimare un aumento di circa il 35% dei disturbi di ansia con annessi problemi sessuali e di ben il 56% per le depressioni». L’esperto fa notare che alla base di questi fenomeni «c’è soprattutto il fatto che nelle persone stia prendendo piede la mancanza di prospettiva, la convinzione che dal Covid non ne usciamo. Perché se l’estate scorsa credevamo tutti che fosse finita e poi è arrivata la seconda ondata, ora si parla di seconda dose e poi di terza e così via e l’idea è appunto di qualcosa senza termine. Questo ha un effetto devastante nella psiche delle persone».

  • In Calabria nuovi contagi dimezzati

    Sono 290 i nuovi contagi, ieri erano solo qualcuno in meno, 282, riscontrati nelle ultime 24 ore in Calabria a fronte di quasi 5 mila tamponi eseguiti (4.990) e un tasso che scende sensibilmente al 5,81%, era al 12,61%. Due i decessi che portano il totale delle vittime dall’inizio della pandemia a 1. Questi i dati odierni relativi all’epidemia da Covid-19 comunicati dai dipartimenti di prevenzione delle aziende sanitarie della Regione Calabria.

  • Iss: oltre 700mila casi 0-19 anni da inizio epidemia

    Dall’inizio dell’epidemia in Italia sono stati 700.985 i casi Covid tra i bimbi e tra i giovanissimi (0-19 anni); 31 le vittime di cui 6 sotto i tre anni. Questi i dati aggiornati al 18 agosto e contenuti nel documento esteso del monitoraggio settimanale dell’Istituto superiore di sanità pubblicato oggi sul sito Epicentro. In particolare, la maggioranza dei casi Covid nelle fasce più giovani, da inizio epidemia sono stati registrati nella fascia 14-19 anni con 291.860 casi, poi la fascia 11-13 con 124.857 casi; 6-10 anni con 161.40, 3.5 anni con 68.836 casi Covid e infine sotto i tre anni con 54.022 casi di infezione Covid. Per quanto riguarda le giovani vittime del Covid, 6 da inizio epidemia avevano meno di tre anni, 4 tra i 3 e 5 anni, 6 tra 6 e 10 anni, 7 tra 11 e 13 anni e 8 tra 14 e 19 anni. L’Iss mette poi in evidenza che «come ormai noto, si osserva che la letalità del Covid-19 cresce con l’aumentare dell’età dei pazienti e è più elevata nei soggetti di sesso maschile a partire dalla fascia di età 30-39 anni».

  • Vaccini, in Italia oltre 75 milioni di dosi: 67% popolazione over 12 ha completato ciclo


    Sono 75.040.135 le dosi di vaccino anti Covid-19 somministrate in Italia, 36.204.826 di persone, cioè il 67,03% della popolazione over 12, hanno completato il ciclo vaccinale.

  • Campania, contagio in calo

    Sono 585 le persone risultate positive al Covid oggi in Campania a fronte di 16.295 test effettuati (il tasso di positività scende ancora e passa dal 4,12% al 3,59%). Le persone decedute, nelle ultime 48 ore, come informa l’unità di crisi della Regione, sono 2. I posti letto di terapia intensiva sono 22 quelli occupati (dato uguale a quello precedente). I posti letto di degenza occupati sono 344 rispetto ai 348 precedenti.

  • Emilia-Romagna, 622 nuovi casi e 2 decessi

    «Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 406.338 casi di positività, 622 in più rispetto a ieri, su un totale di 28.027 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore.La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 2,2%. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 34,2 anni.Si registrano due decessi: un uomo di 89 anni della provincia di Parma e un uomo di 83 della provincia di Forlì-Cesena. In totale, dall'inizio dell'epidemia, i decessi in regione sono stati 13.318».

  • Sardegna, crescono i ricoveri

    Altri due decessi e 313 nuovi contagi da Covid nelle ultime 24 ore in Sardegna, sulla base di 3.234 persone testate. Complessivamente, fra molecolari e antigenici, sono stati processati 6.834 tamponi. Il tasso di positività è del 4,5 per cento. Le vittime sono una donna di 79 e un uomo di 82, entrambi residente della città metropolitana di Cagliari. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 20 (+1), quelli in area medica 190 (+11). In totale sono 7.498 (+73) le persone in isolamento domiciliare.

  • Toscana, flettono i nuovi contagi settimanali

    In Toscana flette del 6,5% il trend settimanale di nuovi casi Covid - 4.506 rispetto ai 4.828 casi della settimana tra l’8 e il 14 agosto - e si abbassa anche l’indice di contagio rispetto alla settimana scorsa. “Per la prima volta da 6 settimane si registra una pur leggera flessione nel numero dei contagi - rileva con una nota il presidente della Regione Toscana Eugenio Giani -; complessivamente l’indice dei contagio si abbassa a 123 positivi su 100mila abitanti rispetto ai 131 della settimana scorsa”. Il presidente considera anche che “le terapie intensive oggi registrano un pareggio tra ingressi e uscite, mentre i ricoveri aumentano di sole 3 unità: tutto ciò denota comunque una stabilizzazione del contagio e delle ospedalizzazioni, alla quale corrisponde chiaramente il successo della campagna di vaccinazione che qui in Toscana si avvia a raggiungere il 70% delle prime dosi sulla popolazione complessiva”. Dati, spiega ancora Giani, “oggettivi e che rafforzano la determinazione sulla necessità di vaccinarsi, ignorando le continue provocazioni che arrivano. Andremo avanti nella campagna proiettandoci a questo punto sui più giovani, in modo che la maggior parte della popolazione scolastica sia pronta per il ritorno a scuola”. “Con il progressivo rientro dalle vacanze stimoleremo sempre di più la facilità di accesso agli hub - dichiara il presidente -: la Toscana è settima a livello nazionale per numero di vaccinati in relazione alla popolazione per la prima dose. Un elemento in più per rafforzare la linea della Toscana: vaccinare il più possibile, il prima possibile”.

  • Iss: incidenza fascia 50-59 anni sopra quota 50, prima volta da maggio


    L’incidenza dei casi di covid nella fascia di età 50-59 anni per la prima volta da inizio maggio è superiore a 50 casi per 100mila abitanti. È’ quanto si osserva nel documento esteso sul monitoraggio settimanale della pandemia in Italia pubblicato sul sito Epicentro

  • A Cagliari “open night” per i giovani con i deejay

    Anche la musica dei deejay per invogliare e accompagnare giovani e ragazzini al loro primo appuntamento con il vaccino . È l’Open night lanciato da Ats Sardegna all’hub della Fiera di Cagliari il prossimo 31 agosto: dosi e note sino a mezzanotte. La fascia di età è quella compresa tra i 12 e i 30 anni. Anche in vista dell’imminente ritorno a scuola e alle lezioni universitarie. “La vera novità - ha spiegato il commissario straordinario di Ats Massimo Temussi - è che non ci sarà bisogno di prenotazione”. La musica? Adeguata alla situazione: “Sarà soft- conferma il numero uno dell’azienda per la tutela della salute - non siamo a un concerto”. Iniziative per far salire il numero dei vaccinati tra i giovanissimi. Anche se le cifre tra i 12 e 19 anni - secondo i dati forniti da Ats - sono in Sardegna superiori alla media nazionale. Qualche preoccupazione in più invece per 30-49enni, sotto la media italiana. Le Open night gireranno in tutta l’Isola a seconda delle disponibilità degli hub.

  • In Lazio 553 nuovi casi. D’Amato, chi torna si vaccini

    Nel Lazio si registrano 553 nuovi casi positivi compresi i recuperi (-108), 8 i decessi (+1) compresi i recuperi. I ricoverati sono 528 (dato invariato rispetto a ieri ), le terapie intensive sono 68 (+1), i guariti sono 601. I casi a Roma città sono a quota 234. È quanto afferma l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, al termine della videoconferenza della task-force regionale per il Covid-19 con i direttori generali delle Asl e Aziende ospedaliere, Policlinici universitari e l’ospedale Pediatrico Bambino Gesù. D’Amato ha ricordato che per il Lazio il “rischio è basso: rivolgo un invito a chi torna dalle vacanze e non si è ancora vaccinato affinché effettui la prenotazione, la disponibilità é immediata”. Intanto è in corso il vax tour nella provincia di Viterbo: il 21 agosto è stata la volta di Tuscania; dalle 16 alle 20 a Marina di Montalto di Castro. Mercoledì 25 agosto dalle 16 alle 20 a Marta; Giovedì 26 agosto dalle 9 alle 17 a Viterbo. Venerdì 27 agosto dalle 16 alle 20 a Pescia Romana (Montalto di Castro). Sabato 28 agosto dalle 16 alle 20 a Bolsena. Domenica 29 agosto dalle 16 alle 20 a Tarquinia Lido (Tarquinia).

  • Iss: contagi in crescita in over 40, rallentano tra 10-29 anni

    Nell’ultima settimana, sebbene il dato non sia ancora consolidato, si registra un rallentamento della crescita dei casi Covid nelle fascia 10-29 anni, mentre continuano a crescere i casi in tutte le fasce di età sopra i 40 anni”. Si osserva in particolare che “l’incidenza nella fascia 50-59 per la prima volta da inizio maggio è superiore a 50 casi per 100.000 abitanti”. Da ciò un lento aumento anche del tasso di ospedalizzazione. A rilevarlo l’Istituto superiore di Sanità nel documento esteso del monitoraggio settimanale oggi sul sito Epicentro. Aumenta poi l’età mediana dei soggetti che hanno contratto l’infezione (32 anni).

  • Spallanzani,in rianimazione 94% non vaccinato o 1 dose

    In questo momento sono ricoverati allo Spallanzani di Roma in regime di ricovero ordinario 103 pazienti positivi al tampone per la ricerca di Sars-CoV-2, di cui 6 in via di dimissione. 17 pazienti sono ricoverati in Terapia Intensiva. I pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso altre strutture territoriali sono a questa mattina 2989. È quanto emerge dal bollettino di oggi dell’istituto. Lo Spallanzani rende noto che l’83% dei positivi ricoverati in terapia intensiva non è vaccinato, l’11% è vaccinato con ciclo incompleto e il 6% ha completato il ciclo vaccinale.

  • Lockdown in Polinesia e Sri Lanka

    La Polinesia francese corre ai ripari contro un’impennata di casi di coronavirus: il territorio francese in Polinesia, situato nell’oceano Pacifico meridionale, entrerà in lockdown per due settimane da lunedì, con scuole chiuse e obbligo di certificato per gli spostamenti.

    Anche lo Sri Lanka ha annunciato un blocco di 10 giorni a partire da venerdì sera nel tentativo di frenare la diffusione del coronavirus, poiché l’aumento delle infezioni e dei decessi travolge il sistema sanitario dell’isola.La nazione dell’Oceano Indiano ha registrato mercoledì il bilancio delle vittime più alto in un solo giorno di 187 e 3.793 casi.

  • Green pass, Bonomi: i sindacati hanno fatto grande errore

    «Sono pronto anche adesso ad accordarmi con i sindacati per un protocollo sui vaccini in azienda. Lo firmerei qui in diretta. I sindacati hanno fatto un grande errore quando si sono rifiutati di sedersi a un tavolo comune per dare al Paese un contributo per risolvere le incognite sanitarie - ha detto inoltre Bonomi -.Il presidente Mattarella - ha ricordato - ha usato parole importanti, non scelte ha caso: ha parlato di ‘valorizzare i corpi sociali' e di ‘dovere'. Il vaccino è un dovere e si dovrebbe ripetere l'operazione che fecero i nostri padri negli anni Sessanta per salvare migliaia di bambini dalla polio. Invece abbiamo fallito, e lo dico nonostante io fossi il più disponibile all'accordo».

  • Assembramenti, chiuso per 15 giorni il Peter Pan di Misano

    Nel pomeriggio di ieri la Polizia di Stato di Rimini ha proceduto alla notifica di un provvedimento di sospensione per 15 giorni dell'autorizzazione nei confronti della discoteca Peter Pan di Misano, già oggetto, nei giorni scorsi, di un provvedimento di chiusura temporanea di 5 giorni per infrazione alle normative anticovid.

  • Sidney in lockdown da 2 mesi, scoppia la protesta con numerosi arresti

    Oltre 250 persone sono state arrestate in Australia nell’ambito di proteste contro i lockdown nel Paese e molte dovranno pagare multe per sfida alle restrizioni sanitarie. Le proteste si sono tenute in diverse città del Paese, tra cui Sydney e Melbourne. Almeno 7 agenti sono rimasti feriti nei tafferugli. La protesta più partecipata e più violenta si è tenuta a Melbourne. Molti cortei sono stati organizzati in chat di gruppo criptate. Sydney è in lockdown da due mesi, mentre Melbourne e la capitale Canberra sono entrati in lockdown questo mese.

    Manifestazione contro il lockdown a Melbourne (William West / Afp)


  • Va al lavoro durante la quarantena: denunciata 54enne nel Ferrarese

    Ieri, i carabinieri d'istanza al posto fisso stagionale di Lido delle nazioni (Ferrara), a conclusione degli accertamenti, hanno denunciato in stato di libertà per inottemperanza alle disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19 una donna veronese di 54 anni, M.L., che il 14 agosto era stata sorpresa recarsi a lavoro durante il periodo di quarantena.

  • Bonomi: temo frenata riforme in autunno, non possiamo permettercelo

    «I distinguo dei partiti» sulle riforme «sono già iniziati. Sono molto preoccupato che l’azione del governo sulle riforme venga rallentata. Abbiamo posizioni molto differenti, ma abbiamo anche riforme importantissime da fare, che riguardano lo Stato, il mondo dell’economia, le persone. Temo che l’autunno possa essere un momento in cui l’azione del governo venga fermata e noi non ce lo possiamo permettere, sia rispetto agli impegni presi in Europa su fondi che ci arrivano, sia perché questa è un’occasione storica che non possiamo fallire se vogliamo, ribadisco, creare uno Stato moderno, efficiente e inclusivo». Lo ha detto il presidente di Confindustria, Carlo Bonomi, intervenendo al Meeting di Rimini.

  • Vaccini: Bonomi a sindacati, aggiorniamo protocolli sicurezza

    «Sul tema della legge» sulla vaccinazione obbligatoria «è troppo facile rimandare la lattina alla politica. C’è una differenza di posizione tra i partiti che difficilmente potrà farci arrivare a una legge. Ma possiamo sederci a un tavolo oggi stesso ed aggiornare i protocolli di sicurezza. Io sono pronto anche oggi se i sindacati si vogliono sedere a un tavolo. Siamo una comunità». Lo afferma il presidente di Confindustria Carlo Bonomi al Meeting di Cl. «Sul vaccini non abbiamo tempo da perdere. La situazione è analoga a quella che avemmo per la polio negli anni sessanta. Un anno di discussione costò 10 mila bambini. Siamo nella stessa situazione. Dobbiamo sederci a un tavolo, discutere. Io sono pronto. Come corpi intermedi abbiamo una grande responsabilità. Anche in Confindustria forse non tutti sono d’accordo ma io preferisco un associato in meno ma fare quello che davvero serve al Paese», conclude Bonomi.

  • Bonomi, ok partecipazione lavoratori su sicurezza lavoro

    «Nonostante i numeri dicano che non c’è stato un picco» nelle morti sul lavoro, «anche un solo morto non possiamo accettarlo. Si possono istituire in ogni azienda delle commissioni paritetiche sui temi della sicurezza». Lo afferma il presidente di Confindustria Carlo Bonomi al Meeting di Cl. «Io - spiega - devo sapere ex ante se un sistema di sicurezza su un macchinario è stato disattivato. Sono pronto domani mattina a firmare sulla partecipazione dei dipendenti alla sicurezza. La mia responsabilità rispetto al Paese viene prima di qualsiasi altra cosa», conclude.

  • Vaccini: superata quota 75 milioni dosi somministrate

    Sono 75.040.135 le dosi di vaccino somministrate in Italia. Il nuovo traguardo della campagna nazionale vede anche 36.204.826 persone che hanno completato il ciclo vaccinale, pari al 67,03% della popolazione over 12. Al momento (dati aggiornati a questa mattina alle 6 dal sito ufficiale del governo) le regioni hanno somministrato il 92,4% delle 81.203.519 dosi distribuite.

    Vaccini in tempo reale

  • Covid: in Puglia sale a 6% occupazione posti letto Medicina

    E’ salito al 6% il tasso di occupazione dei posti letto di Medicina Covid in Puglia, mentre nelle Terapie intensive l’incidenza resta ferma al 5%. Lo riporta il monitoraggio dell’Agenas, Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali. La Puglia resta, comunque, lontana dalle soglie fissate dal ministero della Salute che determinano il passaggio in zona gialla, rispettivamente del 15% per i reparti di Medicina Covid e 10% per le rianimazioni.

  • Slovenia: niente green pass per transiti fino al 29 agosto

    I viaggiatori in transito attraverso la Slovenia non dovranno fornire prova, fino al 29 agosto, di essere guariti dal Covid , di essere vaccinati o di essersi sottoposti a test con esito negativo Lo ha deciso il governo sloveno, posticipando così di una settimana l’introduzione di nuove regole più stringenti per il transito, annunciate nei giorni scorsi. Lo riporta l’agenzia di stampa slovena Sta. Fino al 29 agosto le persone in solo transito potranno entrare in Slovenia senza essere in possesso di green pass o documenti equivalenti, con l’obbligo tuttavia di lasciare il Paese entro dodici ore, come in passato. Lubiana, in precedenza, aveva informato di voler introdurre la regola del certificato anti Covid per i transiti già a partire dal 23 agosto. Il cosiddetto ’criterio Gvt’ (guarito, vaccinato, testato) rimane comunque in vigore per chi entra in Slovenia e vi si ferma. Sono tuttavia esentati dall’obbligo, tra gli altri, chi lavora nel comparto dei trasporti internazionali, i minori sotto i 15 anni, i proprietari di immobili e terreni su entrambi le parti del confine sloveno e i transfrontalieri.

  • Assembramenti e carenze igieniche, raffica di sanzioni alle Eolie

    Mancato rispetto delle misure anti- Covid , alimenti mal conservati e carenze igieniche. È quanto hanno riscontrato i carabinieri in alcuni locali dell’arcipelago delle Eolie (Messina), prese d’assalto in questi giorni dai turisti. In particolare a Lipari, i militari insieme a personale del Nas di Catania, hanno accertato violazioni amministrative sotto il profilo igienico-sanitario nei confronti di due bar, due ristoranti, due gelaterie e uno stabilimento balneare, sequestrando 14 chili di pesce per il quale non era garantita la prescritta filiera di tracciabilità degli alimenti ed elevando numerose sanzioni amministrative. Il titolare di un bar è stato denunciato per aver organizzato un evento con musica dal vivo senza rispettare le norme anti-Covid e violando anche una specifica ordinanza sindacale. Infine uno stabilimento balneare è stato chiuso dopo aver accertato la presenza di circa 500 persone che creavano assembramento.

  • Aeolus, il satellite cacciatore di venti compie 3 anni

    Il ’cacciatore’ di venti Aeolus compie 3 anni: lanciato il 22 agosto 2018, il satellite sperimentale dell’Agenzia spaziale europea (Esa) studia la distribuzione dei venti terrestri con un’accuratezza mai raggiunta prima, per ottenere informazioni sempre più dettagliate su meteo, clima e inquinamento. Ha dato il suo prezioso contributo anche durante l’emergenza Covid-19 , quando la cancellazione di molti voli di linea aveva ridotto l’acquisizione di dati meteo. Aeolus è rimasto sempre operativo con il suo innovativo strumento Aladin (Atmospheric LAser Doppler INstrument), dotato del più potente trasmettitore laser operante nell’ultravioletto mai costruito per un’applicazione spaziale, che è stato realizzato dalla Leonardo negli stabilimenti di Pomezia e Campi Bisenzio grazie al contributo dell’Agenzia Spaziale Italiana (Asi). È proprio la rivoluzionaria tecnologia laser che, generando pulsazioni di luce Uv inviate nell’atmosfera, mette in evidenza i venti globali, da 30 chilometri fino al suolo. Si tratta di un approccio totalmente nuovo nella misurazione del vento dallo spazio. Aeolus può analizzare aree che non sono ancora raggiungibili dai mezzi di rilevazione classici (palloni sonda o aerei) e quindi approfondire la nostra conoscenza dei venti, portando benefici a tante attività lavorative quotidiane come l’agricoltura o la navigazione. Nel 2020, l’Esa ha reso pubblici i dati raccolti dal satellite e quindi potenzialmente utilizzabili dai centri di previsione metereologica di tutto il mondo. Questo risultato significa che le misurazioni di Aeolus sono state considerate affidabili e integrabili con i riferimenti meteo attualmente esistenti, raggiungendo quindi l’obiettivo della sua missione. Gli ingegneri ed esperti di Leonardo sono già al lavoro per sviluppare un nuovo e ancora più performante laser, in modo da essere pronti a realizzarne altri nel caso in cui il successo di questo primo satellite dovesse tradursi nel dispiegamento di un’intera costellazione di satelliti come Aeolus, in grado di fornire dati in poche ore coprendo l’intera superficie terrestre.

  • Bertolaso: Si dia terza dose a fragili da settembre

    L’unico modo per scongiurare il ritorno in autunno al lockdown , “alle zone gialle, arancioni o rosse è quello di pianificare per tempo, come è chiamato a fare un Paese civile, la somministrazione delle terze dosi a partire dalle persone fragili. Anche se la situazione epidemica attuale non è tragica, visto che i vaccini ci sono, non possiamo e non dobbiamo ritardare ulteriormente, occorre partire già da settembre”. Lo dice in un’intervista al QN Guido Bertolaso, coordinatore del programma vaccinale in Lombardia ed ex direttore generale della Protezione civile. Sottolineare l’urgenza di predisporre un ulteriore richiamo per la popolazione più esposta “non significa dire che i vaccini non funzionano - sottolinea - Tutt’altro, ci sono studi pubblicati su riviste scientifiche prestigiose, da Lancet a The New England Journal of Medicine, che dimostrano come con la doppia dose si evita il ricovero in terapia intensiva e, in larghissima parte, l’ospedalizzazione. Qui si tratta, e l’esperienza di Paesi come Israele ci deve servire da lezione, di implementare la copertura della profilassi dal rischio di contrarre l’infezione”. L’Organizzazione mondiale della sanità che continua a tirare il freno sulle terza dose, “non è che in questa pandemia abbia particolarmente brillato per efficacia. Anzi, certi suoi ritardi hanno determinato grossi problemi quantomeno nella fase iniziale”. Bertolaso non vede “alcuna contraddizione nell’impegno, da un lato, a favore delle popolazioni più indigenti” e, dall’altro, in appoggio a quei Paesi come l’Italia che ora sono nelle condizioni “di poter pianificare una convivenza con questa malattia così come capita già per altre infezioni”. Anche al sud “bisogna che si cambi passo. È in gioco il bene comune, la salute pubblica Se non si capiscono le ragioni sanitarie, si pensi almeno alle conseguenze economiche di eventuali limitazioni alle attività commerciali e del peso sul sistema sanitario”.

  • A Berna dopo vacanze balza numero casi positivi nelle scuole

    Il numero di allievi bernesi che sono risultati positivi al coronavirus nei test condotti nelle classi nella prima settimana di scuola è aumentato di circa 6 volte rispetto al periodo prima delle vacanze scolastiche. Lo dimostrano le cifre pubblicate il 21 agosto dal Cantone di Berna. 63 risultati individuali positivi sono stati trovati nei test effettuati su oltre 72.000 alunni la scorsa settimana. Nelle ultime 6 settimane prima delle vacanze estive, la media degli esiti positivi era stata di 10,7. Secondo Gundekar Giebel, portavoce della Direzione bernese della sanità, della socialità e dell’integrazione, le autorità sanitarie bernesi si aspettavano questo sviluppo: “Dopo tutto, corrisponde all’aumento dei casi nella popolazione”. Il canton Argovia ha riferito ieri di un aumento di tre volte dei casi positivi rispetto al periodo prima delle vacanze estive.

  • Interrotta festa in discoteca abusiva con oltre 200 persone

    I Carabinieri della compagnia di Ischia, isola del golfo di Napoli, hanno interrotto una festa in una discoteca abusiva con oltre 200 persone.I Carabinieri hanno identificato quasi tutti i partecipanti che sono stati allontanati senza alcun problema di ordine pubblico. Denunciati a piede libero, invece, 2 persone: il legale rappresentante della società, un 75enne e una 39enne - persona delegata per l'organizzazione dell'evento. Risponderanno all'autorità giudiziaria per violazioni alle normative in materia di pubblici spettacoli e per apertura abusiva di luoghi di pubblico spettacolo o intrattenimento. L'area teatro dell'evento, di circa 650 metri quadrati e costituita da giardini e terrazze, è stata sottoposta a sequestro preventivo.

  • Paralimpiadi: contagi in aumento in Giappone, allo studio misure più restrittive

    Gli organizzatori dei Giochi Paralimpici stanno valutando di inasprire le misure sul coronavirus in considerazione dell’alto tasso di infezione in Giappone. Rispetto a quando si sono svolti i Giochi Olimpici la situazione “è peggiorata notevolmente”, ha detto sabato Hidemasa Nakamura del comitato organizzatore. Sono stati presi in considerazione ulteriori test del virus per i dipendenti che hanno stretto contatto con atleti paralimpici. Alle Paralimpiadi si applicheranno le stesse regole base di distanza e igiene dei Giochi estivi. Ma c’è bisogno di una maggiore flessibilità a causa delle diverse condizioni di salute dei paraatleti. Ad esempio, alcuni atleti potrebbero non essere in grado di indossare le mascherine vista la calura estiva, e verrebbero invece forniti di visiere in plastica.Nel caso in cui i paratleti debbano essere isolati in strutture di quarantena, verrà fornito anche supporto psicologico, ha affermato Nakamura.

  • Finale Euro 2020 è stato evento super-diffusore di virus

    La finale dei campionati Europei di calcio tra Italia e Inghilterra è stata un evento super-diffusore di coronavirus . Lo scrive il Times citando i dati elaborati dal Public Health England, secondo cui circa 2.300 persone probabilmente infettate dal Covid-19 erano presenti allo stadio di Wembley lo scorso 11 luglio. Secondo lo studio, 3.404 tifosi che hanno assistito alla finale sono risultati positivi nei giorni successivi e potrebbero aver contratto il virus allo stadio. Secondo le autorità sanitarie britanniche, la finale di Wembley è stata una partita che “accade una volta in una generazione” e non può essere usata come termine di paragone per altri eventi di massa, che a loro parere possono tenersi in sicurezza senza una significativa diffusione del Covid. “Era la prima volta che una squadra inglese partecipava a una finale internazionale di calcio da 55 anni. Questo non verrà replicato per tutte le partite che si svolgeranno durante l’inverno”, hanno dichiarato. Il rapporto ha anche evidenziato che al torneo di Wimbledon a giugno il rapporto tra persone già contagiate e nuovi positivi è stato molto più basso della finale di Wembley.

  • Giovannini: Su autobus e treni capienza dell’80%

    ’’Le regole per bus e metro, pullman e treni locali sono quasi pronte: servono ancora alcuni affinamenti e la validazione del Cts, ma i punti cardine di come ci si muoverà in città al rientro dalle ferie e alla ripresa della scuola sono fissati. La capienza sarà dell’80% su bus e treni sia in zona bianca sia in zona gialla, ci vorrà la mascherina chirurgica anche se è consigliata la Ffp2, potranno essere previsti orari di ingresso differenziati sia per le scuole sia per le aziende e gli uffici pubblici, sarà possibile introdurre gli scuolabus anche per gli studenti delle superiori’’. Il ministro delle Infrastrutture e della mobilità sostenibile Enrico Giovannini, lo sottolinea in un’intervista al ’Corriere della Sera’. ’’Ci saranno più organizzazione e più controlli, anche perché è da aprile che stiamo dialogando con Regioni e Comuni, cui spetta la programmazione e la gestione del trasporto pubblico locale, in vista di settembre - spiega Giovannini -. Siamo intervenuti sia sull’offerta - destinando per la seconda parte dell’anno 618 milioni di euro agli enti locali per servizi aggiuntivi come il noleggio di pullman turistici per aumentare le corse - sia sulla domanda, grazie al lavoro dei tavoli prefettizi che dallo scorso gennaio organizzano il piano della mobilità provincia per provincia, incentivando la creazione delle figure dei mobility manager nelle imprese e nelle amministrazioni pubbliche con più di cento addetti nei Comuni con oltre 50 mila abitanti. Quest’anno ai tavoli prefettizi parteciperanno loro, in modo che si moduli il servizio pubblico per tutta la comunità, non solo per le scuole’’.

  • Clienti senza green pass: chiusi 3 ristoranti a Trapani

    I Carabinieri della stazione di Erice e del Nucleo Ispettorato del Lavoro di Trapani, nell'ambito delle attività volte alla verifica del rispetto delle misure per fronteggiare l'emergenza epidemiologica da Covid-19 , hanno ispezionato alcune attività di ristorazione nel borgo turistico di Erice Vetta, rilevando diverse irregolarità.
    I carabinieri hanno sottoposto a controllo diversi ristoranti della zona per verificare anche il possesso del green pass da parte degli avventori. Molti cittadini erano in regola e rispettosi della normativa, tuttavia i Carabinieri hanno anche accertato la presenza di clienti privi del previsto certificato verde. Sono scattate così le sanzioni a carico degli stessi e dei titolari dei ristoranti per omesso controllo.

  • Proteste a Melbourne contro lockdown, record casi Nuovo Galles del Sud

    Record di casi nel Nuovo Galles del Sud, lo Stato australiano con capitale Sydney, dove nelle ultime 24 ore si sono registrati 832 contagi nonostante il lockdown in vigore da 8 settimane e che il 20 agosto è stato prorogato per tutto il mese di settembre. I nuovi casi complessivi in Australia sono stati 894. Intanto, il premier Daniel Andrews ha annunciato che il lockdown nella capitale di Victoria, Melbourne, sarà esteso a tutto lo Stato per fermare un focolaio che continua a crescere. Il provvedimento ha spinto migliaia di persone a protestare a Melbourne contro il sesto lockdown dall’inizio della pandemia. Video delle manifestazioni condivisi sui social mostrano persone senza mascherina gridare “libertà” e scontri con la polizia. Anche a Brisbane, la capitale del Queensland, centinaia di persone hanno protestato contro il lockdown. Nello Stato è stato registrato un solo caso trasmesso localmente negli ultimi 8 giorni.

  • Ciciliano (Cts): Autunno vero banco prova, inspiegabile chi non si protegge

    “La prospettiva, dalla prossima settimana, è di una regressione, sia pure non omogenea ovunque, del virus. Il vero banco di prova, tuttavia, sarà l'autunno e con esso la ripresa delle attività. Non penso si imporranno nuove chiusure, ma tutto dipende dal ritmo di vaccinazione”. Lo dice in una intervista al Corriere della Sera . Fabio Ciciliano, dirigente medico della polizia, esperto di gestione delle emergenze e componente del Comitato tecnico scientifico (Cts) “Con l'Rt a 1,08, a livello nazionale siamo in una fase espansiva, dal punto di vista epidemiologico. Ma per la prossima settimana la proiezione è di 0,99 - afferma - una regressione, quindi, nonostante ci siano regioni, soprattutto quelle che hanno un maggiore afflusso turistico, come Toscana, Sicilia e Puglia, che restano al di sopra dell'1. Possiamo parlare di una sostanziale stabilità. I ricoveri, invece, nel prossimo futuro, anche se contenuti, continueranno ad aumentare”.

  • A San Francisco obbligo vaccini per tutte le attività al chiuso

    San Francisco è diventata la prima grande città degli Usa a richiedere la prova della vaccinazione completa contro il coronavirus per poter cenare all’interno nei ristoranti, allenarsi in palestra o partecipare a concerti al coperto. Ristoranti e bar hanno pubblicato cartelli e hanno aggiunto personale extra per iniziare a verificare la prova di vaccinazione delle persone prima di consentire loro di entrare.

    Coronavirus, per saperne di più

    Le mappe in tempo reale

    L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
    Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

    Gli approfondimenti

    La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

    La newsletter sul Coronavirus

    Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti