Europa

Coronavirus, ultime notizie. Germania, terza dose a fragili e anziani da settembre

Tutti gli aggiornamenti per seguire l’andamento del contagio

Contagi in vacanza, misure e mini zone rosse. Presto Cdm
  • Usa, il senatore repubblicano Graham positivo anche se vaccinato

    Il senatore repubblicano Lindsey Graham ha annunciato di essere positivo al Covid-19 e di soffrire di lievi sintomi della malattia. “Sono appena stato informato dal medico della Camera di essere risultato positivo al Covid-19, anche se vaccinato”, ha detto Graham in una dichiarazione. Il senatore ha riferito di avere avuto sintomi simili a quelli dell’influenza a partire da sabato sera e di essersi recato dal medico oggi. “Ho sintomi lievi - ha detto starò in quarantena per dieci giorni”. Graham ha aggiunto, “sono felice di essermi vaccinato, perché senza vaccinazione sono certo che non mi sentirei così. I miei sintomi sarebbero molto peggiori”.

    Il senatore Usa Lindsey Graham (Epa)

  • Giorgetti, no a obbligo vaccinale nelle imprese

    “L’obbligo vaccinale nelle imprese rischia di porre limitazioni alla libertà. Poi ovviamente dipende dal lavoro”. Così il ministro dello Sviluppo economico e vice segretario della Lega, Giancarlo Giorgetti alla festa del partito, dicendosi praticamente d’accordo con Landini su questo punto.

  • Spagna, in aumento morti e terapie intensive

    L’incidenza dei contagi di Covid in Spagna si è stabilizzata e inizia a calare lentamente, mentre salgono ancora i ricoveri, soprattutto in terapia intensiva, e il numero dei morti: lo hanno reso noto le autorità sanitarie iberiche in una conferenza stampa di aggiornamento sull’evoluzione della pandemia, che a partire dall’inizio dell’estate si è manifestata con una nuova forte ondata di casi positivi. Tra venerdì e oggi l’occupazione in reparti ordinari da parte di pazienti Covid è aumentata dall’8,24% all’8,90% e nelle terapie intensive dal 18,31% al 20,02%. E le morti notificate nell’ultima settimana — secondo i calcoli dell’agenzia di stampa Efe — sono state 207, anche questa una cifra “in aumento” benché la letalità sia “di molto inferiore” rispetto a ondate precedenti, ha affermato Maria José Sierra, una delle responsabili dell’emergenza Covid del Ministero della Sanità. D’altra parte, l’incidenza dei nuovi casi registrati negli ultimi 14 giorni è passata da 687,3 a 673,5 ogni 100.000 abitanti. Il tasso di positività è sceso dal 15,97 al 15,45%. Tuttavia, la circolazione del virus è ancora “molto alta”, ha precisato Sierra. Per quanto riguarda la campagna d’immunizzazione, la percentuale di popolazione vaccinata con un ciclo completo è ora del 57,5%, mentre al 67,8% è stata somministrata almeno una dose.

  • Sindacati a Draghi: green pass non sia arma per licenziare

    “Sul vaccino c’è un accordo sulla sicurezza sanitaria sottoscritto dalle parti sociali e inserito in un decreto e qualsiasi tentativo di modificarlo necessita di una legge”. Lo dice il segretario Uil Pierpaolo Bombardieri al termine dell’incontro tra i sindacati e Mario Draghi. “Nulla in contrario sul principio all’estensione del green pass ma non può diventare strumento da usare per licenziare e discriminare lavoratori e lavoratrici”, sottolinea il leader della Cgil Maurizio Landini. “Siamo disponibili ad aprire un confronto con le associazioni datoriali per migliorare i contenuti dell’accordo”, aggiunge Luigi Sbarra della Cisl.

    Il presidente del Consiglio Mario Draghi incontra i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil per discutere delle misure di contenimento del Covid nei luoghi di lavoro (Ansa)

  • Rifiuta vaccino, sospesa da lavoro: per giudice è legittimo

    Sospesa dal lavoro e dallo stipendio perché rifiuta di vaccinarsi contro il Covid, fa ricorso contro il provvedimento ma il giudice del lavoro glielo respinge giudicando la misura “adeguata e proporzionata”: la vicenda è accaduta a Terni, a una operatrice socio sanitaria, dipendente della cooperativa sociale Actl New. La donna, addetta all’assistenza di anziani non autosufficienti, a febbraio ha negato il consenso informato alla somministrazione del vaccino, dicendosi contraria ad un trattamento sanitario - ha sostenuto - ancora di natura sperimentale, senza prima conoscerne effetti e possibili controindicazioni.

  • Ibiza pensa a infiltrati per scovare feste illegali

    Assumere detective privati stranieri per aiutare la polizia a contrastare la proliferazione di feste illegali potenzialmente esplosive per quanto riguarda i contagi di covid: è l’idea lanciata dall’amministrazione locale di Ibiza, popolare destinazione turistica spagnola alle prese da settimane con indici di diffusione del virus difficili da controllare. Ad annunciare la notizia, della quale si sono fatti eco media locali e il giornale britannico The Guardian, è stato il vicepresidente del Consiglio di Ibiza, Mariano Juan. “Sono sicuro che (l’iniziativa) diventerà realtà quest’estate”, ha affermato il politico locale del Partito Popolare in un’intervista pubblicata sul giornale Periódico di Ibiza. Juan ha spiegato che l’idea è affidare il servizio a un’azienda privata e che i detective servirebbero per individuare le feste illegali, anche come “infiltrati”, e permettere alla polizia di intervenire per smantellarle. Le forze dell’ordine pubbliche affermano di vedersi superate da un fenomeno, quello delle feste non autorizzate spesso organizzate in case private, che prolifera senza sosta e molto spesso è gestito da organizzazioni “con molti soldi”. Ancora non è chiaro fino a che punto potrebbe essere efficace o applicabile una misura di questo tipo, visti i limiti legali esistenti rispetto agli interventi delle forze dell’ordine in proprietà private.

  • Oggi in Italia 3.190 nuovi casi e 23 morti

    Oggi in Italia si registrano 3.190 nuovi casi positivi (ieri +5.321) e altri 23 decessi (ieri +5)
    Sono 83.223 i tamponi elaborati (ieri +167.761) per un tasso di positività al 3,8 per cento.

    Per saperne di più / Coronavirus, ultimi dati: 3.190 nuovi casi e 23 vittime. Tasso di positività sfiora il 4%

    Coronavirus: il bollettino del 2 agosto 2021
  • Germania, terza dose a fragili e anziani da settembre

    La Germania offrirà agli anziani e alle persone a rischio una terza dose di vaccino anti-Covid a partire da settembre. Lo ha annunciato il ministero della Salute tedesco, citando le preoccupazioni su “una ridotta o rapidamente indebolita risposta immunitaria”. Il nuovo richiamo, con Pfizer o Moderna, sarà offerto anche a chi ha già ricevuto due dosi di Astrazeneca o la singola di Johnson&Johnson, ha aggiunto il ministero.

  • Ministero, visite in Rsa 7 giorni su 7 e fino a 45 minuti

    Nel rispetto della normativa e delle linee guida vigenti, “si richiama l’attenzione sull’opportunità di assicurare, ad un familiare dell’ospite della struttura RSA purché munito delle certificazioni verdi COVID-19, l’accesso alle Rsa e alle residenze assistenziali per persone con disabilità, tutti i giorni della settimana anche festivi, garantendo che la visita si svolga in un tempo congruo al bisogno di assistenza di durata possibilmente sino a 45 minuti”. E’ quanto si legge nella Circolare in materia di accesso/uscita di ospiti e visitatori presso le strutture residenziali della rete territoriale’ del ministero della Salute.

  • In Lombardia 326 casi e zero morti

    Sono 326 i nuovi positivi al coronavirus registrati in Lombardia nelle ultime 24 ore, mentre nessuna persona è deceduta. Lo rende noto la Regione. I tamponi effettuati sono 10.511, mentre il rapporto tamponi/positivi si attesta al 3,1%. I pazienti ricoverati in terapia intensiva salgono a 32 (+5) mentre quelli ricoverati non in terapia intensiva sono 210 (+2). Dall’inizio della pandemia in Lombardia sono morte 33.827 persone.

  • Ny raccomanda ai vaccinati mascherina al chiuso

    Il sindaco di New York, Bill de Blasio, ha raccomandato a tutte le persone vaccinate di usare nuovamente la mascherina nei luoghi al chiuso ma senza introdurre l’obbligo, scelta invece fatta da città come Los Angeles e la capitale federale Washington. La mascherina però dovrà sempre essere indossata sui trasporti pubblici, negli ospedali e nelle scuole.

  • Fabbisogno: Mef, migliora di 23,4 miliardi in 7 mesi

    Il fabbisogno dei primi sette mesi dell’anno in corso è pari a circa 79.000 milioni, in miglioramento di circa 23.400 milioni rispetto a quello registrato nello stesso periodo del 2020 (102.426). Lo comunica il Mef. A luglio 2021 il settore statale mostra un avanzo di 5,7 miliardi. Nel confronto con il 2020, il miglioramento del saldo è dovuto tra l’altro all’aumento degli incassi fiscali legato all’effetto della congiuntura e ai maggiori incassi sui conti di tesoreria relativi ai proventi delle aste delle quote CO2 e ai maggiori incassi relativi ai Fondi di rotazione per le politiche comunitarie.

  • Iss,in 30 giorni 260 deceduti,915 contagi tra sanitari

    Negli ultimi 30 giorni sono state 260 le persone decedute con diagnosi di Sars-Cov-2 e 81.714 i contagiati, di cui 915 tra gli operatori sanitari. E’ quanto emerge dai dati della Sorveglianza integrata Covid-19 in Italia, pubblicati sul portale dell’Istituto Superiore di Sanità. Dai dati cumulativi emerge, invece, come i decessi siano stati fino a oggi 127.285 da inizio pandemia, ovvero il 2,9% del totale dei contagiati. I casi sono stati complessivamente 4.346.515, di cui 139.287 tra i medici e gli operatori sanitari. E’ di 46 anni l’età media dei contagiati da inizio pandemia e negli ultimi 30 giorni è di appena 26 anni.

  • Von der Leyen, «60% adulti Ue vaccinati completamente»

    Il 60% degli adulti dell’Ue è ora vaccinato completamente. La vaccinazione piena ci protegge dalla Covid-19 e dalle varianti. Restiamo vigili e vacciniamoci, per la nostra salute e per proteggere gli altri”. Lo sottolinea la presidente della Commissione Europea Ursula von der Leyen, via social.

    Ursula von der Leyen, presidente della Commissione Ue (Ansa)


  • Uk, oggi 21.952 nuovi casi e altre 24 vittime

    Nelle ultime 24 ore in Gran Bretagna si sono registrati 21.952 casi di contagio al Covid e altri 24 morti, secondo i dati forniti dal ministero della Salute.

  • Sistema zone ha evitato 25mila ricoveri a novembre

    Le misure introdotte lo scorso autunno con il DPCM del 3 novembre 2020 per mitigare l’epidemia di COVID-19 in Italia hanno permesso di ridurre la trasmissibilità (Rt) di SARS-COV-2 del 13-19% in zona gialla, del 27-38% in zona arancione e del 36-45% in zona rossa. Le misure hanno ricondotto l’epidemia sotto controllo in 85 province su 107 entro 3 settimane dalla loro introduzione, evitando nello stesso periodo complessivamente circa 25.000 ricoveri, ovvero oltre metà dei 44.000 effettuati. È questo il risultato di uno studio di Fondazione Bruno Kessler, Istituto Superiore di Sanità e INAIL pubblicato sul Nature Communications.

  • 6.590 curati con monoclonali in Italia, prescrizioni ancora in salita

    Continuano a salire le prescrizioni di anticorpi monoclonali contro Covid-19 in Italia. Dopo un andamento progressivamente in calo, il trend aveva avuto un'inversione a inizio luglio, e ora negli ultimi 7 giorni monitorati dall'Agenzia italiana del farmaco Aifa il dato risulta sempre in crescita, da 161 richieste di farmaco (Rf) alle 181 registrate tra il 23 e il 29 luglio. Media giornaliera 25,86 contro 23 (dato medio dei 7 giorni precedenti), per un aumento del 12,4%. E' quanto emerge dal 17esimo report di Aifa sul monitoraggio di questi anticorpi monoclonali. Salgono così a 6.590 i pazienti Covid trattati con anticorpi monoclonali in totale nel nostro Paese, e inseriti nello specifico registro di monitoraggio Aifa. Dal 10 marzo, quando questi medicinali sono stati autorizzati in via emergenziale in Italia per persone particolarmente fragili con infezione recente da Sars-CoV-2 e senza sintomi gravi, al 29 luglio, sono state 195 le strutture di 21 Regioni o Province autonome che hanno prescritto queste terapie. Fino ad oggi, la maggior parte dei pazienti trattati (3.557) ha ricevuto la combinazione dei due anticorpi bamlanivimab e etesevimab, seguita dal mix casirivimab-imdevimab (2.209), come ultimo bamlanivimab da solo (824).

  • Usa, Casa Bianca 'arruola' influencer contro no vax

    Per convincere a vaccinarsi contro il Covid gli adolescenti, la fascia d'età ancora più reticente all'immunizzazione, la Casa Bianca ha reclutato un 'esercito' di influencer attivi sui social preferiti dai giovani, da Twitch a YouTube a TikTok. Lo rivela il New York Times, secondo cui la 'campagna acquisti' è iniziata già lo scorso giugno attraverso una agenzia specializzata chiamata Village Marketing. Al momento, riporta il quotidiano, sono più di 50 gli influencer che hanno accettato di postare contenuti a favore delle vaccinazioni, a cui si aggiungono molti 'micro influencer' arruolati dalle autorità locali, tutti con da 5mila a 100mila followers, che vengono pagati fino a mille dollari al mese. L'iniziativa è lodevole, commenta Renee DiResta, una ricercatrice dell'università di Stanford, ma potrebbe non essere sufficiente contro la massa di disinformazione online promossa dai movimenti novax. "C'è un contrasto tra i creatori a cui viene chiesto di diffondere messaggi pro vaccino e gli scettici, che hanno fatto della causa no vax una missione personale. E' un sentimento asimmetrico".

  • Oltre 37mila casi in 24 ore in Iran, è record

    Il numero di casi giornalieri di Covid in Iran ha superato oggi 37.000, il dato più alto dall'inizio della pandemia. Lo ha riferito il ministero della Salute, segnalando inoltre che il Paese ha registrato il dato più alto di decessi giornalieri in tre mesi, con 411 morti. Nelle ultime 24 ore, l'Iran ha registrato un record di 37.189 positivi, portando il numero totale di contagi dall'inizio della pandemia a 3.940.708. Il dato record è il quarto in Iran in due settimane, mentre aumentano le infezioni per quella che secondo le autorità è la "quinta ondata" del virus nel Paese. Sono 91.407 i decessi totali correlati alla pandemia. (ANSA-AFP).

    Iraniani in una strada di in Tehran (Epa)

  • 70 positivi e tre in terapia intensiva per una festa a Pantelleria

    Scoppia un focolaio Covid a Pantelleria dopo una festa a cui hanno partecipato un centinaio di persone. 73 i positivi, tutti contagiati dalla variante Delta del Covid e di questi tre sono ricoverati in terapia intensiva in uno degli ospedali Covid della Sicilia occidentale. I positivi sono tutti residenti a Pantelleria. “I medici dell’Asp di Trapani hanno completato il tracciamento dei contatti e messo in isolamento le persone entrate in contatto con i positivi. Nell’isola solo la metà dei residenti è vaccinata e la quasi totalità dei contagiati era senza vaccino. Dobbiamo accelerare per vaccinare tutti i residenti e rendfere Pantelleria Covid-free”. Lo dice il sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo dopo il trasferimento dell’ultimo paziente grave, contagiato dal Covid.

  • In Emilia-Romagna 560 nuovi casi e 2 decessi

    Sono 560 i nuovi casi Covid nelle ultime 24 ore in Emilia-Romagna, per un totale di 395.489 casi di positività, su un totale di 10.585 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 5,3%. E’ quanto emerge dal bollettino della Regione: dei 560 nuovi contagiati, 188 sono asintomatici individuati nell'ambito delle attività di contact tracing e screening regionali.

  • Ricoveri invariati in Piemonte, nessun decesso

    Ricoveri da Covid invariati - 6 in terapia intensiva, 81 negli altri reparti - nelle ultime 24 ore in Piemonte, che anche oggi non registra nuovi decessi. In calo i nuovi positivi, 138, ma anche i tamponi eseguiti, 11.074. Il rapporto è pari all’1,2%; gli asintomatici sono 77 (55.8%). Le persone in isolamento domiciliare sono 2.467 (+79), gli attualmente positivi 2.554 (+177). I pazienti guariti sono 59. Dall’inizio della pandemia, dunque, il Piemonte ha registrato 370.139 positivi, 11.699 decessi e 355.886 guariti.

  • Superati i 100 milioni di vaccinati in Brasile

    Procede sempre più spedita, in Brasile, la campagna di vaccinazione contro il Covid-19: dal 17 gennaio, quando ha preso il via il Piano di immunizzazione nazionale, sono stati vaccinati 100,8 milioni di brasiliani, pari al 47,6% della popolazione. Di questo totale, 41,4 milioni di persone hanno ricevuto entrambe le dosi, pari al 19,5% della popolazione di circa 215 milioni di abitanti, secondo i calcoli del quotidiano O Globo.

  • Draghi ha convocato i leader sindacali alle 19

    Il presidente del Consiglio, Mario Draghi, oggi alle ore 19 a Palazzo Chigi incontrerà i segretari generali di Cgil, Cisl e Uil per discutere delle misure di contenimento del Covid nei luoghi di lavoro. Lo rendono noto fonti di Governo.

  • Israele, 45mila over 60 hanno ricevuto terza dose vaccino

    Finora 45mila israeliani di età superiore ai 60 anni o con sistema immunitario fragile hanno già ricevuto una terza dose del vaccino contro anti-Covid, ma il primo ministro Naftali Bennett vorrebbe accelerare la campagna vaccinale. Sono infatti 2.114 i nuovi casi di coronavirus Sars-CoV-2 registrati in Israele nelle ultime 24 ore. Lo riferisce il ministero della Salute israeliano, spiegando che 212 pazienti sono ricoverati in gravi condizioni. Si tratta del dato più alto da aprile. Il sito di Ynet sottolinea che il tasso di contagio in Israele è salito al 2,95%. Dall’inizio della pandemia, in Israele 6.474 persone sono morte per complicanze riconducibili a Covid-19.

  • Nuovo record contagi giornalieri in Iran: oltre 37mila

    L’Iran ha riportato più di 37mila nuove infezioni da coronavirus, il record giornaliero per il Paese. La tv di Stato ha riferito che gli operatori sanitari hanno registrato 37.189 nuovi casi di Covid-19, superando il precedente record giornaliero di 34.951 (martedì). Inoltre, ci sono stati 411 morti, portando il bilancio delle vittime totale nella pandemia a 91.407. il più alto in Medioriente. La nuova ondata è alimentata dalla variante Delta, mentre le autorità affermano che meno del 40% della popolazione segue misure come indossare mascherine e distanziamento sociale.

  • Covid, sindacati convocati alle 19 a Palazzo Chigi

    I sindacati, secondo quanto si apprende, sono stati convocati in serata alle 19 a Palazzo Chigi per affrontare il tema del green pass in fabbrica e nei luoghi di lavoro.

  • Vaccini cinesi efficaci contro variante Delta

    Le dosi di vaccino attualmente somministrate in Cina dimostrano buoni effetti preventivi e protettivi contro la variante Delta del Covid-19. Lo ha reso noto questa mattina il China Daily. Feng Zijian, un esperto del Centro Cinese per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie, ha affermato: “i risultati conseguiti suggeriscono che la variante Delta potrebbe diminuire la protezione dai vaccini anti-Covid, ma le dosi attuali possono ancora avere buoni effetti preventivi e protettivi contro la mutazione.”

    Il ricercatore ha spiegato che si stima che la variante Delta sia quasi due volte più trasmissibile del ceppo originale, si diffonda molto più velocemente e abbia maggiori probabilità di causare sintomi gravi tra i pazienti. Shao Yiming, un altro ricercatore del Centro, ha aggiunto che nonostante nessun vaccino possa fornire una protezione al 100% contro le infezioni virali, sono molte le varianti di Covid-19 che possono ancora essere tenute sotto controllo con i farmaci esistenti. Shao ha inoltre osservato che gli studi basati su prove mostrano che i vaccini nazionali cinesi anti-Covid possono ridurre efficacemente i tassi di ospedalizzazione, i casi gravi e i decessi.

  • Fedriga (Regioni): attacco informatico a Regione Lazio è ricatto a danno di salute cittadini

    “L’attacco informatico contro il portale vaccinale di Regione Lazio è un atto di assoluta gravità che merita la più ferma condanna. Questo ricatto, ordito a danno diretto della salute di migliaia di cittadini, è un reato carico di profonda inumanità e immoralità”. Così Massimiliano Fedriga, governatore della Regione Friuli Venezia Giulia e presidente della Conferenza delle regioni, intervistato all’Aria che tira su La7.

  • Polonia, attacchi a hub vaccini, rafforzata vigilanza

    La Polonia ha rafforzato la vigilanza ai centri di vaccinazione dopo una serie di attacchi da parte dei no vax, culminati la notte scorsa in due incendi dolosi a Zamosc, nell’est del Paese. “Questi incidenti si ripetono purtroppo”, ha detto ai giornalisti il ;;primo ministro Mateusz Morawiecki. “Saranno tutti severamente puniti secondo le normative vigenti e svolgeremo anche attività volte ad aumentare la sicurezza di tutti questi centri”, ha affermato. Il capo della polizia Jaroslaw Szymczyk ha affermato che a Zamosc gli incendiari hanno dato fuoco a un centro di vaccinazione mobile e a un ufficio utilizzato dall’agenzia epidemiologica locale.

    Non ci sono state vittime, ma gli episodi sono stati comunque “estremamente scioccanti” - ha aggiunto - aggiungendo che d’ora in poi nei centri dove si somministrano i vaccini la sorveglianza sarà assicurata 24 ore su 24”. Il governo ha incoraggiato i polacchi a farsi vaccinare, ma il tasso di vaccinazione ha subito un brusco rallentamento e rimane relativamente basso nelle regioni meridionali e orientali del Paese. Molti punti di vaccinazione vengono chiusi a causa della scarsa domanda. Ciononostante quasi il 50 per cento della popolazione è stato completamente vaccinato ma alcuni sondaggi indicano che quasi un quarto dei polacchi è contrario alla vaccinazione o esita a vaccinarsi.

  • Comitato bioetica, su vaccino informare ragazzi, genitori e docenti

    La vaccinazione anti-Covid degli adolescenti “richiede nuove e diverse attenzioni e forme di comunicazione adatte all’età da parte delle istituzioni e dei medici”. E’ importante “l’informazione rivolta ai genitori, che dovrà essere calibrata in base all’età dell’adolescente, con particolare attenzione al bilanciamento di rischi e benefici, diverso rispetto agli adulti e agli anziani”.

    Ma “l’informazione deve essere rivolta anche agli adolescenti, auspicabilmente mediante un foglio informativo prima del vaccino, affinché possano partecipare in modo consapevole. Tale informazione deve essere accompagnata da azioni di sensibilizzazione e di educazione dei genitori e degli insegnanti, con attivazione di specifiche iniziative nella scuola”. E’ quanto sostiene il Comitato nazionale di bioetica (Cnb), nel parere su ’Vaccini Covid-19 e adolescenti’, approvato all’unanimità lo scorso 29 luglio. “E’ importante ascoltare l’adolescente e valorizzarne il diritto ad esprimere la sua scelta in relazione alla sua capacità di discernimento”, si legge ancora nel parere, redatto dal presidente del Cnb Lorenzo d’Avack e dalla vicepresidente vicaria Laura Palazzani, con la partecipazione di tutti i componenti del Comitato.

  • Tamberi, pubblico? tra Europei e Tokyo c’era via di mezzo

    “Nel giro di due mesi abbiamo visto due opposti allucinanti. Dagli europei di calcio dove il pubblico era ammassato e senza mascherina a uno stadio olimpico vuoto. Si poteva benissimo trovare un compromesso. Il giro d’onore a fine gara è stato abbastanza triste”. Così il campione olimpico del salto in alto Gianmarco Tamberi, al termine della cerimonia di premiazione allo stadio Olimpico di Tokyo.

  • Green Pass, Ue riconosce certificati Vaticano e San Marino

    La Commissione europea ha riconosciuto l’equivalenza dei certificati Covid-19 rilasciati dallo Stato della Città del Vaticano e dalla Repubblica di San Marino al certificato digitale Covid dell’Ue. Lo comunica la Commissione Ue in una nota. Ciò significa che entrambi i Paesi saranno collegati al sistema dell’Ue e che i certificati da loro emessi saranno accettati nell’Ue alle stesse condizioni del certificato digitale del blocco. In pratica, i titolari di questi certificati potranno utilizzarli alle stesse condizioni dei titolari di un certificato digitale Covid-19 Ue. Allo stesso tempo, il Vaticano e San Marino hanno indicato che accetterebbero i certificati digitali Covid dell’Ue per i viaggi nei loro Paesi. La Commissione sta anche lavorando per collegare altri Paesi terzi.

  • Festa a Pantelleria, in 70 positivi e tre intubati

    Una festa con un centinaio di persone ha provocato un focolaio Covid a Pantelleria. Sono 70 i positivi e tre sono stati ricoverati in terapia intensiva intubati. L’ultimo è stato trasferito in elisoccorso la scorsa notte. I positivi sono tutti residenti a Pantelleria. “I medici dell’Usca e dell’Asp sono riusciti già a tracciare tutti i partecipanti alla festa e sono tutti messi in isolamento domiciliare - dice il sindaco di Pantelleria Vincenzo Campo - A Pantelleria la metà della popolazione è vaccinata, i positivi sono quasi tutti non vaccinati. Un motivo in più per vaccinare e rendere finalmente l’isola Covid free”.

  • Oms: superati i 60 milioni di contagi in Europa

    I contagi da Covid-19 hanno superato i 60 milioni nella regione europea, secondo quanto riferisce l’ufficio dell’Organizzazione mondiale delal Sanità (Oms) per il continente. “La fine della pandemia non è ancora all’orizzonte - afferma Dorit Nitzan, direttore regionale delle emergenze dell’Oms per l’Europa, in una nota - e purtroppo finora nella regione europea ci sono stati più di 1,2 milioni di morti per Covid-19. È importante - ha aggiunto - che i Paesi continuino i loro sforzi congiunti per proteggere le persone più vulnerabili e quelle a rischio”.

  • Ue approva 868 mln aiuti all’Italia per Cig nei settori colpiti

    La Commissione europea ha approvato uno schema italiano di 868 milioni di euro per ridurre il costo del lavoro a carico dei datori di lavoro privati che operano nei settori di turismo, terme, commercio, cultura o tempo libero, particolarmente colpiti dall’epidemia di coronavirus. Lo comunica la Commissione Ue in una nota. Il regime è stato approvato nell’ambito del quadro temporaneo sugli aiuti di Stato. L’aiuto mira a preservare i livelli occupazionali e consisterà in un’esenzione dal pagamento dei contributi previdenziali dovuti dal datore di lavoro per il periodo dal 25 maggio 2021 al 31 dicembre 2021.

    L’importo massimo dell’aiuto che può essere concesso è fino al doppio del contributo a carico del datore di lavoro non corrisposto in relazione alle ore di fruizione delle integrazioni salariali (’Cassa Integrazione’) nei mesi di gennaio, febbraio e marzo 2021. Gli aventi diritto non potranno licenziare i dipendenti fino al 31 dicembre 2021. L’eventuale violazione di tale divieto comporterebbe la revoca dell’aiuto (con effetto retroattivo) e l’impossibilità di chiedere il beneficio delle integrazioni retributive (cd Cassa Integrazione).

  • Vaccini, Oms: doppia dose di AstraZeneca meno efficace di mix

    La risposta immunitaria che si ha con due dosi di vaccino anti-Covid AstraZeneca è minore rispetto a quella osservata con il mix di vaccini con prima dose di Astrazeneca e seconda a Rna e anche con due dosi di vaccino ad Rna. Il regime eterologo non sembra avere la stessa efficacia invece se la prima dose è a Rna e la seconda con AstraZeneca. Lo precisa l’Organizzazione mondiale della sanità nelle nuove raccomandazioni sul vaccino anti-Covid di AstraZeneca. È bene peró ricorrere al mix di vaccini, afferma l’Oms, solo in particolari situazioni di interruzione nelle forniture visto che gli studi sono su un campione limitato.

  • Agenas: posti occupati in reparto al 4%, terapie intensive a 3%

    Sale al 4% la percentuale di posti letto nei reparti ospedalieri italiani occupati da pazienti Covid. È quanto mostra il monitoraggio dell’Agenzia nazionale per i servizi sanitari regionali relativo al 1 agosto, che vede una crescita dell’1% rispetto al 31 luglio. La percentuale aveva toccato il livello minimo del 2% e si era mantenuta così fino al 25 luglio, dal 26 ha iniziato a risalire, rispecchiando l’aumento dei contagi delle settimane passate. A crescere sono anche le terapie intensive: il 3% dei posti è occupato da pazienti Covid e l’aumento dell’1%, dopo settimane di stabilità al 2%, è scattato il 30 luglio.

  • Gb, governo Johnson prepara piani per la terza dose

    Il governo britannico di Boris Johnson si prepara, come largamente anticipato, a un piano per la somministrazione di una terza dose dei vaccini anti Covid che verrebbe riservata per ora, a partire da settembre, alla “persone più vulnerabili”: anziani, malati cronici, soggetti a rischio d’infezione respiratoria. Lo rilanciano i media, anche se un annuncio ufficiale ancora non c'è.

    Secondo il Daily Telegraph, il viceministro responsabile per la campagna vaccinale, Nadhim Zahawi, il quale aveva preannunciato questa intenzione già un paio di mesi fa, ha aggiornato la settimana scorsa un gruppo di deputati al riguardo, indicando l’obiettivo di garantire dopo l’estate una disponibilità potenziale nel Regno Unito di quasi 2,5 milioni di ulteriori dosi alla settimana in grado - se necessario - di rafforzare l’immunità a chi ne avrà bisogno: in particolare contro la minaccia legata ad attuali o future varianti del coronavirus.

    Un portavoce del ministero della Sanità ha da parte sua confermato oggi che l’esecutivo si sta al momento “preparando a un piano di richiami” vaccinali ulteriori e che i consulenti medico-scientifici del Joint Committee on Vaccination and Immunisation (Jcvi) hanno già elaborato una prima “raccomandazione ad interim” sulle categorie prioritarie da coprire in autunno con un possibile terzo vaccino. Ma ha aggiunto che i dettagli d’una decisione finale saranno resi pubblici “a tempo debito”, anche sulla base di studi ad hoc tuttora in corso sull’efficacia immunitaria dei diversi vaccini.

  • In Israele 2.114 nuovi casi, 212 ricoverati gravi

    Sono 2.114 i nuovi casi di coronavirus registrati in Israele nelle ultime 24 ore. Lo riferisce il ministero della Salute israeliano spiegando che 212 pazienti sono ricoverati in gravi condizioni. Si tratta del dato più alto da aprile. Il sito di Ynet sottolinea che il tasso di contagio in Israele è salito al 2,95%. Dall’inizio della pandemia, in Israele 6.474 persone sono morte per complicanze riconducibili al Covid-19. Finora 45mila israeliani di età superiore ai 60 anni o con sistema immunitario fragile hanno già ricevuto una terza dose del vaccino contro il coronavirus, ma il primo ministro Naftali Bennett vorrebbe accelerare la campagna vaccinale.

  • La Germania pensa a terza dose da settembre per i ”fragili”

    Il ministro della Salute tedesco Jens Spahn vuole proporre una terza dose di vaccino a partire da settembre per tutti i gruppi ’fragili’. Lo rende noto stamattina Sueddeutsche Zeitung, che ha preso visione della bozza in discussione oggi tra i ministri della Salute dei Laender tedeschi. All’interno dei gruppi che potrebbero essere interessati dalla terza dose di vaccino RNA (quindi Moderna o Biontech-Pfizer) ci sono anche coloro che nei mesi scorsi sono stati vaccinati con AstraZeneca o Johnson & Johnson. Dai risultati riportati nel documento si rileva che “in alcuni gruppi di persone ci può essere una maggiore incidenza di una risposta immunitaria ridotta o in rapido declino dopo una vaccinazione completa Covid 19”.

  • Covid, Crif: nel 2021 attivo solo circa 28% totale delle moratorie

    Gli interventi straordinari varati dalle istituzioni per minimizzare gli impatti dell'emergenza sanitaria hanno avuto un rilevante impatto sul mercato degli Npe (Non Performing Exposure) che trova riscontro anche nella contrazione dei tassi dei default sui crediti a famiglie e imprese. E’ quanto emerge dalla seconda edizione dell'Osservatorio Npe realizzato da Cribis Credit Management (società del gruppo Crif specializzata nella gestione dei processi di Collection e di Npl management) che si pone l'obiettivo di fornire una visione complessiva e costantemente aggiornata del mercato rispetto al rischio di credito, alle performance di recupero e alle dinamiche dello stock degli Npe.

    Nel 2021 l'effetto sul contenimento del rischio di credito ha però iniziato ad attenuarsi progressivamente tanto che, dall'analisi sulle scadenze delle moratorie in essere, senza considerare gli effetti del decreto sostegni bis e quindi le relative potenziali proroghe, sussistono solo circa il 28% del totale dei provvedimenti attivati (banche e credito al consumo). Le previsioni sono che a ottobre 2021 le moratorie ancora attive saranno meno del 10% rispetto al perimetro totale dell'iniziativa.

  • Fipe: segnali ripresa per caffè al bar e ristorante ma pesa incertezza futura

    Il caffè al bar e al ristorante torna a rappresentare un rito al quale gli italiani non vogliono rinunciare e il settore del caffè guarda con ottimismo al 2021 che mostra segnali di ripresa. Le aziende del comparto vedono che la ripartenza delle attività di bar e ristoranti dal mese di giugno è tornata infatti a pieno regime. Consorzio Promozione Caffè e Fipe (Federazione Italiana Pubblici Esercizi) guardano con fiducia ai prossimi mesi, rafforzando il proprio sostegno a un settore che può e deve tornare a crescere garantendo alle attività di restare aperte al pubblico, nel rispetto delle misure di sicurezza.

    Nei primi quattro mesi del 2021, gli italiani hanno speso ogni mese in media 2,5 miliardi di euro per i consumi fuori casa, per un totale di 10 miliardi (fonte TradeLab). Per la restante parte dell'anno, è prevista una spesa mensile tra i 6,5 e i 7 miliardi di euro, per un fatturato annuale stimato superiore ai 60 miliardi di euro. Una prospettiva in netto miglioramento rispetto al 2020 che vedrebbe l'“out-of-home” mettere a segno una crescita intorno al 20% a parziale recupero delle ingenti perdite accumulate nel 2020 da oltre 325 mila esercizi. Nonostante gli effetti della crisi del 2020 e la prosecuzione delle misure restrittive abbiano impattato sulla prima metà dell'anno, la riapertura degli esercizi ha tutte le carte in regola per rappresentare un vero volano per i consumi. Il ritorno nei bar e nei ristoranti potrebbe, inoltre, imprimere una svolta positiva anche sul fronte import/export a partire dal secondo trimestre, dopo un inizio d'anno ancora a segno meno.

  • Gb, vaccinati da Ue e Usa viaggiano senza quarantena

    Niente più quarantena precauzionale da oggi per chi viaggia in Inghilterra da Ue e Usa a patto che abbia già ricevuto il doppio vaccino anti Covid nel Paese d’origine. La misura, formalizzata la settimana scorsa dal governo Tory britannico di Boris Johnson con il sostegno di viaggiatori e industria turistica, è scattata alle quattro di questa mattina come previsto malgrado le critiche dell’opposizione laburista: che si dice ancora preoccupata dal livello di diffusione dei contagi alimentati dalla variante Delta nel Regno Unito al di là del calo graduale degli ultimi giorni.

    L’alleggerimento vale anche per coloro che viaggiano dall’Italia, ma per ora non dalla Francia: esclusa - in barba all’irritazione di Parigi - a causa del timore di rischi legati alla ricomparsa in quel Paese di un’ulteriore mutazione del coronavirus, la cosiddetta variante Beta, individuata per la prima volta in Sudafrica e considerata più resistente ai vaccini attuali. In termini di reciprocità i 2 vaccini ricevuti nel Regno Unito garantiscono già l’esenzione alla quarantena per chi viaggia dall’isola verso 19 Paesi Ue, ma non ancora verso l’Italia (salvo la limitata eccezione prevista da un progetto pilota riservato per ora ai soli dipendenti pubblici italiani distaccati oltre Manica).3

  • Francia, possibile 90% immunizzati a inizio autunno

    Il presidente del consiglio di orientamento per la strategia vaccinale, Alain Fischer, ritiene “possibile” raggiungere l’immunità collettiva in Francia, con il 90% della popolazione vaccinata, “all’inizio dell’autunno. Lo ha detto lo stesso responsabile, soprannominato ’Mr. vaccine’, intervistato da Rrl. L’immunità collettiva si ottiene quando il 90% della popolazione di età superiore ai 12 anni è vaccinata o protetta perché guarita dal virus. Ma sebbene “la vaccinazione stia procedendo molto velocemente in questi giorni”, dobbiamo “finire di convincere coloro che, per il momento, non sono stati vaccinati”, ha fatto appello il medico, a capo della struttura che affianca il governo nella scelta delle strategie anti Covid.

    Quasi il 53% della popolazione francese ha completato il ciclo vaccinale, ma la pressione ospedaliera continua ad aumentare a causa della forte contagiosità della variante Delta. I ricoveri per la malattia erano domenica 7.581 contro i 6.843 della settimana prima e i reparti di terapia intensiva hanno accolto 1.137 pazienti gravemente malati contro gli 886 di domenica scorsa. “Quasi la metà delle persone ricoverate in terapia intensiva ha meno di 60 anni, cosa che non avveniva all’inizio dell’epidemia, perché ci sono meno soggetti vaccinati sotto quella fascia d’età”, ha spiegato Alain Fischer, ricordando che le forme più gravi della malattia si sviluppano nelle persone non vaccinate, a prescindere dall’età.

  • A Tokyo 2.195 nuovi casi di Covid

    Tokyo, città delle Olimpiadi, segnala 2.195 nuovi casi di Covid-19. Lo riporta l’agenzia Kyodo, dopo che ieri ne erano stati segnalati 3.058 e dopo che sabato c’era stato il preoccupante record di 4.058 contagi diagnosticati nell’arco di 24 ore. È da 14 giorni che nella città, nel pieno del quarto “stato d’emergenza” dall’inizio della pandemia, vengono accertati più di mille nuovi casi, sottolinea la stampa locale. Venerdì il Giappone ha allargato lo “stato d’emergenza” per contenere i contagi da coronavirus ad alcune aree vicino Tokyo e alla prefettura di Osaka, dove oggi sono entrate in vigore le nuove disposizioni.

  • In Toscana 452 nuovi casi e tasso positivi a 7,52%

    “I nuovi casi registrati in Toscana sono 452 su 6.014 test di cui 4.903 tamponi molecolari e 1.111 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 7,52% (15,1% sulle prime diagnosi)”. Lo annuncia su Telegram il presidente della Toscana Eugenio Giani, anticipando il dato del bollettino regionale sull’andamento dell’epidemia di Coronavirus.

  • Cina, il Covid ritorna a Wuhan, individuati sette casi

    Il Covid-19 ritorna a Wuhan dopo mesi di assenza: sette lavoratori migranti sono risultati positivi ai test e sono stati inviati agli ospedali designati per i relativi trattamenti. Lo hanno reso noto le autorità del capoluogo dell’Hubei, dove per primo fu individuato il nuovo coronavirus a fine 2019. Si tratta di persone tutte legate all’area di sviluppo economico della città, subito isolate. Le autorità hanno sollecitato il rispetto delle regole anti-Covid, tra cui l’uso della mascherina in pubblico, il distanziamento e a lavarsi frequentemente le mani.

  • In Russia 23.508 nuovi casi di Covid, 785 i decessi

    La Russia registra oggi 23.508 nuovi casi di Covid, di cui 3.330 a Mosca, che portano il numero totale di casi a 6.312.185 dall’inizio della pandemia. Il governo ha anche confermato 785 decessi correlati al Coronavirus nelle ultime 24 ore.

  • Australia, social rimuovono migliaia di post di disinformazione sul Covid

    I colossi tecnologici, tra cui Facebook e Google, hanno rimosso in Australia centinaia di migliaia di post che diffondono disinformazione sul Covid 19. Lo hanno riferito alti dirigenti delle due società davanti a una commissione del Senato federale che indaga sulle interferenze straniere attraverso i social media. Il direttore delle relazioni pubbliche di Facebook, Josh Machin, ha confermato di aver fatto identificare e rimuovere ogni disinformazione sulla pandemia di Covid-19 e sui vaccini, e che sono stati finora rimossi in Australia 110 mila contenuti dannosi. “Dall’inizio della pandemia Facebook ha rimosso nel mondo 18 milioni di post con informazioni sbagliate e dannose sul Covid, lavorando con 80 specialisti di fact-checking. Cerchiamo inoltre di indirizzare le persone a fonti di informazione credibili e autorevoli”, ha dichiarato Machin.

    Il direttore degli affari governativi e delle politiche pubbliche di Google in Australia e Nuova Zelanda, Lucinda Longcroft, ha anche confermato di aver rimosso 800 mila video che diffondevano disinformazioni sulla pandemia, una parte dei quali “apparentemente provenienti dalla Cina”. YouTube inoltre ha appena bandito il canale Tv Sky News Australia per una settimana, dopo la pubblicazione sul gigante web di una serie di contenuti che creavano “disinformazione” sul Covid-19, come quelli che negavano l’esistenza della pandemia o incentivavano l’uso di farmaci considerati pericolosi come l’idrossiclorochina, o lanciavano pesanti insulti all’indirizzo di medici, scienziati o politici.

  • Green Pass, Salvini (Lega); parlarne ora rovinerebbe il turismo

    “Guardiamo i numeri: qualora situazione peggiorasse dovremo correre ai ripari. Ma parlare adesso il 2 agosto di green pass vorrebbe dire rovinare il turismo. Lo faremo più avanti, seguendo i dati”. Così il leader della Lega Matteo Salvini ai microfoni di SkyTg24. “Mi chiedo e chiedo a Speranza - aggiunge - invece perchè tenere chiuse le discoteche, una decisione che sta aiutando le feste illegali”.

  • In Germania indice Pmi manifatturiero sale a 65,9 a luglio

    L’Indice Pmi calcolato da Markit per il settore manifatturiero tedesco è salito a luglio a 65,9, in aumento dal 65,1 di giugno. Il dato di luglio, spiega Markit, rappresenta la terza lettura più alta di sempre, al di sotto solo dei picchi registrati a marzo e aprile di quest’anno, e segnala “un rapido miglioramento degli affari presso i produttori di beni tedeschi. Dopo una leggera perdita di slancio a maggio si legge nella nota - il tasso complessivo di crescita ha accelerato ulteriormente. I nuovi ordini sono aumentati al terzo tasso più forte mai registrato, portando a un aumento quasi record delle scorte nonostante un aumento senza precedenti dell’occupazione”.

  • In India oltre 40mila casi e 422 morti, più di 20mila contagi nel Kerala

    Oltre 40mila contagi e 400 morti per coronavirus nell’ultima giornata in India. Lo confermano le autorità sanitarie locali, mentre nel Paese si sfiorano i 31,7 milioni di casi di Covid-19 e 425mila morti dall’inizio della pandemia. Su Twitter, il governo indiano ha parlato di 40.134 casi positivi e 422 decessi nelle ultime 24 ore, facendo così salire a 31.695.958 il totale dei casi e a 424.773 quello dei morti. A essere maggiormente colpito è lo stato del Kerala, che negli ultimi giorni ha registrato un boom di contagi. Nelle ultime 24 ore sono stati confermati 20.700 casi nel solo Kerala, quasi la metà dei contagi a livello nazionale.

  • Epidemiologa Salmaso: in questo contesto immunità gregge non è perseguibile

    “Mi dispiace dirlo ma l'immunità di gregge in questo contesto non è assolutamente perseguibile. Il concetto che chi non è vaccinato è protetto da tutti i vaccinati, cioè appunto dal gregge protetto, non è applicabile nella nostra situazione. Chi è vaccinato è protetto, chi non è vaccinato non è protetto. Non abbiamo assolutamente nessun elemento per pensare di poter raggiungere l'immunità di gregge visto che tutti i non vaccinati sono in fasce d'età ben definite e non sono mescolati completamente tra i vaccinati. Quindi questo concetto non è perseguibile ma non lo è stato fin dall'inizio”. Questo il commento dell'epidemiologa Stefania Salmaso, ad Agorà Estate su Rai Tre.

    Per approfondire: Vaccinazione con doppia dose: l'epidemia si può fermare così

  • Fauci: situazione continua a peggiorare ma in Usa non tornerà lockdown

    La pandemia da coronavirus continuerà a peggiorare negli Stati Uniti, dato l’alto numero di persone non ancora vaccinate, ma non si andrà incontro a un nuovo lockdown. Lo ha dichiarato il consigliere del presidente Biden sulla pandemia, Anthony Fauci, in un’intervista all’Abc. “Ci sarà ancora u po’ di dolore e sofferenza in futuro”, ha commentato spiegando che ora i non vaccinati stanno colpendo gli altri perché “consentono la propagazione e la diffusione dell’epidemia” e ha respinto i critici che affermano che farsi vaccinare è una decisione individuale. Fauci ha affermato che coloro che scelgono di non vaccinarsi stanno effettivamente incidendo sui diritti degli americani particolarmente inclini alle infezioni perché stanno “invadendo i loro diritti individuali” “rendendoli vulnerabili”. Solo il 60% circa degli americani è completamente vaccinato.

  • Bianchi (Istruzione): prossimo anno scolastico “tutto in presenza”

    Per il nuovo anno scolastico “è tutto in presenza”. A dirlo è il ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi, a Bologna, a margine della cerimonia, nella sede del Comune di Palazzo d’Accursio, per le celebrazioni del 41esimo anniversario della strage del 2 agosto 1980.

  • Immunologo Abrignani: ”Obbligo vaccino per i prof perché la scuola ci preoccupa”

    “Dovremmo decidere l’obbligo di vaccinazione per gli insegnanti e dovremmo procedere rapidamente con gli adolescenti. I ragazzi saranno in buona parte non vaccinati e negli ambienti chiusi un virus contagioso come la Delta può infettare molto”. A dirlo in una intervista a La Repubblica Sergio Abrignani, immunologo della Statale di Milano e membro del Comitato tecnico scientifico. Il governo dovrà limitare i trasporti? “Leggo - evidenzia Abrignani - che il Green Pass verrà esteso ai trasporti a lungo raggio, ma francamente non vedo come sia possibile controllare chi sale sugli autobus in città. È un rischio che si somma a quello delle scuole. Quello che ci può salvare sono veramente i vaccini”.

    Salendo con i contagi rischiamo il lockdown? “Non vedo le condizioni per farlo e Gran Bretagna e Spagna, nel loro pragmatismo, ci rassicurano abbastanza. I ricoveri sono saliti, ma senza sfaceli. Le vittime sono alcune decine al giorno. Tante, ma non sono le centinaia al giorno che precedevano i vaccini”, sottolinea Abrignani che sulla vaccinazione dei giovani dice: “Il Centers for disease control americano ha calcolato, età per età, i benefici del vaccino e i rischi di ammalarsi di una miocardite che guarisce con 5 giorni di trattamento con cortisone. I vantaggi sono superiori per qualunque fascia d’età, fino ai 12enni. Gli adolescenti, con la riapertura delle scuole, in effetti ci preoccupano. Fanno sport, si aggregano, hanno una vita sociale che promuove la diffusione del virus. Se oggi avessimo vaccinato anche loro il coronavirus non saprebbe più dove andare”.

  • Germania, vendite dettaglio +4,2% a giugno

    Il fatturato del commercio al dettaglio in Germania a giugno 2021 è aumentato del 4,2% rispetto al mese precedente. Secondo i risultati provvisori dell’Ufficio federale di statistica Destatis, a giugno 2021 il fatturato reale (corretto per i prezzi) di tutte le imprese del commercio al dettaglio in Germania è aumentato del 4,2% e quello nominale (non corretto per i prezzi) del 4,6%, su base calendario e destagionalizzato, rispetto al maggio 2021. Questo sviluppo è probabilmente dovuto al continuo calo dell’incidenza del Coronavirus in tutta la Germania e, di conseguenza, all’allentamento delle restrizioni previste dal freno d’emergenza federale che era applicabile fino al 30 giugno 2021.

  • 98 casi in Cina, Pechino rinvia apertura delle scuole

    La Cina ha registrato domenica altri 98 casi di Covid1-19, aggiornando i massimi giornalieri del 2021, con la variante Delta che ha raggiunto ormai una ventina di città e spingendo le autorità locali, tra cui quelle di Pechino, ad adottare un pacchetto di misure come il rinvio dell’apertura delle scuole. Data la grave situazione epidemica, la provincia di Hunan ha annunciato la sospensione di tutte le attività didattiche e dei programmi di formazione, chiedendo a studenti e insegnanti di evitare di viaggiare se non necessario. Secondo gli aggiornamenti della Commissione sanitaria nazionale, i contagi interni sono stati 55.

  • Tunisia, superati i 20mila morti Covid da inizio epidemia

    Dall’inizio dell’epidemia sono stati 595.532 i casi registrati in Tunisia, e 20.067 i decessi. “La situazione epidemiologica relativa al Covid in Tunisia è ancora critica”, ha dichiarato Amanallah Messaadi, membro del Comitato scientifico per la lotta al coronavirus aggiungendo che “non si può parlare di alcun miglioramento nonostante il calo registrato nel numero di casi positivi”. La scorsa settimana è stata segnalata una media nazionale di 800 infezioni per 100.000 abitanti, ha dichiarato Amanallah all’agenzia Tap. L’impatto delle riunioni di famiglia per la festa di Eid al-Adha sarà visibile a partire dalla prossima settimana, cioè entro due settimane, ha precisato.

    Secondo i dati resi noti dal ministero della Salute di Tunisi, relativi al 31 luglio scorso, sono stati 209 le morti notificate in tale data (di cui 56 nelle ultime 24 ore), e 2652 i nuovi casi registrati su 10.900 test effettuati, con un tasso di positività del 24,32%. Intanto la comunità internazionale si è mossa a sostegno della Tunisia nella sua lotta al Covid. L’Italia risulta in prima fila tra i paesi donatori, e dopo cinque container di materiale sanitario e diverse donazioni di ossigeno già inviati a Tunisi ieri ha fatto pervenire alla Tunisia un milione e mezzo di dosi di vaccino a Tunisi “come sostegno concreto ed immediato al popolo tunisino nel contrasto al covid-19”.

  • Gelmini (Affari regionali): “Insegnanti si vaccinino per evitare Dad”

    “In vista del nuovo anno scolastico un terzo dei ragazzi fra i 12 e i 19 anni ha ricevuto almeno una dose: sarebbe paradossale dover ricorrere alla Dad perché un insegnante che ha rifiutato il vaccino è stato contagiato”. Così la ministra per gli Affari regionali, Mariastella Gelmini, intervistata da ’La Stampa’. “Sulla riapertura dell'anno scolastico - spiega - i ministri Bianchi e Giovannini stanno lavorando alacremente. In settimana riuniremo la conferenza Stato-Regioni per fare il punto. Non deve ripetersi quanto accaduto lo scorso anno. Arriveremo a settembre con oltre 35 milioni di vaccinati e con altri 10 milioni di italiani in attesa della seconda dose. Non rivivremo l'incubo della Dad”.

  • Tokyo 2020, 17 nuovi casi di covid legati ai Giochi Olimpici

    Sono 17 i nuovi casi di covid legati ai Giochi di Tokyo registrati nelle ultime 24 ore. Fra loro non sono inclusi atleti. Il numero totale dall’inizio del monitoraggio è di 276 su oltre 450mila test effettuati.

  • Australia, lockdown prorogato nel Queensland contro variante Delta

    Nel Queensland prorogato il lockdown in vigore da sabato a Brisbane, terza città dell’Australia, e in altre aree dello stato. L’obiettivo è contenere la diffusione della variante Delta del coronavirus. Per il vice premier del Queensland, Steven Miles, “non sarebbero sufficienti” le misure inizialmente annunciate per tre giorni e adesso prorogate nel sudest dello stato fino alle 16 di domenica prossima. Miles spera “fortemente” che le nuove decisioni “siano sufficienti” dopo che, ha riferito, negli ultimi giorni sono stati accertati una trentina di nuovi casi di infezione, 13 solo oggi, come ha riportato il sito di notizie australiano News. L’appello alla popolazione è a rispettare le misure e rimanere a casa. Le disposizioni prevedono si possa lasciare l’abitazione solo per l’acquisto di beni di prima necessità, motivi di lavoro, esami e visite mediche e attività sportiva entro i dieci chilometri. Chiusi i servizi non essenziali. Resta in lockdown anche Sydney. Dall’inizio della pandemia, l’Australia - con una popolazione di circa 25 milioni di persone - ha registrato più di 34.000 casi di coronavirus con 925 decessi. Ad oggi sono state somministrate circa 12 milioni di dosi di vaccini.

  • Salgono intensive e ricoveri, Pfizer e Moderna alzano i prezzi dei vaccini

    Attacco hacker al Centro elaborazione dati del Lazio, che ha costretto al blocco delle prenotazioni e al rallentamento delle somministrazioni del vaccino anti-Covid. Il Comitato parlamentare per la sicurezza della Repubblica ha chiesto informazioni al Dipartimento delle informazioni per la sicurezza. Salgono ancora intanto in Itala ricoveri e intensive. Più cari i vaccini Pfizer e Moderna negli ultimi contratti Ue.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti