Attualità

Coronavirus, Speranza: vaccinati tutti gli over 60 mortalità crollerà. Aiuti Usa e Ue per l’India

In Italia vaccinato l’81% degli over 80

Coronavirus: bollettino del 25 aprile - I dati di oggi
  • Usa: corsa contro il tempo per aiutare India

    “Corsa contro il tempo” degli Stati Uniti “per inviare risorse e forniture” all'India travolta dal Covid, con un milione di casi in tre giorni. In un colloquio telefonico con la sua controparte indiana, Ajit Doval, la consigliera per la sicurezza nazionale americana Emily Horne ha ribadito la solidarietà degli Stati Uniti all'India, Paese con il quale condivide il primato del “maggior numero di casi al mondo”. In una nota si legge che gli Stati Uniti “renderanno immediatamente disponibili all'India medicinali, test diagnostici rapidi, ventilatori e dispositivi di protezione per il personale medico” e stanno valutando anche le opzioni per la fornitura di ossigeno. Non solo: Washington sta finanziando l'ampliamento della capacità produttiva di BioE, l'azienda produttrice di vaccini in India, per metterla in grado entro la fine del 2022 si produrre almeno un miliardo di dosi. Inoltre, gli Stati Uniti invieranno in India un team di esperti dei Centri di controllo e prevenzione delle malattie (Cdc).

    India in ginocchio, la variante ora spaventa l'Europa


  • Blitz in un circolo privato a Cagliari: 17 multati

    Blitz in un circolo privato a Pirri, un centro abitato che fa parte della città di Cagliari. Dopo una segnalazione, sono intervenuti i carabinieri che hanno sorpreso 17 persone, 16 ospiti e il proprietario, che stavano trascorrendo il pomeriggio tutti insieme, fuori casa e senza alcuna misura di protezione nonostante i divieti previsti dalle norme anti-Covid. Tutti dovranno pagare una multa di 400 euro. Per il proprietario del circolo potrebbero scattare altre sanzioni, a cominciare dalla chiusura dell'attività per un periodo. La Sardegna da domani sarà l'unica regione a restare in zona rossa.

  • Arezzo, 22 casi in convento francescano della Verna a Chiusi

    Sono ventidue i casi di positività al Covid 19 all'interno del convento francescano della Verna, nel comune di Chiusi della Verna (Arezzo). I 22 frati, per lo più novizi, stanno al momento tutti bene: sono asintomatici. I frati più anziani hanno ricevuto il vaccino e al momento non sembrano esserci problemi. Il focolaio, ha spiegato il sindaco di Chiusi della Verna Giampaolo Tellini, sembrerebbe circoscritto.

  • Francia 24.465 nuovi casi invierà respiratori in India

    Secondo i dati del ministero della Salute, la Francia ha registrato oggi 24,465 nuovi contagi da coronavirus e 145 decessi in ospedale.

    Intanto, secondo quanto appreso dall’Eliseo, la Francia “fornirà nei prossimi giorni un sostegno importante in capacità di ossigeno” all'India, che sta affrontando un'impennata gravissima dei casi di coronavirus. Gli aiuti da Parigi dovrebbero concretizzarsi nell'invio di respiratori di cui l'India ha una forte carenza, ha spiegato il governo.

  • La Grecia supera i 10.000 morti da inizio pandemia

    La Grecia ha superato i 10.000 morti per Covid-19 dall'inizio della pandemia, secondo il rapporto quotidiano diffuso dall'Ente nazionale di sanità pubblica (Eody). Nonostante il confinamento e il coprifuoco notturno imposti da novembre, gli ospedali stanno operando oltre la loro capacità per accogliere le persone contagiate dal coronavirus. L'Eody ha registrato nelle ultime 24 ore 1.400 nuovi casi di Covid-19 e 57 decessi , portando il totale da inizio pandemia rispettivamente a 333.129 e 10.007. Inoltre, 816 persone sono attualmente in terapia intensiva. La seconda e la terza ondata della pandemia sono state più violente di quella della primavera 2020.

    Nelle ultime settimane, ogni giorno sono morte tra le 60 e le 100 persone a causa del nuovo coronavirus. Nonostante tutto, in vista dell'inizio della stagione turistica previsto per metà maggio, il governo ha iniziato ad allentare le restrizioni e dal 3 maggio riapriranno i bar e le caffetterie con spazi all'aperto.

  • Gb, 1.700 contagi e 11 morti nelle ultime 24 ore

    Il bollettino del coronavirus nel Regno Unito fa registrare undici morti e 1.1712 contagi nelle ultime 24 ore. Lo ha riferito il ministero della Sanità britannico, che porta a 127.428 il numero totale dei decessi e a 4.404.882 il numero delle persone contagiate. Sono invece oltre 33,6 milioni i cittadini britannici che hanno ricevuto la prima dose del vaccino mentre più di 12,5 milioni quelli che hanno ricevuto entrambe.

    Covid, migliaia a Londra contro restrizioni e pass vaccinali
  • Lombardia: in terapia intensiva 610 pazienti, positività al 6%

    Resta stabile, dopo le flessioni registrate di recente, il numero di pazienti ricoverati in terapia intensiva per il covid. Secondo i dati della Regione Lombardia sono 610, uno in meno rispetto al bollettino di ieri. I ricoverati nelle strutture ospedaliere sono 4.496. I tamponi processati sono stati 38.982, con un tasso di positività del 6%.

    Tutti i dati di oggi

  • In Sicilia 1.061 nuovi casi e 6 decessi

    Sono 1.061 i nuovi casi di coronavirus registrati in Sicilia nelle ultime 24 ore, con 6 decessi. Lo comunica il ministero della Salute. «Coprifuoco alle 22 o alle 23? Mi sembra una polemica tutta politica e per di più sterile. Il ragionamento che va fatto è: coprifuoco sì o no? Serve o non serve? Insomma, è inutile continuare a discutere su un'ora in più o in meno, bisogna capire se mantenerlo o toglierlo». A dirlo all'Adnkronos è Alessandro Albanese, presidente di Confindustria Sicilia, per il quale anche l'attuale classificazione delle regioni in aree (rossa, arancione, gialla e bianca) ha rivelato tutti i suoi limiti.

  • In Piemonte 978 nuovi casi e 13 morti

    L'Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato oggi 978 nuovi casi di persone risultate positive al Covid-19 (di cui 39 dopo test antigenico), pari al 7% di 13.888 tamponi eseguiti, di cui 6.239 antigenici. Dei 978 nuovi casi, gli asintomatici sono 411 (42%). Sono 13 i decessi, di cui 4 verificatisi oggi, per un totale di 11.137.

  • Oggi in calo decessi, ricoverati e nuovi ingressi. Tasso di posività risale al 5,5%

    Sono 217 i decessi legati al coronavirus registrati nelle ultime 24 ore in Italia, in calo rispetto a ieri (322). Il totale dall'inizio della pandemia è ora 119.238. Lo comunica il ministero della Salute. Sono invece 239.482 i tamponi molecolari e antigenici per il coronavirus effettuati nelle ultime 24 ore in Italia. Ieri i test erano stati 320.780. Il tasso di positività è del 5,5%, in aumento rispetto al 4,3% di ieri. Sono 2.862 i pazienti ricoverati in terapia intensiva per Covid in Italia, in calo di 32 unità rispetto a ieri nel saldo giornaliero tra entrate e uscite, mentre gli ingressi giornalieri sono stati 114 (ieri 143). Nei reparti ordinari sono invece ricoverate 20.662 persone, in calo di 309 rispetto a ieri.

    Tutti i dati

  • Sardegna, casi in crescita ma meno ricoveri e 5 morti

    Sono 53.455 i casi di positività al Covid-19 accertati in Sardegna dall'inizio dell'emergenza. Nell'ultimo aggiornamento dell'Unità di crisi regionale sono stati rilevati 290 nuovi casi. In totale sono stati eseguiti 1.169.560 tamponi, per un incremento complessivo di 5.124 test rispetto al dato precedente. Tasso positività al 5,6%. Si registrano cinque nuovi decessi (1.352 in tutto). Sono invece 366 (-12) le persone attualmente ricoverate in ospedale in reparti non intensivi, mentre sono 48 (-3) i pazienti in terapia intensiva. Le persone in isolamento domiciliare sono 17.469 e i guariti sono complessivamente 34.220 (+165). Sul territorio, dei 53.455 casi positivi complessivamente accertati.

  • Covid in gravidanza, più rischi morte.Utile vaccino

    Le donne che hanno contratto Covid-19 durante la gravidanza hanno una probabilità 20 volte maggiore di morire rispetto a donne incinte che non hanno contratto il virus. A evidenziarlo è uno studio internazionale pubblicato su Jama Pediatrics, che conferma l'utilità del vaccino anche durante un momento delicato come la gestazione. L'indagine, guidata dall'University of Washington e dall'Università di Oxford e condotta tra aprile e agosto 2020, ha coinvolto più di 100 ricercatori e 2.100 donne incinte di 43 ospedali in 18 nazioni a basso, medio e alto reddito. Ogni donna affetta da Covid-19 è stata confrontata con due donne incinte non infette che hanno partorito nello stesso arco di tempo nello stesso ospedale. È consigliato vaccinarsi contro il Sars-Cov-2 a tutte le gestanti a partire dalla 20-24/ma settimana di gravidanza, quando il feto è già perfettamente formato.

  • Oggi nel Lazio 1.185 nuovi casi e 19 morti

    «Oggi su oltre 13 mila tamponi nel Lazio (-1.493) e quasi 17 mila antigenici per un totale di oltre 30 mila test, si registrano 1.185 casi positivi (-81). Sono 19 i decessi (-4) e 1.159 i nuovi guariti. Diminuiscono i casi e i decessi, le terapie intensive e i ricoveri. Il rapporto tra positivi e tamponi è a 8%, ma se consideriamo anche gli antigenici la percentuale è al 3%. I casi a Roma città sono a quota 500». Lo comunica l'assessore alla Sanità del Lazio Alessio D'Amato.

    I vaccini in tempo reale

  • In Campania 1.854 nuovi casi, 21 morti e 1.364 guariti

    Sono 1.854 i nuovi casi di coronavirus emersi nella giornata di ieri in Campania dall'analisi di 17.408 tamponi molecolari. Dei 1.854 nuovi positivi, 575 sono sintomatici o paucisintomatici. Nel bollettino odierno diffuso dall'Unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 21 nuovi decessi, 10 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 11 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. Il totale dei decessi in Campania dall'inizio della pandemia è 6.210. I nuovi guariti sono 1.364, il totale dei guariti è 284.587. In Campania sono ricoverati 137 pazienti Covid in terapia intensiva e 1.511 pazienti Covid in reparti di degenza.

    Coronavirus in Italia, i dati e la mappa

  • In Emilia-Romagna 1.001 nuovi positivi e 23 morti

    In Emilia-Romagna nelle ultime 24 ore i nuovi casi di Covid-19 sono stati 1.001, mentre i morti sono stati 23. In calo ricoveri nei reparti ordinari (-31) e casi attivi (-1.921). Invariato a 265 il totale dei pazienti in terapia intensiva. L'età media dei nuovi positivi di oggi è 37,7 anni. Dei malati effettivi, su 50.481 le persone in isolamento a casa, ovvero quelle con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o risultano prive di sintomi, sono 48.374 (-1.890), il 95,8% del totale dei casi attivi.

    Vaccini, domande e risposte

  • Locatelli: nessun dato che variante India resista a vaccini

    Non ci sono dati che supportino al momento la possibilità che la variante indiana possa resistere ai vaccini, dunque «andrei molto cauto e non creerei allarmismi». Lo ha detto a “Mezzora in più” il presidente del Consiglio superiore di sanità e coordinatore del Comitato tecnico scientifico Franco Locatelli sottolineando comunque ci sono «alcuni aspetti, per esempio quello relativo al potere contagiante, che vanno chiariti». Quanto sta accadendo in India, ha poi aggiunto Locatelli, dimostra come «la pandemia va affrontata a livello globale, con i paesi più fortunati economicamente che devono aiutare chi è più in difficoltà, prima di tutto per ragioni etiche». A questo proposito Stati uniti, Germania e Unione europea hanno annunciato aiuti all’India.
    Inoltre, Locatelli ha detto che «la verifica sul coprifuoco sarà fatta a metà maggio. È il tempo minimo per vedere che impatto hanno sulla curva epidemiologica una serie di scelte che hanno avuto il merito di tutelare la salute pubblica e venire incontro al disagio sociale e alla sofferenza economica».

    Franco Locatelli, presidente del consiglio superiore di Sanità (foto Ansa/Fabio Frustaci)

  • Da domani a Roma varchi di accesso presidiati in zone movida

    Con il passaggio in zona gialla e con le nuove misure anti-covd scattano da domani, a Roma, controlli più stringenti delle forze dell'ordine nelle aree pedonali normalmente punti di ritrovo della movida, come Pigneto, Campo de Fiori, Trastevere e San Lorenzo. In queste zone, con particolare attenzione per piazza Trilussa, la statua di Giordano Bruno e piazza Madonna dei Monti, ci saranno dei varchi, presidiati dalle forze di polizia che ne monitoreranno l'afflusso di persone. In caso di assembramenti, quindi, scatteranno le chiusure delle zone. Questo il piano messo a punto durante l'ultimo tavolo tecnico presieduto dal questore di Roma, Carmine Esposito. Sorvegliati speciali anche i mezzi di trasporto (bus, metropolitane e stazioni) più vicine a scuole e Università, dove sempre da domani si tornerà in presenza.

  • Puglia, 1203 casi su 9.617 test, 19 morti, ricoveri in calo

    C'è ancora un calo, più contenuto, rispetto a quello di ieri, di nuovi casi positivi al Covid-19 oggi in Puglia, soprattutto se si considera che è diminuito notevolmente il numero di test. Anche l'aumento dei guariti è un po' meno forte e infatti aumentano gli attuali positivi. In calo i decessi e i ricoverati. Nel bollettino epidemiologico quotidiano, stilato dalla Regione sulla base delle informazioni del dipartimento Promozione della Salute, si osserva come sono stati effettuati 9.617 test per l'infezione da coronavirus e sono stati registrati 1.203 casi positivi. Ieri i contagi erano 1.255 su 13.331 tamponi. Oggi sono 19 i decessi. Sono 174.226 i pazienti guariti mentre ieri erano 173.251 (+975). I casi attualmente positivi sono 49.271 mentre ieri erano 49.062 (+209). I pazienti ricoverati sono 1.973 mentre ieri erano 1.988 (-15).

  • Speranza: quando avremo coperto over 60 mortalità crollerà

    «Penso che l'obiettivo delle 500mila vaccinazioni al giorno sia alla nostra portata». Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, a “Domenica In”. «Ci sono due parole che devo guidarci nei prossimi giorni. Fiducia perché le misure che abbiamo adottato hanno funzionato e la campagna di vaccinazione va avanti. Ad essa va accompagnata la parola prudenza. Stiamo un po' meglio rispetto a qualche settimana fa sono ancora molti i contagiati e i ricoverati. E i vaccini proteggono da stragrande maggioranza varianti. Quando sarò vaccinato? Io ho 42 anni, la regola è partire dagli anziani perché lì si sono riscontrati i maggiori decessi. Vaccinare chi ha più di 60 anni è la priorità perché così avremo un crollo della mortalità».
    Sul coprifuoco. “Domani facciamo un primo passo. Monitoriamo settimana per settimana, se ci saranno le condizioni, io sarò il più felice di tutti a fare ancora dei passi avanti sul coprifuoco».

    Il ministro della Salute, Roberto Speranza (foto del 16 aprile 2021, Reuters/Remo Casilli)

  • Grecia, due casi di variante indiana

    Due casi di variante indiana del coronavirus sono stati individuati in Grecia, il primo a Patrasso venerdì ed il secondo oggi ad Atene: lo riferisce a Cnn.gr Dimitris Thanos, capo dell'Istituto di ricerca biomedica nella capitale greca. Nel caso dell'uomo che si è ammalato a Patrasso - in via di guarigione - non è stato individuato alcun contatto che spieghi il contagio con la variante. Il contagio ateniese riguarda un cittadino straniero di 33 anni - aggiunge Kathimerini - che ha viaggiato a Dubai ad inizio mese, e che era risultato negativo al tampone molecolare. Anche questo paziente ha avuto sintomi lievi.

  • Morto a 59 anni il designer Alber Elbaz, rilanciò Lanvin

    È morto nella notte a Parigi lo stilista israeliano-francese Alber Elbaz, che da giorni sarebbe stato in coma indotto in ospedale per gravi sintomi di Covid-19. Aveva 59 anni. Nato in Marocco e trasferitosi in Israele con la famiglia quando aveva 10 anni, Elbaz studiò nel Paese d'adozione e poi si trasferì a New York a metà degli anni Ottanta, lavorando per marchi come Geoffrey Beene e Yves Saint Laurent, prima di passare a Lanvin dal 2001 al 2015. Trasformò la casa di moda in un successo creativo e commerciale. Secondo i media francesi, la notizia del decesso è stata diffusa da Women's Wear Daily citando la Compagnie financière Richemont, con cui il designer collaborava per il nuovo marchio AZ Factory di recente lanciato. Il quotidiano Haaretz ha precisato che la causa della morte è legata al Covid-19.

    Foto di Alber Elbaz (in primo piano) durante una sfilata nel 2008 a Parigi (François Guillot/Afp)

  • Covid, Giani: in Toscana 955 nuovi casi, tasso positività al 4,35%

    «I nuovi casi registrati in Toscana sono 955 su 21.970 test di cui 14.542 tamponi molecolari e 7.428 test rapidi. Il tasso dei nuovi positivi è 4,35% (12,0% sulle prime diagnosi)». Lo scrive sulla sua pagina Facebook il presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani.

  • Ue: entro l’estate sarà vaccinato il 70% della popolazione. Presto accordo record con Pfizer

    «L'Unione europea sarà in grado di produrre abbastanza vaccini per raggiungere il suo obiettivo di immunità della sua popolazione adulta entro la metà di luglio», ha detto il commissario europeo per il mercato interno Thierry Breton. domenica in un'intervista al settimanale greco “To Vima”.«La Commissione europea ha fissato l'obiettivo di inoculare il 70% della popolazione adulta dell'Ue entro la fine di questa estate, puntando su un forte aumento delle consegne di vaccini per accelerare la sua campagna di vaccinazione»,
    La Commissione europea ha dichiarato all'inizio di questa settimana che prevede di concludere il più grande accordo di fornitura di vaccini al mondo entro pochi giorni, assicurando fino a 1,8 miliardi di dosi del vaccino Covid-19 di Pfizer tra il 2021-2023.

  • Iraq: incendio in ospedale Covid a Baghdad, 58 morti

    È di almeno 58 morti il bilancio di un incendio in un ospedale di Baghdad per pazienti Covid. Lo ha detto alla Dpa un componente dell'Alta commissione irachena per i diritti umani. Le fiamme sono divampate nell'ospedale Ibn al Jatib, nella parte sudorientale della capitale irachena.

  • Veneto, +788 contagi e 9 decessi in 24 ore

    Scende la curva del contagio in Veneto, che registra 788 nuovi positivi al Covid nelle ultime 24 ore e 9 decessi, per un totale di 407.830 infetti dall'inizio dell'epidemia e 11.235 vittime, tra ospedali e case di riposo. Lo riferisce il bollettino della Regione. I dati ospedalieri sono in miglioramento: nei normali reparti medici sono ricoverati 1.345 pazienti Covid (-5) e 214 (-3) nelle terapie intensive. I soggetti attualmente positivi e in isolamento sono 23.312 (+93).

  • Vaccini: in Italia somministrate 17,4 mln di dosi, immunizzati oltre 5 mln


    Roma, 25 apr. (LaPresse) - Sono 17.473.753 le dosi di vaccino anti Covid finora somministrate in Italia. Il dato, aggiornato alle 6 di questa mattina, è fornito dal 'Report Vaccini Anti Covid-19' del governo. In totale le persone che hanno completato il ciclo vaccinale sono 5.156.388. Quasi 20 milioni, per la precisione 19.880.040, le dosi di vaccino già distribuite, così suddivise: 13.422.240 del siero Pfizer/BioNTech, 4.550.800 di Astrazeneca, 1.727.200 di Moderna, 179.800 di Johnson & Johnson

  • Landini (Cgil): “È ora di vaccinare lavoratori non di licenziarli, prorogare blocco”

    “Se dovesse succedere che dal 30 giugno per l'industria e per il settore delle costruzioni si torna alla libertà di licenziamento noi non siamo d'accordo, lo abbiamo detto tre giorni fa insieme a Cisl e Uil al ministro Orlando e il giorno prima al presidente Draghi”. Così Maurizio Landini, segretario nazionale Cgil, interviene nella trasmissione radio 'Il caffé della domenica'. “Oggi è il momento di vaccinare i lavoratori non di licenziarli e credo che sia utile e saggio prorogare di qualche mese questa scadenza (blocco licenziamenti, ndr) perché in questo modo si può davvero lavorare per arrivare a una riforma degli ammortizzatori sociali che a partire da ottobre sia in grado di affrontare le necessarie riorganizzazioni senza la necessità di licenziare, ma utilizzando tutti gli strumenti più utili come i contratti di solidarietà, la cassa integrazione o la ricollocazione”, conclude Landini.

  • Speranza (Salute): vietato ingresso in Italia a chi è stato in India in ultimi 14 giorni

    “Ho firmato una nuova ordinanza che vieta l'ingresso in Italia a chi negli ultimi 14 giorni è stato in India. I residenti in Italia potranno rientrare con tampone in partenza e all'arrivo e con obbligo di quarantena”. Così il ministro della Salute, Roberto Speranza, su Facebook. “Chiunque sia stato in India negli ultimi 14 giorni e si trovi già nel nostro Paese è tenuto a sottoporsi a tampone contattando i dipartimenti di prevenzione. I nostri scienziati sono al lavoro per studiare la nuova variante indiana. Non possiamo abbassare la guardia. Venerdì è stato il giorno record per casi a livello mondiale con 893mila positivi di cui 346mila proprio in India”.

  • Scuola, Miozzo: “Governo intervenga sulle Regioni”

    ''Sin da aprile dello scorso anno sono state date indicazioni sul distanziamento nelle classi pollaio, sul dramma dei mezzi di trasporto, sulla criticità delle aggregazioni extrascolastiche. Purtroppo dal dibattito di queste ore sembrerebbe che non siano serviti a nulla gli sforzi fatti sinora su arredo scolastico, mascherine e disinfettanti, coordinamento con i prefetti. I dirigenti scolastici e il personale tutto si sono ben attivati nei mesi scorsi con innovazioni mai sperimentate prima d'oggi. Penso che nella narrazione negativa prevalga la considerazione della politica del territorio che insiste nel penalizzare la scuola rispetto ad altre categorie. È l'aspetto più sconfortante, per questo spero in una fortissima presa di posizione del governo che imponga all'intero Paese il principio della priorità da dare alla scuola''. Lo dice in un'intervista al 'Corriere della Sera' Agostino Miozzo, ex coordinatore del Cts, ora consulente del ministro dell'Istruzione Patrizio Bianchi.

    ''Esprimo un'opinione del tutto personale: io vedo nel dramma delle vicende scolastiche, come nel complesso del sistema sanitario, l'effetto negativo della modifica del titolo V della Costituzione che evidentemente quando è stato pensato non ha considerato emergenze come questa - aggiunge - L'autonomia didattica è un principio assolutamente condivisibile ma non può sostituirsi ai principi base del diritto allo studio, immaginando modalità e soluzioni a una situazione di crisi estemporanee e non condivise a livello nazionale. Ricordo che l'articolo 120 della Costituzione prevede il potere sostitutivo qualora le autonomie politiche locali non siano in grado di garantire i diritti costituzionalmente previsti, una ipotesi decisamente complessa e per certi aspetti dirompente''.

  • L’Ungheria riapre i caffè, ma contagi ancora alti

    In Ungheria le terrazze delle caffetterie e i ristoranti sono stati aperti malgrado che la situazione dei contagi per Covid rimanga ancora critica. Il premier Viktor Orban ha motivato l'apertura con il progresso delle vaccinazioni: 3,5 milioni di persone raggiunte (il 35% della popolazione). Il premier stesso si è concesso una birra su una terrazza, illustrando il successo su Facebook. Ed ha promesso un'apertura ampia dei servizi per la settimana prossima, una volta raggiunto il traguardo di quattro milioni di vaccinati, entro venerdì.

    Apriranno alberghi, ristoranti, cinema, teatri, concerti, biblioteche, palestre, bagni pubblici, con una tessera che attesti la vaccinazione. La somministrazione delle dosi procede bene grazie ad una grande fornitura di vaccino cinese Sinopharm e del russo Sputnik, oltre ai sieri approvati nell'Ue. Allo stesso tempo, però, la situazione dei contagi rimane critica: il numero dei morti rispetto alla popolazione in Ungheria è il più alto in Europa. Gli esperti e l'opposizione sono contrari alla riapertura, giudicata prematura. Orban invece cerca un consenso popolare rilanciando l'economia in vista delle elezioni nell'anno prossimo.

  • In Brasile 70mila nuovi casi in un giorno e altri 3mila morti

    Altri 3.076 decessi per Covid in un solo giorno e 71.137 nuovi contagiati nelle ultime 24 ore. Sono questi i dati in Brasile riportati dal portale del Consiglio nazionale delle segreterie di salute (Conass). I casi registrati nel Paese dall'inizio della pandemia sono adesso 14.308.215 mentre le vittime hanno raggiunto quota 389.492.

  • Otre 32 milioni di contagi in Usa: California la più colpita

    Gli Stati Uniti hanno superato la quota di 32 milioni di casi di coronavirus. Secondo i dati forniti dalla Johns Hopkins University dall'inizio della pandemia in Usa si sono contagiate 32.045.236 persone. Nella classifica degli stati, la California risulta quello più colpito con 3.731.145 casi e 61.445 vittime. A seguire, per quanto riguarda il numero di decessi, New York (51.951), Texas (49.921), Florida (34.812).

  • D'Amato: Lazio può salire a 100mila dosi al giorno ma servono garanzie

    “Noi siamo pronti a raggiungere e persino superare gli obiettivi che ci pone il commissario straordinario. Ma dobbiamo avere garanzie sulle dosi, con una previsione almeno per i prossimi 45 giorni”. Lo afferma l'assessore alla Salute della Regione Lazio, Alessio D'Amato, in una intervista a 'La Stampa'. “Saremmo in grado di arrivare persino a 100 mila” inoculazioni al giorno aggiunge, specificando di avere “in stand-by una rete di 1.000 farmacie”. “Il problema sono le forniture - ricorda -. Se accendiamo quella macchina, poi deve avere almeno 25 mila dosi al giorno, che è proprio il minimo sindacale. Ma ad oggi non abbiamo la certezza di avere le dosi necessarie”.

  • India, 350mila nuovi casi e record di vittime

    Continua a crescere la curva dell'epidemia di Covid in India, che ha stabilito il quarto record consecutivo per contagi quotidiani. Nelle ultime 24 ore sono stati 349.691, portando il totale a 16,96 milioni, rende noto Sky News. I decessi in un giorno sono stati 2.767, il numero più alto finora. Le vittime totali sono 192.311. Nella capitale New Delhi muore una persona ogni quattro minuti ed è un dramma anche la sepoltura, tanto che molti corpi vengono bruciati in strada.

  • In Italia vaccinato l’81% degli over 80

    L'81% degli over 80 in Italia ha ricevuto almeno una dose di vaccino. Entro il 5 maggio attese 5 milioni di dosi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti