Attualità

Coronavirus, ultime notizie: immunizzato oltre il 25% degli italiani

Le notizie sulla pandemia di sabato 19 giugno in diretta dall’Italia e dal mondo

Coronavirus: bollettino del 18 giugno 2021
  • Francia, in leggero aumento i casi di positività, ricoverati in calo

    Diminuisce il numero dei malati di Covid-19 ricoverati negli ospedali in Francia, dove ormai i pazienti affetti dalla malattia sono 10.531, contro i 10.738 del giorno prima, secondo i dati diffusi da Santé publique France. Nelle ultime 24 ore sono stati ricoverati 102 pazienti, mentre i reparti di rianimazione e terapia intensiva ne contano 1.703, contro le 1740 di giovedì. Nelle ultime 24 ore i decessi in ospedale dovuti al Covid-19 sono stati 22, per un totale di 110.753 dall'inizio dell'epidemia, 84.297 dei quali in ospedale. Aumenta invece leggermente il numero dei nuovi contagiati, con 2.624 infezioni contro le 2.439 di ieri. Quanto alla campagna vaccinale, risultano totalmente immunizzate 18.175.104 persone e 31.964.313 persone hanno ricevuto almeno una dose di vaccino, ossia il 47,7% della popolazione totale e il 60,9% dei maggiorenni.

  • Vaccini: al via campagna con 2 spot, “Vinciamo insieme”

    “Riprendiamoci il gusto del futuro, con il vaccino vinciamo insieme”. È partita oggi, con due spot diffusi dalla Rai, la campagna di comunicazione sui vaccini. Testimonial sono volti noti, da Amadeus a Federica Pellegrini, da Paolo Bonolis a Roberto Mancini, e persone normali. “L’invito ai cittadini della campagna della presidenza del Consiglio, in collaborazione con il dipartimento Editoria, è passare il messaggio che con la campagna di vaccinazione si può tornare alla vita, ripartire”, spiega il sottosegretario Giuseppe Moles. “Il simbolo è la V di vaccino, vita, vittoria”. Negli spot, che saranno diffusi anche sugli altri media e sui canali social, compaiono due dita aperte a formare una V.

  • Variante Delta si sta evolvendo, scoperta nuova versione

    Cresce la famiglia della variante Delta: la più diffusa delle tre versioni finora in circolazione, indicata con la sigla B.1.617.2, ha adesso una nuova versione individuata per la prima volta in India, nell’Istituto di genomica e biologia integrativa (Igib) del Consiglio nazionale delle ricerche indiano, Csir. La nuova variante si chiama B.1.617.2.1, a sottolineare il legame di famiglia con quella finora nota, ma per brevità viene indicata con la sigla AY.1. Secondo I ricercatori dell’Igib sarebbe già diffusa in alcuni Paesi e avrebbe caratteristiche che potrebbero renderla più resistente sia ai vaccini anti Covid, sia alle terapie basate sugli anticorpi.

  • Immunizzato oltre il 25% della popolazione, quasi uno su tre

    Oltre 45 milioni di dosi somministrate e quasi un italiano su tre già immunizzato, per l’esattezza 15.286.319, pari al 25,80% della popolazione. Sono i numeri di una campagna anti-Covid che procede sulla tabella di marcia del generale Figliuolo nonostante qualche intoppo, ultimo in ordine di tempo quello legato al cosiddetto richiamo ’eterologo’, che preoccupa non pochi vaccinandi. Dopo le parole del presidente del Consiglio Mario Draghi, che martedì riceverà la seconda dose di vaccino anti-Covid diversa dalla prima, a fare chiarezza arrivano le indicazioni del ministero della Salute.Gli under 60 che dopo aver ricevuto AstraZeneca non vorranno cambiare per il richiamo, potranno proseguire con Vaxzevria, anche se l’indicazione degli esperti resta quella di riservare il vaccino anglosvedese ai soli over 60. Lo stesso principio viene applicato all’altro vaccino a vettore virale, il monodose Johnson & Johnson.

    Per approfondire: Vaccini, ok alla seconda dose di Astrazeneca per gli under 60: ecco cosa stabilisce la nuova circolare del ministero

  • Lopalco: in Puglia possibile rifiutare eterologa

    La Puglia recepirà subito la nuova circolare del ministero della Salute che permette agli under 60 che hanno ottenuto la prima dose Astrazeneca di chiedere il richiamo sempre con Az anziché Pfizer o Moderna. Lo dichiara l'assessore alla Sanità della Regione Puglia, Pierluigi Lopalco. Quindi in Puglia sarà possibile rifiutare la vaccinazione eterologa: “Per gli under 60 - spiega l'assessore - come da ultima circolare del ministero, partiamo subito con la possibilità di somministrare la seconda dose di AZ a chi lo chiedesse”. A breve le Asl riceveranno la circolare dal dipartimento Salute.

  • Burioni, «28 morti ancora tanti ma presto saranno zero»

    “Ventotto morti oggi per Covid-19 e ancora sono tanti. Ma sono convinto che presto saranno zero e io ho già scelto la bottiglia”. Così su Twitter il virologo Roberto Burioni, professore ordinario di Microbiologia e Virologia all’università Vita-Salute San Raffaele di Milano, commenta il bollettino di oggi tornando a ribadire ottimismo per il futuro, grazie ai vaccini.

  • In Russia quasi 18mila nuovi casi: mai così tanti dal 31 gennaio

    In Russia sono stati registrati 17.906 nuovi casi di Covid-19, il dato più alto da l 31 gennaio. Lo riporta l’agenzia russa Tass. Da febbraio i casi sono cominciati a scendere nel Paese ma dall’8 giugno è stato rilevato un nuovo aumento.

  • Oggi in Italia 1.197 casi e 28 morti

    Sono 1.197 i nuovi contagi da coronavirus Sars-CoV-2 in Italia. I morti registrati nelle ultime 24 ore sono 28. I tamponi fatti da ieri sono stati 249.988, con un tasso di positività che rimane stabile allo 0,5%. Diminuiscono i ricoverati con sintomi, 176 in meno, per un totale di 2.504 persone, e calano anche i ricoveri in terapia intensiva, 22 in meno, per un totale di 394 persone. I guariti sono 4.087, in tutto 4.035.692 da inizio pandemia.

  • Gran Bretagna, oltre 10.300 contagi e 14 nuove vittime

    Nuovo importante balzo dei contagi in Gran Bretagna: sono 10.321 quelli registrati nella giornata di sabato, leggermente meno rispetto ai 10.476 casi di venerdì. In aumento, invece, il numero di decessi, passati dagli 11 di venerdì ai 14 di sabato.

  • Egitto produrrà 40 milioni di Sinovac nel 2021

    La ministra della Salute egiziana Hala Zayed ha annunciato che le fabbriche della Holding Company for Biological Products and Vaccines (Vacsera) hanno già iniziato a produrre vaccini anti-Covid in collaborazione con la società cinese Sinovac. Lo scrive oggi il sito Egyptian Streeet sintetizzando dichiarazioni rese ieri da Zayed. La ministra detto inoltre che l’Egitto è in procinto di produrre i primi due milioni di dosi nell’ambito dell’accordo con Sinovac e che dovrebbe produrre 40 milioni di dosi dello stesso siero entro la fine di quest’anno. Zayed ha aggiunto che l’Egitto è il primo paese del continente africano ad iniziare a produrre il vaccino contro il coronavirus, grazie alle aziende nazionali che hanno svolto un ruolo vitale nella produzione di vaccini e sieri negli ultimi decenni.

  • Oltre 990 mln di dosi somministrate in Cina

    Alla data di ieri, in tutta la Cina sono state somministrate più di 990,25 milioni di dosi di vaccini anti Covid-19. Lo ha reso noto oggi la Commissione Sanitaria Nazionale.

  • Vaccini, superate 210mila somministrazioni al Mandela Forum di Firenze

    Sono oltre 210mila le somministrazioni di vaccino effettuate dall’inizio della pandemia al Mandela Forum di Firenze, gestito dalla Asl centro. Un “traguardo importante che sarà festeggiato con la musica dal vivo di due giovani ensemble di classica”, lunedì prossimo, 21 giugno, alle 15, alla presenza del presidente della Regione Toscana, Eugenio Giani. Lo si legge in una nota.

  • In Emilia-Romagna 93 nuovi contagi e nessun morto

    Dall’inizio dell’epidemia da coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 386.192 casi di positività, 93 in più rispetto a ieri, su un totale di 24.222 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore. La percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti da ieri è del 0,4%. Non si è registrato nessun decesso e il totale resta a quota 13.245. Lo si evince dal bollettino della Regione.

  • Riunione Cts su mascherine prossima settimana, forse già lunedì

    Si dovrebbe tenere la prossima settimana, presumibilmente già lunedì a quanto apprende l’Adnkronos Salute, la riunione del Comitato tecnico scientifico sull’utilizzo delle mascherine all’aperto. Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha infatti inviato oggi una richiesta di parere formale al Cts per l’emergenza Covid sulle modalità e i termini della permanenza dell’obbligo di indossare le mascherine all’aperto.

  • In Valle d’Aosta 3 nuovi casi e nessun decesso

    Sono 3 i nuovi casi di Covid-19 emersi nelle ultime 24 ore in Valle d’Aosta, dato che porta il totale da inizio pandemia a 11.670. È quanto emerge dal bollettino della Regione. Ancora nessun decesso e il totale resta fermo a 472. Sono, invece, 11.137 i guariti (+6) e 61 gli attuali positivi (-3). Ammontano a 412 i tamponi analizzati nell’ultimo giorno, 136.302 dall’inizio della pandemia.

  • In Toscana 62 nuovi contagi e 1 decesso

    Sono 62 in più rispetto a ieri i nuovi casi positivi in Toscana (61 confermati con tampone molecolare e 1 da test rapido antigenico), che portano a 243.809 i casi registrati dall’inizio della pandemia. I nuovi casi sono lo 0,03% in più rispetto al totale del giorno precedente. L’età media dei 62 nuovi positivi odierni è di 38 anni circa (24% ha meno di 20 anni, 23% tra 20 e 39 anni, 39% tra 40 e 59 anni, 11% tra 60 e 79 anni, 3% ha 80 anni o più). Oggi si registra 1 nuovo decesso: una donna di 84 anni. Relativamente alla provincia di residenza, la persona deceduta è a Lucca. Sono alcuni dei dati contenuti nel bollettino della Regione.

  • J&J anche a migranti e clochard under 60

    Johnson & Johnson potrà essere somministrato anche a persone con meno di 60 anni, in particolare per quanto riguarda la vaccinazione di migranti, senza tetto o residenti in luoghi difficili da raggiungere. La decisione del vaccino monodose sarebbe dovuta anche ad una più difficile rintracciabilità a livello sanitario. E’ quanto si apprende da fonti governative, alla luce della circolare emanata dal ministero della Salute.

  • In Puglia altri 61 casi e tre morti

    In Puglia, sono stati registrati 7.142 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 61 casi positivi con una incidenza dello 0,8%. I nuovi casi sono 11 in provincia di Bari, 13 in provincia di Brindisi, 5 nella provincia Bat, 4 in provincia di Foggia, 12 in provincia di Lecce, 17 in provincia di Taranto. Un caso di provincia di residenza non nota è stato riclassificato e attribuito. Sono stati registrati 3 decessi, in provincia Bat. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.611.108 test. 237.305 sono i pazienti guariti, 8.909 sono i casi attualmente positivi e 203 i ricoverati. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.818.

    (Afp)

  • In Inghilterra parte il «Download Festival», concerti rock e tamponi

    Migliaia di fan dell’heavy metal sono in campeggio sotto la pioggia per assistere al primo festival musicale nel Regno Unito dall’inizio della pandemia di coronavirus. Il Download Festival di tre giorni, che si svolge a Donington Park nell’Inghilterra centrale, fa parte di una serie di eventi di prova per vedere se i raduni di massa potranno riprendere senza innescare focolai di Covid-19. Al festival partecipano circa 10mila spettatori, un decimo della presenza pre-pandemia.

    La locandina del Download Festival

  • Speranza chiede un parere al Cts sulle mascherine all’aperto

    Il ministro della Salute, Roberto Speranza, ha inviato una richiesta di parere formale al Comitato tecnico scientifico (Cts) sulle modalità e i termini della permanenza dell’obbligo di indossare le mascherine all’aperto. Il dibattito sui tempi per arrivare a uno stop di questa misura relativa ai dispositivi di protezione delle vie respiratorie non in contesti chiusi è in corso da giorni, e si è acceso dopo che la Francia ha scelto di eliminare già l’obbligo.

    Il ministro della Salute Roberto Speranza (Lapresse)

  • Presidente virologi: «Agire perché variante Delta non rovini l’autunno»

    Tracciare, sequenziare e vaccinare per evitare che la variante Delta (ex ’indiana’) di Sars-CoV-2 possa diventare il prossimo autunno anche per l’Italia il problema che già oggi rappresenta nel Regno Unito. A lanciare il monito in un’intervista all’Adnkronos Salute è Arnaldo Caruso, presidente della Società italiana di virologia (Siv-Isv), ordinario di Microbiologia e Microbiologia clinica all’università di Brescia e direttore del Laboratorio di Microbiologia dell’Asst Spedali Civili. “La variante Delta - conferma l’esperto - per la sua alta diffusibilità sta addirittura sostituendo la variante Alpha” o ’inglese’ del coronavirus pandemico. “Certamente - ragiona il numero uno dei virologi italiani - più una variante diffonde, più penetra nella popolazione e più fa danni. Ma questo al momento per noi è un pensiero lontano - rassicura - perché assistiamo da tempo alla presenza di focolai nel nostro Paese, che però finora non sembrano prendere piede in maniera importante né espandersi in modo esponenziale”. Quanto all’ordinanza annunciata ieri dal ministro della Salute, Roberto Speranza - che introduce una quarantena di 5 giorni con obbligo di tampone per chi proviene dalla Gran Bretagna - secondo Caruso “aiuterà. Però non toglie il fatto che la variante Delta è già in Italia”, ce l’abbiamo già in casa “e circola. Bisogna quindi garantire un tracciamento e un sequenziamento costanti, per cercare di capire fin dove arriva e come bloccarla”.

  • Putin: meglio vaccinarsi che ammalarsi

    “Vi ricordo ancora una volta che vaccinarsi è meglio che ammalarsi. In ogni caso, questa è la posizione dei migliori specialisti nel nostro Paese e nel mondo”. Lo ha detto Vladimir Putin al congresso del suo partito Russia Unita. Lo riporta la Tass. In Russia sono stati confermati 17.906 nuovi casi di Covid-19 nelle ultime 24 ore: il massimo di contagi accertati in un solo giorno dallo scorso 31 gennaio. Secondo l’Afp, che cita il sito web Gogov, in Russia hanno ricevuto almeno una dose di vaccino circa 19 milioni di persone su una popolazione di circa 146 milioni di abitanti.

  • Basilicata, 13 contagi e un decesso

    In Basilicata sono 13 i nuovi casi di contagio da Sars Cov-2, su un totale di 693 tamponi molecolari, e si registra 1 decesso per Covid-19. Lo rende noto la task force regionale della Basilicata con il consueto bollettino. La persona deceduta risiedeva ad Acerenza. I lucani guariti o negativizzati sono 91. I ricoverati negli ospedali di Potenza e di Matera sono 35 (-2) di cui nessuno in terapia intensiva. Per la vaccinazione, ieri sono state somministrate 4.488 dosi. Finora sono 267.081 i lucani che hanno ricevuto la prima dose del vaccino (48,3 per cento) e 141.885 quelli che hanno ricevuto anche la seconda dose (25,6 per cento) per un totale di somministrazioni effettuate pari a 408.966. I residenti in Basilicata sono 553.254. Per il miglioramento degli indicatori sanitari, da lunedì anche la Basilicata è in area bianca.

  • Governo, Patuanelli: «Quest’estate ci sarà la stabilità politica»

    “Credo che ci sarà una stabilità politica che ci consentirà anche qualche giorno di ferie, magari anche una settimana intera. Ma abbiamo davanti un’estate di lavoro, per dare risposte ai cittadini”. Lo dice il ministro delle Politiche agricole, forestali e alimentari, Stefano Patuanelli, intervenendo al Forum di Fiuggi ’Superare la pandemia.

  • Lombardia, possibile subito scelta seconde dosi AZ per under 60

    Il Lombardia è tutto pronto. Ed è possibile da subito per gli under 60 che hanno fatto la prima dose di vaccino anti-Covid con AstraZeneca continuare con lo stesso prodotto-scudo anche per la seconda, se rifiutano il richiamo eterologo. A comunicarlo è la direzione generale Welfare della Regione. “In seguito alla circolare del ministero della Salute di ieri, venerdì 18 giugno, con le ulteriori indicazioni per il completamento del ciclo vaccinale nei soggetti sotto i 60 anni che hanno ricevuto una prima dose di vaccino Vaxzevria* e chiarimenti sulle modalità d’uso del vaccino Janssen, si comunica che le indicazioni ministeriali sono da intendersi immediatamente operative”, chiarisca la Dg Welfare. “Pertanto, previa anamnesi e parere medico, i cittadini interessati potranno optare per la somministrazione della seconda dose ancora con AstraZeneca, qualora risulti impossibile convincerli a ricevere Pfizer o Moderna”, quindi un richiamo con vaccino a mRna, “e previa firma del consenso informato. Il vaccino J&J resta riservato agli over 60 o a specifiche situazioni” sotto questa fascia d’età.

  • Vaccini, in Sicilia 3 giorni di open day per over 60

    Tornano gli ’open day’ vaccinali in Sicilia. Da domani, 20 giugno, a martedì 22 giugno, ’porte aperte’, senza prenotazione, in tutti i punti vaccinali dell’Isola per le persone con più di 60 anni che vorranno ricevere il vaccino a mRna (Pfizer e Moderna) e per le persone con fragilità di qualsiasi età. Lo riporta una nota della Regione, in cui si specifica che “l’iniziativa, che è rivolta a chi non ha ancora ricevuto la prima dose vaccinale anti-Covid, è stata decisa dall’assessore regionale alla Salute, Ruggero Razza, per accelerare ulteriormente la campagna d’immunizzazione nell’Isola”.

  • Malta, zero nuovi casi per la quarta volta in una settimana

    Per la quarta volta in sette giorni consecutivi a Malta sono stati registrati zero nuovi casi, con una media di circa duemila test quotidiani. Il risultato, che sarà ufficialmente reso noto col bollettino delle 12.30, è stato anticipato dal vicepremier e ministro della salute, Chris Fearne, durante un intervento a Radio One, emittente del partito laburista, in cui ha aggiunto che sono ormai 278mila, ovvero due terzi della popolazione maggiorenne, ad avere ricevuto la doppia dose di vaccino e che entro domani l’80 dei residenti adulti ne avrà avuta almeno una. Il bollettino dei nuovi contagi nelle 24 ore è rimasto a zero giovedì, martedì e domenica scorsi. Da giovedì scorso, dopo la morte di un uomo di 82 anni che ha avuto una ricaduta nonostante fosse completamente vaccinato, non ci sono più pazienti per Covid in ospedale. Tutti casi attivi (32 a venerdì) sono trattati a domicilio.

    Un ristorante all’aperto di Malta (Reuters)

  • Veneto, numeri ancora più bassi: 58 contagi e un morto

    Numeri Covid sempre bassi in Veneto che registra 58 nuovi casi di positività al virus nelle ultime 24 ore e un decesso. Lo riferisce il bollettino della Regione. Il dato totale degli infetti da inizio dell’epidemia sale a 424.983, quello delle vittime a 11.602. Scendono ancora i numeri ospedalieri: sono 336 ( -24) i posti letto occupati dai malati Covid dei quali 294 (-35) nelle normali aree mediche e 42 (-1) in terapia intensiva.

  • Lodi, record di nascite a un anno di distanza nella prima zona rossa d’Italia

    Nel 2019 erano venuti al mondo in 553 all’ospedale di Lodi. Nel 2020, anno della pandemia di Covid-19, nella prima zona rossa d’Italia il numero di parti si era fermato a 469. Nel 2021, complice forse un «effetto lockdown» e l’aumento del tempo trascorso chiusi in casa, in sei mesi si è già raggiunto il dato complessivo dell’anno «nero» del virus: i parti conteggiati dall’Asst lodigiana sono a quota 465, di cui cinque gemellari. Il che porta il numero di bebè a quota 470. Sono dati che fanno riferimento ai soli nati nel contesto della singola Asst di Lodi, ma rappresentano un piccolo segno di speranza su cui, in occasione di un convegno web dal titolo «Nascere e ri-Nascere nel Lodigiano al tempo del Covid-19» si è voluto mettere l’accento. Missione: sensibilizzare sul problema della denatalità del territorio e illustrare le strategie messe a punto dalla Regione Lombardia per sostenere le famiglie.

    Anastasia Giuliani, ostetrica dell’ospedale di Lodi (Adnkronos)

  • Venezia conferma l’ordinanza anti-movida anche in zona bianca

    Nonostante la zona bianca in atto già da una settimana, Venezia rinnova anche per questo weekend l’ordinanza «anti-movida» che prevede la somministrazione e la consumazione di alimenti e bevande esclusivamente al tavolo dei locali in alcune zone del centro urbano, per evitare assembramenti che aggravino la diffusione di Covid-19. Fino a domenica, dalle ore 15 alle 24, «ferma restando la possibilità di somministrazione e consumazione al banco - è scritto nell’ordinanza - nel rigoroso rispetto del distanziamento interpersonale di un metro tra cliente e cliente, è consentita la somministrazione e la consumazione di alimenti e bevande esclusivamente al tavolo».

    Il ritorno dei turisti a Venezia (Ansa)

  • Russia, altri 17.906 casi e 466 morti: record a Mosca

    La Russia nella giornata di sabato 19 giugno ha registrato 17.906 nuovi casi di Covid-19, picco dal 31 gennaio. Il dato comprende il record di 9.120 contagi a Mosca. Sale così a quota 5.299.215 infezioni il bilancio dall’inizio della pandemia. La task force governativa sul coronavirus ha confermato poi 466 morti legate al coronavirus nelle ultime 24 ore, per un dato complessivo da 128.911 unità. Il conteggio separato dell’agenzia statistica statale però fa riferimento a 270mila morti legate al Covid-19 da aprile 2020 ad aprile 2021.

    Mosca, non si fermano i giri turistici sulla Moscova (Afp)


  • AstraZeneca, in Italia nessun caso di trombosi dopo la seconda dose

    «In ottemperanza a un principio di massima cautela ispirato a prevenire l’insorgenza di fenomeni Vitt in soggetti a rischio basso di sviluppare patologia Covid-19 grave e a un principio di equità che richiede di assicurare a tutti i soggetti pari condizioni nel bilanciamento benefici/rischi, conferma la raccomandazione, già espressa in data 11 giugno, all’utilizzo di un vaccino a mRNA nei soggetti di età inferiore ai 60 anni».

    Il vaccino AstraZeneca (Epa)

    È quanto si legge in un estratto del verbale della riunione del Cts di venerdì 18 giugno, allegata alla Circolare del ministero della Salute. Inoltre «i fenomeni tromboembolici sono meno frequentemente osservati dopo somministrazione della seconda dose (secondo stime provenienti dal Regno Unito sono pari a 1,3 casi per milione, valore che corrisponde a meno di 1/10 dei già rari fenomeni osservati dopo la prima dose). Secondo quanto riferito dal Direttore Generale di Aifa, a oggi, in Italia, non sono stati registrati casi di Vitt dopo la seconda somministrazione di Vaxzevria».

  • Francia, rave party illegale disperso dai gendarmi

    In Francia la gendarmeria è intervenuta nel cuore della notte per disperdere un rave party illegale, radunato a dispetto delle restrizioni anti-Covid, vicino a Redon, in Bretagna, e nei conseguenti tafferugli ci sono stati «diversi feriti da entrambe le parti». Lo fa sapere la prefettura di Ille-et-Vilaine. «Per diverse ore le forze dell’ordine hanno affrontato individui violenti che rifiutavano di lasciare il posto», indica la prefettura in una nota.

  • Milano, sequestrate 100mila mascherine con falso marchio Ce

    I militari del Comando Provinciale della Guardia di Finanza di Milano hanno sequestrato oltre 100mila mascherine con falso marchio Ce, per un valore commerciale complessivo di oltre 80mila euro e hanno denunciato due cittadini cinesi. In particolare, nel corso dei servizi di controllo, i baschi verdi hanno individuato in città, nella zona limitrofa a via Paolo Sarpi, un’attività commerciale che stoccava clandestinamente dispositivi medici e di protezione individuale di diverse categorie, riportanti i marchi Ce contraffatti e privi della certificazione obbligatoria.

    Le mascherine sequestrate a Milano dalla Gdf (Ansa)

  • Usa, Biden: 300 milioni di dosi somministrate in 150 giorni

    «Oggi raggiungeremo il traguardo di 300 milioni di dosi» del vaccino contro il Covid-19 «somministrate in 150 giorni». Lo ha annunciato il presidente americano Joe Biden, sottolineando che il 65% degli adulti ha ricevuto almeno una dose di vaccino contro il Covid-19 e che questo preparerà il terreno per un’estate relativamente normale. «Ci stiamo dirigendo verso un’estate molto diversa rispetto all’anno scorso», ha detto il presidente, «yn’estate luminosa, un’estate di gioia».

    Il presidente Usa Joe Biden (Afp)

  • Brasile, 82 positivi per la Coppa America di calcio

    Il governo del Brasile fa sapere che ammontano a 82 le persone coinvolte nella Coppa America di calcio che hanno contratto il Covid-19. Crescono insomma di 16 unità rispetto al bilancio del giorno precedente. Il ministero della salute ha dichiarato che sono stati effettuati 6.926 test, con 37 giocatori e collaboratori delle dieci squadre del torneo risultati positivi più 45 lavoratori. Tutte e quattro le città che ospitano il torneo - Rio de Janeiro, Brasilia, Cuiaba e Goiania - hanno casi riconducibili al torneo.

    Coppa America, un’azione di Argentina-Uruguay (Afp)


  • India, altri 60.753 casi e 1.647 morti

    L’India ha registrato nella giornata di sabato 19 giugno 60.753 nuovi casi di Covid-19 e 1.647 morti, secondo i dati diffusi dal governo. I casi totali dall’inizio della pandemia sono saliti a 29,82 milioni e finora si contano 385.137 morti per le infezioni.

    Gauhati, India: tamponi in corso (Ap)

  • Quarantena di 5 giorni e tampone per chi arriva dal Regno Unito

    Italia tutta bianca da lunedì, salvo la Valle d’Aosta. Ma sale la preoccupazione per le varianti diffuse in Europa. A Mosca riguarda l’83% dei malati, in Gran Bretagna ha provocato il picco di contagi da quattro mesi. Il ministro della Salute Roberto Speranza ha disposto infatti il ritorno di una quarantena di cinque giorni e del tampone obbligatorio per chi viene in Italia dal Regno Unito.

    Roma, Campo de’ Fiori in zona bianca (Lapresse)

    «La fine del Covid è ancora lontana», commenta il premier Mario Draghi. L’incidenza del virus da noi scende intanto sotto quota 50. «La curva più bassa nell’Ue», commenta Silvio Brusaferro, portavoce del Comitato tecnico scientifico.

  • Draghi: libertà di scelta sulla seconda dose eterologa

    Dare la possibilità di scelta agli italiani che hanno ricevuto la prima dose di AstraZeneca: potranno fare il richiamo con un vaccino diverso - Pfizer o Moderna - oppure ricevere la seconda inoculazione ancora con il siero anglo-svedese. «L’eterologa funziona anche meglio per gli under 60, io sono prenotato martedì», assicura il premier Mario Draghi.

    Il premier Mario Draghi (Ansa)

    «La cosa peggiore che si può fare è non vaccinarsi o vaccinarsi con una dose sola». Il presidente del Consiglio avverte: «Ora la sfida principale è andare a cercare tutti coloro che hanno più di 50 anni e non si sono ancora vaccinati». Tra i nodi da sciogliere resta quello della mascherina all’aperto. In giornata il premier scriverà al Cts per capire se si può toglierla o no.

  • In Italia 1.147 casi e 35 morti

    In Italia venerdì 18 giugno si registravano 1.147 casi e 35 vittime, sulla base di 216.026 tamponi. Il tasso positività si attestava allo 0,5%. Nel complesso si registrano 416 ricoverati in terapia intensiva, in calo di 28 unità rispetto al giorno precedente. I casi dall’inizio dell’epidemia si attestavano a 4.250.902 unità, i morti a quota 127.225.

    I DATI DEL CONTAGIO
    Loading...

    I dimessi e i guariti erano invece 4.031.605, con un incremento di 7.648 rispetto al giorno precedente, mentre gli attualmente positivi scendevano a 92.072, in calo di 6.536 nelle 24 ore. In isolamento domiciliare risultavano 88.976 persone (-6.300 rispetto a giovedì 17 giugno).

    PER APPROFONDIRE:
    La mappa dei contagi
    Vaccini in tempo reale
    Cosa ha scoperto la scienza

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti