Europa

Coronavirus, ultime notizie. Usa: oltre 61mila casi e 564 vittime nelle 24 ore. 21 farmaci in grado di bloccare la replicazione del virus. Il consigliere per la sicurezza nazionale di Trump positivo

● Afp, oltre 650mila vittime nel mondo
● Con plasmoterapia mortalità ridotta al 6%
● Hong Kong, oltre 100 contagi per il quinto giorno consecutivo: scattano nuove restrizioni
● In Cina 61 nuovi casi legati alle città di Urumqui e Dalian, peggior dato da marzo
● In Vietnam evacuati 80mila turisti dalla città di Danang
● In India 1,4 milioni di casi, l’epidemia cresce del 20% in una settimana
● Negli Usa rallentano i contagi: 55.187 nelle ultime 24 ore
Coronavirus, cosa ha scoperto la scienza
Che cosa è successo nel mondo ieri 26 luglio



  • Trump, di recente non ho incontrato O'Brien

    «Recentemente non l'ho visto»: cosi' Donald Trump ha risposto a chi gli chiedeva a quando risalisse l'ultimo incontro con il consigliere per la sicurezza nazionale Robert O'Brien, risultato positivo al coronavirus. «Non l'ho visto - ha ripetuto il tycoon - più tardi lo chiamerò».

  • Bilancio Usa: oltre 61mila casi e 564 vittime nelle 24 ore

    I Centri statunitensi per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) hanno riportato 4.225.687 casi ad oggi della pandemia, con un aumento di 61.795 casi rispetto al conteggio precedente e hanno affermato che il numero di decessi è aumentato di 564 a 146.546.

  • Trump: enormi progressi sul fronte del vaccino

    «Sul fronte del vaccino stiamo facendo enormi progressi. Non siamo mai andati così veloci»: lo ha detto Donald Trump affermando che negli Usa «si stanno producendo in anticipo i candidati al vaccino più promettenti».

  • Irlanda, scuole riaperte a fine agosto

    In Irlanda le scuole riapriranno alla fine di agosto, dopo che erano state chiuse il 12 marzo a causa della pandemia da coronavirus. Lo ha annunciato il primo ministro irlandese Micheal Martin in una conferenza stampa. «Non esiste il rischio zero, ma possiamo limitare il rischio di propagazione del virus nelle nostre scuole in modo considerevole», ha aggiunto. Il piano per la riapertura degli istituti scolastici prevede un finanziamento di 370 milioni di euro, per assumere un migliaio di insegnanti al fine di ridurre l'affollamento nelle classi e favorire il distanziamento sociale. Inoltre verrà finanziato l'acquisto di materiale di protezione e prodotti per la pulizia, nonché dei dispositivi particolari per le persone considerate vulnerabili al Covid-19. In totale l'Irlanda ha registrato finora 1.764 vittime per Covid-19, con un picco di 77 decessi in un solo giorno in aprile. Nelle ultime settimane, il Paese ha registrato diversi giorni senza nuove vittime. Tuttavia, l'ultima fase di allentamento delle restrizioni in Irlanda, prevista per il 20 luglio con la riapertura completa dei pub, è stata rinviata al 10 agosto a causa di un aumento di nuovi casi.

  • In Romania 1.104 casi e 19 morti nelle 24 ore

    In Romania, il Paese dei Balcani maggiormente colpito dalla pandemia, anche nelle ultime 24 ore i casi di coronavirus sono stati più di mille, per l'esattezza 1.104 su 7.574 test effettuati. Il totale dei contagi sale a 45.902. Vi sono stati da ieri altri 19 decessi, che portano a 2.206 il numero delle vittime dall'inizio dell'epidemia. Per la forte ripresa dei contagi, sugli arrivi in Italia da Romania e Bulgaria - entrambi Paesi Ue - è stato imposto l'obbligo di quarantena di 14 giorni. Per gli altri Paesi dei Balcani, extra Ue e extra Schengen, vige il divieto di ingresso in Italia. Si tratta di Serbia, Montenegro, Kosovo, Macedonia del Nord e Bosnia-Erzegovina

  • A Cuba 37 nuovi casi, dato più alto da settimane

    Le autorità sanitarie cubane hanno riferito oggi di una situazione «non favorevole» nell'ambito del controllo della pandemia del coronavirus, riportando 37 nuovi casi registrati nelle ultime 24 ore, il numero più alto da diverse settimane, e annunciando un aumento dei territori sottoposti a quarantena. Anche oggi non si registrano morti per il virus sull'isola, che da 15 giorni non lamenta nuovi decessi per Covid-19. Sulle circostanze che hanno portato a questi risultati, Francisco Durán, direttore nazionale di Epidemiologia del ministero della Salute cubano, ha denunciato in conferenza stampa «la pericolosità della malattia» e «l'indisciplina». “«Non possiamo permettere a una parte della popolazione di causare questa situazione», ha spiegato il funzionario. Le quarantene in vigore oggi nell'isola sono aumentate a cinque, quattro delle quali a L'Avana, tutte a causa di focolai di coronavirus, e una a Bauta, città molto vicina alla capitale che si trova nella provincia di Artemisa. I dati riferiti oggi hanno portato a 2.532 il totale di contagi di coronavirus a Cuba dall'inizio della pandemia l'11 marzo scorso, con 87 vittime confermate.

  • Francia, 2.551 casi in più da venerdì

    In Francia i casi confermati sono aumentati di 2.551 da venerdì scorso, raggiungendo un totale di 183.079. In calo da 410 a 398 i ricoverati in terapia intensiva, su un totale di 5.655 pazienti ospedalizzati (erano 5.720 venerdì).

  • Turchia, 919 casi e 17 vittime in 24 ore

    Salgono a 227.019 i casi di Covid-19 in Turchia, con 919 contagi registrati nelle ultime 24 ore su 45.283 tamponi effettuati. Le nuove vittime sono 17, per un totale di 5.630 decessi confermati. I ricoverati in terapia intensiva ammontano a 1.263, con 392 intubati, mentre i pazienti guariti crescono di 982 e arrivano a 210.469. I test complessivi effettuati sono 4.617.971. Lo ha riferito nel suo bollettino quotidiano il ministro della Salute turco Fahrettin Koca, precisando che negli ultimi tre giorni non ci sono stati nuovi ricoveri in terapia intensiva in 21 province.

  • Afp, oltre 650mila vittime nel mondo

    La pandemia di coronavirus ha causato la morte di oltre 650.000 persone in tutto il mondo, quasi un terzo delle quali in Europa, secondo un conteggio del 'Afp realizzato da fonti ufficiali oggi. In totale, sono stati registrati 650.011 decessi, per un totale di 16.323.558 casi (9.190.345 persone sono considerate guarite). Il bilancio delle vittime è raddoppiato in poco più di due mesi e dal 9 luglio sono state registrate oltre 100.000 nuove morti. L'Europa rimane il continente più colpito in termini di bilancio delle vittime (208.138), ma la pandemia sta ancora progredendo rapidamente in America Latina e nei Caraibi, dove sono stati registrati 184.307 decessi. Gli Stati Uniti sono il paese con il pedaggio più pesante (146.968 morti).

  • Lamorgese, quasi tutti rintracciati migranti P. Empedocle

    I migranti che si erano allontanati dalla struttura di Porto Empedocle (leggi sotto, ndr) sono stati quasi tutti rintracciati. Lo ha detto la ministra dell'Interno, Luciana Lamorgese, in una telefonata con il governatore siciliano Nello Musumeci .La responsabile del Viminale ha poi confermato che, nell'hotspot di Lampedusa e nell'hub di Porto Empedocle, sono stati intensificati i trasferimenti dei migranti verso altre strutture e che, entro la giornata di domani, verrà completato lo spostamento di circa 520 migranti.

  • Speranza: indossare la mascherina è essenziale

    «Indossare la mascherina resta una delle regole essenziali per contrastare la diffusione del coronavirus. Siamo fuori dalla tempesta ma non siamo ancora approdati in un porto sicuro. Non dividiamoci su questo». Lo ha dichiarato il ministro della Salute, Roberto Speranza, al webinar 'Pandemia: le forme del politico”.

    Il ministro della Salute Roberto Speranza. (ANSA/RICCARDO ANTIMIANI)
  • Sileri (viceministro Salute): test in aeroporto per chi arriva da fuori Schengen

    È «necessario che vengano fatti test in aeroporto soprattutto da chi viene da aree fuori Schengen o da Paesi fuori controllo». Lo afferma su Twitter il viceministro alla Salute Pierpaolo Sileri. Intanto, «a Malpensa - ha detto - sono iniziati i test rapidi che danno risposta dalla saliva in pochi minuti» circa la positività al SarsCov2. La «nostra libertà - ha aggiunto - deve essere vincolata all'uso 'spregiudicato' del tampone. Non sappiamo cosa accadrà ma a settembre-ottobre il virus potrebbe circolare di più col freddo e noi dobbiamo essere pronti».

  • Tunisia, 3 nuovi casi nelle 24 ore

    La Tunisia registra nelle ultime 24 ore altri 3 nuovi contagi da coronavirus, che portano a 1455 il totale dei casi confermati nel Paese nordafricano dall'inizio del diffondersi dell'epidemia. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Tunisi in un comunicato, precisando che i decessi sono 50, i guariti 1157, e 248 le persone attualmente positive sull'intero territorio. Gli ultimi casi recensiti riguardano 2 cittadini tunisini rientrati dall'estero e un contagio locale. La Tunisia ha riaperto le frontiere lo scorso 27 giugno e le persone provenienti dall'Italia possono farvi ingresso senza alcuna restrizione.

  • Fauci non esclude vaccino entro ottobre

    Il virologo americano Anthony Fauci non esclude che un vaccino anti Covid-19 possa essere pronto entro ottobre o, più probabilmente, entro novembre. Il direttore dell'Istituto nazionale per le malattie infettive statunitense, in una call con la stampa specializzata, non ha dunque escluso la cosiddetta 'October Surprise' nel giorno della notizia dell'avvio della 'fase 3' della sperimentazione del vaccino sviluppato dall'azienda Usa Moderna «L'approvazione a ottobre è possibile - ha affermato - probabilmente a novembre, ma potrebbe arrivare anche prima».

  • Mitsubishi: a causa del coronavirus maggior perdita in 16 anni

    Mitsubishi Motors prevede la maggior perdita in 16 anni in seguito al drastico rallentamento delle vendite a livello globale, a causa della pandemia del coronavirus. Il costruttore auto giapponese - partner nell'alleanza con Renault e Nissan - si aspetta un rosso di 360 miliardi di yen per l'esercizio fiscale in corso, pari a 2,9 miliardi di euro, superiore a quello registrato nel 2004, di 475 miliardi di yen, quando di mezzo ci furono i costi dei richiami dovuti a centinaia di migliaia di modelli difettosi. Mitsubishi ha inoltre deciso la chiusura nel Giappone centrale dello stabilimento che produce i modelli Suv Pajero e Outlander, nella prima metà del 2021. «Stiamo affrontando una crisi che non ha precedenti nel settore delle quattro ruote per via della pandemia su scala globale», ha detto l'amministratore delegato della casa auto, Kato Takao, in una conferenza trasmessa online. Nella presentazione del piano aziendale fino al 2022, Mitsubishi ha inoltre annunciato una riduzione dei costi operativi del 20% e ulteriori misure per favorire i prepensionamenti oltre al congelamento delle nuove assunzioni. Il costruttore auto ha aggiunto che intende concentrare le sue attività sui paesi del Sud-est asiatico, l'area geografica considerata il mercato principale.

  • Germania: obbligo tampone a chi torna da Paesi a rischio

    Chi torna in Germania da paesi a rischio coronavirus in futuro avrà l'obbligo di farsi fare il tampone per verificare l'eventuale contagio da Covid-19. Lo ha detto il ministro della Salute Jens Spahn alla Dpa. Il test sarà gratuito

  • Google estende smart working fino a luglio 2021

    Google ha annunciato che a causa della pandemia ha esteso fino al luglio 2021 la policy che permette ai propri dipendenti di lavorare da casa. La precedente scadenza del lavoro in smart working era stata fissata per la fine del 2020, con il permesso di rientrare in ufficio solo in alcuni casi.

  • Brasile, stimato calo Pil del 5,77% nel 2020

    Il mercato finanziario prevede che il Prodotto interno lordo (PIL) del Brasile subirà un calo del 5,77% nel 2020 come conseguenza della crisi del coronavirus. Il dato, contenuto nel rapporto Focus preparato dalla Banca centrale brasiliana sulla base di stime di società di consulenza e operatori di borsa, evidenzia un miglioramento rispetto alla stima della scorsa settimana, quando il mercato aveva previsto una riduzione del Pil del 5,95%. È la quarta settimana consecutiva che il rapporto Focus della Banca centrale riduce la stima del declino economico del gigante sudamericano, primo Paese in America Latina e secondo nel mondo dopo gli Stati Uniti per numero di contagi e vittime della pandemia, con 2.419.091 di casi e 87.004 decessi. Dopo la contrazione del 2020 dovuta alla crisi causata da Covid-19, si stima che l'economia brasiliana registrerà una crescita del 3,50% nel 2021 e del 2,50% nel 2022. Il mercato calcola che in Brasile quest'anno l'inflazione sarà all'1,67%, contro l'1,72% indicato la scorsa settimana, mentre l'anno prossimo sarà del 3%.

  • Macedonia del Nord, 128 nuovi contagi e 6 decessi nelle 24 ore

    In Macedonia del Nord nelle ultime 24 ore si sono registrati 128 nuovi contagi, con il totale salito a 10.213. Come riferiscono i media regionali, altri sei decessi hanno portato a 466 il numero delle vittime.

  • Casa Bianca: nessun rischio per Trump e Pence

    «Non c'è alcun rischio di contagio per il presidente Donald Trump e per il vicepresidente Mike Pence»: lo afferma la Casa Bianca confermando la notizia della positività al virus del consigliere per la sicurezza nazionale Robert O'Brien. «Il lavoro del consiglio per la sicurezza nazionale - si aggiunge - prosegue senza interruzioni». La Casa Bianca non specifica le circostanze attraverso le quali O'Brien potrebbe aver contratto il virus, né i sintomi mostrati. O'Brien - riportano i media Usa - ha viaggiato in Europa all'inizio del mese per incontrare le controparti di Francia, Italia, Regno Unito e Germania. Oltre a presiedere il Consiglio per la sicurezza nazionale della Casa Bianca è anche membro della task force sul coronavirus che si riunisce almeno una volta alla settimana. È una delle figure più presenti nello Studio Ovale.

  • In Lombardia quarto giorno senza vittime

    Quarto giorno consecutivo senza decessi e sei province (Cremona, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese) a zero contagi in Lombardia. «Continua il trend dei dati incoraggianti in merito all'emergenza Covid, anche se non dobbiamo abbassare la guardia nei confronti dei focolai, anche di piccole dimensioni, che le nostre strutture sanitarie territoriali stanno scovando e bloccando ancora in fase embrionale», commenta l'assessore regionale al Welfare, Giulio Gallera. I ricoverati in terapia intensiva sono 14 (+1), i ricoverati negli altri reparti 137 (-2). Resta quindi invariato il numero totale dei morti che sono 16.801 in Lombardia dall'inizio della pandemia. Dei 34 nuovi casi positivi, con 3.992 tamponi effettuati (1.265.549 in totale), 14 sono nella provincia di Milano, di cui 7 a Milano città, 8 a Bergamo, 2 a Brescia, Como, Monza e Brianza e Lecco. Zero nuovi casi nelle altre sei province, cioè a Cremona, Lodi, Mantova, Pavia, Sondrio e Varese.

  • Il Belgio rafforza le restrizioni

    Il Belgio torna a restringere le misure sanitarie per frenare l'aumento dei contagi che il Paese ha visto dall'inizio di luglio. La premier Sophie Wilmes, dopo la riunione del Consiglio nazionale di sicurezza, ha annunciato che la 'bolla sociale', il numero di persone che è possibile frequentare ogni settimana, si restringe da 15 a 5, e viene ridotta la partecipazione ad eventi al chiuso (massimo 100 persone) e all'aperto (massimo 200).

  • Migranti: fuga di massa da tensostruttura Porto Empedocle

    Fuga in massa di migranti dalla tensostruttura della Protezione civile, allestita nella banchina di Porto Empedocle (Ag).Polizia e carabinieri hanno avviato le ricerche dei fuggitivi. Nella tensostruttura, con una capienza massima di 100 persone, c'erano 520 migranti.

  • Con plasmoterapia mortalità ridotta al 6%

    Una riduzione consistente del tasso di mortalità: da una media precedente che oscillava tra il 13 e il 20% tra i pazienti con Covid-19 ricoverati in terapia intensiva, ad un livello del 6% una volta applicata la plasmaterapia. È il dato più significativo che emerge dalla pubblicazione su 'Haematologica', dei risultati dello studio condotto dal San Matteo di Pavia e dall'Asst di Mantova sull'uso del plasma da donatori convalescenti come terapia per i pazienti critici affetti da coranivirus.

  • 21 farmaci in grado di bloccare la replicazione del virus

    Ventuno farmaci esistenti hanno dimostrato di poter bloccare la replicazione del coronavirus SarsCov2. Questo il risultato di uno studio pubblicato sulla rivista Nature e realizzato da un team internazionale di ricercatori con l'obiettivo di offrire alla comunità scientifica un arsenale più ampio di potenziali armi contro Covid-19. Quattro di questi farmaci hanno funzionato in sinergia con remdesivir. Nello studio, il team di ricerca ha condotto test approfonditi, compresa la valutazione dei farmaci sulle biopsie polmonari umane infettate dal virus, attingendo a una delle più grandi banche dati sui farmaci (ReFRAME). Facendo uno screening tra le 12.000 molecole presenti, ne sono state individuate 100 con attività antivirale confermata nei test di laboratorio. Di queste, 21 si sono dimostrate essere efficaci nel bloccare la replicazione del SarsCov2 in dosi con concentrazioni che garantivano la sicurezza dei pazienti. In particolare, 4 di questi farmaci hanno funzionato in sinergia con remdesivir, incluso il derivato della clorochina hanfangchin A (tetrandrina), un antimalarico che ha raggiunto gli studi clinici di fase 3. Il Remdesivir, attuale trattamento standard di cura per Covid-19, «ha dimostrato con successo di abbreviare i tempi di recupero per i pazienti in ospedale, ma il farmaco non funziona per tutti coloro che lo ricevono», afferma Sumit Chanda, direttore del programma di immunità e patogenesi a Sanford Burnham Prebys e autore senior dello studio. «Questo studio espande significativamente le possibili opzioni terapeutiche, soprattutto perché molte delle molecole hanno già dati di sicurezza clinica nell'uomo», afferma Chanda. «Sulla base della nostra analisi - aggiunge - clofazimina, hanfangchin A, apilimod e ONO 5334 rappresentano le migliori opzioni a breve termine». I ricercatori stanno attualmente testando tutti i 21 composti in modelli animali e “mini polmoni”, o organoidi polmonari, che imitano il tessuto umano.

  • Gravina (Figc): protocollo Covid inapplicabile nella prossima stagione

    «Sono molto ma molto preoccupato per la prossima stagione. Le squadre dovranno cominciare tra non molto i raduni e siamo in grandissimo ritardo nella conoscenza delle nuove procedure da seguire. Non sappiamo questo stato d'emergenza per quanto tempo ancora sarà prorogato». Intervenendo a 'La Politica nel Pallone' su Gr Parlamento, il presidente della Figc Gabriele Gravina lancia un grido d'allarme a proposito del protocollo sanitario applicato al calcio. «È inapplicabile d'ora in avanti. Questo protocollo ha dovuto tener conto dell'evoluzione dell'epidemia nel nostro paese - spiega Gravina - e bisogna continuare a tenerne conto, ma bisogna anche essere realisti: lo abbiamo applicato in una situazione di emergenza per un brevissimo periodo di tempo, ma immaginare di continuare ad applicarlo fino alla fine della prossima stagione sportiva, con tamponi ogni 4 giorni, è impossibile. Sarebbe una violenza fisica verso i giocatori. Bisogna trovare delle altre soluzioni».

  • Toti (Liguria): 18 nuovi casi da rilevazioni dei giorni scorsi

    Nel bollettino odierno sui nuovi casi di coronavirus in Liguria saranno inseriti «18 tamponi positivi rilevati negli ultimi giorni di luglio, che si aggiungeranno ai possibili nuovi casi di giornata». Lo ha detto il governatore Giovanni Toti. «L'individuazione del cluster savonese ha dimostrato che la nostra sanità ha gli anticorpi per gestire il covid, ha imparato molto e ha capacità di tracciamento efficace. Nei nostri ospedali non sta aumentando sensibilmente il numero di ricoverati e terapie intensive. Cluster - ha aggiunto - che ha sicuramente inciso sulla risalita dell'indice Rt sopra a 1».

  • Il consigliere per la sicurezza nazionale di Trump positivo al Covid-19

    Il consigliere per la sicurezza nazionale della Casa Bianca Robert O'Brien, uno dei più stretti collaboratori di Donald Trump, è risultato positivo al coronavirus. Lo riporta l'agenzia Bloomberg. O 'Brien ha «sintomi lievi, si è auto-isolato e continua a lavorare fuori dal suo ufficio», ha affermato la Casa Bianca in una nota. O'Brien, 54 anni, che ha sostituito Bolton, all'inizio di questo mese aveva viaggiato in Europa e a Parigi aveva incontrato i rappresentanti dei governi di Regno Unito, Francia, Germania e Italia.

  • Vaccino Usa, al via la fase 3 di sperimentazione sull’uomo

    Al via la fase 3 di sperimentazione clinica sull'uomo del vaccino anti Covid-19 sviluppato dall'azienda americana Moderna con l'Istituto Nazionale per le Malattie Infettive (Niaid) degli Stati Uniti diretto da Anthony Fauci. Lo annunciano i National Institute of Health, di cui il Niaid fa parte. La sperimentazione verrà fatta in 89 siti americani su circa 30mila volontari sani. Si tratta di uno dei 5 vaccini arrivati alla fase 3, tra i 25 ora allo studio sull'uomo.

    L'azienda Usa Moderna assicura che se il vaccino anti-Covid si rivelerà efficace e sicuro sarà in grado di consegnare almeno 500 milioni di dosi all'anno, ma probabilmente fino a un miliardo di dosi, a partire dal 2021. Una metà delle 30mila persone coinvolte per la sperimentazione di fase 3 riceverà due iniezioni del vaccino a distanza di 28 giorni l'una dall'altra, l'altra metà due iniezioni di una soluzione placebo.

    La sperimentazione dell’azienda di Cambridge, Massachusetts, è la prima ad essere implementata sotto l'azione Warp Speed del governo degli Stati Uniti, che mira ad accelerare lo sviluppo, la produzione e la distribuzione di terapie e vaccini anti Covid-19.

    Il governo federale sostiene il progetto di vaccinazione di Moderna con quasi un miliardo di dollari e lo ha scelto come uno dei primi a partecipare a sperimentazioni umane su larga scala.

  • Accedemia dei Lincei: cautela sulla valutazione accelerata dei candidati vaccini anti-Covid 19

    Cautele sulla “valutazione accelerata” dei candidati vaccini anti Covid-19 in sperimentazione sull'uomo, spesso dettata dalla fretta e dall'urgenza, e necessità di rigorosi studi sulla sicurezza. L'invito alla prudenza arriva dal documento della Commissione Salute dell'Accademia di Lincei e si riferisce sia agli annunci sui risultati preliminari dei test, sia a procedure come lo Human Challenge Trial, che prevede la somministrazione del virus dopo quella del vaccino in volontari sani.

  • Imprenditoria femminile, tra aprile e giugno -42% aziende in meno

    Anche la demografia d'impresa risente della pandemia, soprattutto se alla guida dell'azienda c'è una donna. È quanto emerge dal Rapporto di Unioncamere sull'imprenditoria femminile. Nel secondo trimestre, tra aprile e giugno, sono nate 10.678 imprese rosa in meno, se si guarda alle iscrizioni di nuove imprese. Un calo su base annua del 42,3%, superiore a quello subito dalle attività maschili (-35,2%). Ecco che il saldo di fine giugno, rispetto al 2019, vede venir meno quasi 5 mila imprese con al timone una donna.

  • Oms: casi raddoppiati nelle ultime sei settimane

    «Quasi 16 milioni di casi di Covid-19 sono stati segnalati all'Oms e oltre 640.000 morti. E la pandemia continua ad accelerare. Nelle ultime 6 settimane, il numero totale di casi è quasi raddoppiato». Lo ha detto il il direttore dell'Oms Tedros Adhanom Ghebreyesus nel consueto briefing sul coronavirus. Giovedì, ha ricordato, saranno sei mesi da quando è stata dichiarata l'emergenza sanitaria globale. «Questa - ha detto - è la sesta volta che un'emergenza sanitaria globale è stata dichiarata ai sensi dei regolamenti sanitari internazionali, ed è la più grave».

  • La Scala riparte con Requiem in Duomo e inno Ue

    Sarà in due fasi la stagione autunnale della Scala di Milano che inizierà il 4 settembre con il Requiem di Verdi diretto da Riccardo Chailly nel Duomo di Milano e poi ripetuto il 7 a Bergamo e il 9 a Brescia, cioè le province più colpite dal Coronavirus. Il teatro riaprirà le sue porte il 12 settembre con la Nona di Beethoven, che con l'inno alla gioia è un messaggio di speranza ed europeista, visto che è l'inno dell'Unione. Nella prima fase, fino a fine ottobre, ci sarà un programma che tiene conto delle restrizioni, con ad esempio Traviata e Aida in forma di concerto mentre Boheme a novembre sarà una messa in scena completa. Fra le novità il ritorno di Daniel Barenboim che regala al teatro un recital pianistico il 5 dicembre.

  • Piaggio: effetto Covid su semestrale, ricavi giù del 26,5%, utile di 9,1 milioni

    Il cda di Piaggio ha approvato il bilancio del primo semestre dell'anno che ha visto i ricavi scendere del 26,5% a 600,1 milioni di euro (da 817 un anno fa) mentre l'utile netto è stato di 9,1 milioni di euro dai 34,6 al 30 giugno 2019. Nel periodo le spese operative sono state pari a 147 milioni (-16%) “in forte contrazione - come si spiega in in un comunicato - principalmente in conseguenza alle azioni di mitigazione messe in atto dalla fine del primo trimestre 2020 per far fronte all'emergenza causata dal Covid-19”.

    Alla fine del periodo la posizione finanziaria netta pari a -528,5 milioni di euro, in miglioramento di 20,1 milioni rispetto ai 548,6 milioni al 31 marzo per effetto dell'efficace gestione del magazzino intrapresa nel primo trimestre dell'anno. Nel periodo infine sono stati effettuati investimenti per 52,8 milioni di euro (da 60,4) e sono stati venduti nel mondo 210.300 veicoli (321.500 un anno fa). “Il Gruppo Piaggio continua a investire e lo fa per migliorare la qualità e la tecnologia di tutti i prodotti nel mondo - ha dichiarato il presidente e ad del gruppo Roberto Colaninno -. È chiaro che la difficile situazione contingente richiede fermezza e una gestione pragmatica del futuro ma non possiamo fermarci perché questo è anche un momento di eccezionale effervescenza culturale e scientifica che non potrà che trasformare e, di conseguenza, riorganizzare la mobilità di domani. Si tratta, adesso, di cogliere questa interessante opportunità”.

  • Negli Usa 40 contagiati dopo aver partecipato a una funzione battista

    Più di 40 persone che hanno partecipato a una funzione della chiesa battista in Alabama sono risultati positivi al Covid-19. Lo riporta il media locale AL.com, rilanciato anche dal Washington Post. Anche il pastore, Daryl Ross, è risultato positivo. “Eravamo in chiesa mercoledì sera. Giovedì ho ricevuto una telefonata che uno dei nostri ragazzi in chiesa era risultato positivo. Quindi, abbiamo chiuso” ma venerdì sera decine di membri della chiesa risultavano essere stati infettati. Ross ha affermato che le mascherine non erano obbligatorie ma che la maggior parte dei fedeli aveva mantenuto le distanze sociali e si era seduta con le loro famiglie.

  • In Cina a giugno i profitti delle maggiori imprese industriali sono cresciuti dell’11,5%

    A giugno in Cina i profitti delle maggiori imprese industriali hanno raggiunto i 666,55 miliardi di yuan (circa 95,18 miliardi di dollari), in aumento dell'11,5% su base annua. È quanto emerge dai dati diffusi oggi dell'Istituto Nazionale di Statistica cinese. Stando a quanto affermato dallo statistico esperto Zhu Hong, la crescita si è allargata di 5,5 punti percentuali da quella registrata nel mese di maggio. Zhu ha spiegato che hanno fatto da elementi di traino l'espansione degli utili, la crescita accelerata della produzione e delle vendite industriali e un calo moderato dei prezzi all'uscita dalla fabbrica dei prodotti industriali. Nella prima metà dell'anno, i profitti delle principali imprese industriali sono diminuiti del 12,8% a quota 2.510 miliardi di yuan, con una riduzione di 6,5 punti percentuali dal calo dei primi cinque mesi.

  • In Belgio tra il 17 e il 23 luglio contagi giornalieri saliti del 71%

    La media giornaliera di infezioni da coronavirus è salito in Belgio a 278,9 tra il 17 e il 23 luglio. Lo rende noto - scrive l'agenzia di stampa Belga - l'Istituto di salute pubblica Sciensano, precisando che si tratta di un aumento del 71% rispetto alla settimana precedente. Il totale delle infezioni in Belgio è ora pari a 66.026.

  • Roma, Municipio 2: tremila test sierologici per gli insegnanti

    “Tremila test sierologici Covid 19 saranno messi a disposizione degli insegnanti e di tutti i lavoratori e le lavoratrici della scuola nel II Municipio”. Lo annunciano , in una nota, la Presidente Francesca del Bello e l'Assessore alle politiche educative Emanuele Gisci che esprimono “ un particolare ringraziamento alla Regione Lazio e all'Asl Roma 1 per questa opportunità”. I test saranno somministrati tra fine agosto e inizio settembre nelle palestre di alcune scuole. “Non c'è un obbligo di legge ma riteniamo che questa operazione di prevenzione sia molto importante per la sicurezza nelle nostre scuole - riprendono Del Bello e Gisci - e ci aspettiamo che gli insegnanti delle scuole di ogni ordine e grado richiedano volontariamente di partecipare al test”. In questo modo “si avrà una fotografia chiara delle persone che nella comunità scolastica sono venute in contatto con il virus e si potranno conoscere eventuali casi asintomatici positivi al coronavirus. Ci auguriamo - concludono la presidente e l'assessore - che ogni territorio possa avere questa opportunità per un ritorno a scuola in massima sicurezza per tutti e tutte”.

  • Vaccino anti Covid, ricercatrice italiana: mi offrirei volontaria

    “Mi offrirei come volontaria”: non ha dubbi Agnese Lanzetti: ricercatrice, 31 anni, la laurea all'Università di Pisa, un dottorato negli Stati Uniti e in attesa di proseguire un suo progetto a Londra. Affronterebbe come volontaria il test del vaccino anti Covid-19 basato sulla somministrazione del virus dopo quella del vaccino. La sua firma è tra le oltre cento a sostegno della lettera aperta inviata al direttore dei National Institute of Health (Nih), Francis Collins, per iniziativa dall'organizzazione 1 Day Sooner. L'obiettivo è arrivare al vaccino prima possibile e la strategia dello Human Challege Trial lo consentirebbe.

  • Germania: indice Ifo (fiducia delle imprese) migliora a luglio a 90,5, sopra le attese

    Continua a migliorare a luglio il clima di fiducia delle imprese in Germania, misurato dal barometro Ifo. L'indicatore misurato dall'istituto tedesco è salito a 90,5 da 86,3 di giugno, sopra le attese che stimavano un rialzo attorno a 89. È il terzo aumento consecutivo, evidenzia Ifo, segnalando che le aziende sono in particolare più soddisfatte della loro attuale situazione aziendale e sono anche cautamente ottimiste riguardo ai prossimi mesi. “L'economia tedesca si sta riprendendo passo dopo passo”, sintetizza il presidente dell'istituto, Clemens Fuest. Il sottoindice sulle aspettative è salito a 97 da 91,6 e quello sulle condizioni correnti a 84,5 da 81,3.

  • Hong Kong, oltre 100 infezioni per il quinto giorno consecutivo: scattano le restrizioni

    Hong Kong ha annunciato ulteriori restrizioni per contenere un'impennata nei casi di coronavirus, tra cui il divieto di servizi di ristorazione in ristoranti e bar per più di due persone non appartenenti alla stessa famiglia e l'uso obbligatorio delle mascherine in tutti i luoghi pubblici, anche all'aperto. Le misure entreranno in vigore da mercoledì e saranno in vigore per 7 giorni. “La situazione è molto preoccupante” ha dichiarato il segretario dell'amministrazione Matthew Cheung, aggiungendo che l'attuale focolaio è il più grave che la città abbia vissuto. Anche le strutture sportive e le piscine saranno chiuse, aggiungendole a un elenco di attività chiuse che includeva palestre e saloni di bellezza. Ieri a Hong Kong sono stati rilevati 103 casi locali: è stato il quinto giorno consecutivo in cui le nuove infezioni sono state superiori a cento. Prima di questo mese, il numero riportato di infezioni quotidiane trasmesse localmente non era mai stato superiore a 28.

  • Villa Literno (Caserta), positivi 7 ospiti di una struttura di accoglienza

    Sette stranieri ospiti di una struttura di accoglienza di Villa Literno (Caserta) sono risultati positivi al Covid-19. I casi sono emersi in seguito a uno screening con test rapidi effettuato su tutti gli ospiti del centro. Secondo L'Asl la situazione sarebbe circoscritta e tutti i positivi sarebbero asintomatici. Il vice-sindaco Valerio Di Fraia ha spiegato che “la struttura ospita 50 cittadini extra-comunitari con diritto di asilo politico e si trova in via delle Dune. L'assessore Raffaela Ucciero ha subito predisposto e firmato una ordinanza che obbliga alla quarantena per 15 giorni gli ospiti del centro che in questo momento si trova sotto la sorveglianza h24 delle forze dell'ordine e dell'Esercito, e si sta procedendo per gli ulteriori accertamenti sanitari”. Altre due positività sono state inoltre registrate a Carinola e Piedimonte Matese; in questo caso, a risultare positiva è stata un'anziana ricoverata nel locale ospedale ma per altri motivi; la donna è stata trasferita al Covid Hospital di Maddaloni.

  • In Messico oltre 390mila casi e 43mila decessi

    Il bilancio dei casi di coronavirus in Messico ha superato quota 390mila e quello dei decessi quota 43mila: è quanto emerge dai conteggi della Johns Hopkins University. L'università americana riporta oggi che nel Paese il numero di contagi è salito a 390.516 e quello dei morti a 43.680. Secondo un conteggio della Cnn eseguito sulla base dei dati ufficiali del ministero della Sanità, in soli sette giorni in Messico sono stati rilevati 46.273 nuovi casi di coronavirus e 4.506 ulteriori decessi.

  • 537 casi nello stato australiano di Victoria, nuovo record

    Lo Stato australiano di Victoria, il più colpito dal coronavirus, ha registrato un record di 537 nuovi casi nelle ultime 24 ore: si tratta del peggior bilancio giornaliero a livello nazionale dall'inizio della pandemia. Lo ha detto oggi il premier dello Stato, Daniel Andrews, secondo quanto riporta la Cnn. Il nuovo record è stato accompagnato da sei ulteriori decessi nello Stato, un dato che porta il bilancio locale dei morti a quota 77 e quello nazionale a quota 161. Nello Stato di Victoria, quindi, il coronavirus continua a diffondersi a livelli sostenuti nonostante la metropoli di Melbourne e la vicina contea di Mitchell Shire siano in lockdown da tre settimane. La chiusura durerà almeno altre tre settimane. Andrews ha spiegato che il numero di nuovi casi viene alimentato soprattutto da persone infette che si recano comunque al lavoro.

  • Gdf scopre riciclaggio per 120 milioni, 12 arresti

    Dall'alba oltre 200 finanzieri del Nucleo di Polizia Economico Finanziaria di Ancona, dello Scico di Roma, del Gruppo di Fermo e della Compagnia di Civitanova Marche hanno dato esecuzione a dodici ordinanze di applicazione della misura di custodia cautelare di cui nove in carcere e tre ai domiciliari. I responsabili sono indagati, insieme ad altre 132 persone, per associazione per delinquere, bancarotta fraudolenta, reati fiscali, riciclaggio e auto-riciclaggio. Secondo gli investigatori, l'organizzazione avrebbe più volte manifestato l'intenzione di utilizzare le sue società per avanzare richieste per usufruire delle agevolazioni e delle misure a sostegno dell'economia stanziate a seguito dell'emergenza Covid-19.

  • Ryanair: rosso di 185 milioni per pandemia, “il trimestre più difficile”

    Ryanair ha accusato una perdita netta di 185 milioni di euro del primo trimestre a causa della paralisi del traffico aereo per effetto della pandemia di coronavirus. La compagnia low cost, che definisce il trimestre come “il più difficile” dei suoi 35 anni di storia, non è in grado di fornire alcuna guidance per il 2021 (che si chiude a maro) che “sarà un anno molto impegnativo a causa della pandemia”.Per i tre mesi chiusi il 30 giugno la perdita netta è stata di 185,1 milioni di euro rispetto a un utile netto di 242,9 milioni nel periodo dell'anno precedente. La compagnia ha dichiarato di aspettarsi una perdita netta più contenuta per il secondo trimestre con il graduale ritorno ai voli dall’1 luglio.

    Per approdondire: Ryanair prevede che il traffico per il 2021 scenderà del 60%

  • In India 1,4 milioni di casi, l’epidemia cresce del 20% in una settimana

    L’epidemia di coronavirus in India è quella che cresce più velocemente nel mondo, lo certificano i numeri del gigante asiatico da 1,3 miliardi di abitanti: i casi di contagio sono 1,43 milioni, in crescita del 20% rispetto alla settimana scorsa e vicino al record di 50mila infezioni giornaliere. L’India è terza per contagi nel mondo, segue infatti Usa e Brasile. Le morti per il virus sono 32.771 secondo il conteggio di Bloomberg. Domenica sono stati fatti 515.472 tamponi anche se il Paese ha la percentuale di test più bassa al mondo: 11,8 per 1.000 persone.

  • In Vietnam evacuati 80mila turisti dalla città di Danang

    In Vietnam, 80mila persone, soprattutto turisti locali, stanno per venire evacuati dalla città di Danang dopo che tre residenti sono stati trovati positivi al coronavirus durante il weekend. L’evacuazione durerà almeno quattro giorni, con gli aerei di linea che opereranno circa 100 voli al giorno verso 11 città vietnamite, ha detto il governo in un comunicato. Nel Paese del Sud-Est asiatico l’allerta è alta dopo che sabato è stato rilevato il primo caso da aprile e poi successivamente altri tre ieri, tutti e tre legati alla città di Danang.

  • In Cina 61 nuovi casi legati alle città di Urumqui e Dalian

    In Cina continua la diffusione di nuovi contagi, seppur con numeri molto lontani da quelli di inizio anno registrati a Wuhan. Sono 61 le infezioni segnalate (il numero più alto da marzo): 57 i casi locali, 41 dei quali nello Xinjiang, la provincia dove vive la popolazione musulmana uigura. Il resto è stato trovato nella provincia nord-orientale di Liaoning legata alla città portuale di Dalian. Nella città di Urumqi, capitale dello Xinjiang, i servizi di metropolitana e autobus sono stati interrotti per oltre una settimana, mentre i complessi abitativi limitano il numero di persone che possono entrare e uscire. A Dalian invece i funzionari hanno dichiarato durante il fine settimana che avrebbero iniziato a testare l'intera popolazione della città di circa 6 milioni, replicando lo sforzo a Wuhan all'inizio di quest'anno.

  • Negli Usa rallentano i contagi: 55.187 nelle ultime 24 ore

    Rallenta l'aumento dei casi di coronavirus negli Stati Uniti: sono stati 55.187 i nuovi contagi nelle ultime 24 ore, rispetto agli oltre 60.000 degli ultimi giorni. I decessi sono stati 518. È quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University, che parla di 4,2 milioni di casi totali negli Usa e 146.909 decessi.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti