Il bollettino della pandemia

Coronavirus, oggi in Italia altri 85.288 casi (+41,7% sulla settimana) e 180 vittime

I dati del ministero della Sanità elaborati sulla base di587.015 tamponi. Tasso di positività al 14,5%. Infettivologo Bassetti: gli sfollati dall’Ucraina “vanno vaccinati, tamponati con controlli costanti, ma soprattutto è necessario il sequenziamento dei tamponi per verificare la presenza di nuove varianti”

Coronavirus: bollettino del 15 marzo 2022

6' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Alle 17.30 di oggi, martedì 15 marzo, si sono registrati 85.288 nuovi positivi al Coronavirus (+56.388 giorno su giorno: ieri erano 28.900) rilevati dal bollettino quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e dalla Protezione civile. Il totale degli attualmente contagiati arriva così a 1.036.124 unità.

Il “tasso di positività”, cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi si è attestato al 14,5% (in lieve crescita, ieri era al 14,1%). Il dato è stato elaborato in base ai risultati di 587.015 tamponi effettuati nelle ultime 24 ore contro i 204.887 di lunedì (sono considerati nel conteggio sia i test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). I decessi, nelle ultime 24 ore, sono stati 180 (51 vittime in più rispetto alle 129 contate ieri), per un totale di 157.177 morti dall'inizio della pandemia.

Loading...

Del milione e poco più di italiani attualmente positivi, 8.473 sono ricoverati con sintomi nei reparti ospedalieri ordinari (+5, ieri erano 8.468) e 502 nei reparti di terapia intensiva (-16, erano 518; 51 gli ingressi giornalieri). I soggetti tenuti sotto osservazione medica in isolamento domiciliare sono invece 8.473 (-5, erano 994.253).

Dunque il Covid-19 è anche oggi in risalita: si tratta di capire se si tratta di un'”onda di rimbalzo” o piuttosto l'indizio di una quinta ondata della pandemia. L'aumento dei positivi, e questa è una buona notizia, non sembra ripercuotersi in modo particolarmente rilevante sull'occupazione degli ospedali, delle aree mediche e delle terapie intensive.

Toscana, 27 morti in un giorno, giù intensive -7,9%

Rialzo dei nuovi casi Covid giornalieri in Toscana - 6.574 nelle 24 ore (età media 38 anni) - e altri 27 morti allo stesso rilevamento della Regione che portano a 9.268 i deceduti dall’inizio dell’epidemia. Le ultime vittime sono state 11 a Firenze, otto a Pisa, una a Prato e Lucca, tre a Siena e Grosseto. Superati invece i 900mila positivi totali sempre dall’inizio della pandemia (sono 904.984, il +0,7% sul totale del giorno precedente). I guariti crescono in percentuale inferiore (+0,4% sul totale) e raggiungono quota 863.498 (95,4% dei casi totali). Nelle 24 ore ci sono stati 3.534 guariti virali, risultati col tampone negativo. Gli attualmente positivi sono oggi 32.218 (+10,3% su ieri). Tra loro i ricoverati sono 690 (+9 il saldo tra ingressi e uscite su ieri, pari al +1,3%) di cui 35 in terapia intensiva (-3 persone il saldo, pari al -7,9%). Altre 31.528 persone sono in isolamento a casa con sintomi lievi che non richiedono cure ospedaliere o senza sintomi (+3.004 su ieri, pari al +10,5%). Ci sono poi 5.506 persone in quarantena domiciliare (+142 su ieri, pari al +2,6%) anch’esse isolate, in sorveglianza attiva perché hanno avuto contatti con persone contagiate.

Oggi in Sardegna, 3.050 contagi e 10 morti

Sono 3.050 i nuovi positivi in Sardegna segnalati nel bollettino Covid di oggi. Nell'Isola si registrano anche altre dieci vittime. I contagi sono stati confermati da 311 tamponi molecolari e 2.739 antigenici, in totale sono stati processati 16.329 test. Restano 18 i ricoverati in terapia intensiva e, con 5 posti letto occupati in più, sale a 328 il totale nell'area medica. Sono invece 864 i nuovi casi di isolamento domiciliare, per un totale di 25.315.

In Campania 9.179 nuovi casi e 11 morti

Quasi 10mila nuovi casi in Campania. Sono 9.179 i casi di positività al Covid emersi ieri in Campania dall’analisi di 50.444 test. La percentuale di test positivi sul totale di test esaminati è pari al 18,19%. Nel bollettino odierno diffuso dall’unità di crisi della Regione Campania sono inseriti 11 nuovi decessi, 4 dei quali avvenuti nelle ultime 48 ore e 7 avvenuti in precedenza, ma registrati ieri. In Campania sono 37 i pazienti Covid ricoverati in terapia intensiva (3 in più rispetto al dato di ieri) e 553 i pazienti Covid ricoverati in reparti di degenza (19 in meno rispetto al dato diffuso ieri).

CRESCITA NUOVI CASI SU BASE SETTIMANALE

I puntini sono: casi giornalieri del giorno/casi giornalieri dello stesso giorno della settimana precedente. La curva rappresenta la media mobile a 7 giorni. Se il dato è superiore a 1 vuol dire che i contagi sono in crescita

Loading...

7.313 casi in Veneto, 811 i ricoveri e 11 i decessi

Sono 7.313 i nuovi casi di Covid-19 registrati in Regione Veneto alle 8 di oggi, rispetto ai 1.750 di questo lunedì. Continua il trend di crescita del numero degli attualmente positivi: 55.118 contro i 52.812 di ieri. In riduzione invece il numero dei ricoveri: 811 oggi contro i 830 di 24 ore fa per effetto del calo dei ricoveri in area non critica (753 contro i 769 di ieri). Stabili per il secondo giorno consecutivo invece i pazienti in terapia intensiva a quota 61. I decessi di oggi sono 11 contro i 13 di ieri.

Marche, 3.271 nuovi positivi, 574 sintomatici

Sono 3.271 i casi positivi al Covid registrati oggi nelle Marche, a fronte di 8.963 tamponi eseguiti, di cui 7.398 nel percorso diagnostico. Il tasso di positività si attesta al 44,2 per cento. Si rileva un aumento dell’incidenza cumulativa ogni 100mila abitanti, che sale a 862,99 (ieri 792,52). Lo annuncia il servizio sanitario regionale. Tra i contagi odierni, ci sono 574 persone con sintomi. I casi comprendono 947 contatti stretti di positivi, 802 contatti domestici, 34 contagi in ambito scolastico/formativo, 20 in ambiente di vita/socialità, 4 in setting lavorativo, 2 in ambito assistenziale e2 in ambito sanitario; per 845 positivi è in corso l'approfondimento epidemiologico, mentre 41 sono i casi extra regione.

Bassetti: “Tanti profughi positivi, test e sequenziamento per evitare nuove varianti”

“Arrivano notizie di tanti profughi ucraini arrivati in Italia e positivi, molti sono nei Covid hotel. Dobbiamo fare attenzione a queste situazione per evitare focolari di ritorno con nuove varianti”. A lanciare l’allarme è Matteo Bassetti, direttore della Clinica di Malattie infettive del Policlinico San Martino di Genova. “Non possiamo permettercelo - sottolinea l’infettivologo - queste persone vanno vaccinate, tamponate con controlli costanti, ma soprattutto è necessario il sequenziamento dei tamponi per verificare la presenza di nuove varianti”.

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

Assessore Lazio: più casi, molti asintomatici e reinfettati

“I casi accelerano e sono in gran parte asintomatici e reinfezioni: il 31 marzo non deve essere tana libera tutti”. Così l’assessore alla sanità del Lazio Alessio D’Amato. “I casi subiscono una accelerazione legata in prevalenza alla popolazione giovanile, ai positivi asintomatici e ai casi di reinfezione - spiega - . Assistiamo ad una correlazione su base settimanale dei primi mesi del 2021 con quelli del 2022. Nell’anno in corso i casi, su base settimanale, hanno una lunga discesa a partire dalla fine di gennaio e diminuiscono per 37 giorni consecutivi fino ai primi di marzo. Nel 2021 i casi iniziano a scendere dal 10 di gennaio fino a fine febbraio. Ai primi di marzo assistiamo ad una risalita. Se prendiamo come base 100 il primo gennaio di entrambi gli anni, le curve nelle fasi di aumento e diminuzione sono molto simili (vedi grafico), ma la curva del 2022 è al di sotto di quella del 2021. Bisogna dire che al momento attuale non si registra una particolare pressione sulla rete ospedaliera, che rientra nella normalità. Il virus non è sconfitto e il 31 marzo, con la fine dello stato di emergenza, non può essere interpretato come un segnale di tana libera tutti”.

In Puglia +7% positività, altri 8.211 casi e nove morti

Oggi in Puglia si registrano 8.211 nuovi casi di contagio da Coronavirus su 36.618 test (positività al 22,4% dal 15% di ieri) e nove morti. I nuovi casi sono stati individuati 2.237 in provincia di Bari, 598 nella provincia BAT, 699 nel Brindisino, 1.002 nel Foggiano, 2.559 nel Leccese, 1.030 in provincia di Taranto. Sono residenti fuori regione altri 64 contagiati mentre per ulteriori 22 casi la provincia non è nota. Delle 84.537 persone attualmente positive 549 sono ricoverate in area non critica e 27 in terapia intensiva.

In Friuli Venezia Giulia 1.225 nuovi contagi, cinque decessi

Oggi in Friuli Venezia Giulia su 14.051 test e tamponi sono state riscontrate 1.225 positività al Covid 19, pari all’8,71 per cento. Nel dettaglio, su 5.043 tamponi molecolari sono stati rilevati 238 nuovi contagi (4,72%); su 9.008 test rapidi antigenici 987 casi (10,96%). Le persone ricoverate in terapia intensiva sono nove (+1), mentre i pazienti in altri reparti scendono a 138 (-4). Lo ha comunicato il vicegovernatore della Regione con delega alla Salute Riccardo Riccardi. Oggi si registrano i decessi di cinque persone tra i 78 e i 97 anni. Il numero complessivo dei decessi ammonta a 4.841.

Basilicata: ieri 90 ricoveri e un decesso

La task force regionale della Basilicata comunica che nella giornata di ieri, 14 marzo, 90 persone sono state ricoverate per Covid-19, una in più del giorno precedente.Sempre nella giornata di ieri, sono stati processati 4.666 tamponi (molecolari ed antigenici) per la ricerca di contagio da Covid-19, di cui 1.165 sono risultati positivi. Nella stessa giornata si sono registrate 550 guarigioni e il decesso di una persona residente a Matera.

Valle D'Aosta, nessun decesso e 101 nuovi contagi

Nessun decesso 101 nuovi casi positivi al Covid 19 in Valle d'Aosta che portano il totale delle persone contagiate dal virus da inizio epidemia a oggi nella regione a 32.052.I positivi attuali sono 992, di cui 975 in isolamento domiciliare, 16 ricoverati in ospedale, 1 in terapia intensiva. I guariti sono saliti oggi a 30.140, in aumento di 55 unità rispetto a ieri. Il totale dei casi complessivamente testati è pari a 129.419 mentre i tamponi fino ad oggi effettuati sono 477.871. I decessi di persone con diagnosi Covid da inizio emergenza ad oggi in Valle D'Aosta sono 522.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti