Il bollettino della pandemia

Coronavirus, oggi in Italia altri 167.206 casi (-13% sulla settimana) e 426 vittime

I dati del ministero della Sanità elaborati sulla base di oltre un milione di tamponi. Fiaso: tra i ricoverati “per Covid” i no vax sono il 60% del totale e tra i vaccinati in terapia intensiva comunque il 72% non aveva ancora fatto la terza dose

Coronavirus: bollettino del 26 gennaio 2022

5' di lettura

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Sono 167.206 i nuovi casi di positività al Coronavirus registrati nelle ultime 24 ore, 23.308 in meno rispetto ai 190.514 rilevati ieri. I nuovi positivi registrati oggi sono il 13% in meno rispetto a quelli registrati una settimana fa, il 19 gennaio (192.320). Il dato nazionale si basa su 1.097.287 tamponi contro i 1.421.545 del giorno precedente (vengono considerati sia test rapidi antigenici che i tamponi molecolari). Il numero dei tamponi si riflette sulla percentuale di positività sul totale dei test fatti: il “tasso di positività”, cioè il rapporto tra il numero totale dei tamponi effettuati e quelli che risultano postivi si attesta così al 15,2%, in aumento rispetto al dato registrato martedì (13,36%).

Il report quotidiano diffuso dal ministero della Sanità e della Protezione civile alle 17.05 di oggi, mercoledì 26 gennaio, conta anche 426 vittime, 60 in meno rispetto alle 486 registrate ieri (di queste ultime, però, la gran parte risaliva ai giorni precedenti, secondo quanto comunicato da diverse regioni. Il totale delle vittime rilevate dall'inizio dell'emergenza Covid ha raggiunto così quota 144.770.

Loading...

Questo invece il quadro relativo ai soggetti presi in carico dal sistema sanitario: il totale dei ricoverati per Covid nei reparti di terapia intensiva è pari a 1.665 unità (-26 rispetto a ieri, quando erano in totale 1.691), mentre sono 20.001 i soggetti ricoverati con sintomi del Coronavirus nei reparti ordinari (-36, erano 20.037 nella precedente rilevazione). Le persone in isolamento domiciliare sono invece 2.694.915 (-27.381, erano 2.667.534). Nel complesso, le persone attualmente positive si mantengono ben al di sopra due milioni e 700mila unità, arrivando a 2.716.581. Il totale dei soggetti dimessi/guariti da febbraio 2020 a oggi è invece pari a 7.522.210. I casi totali di contagio rilevati dall'inizio della pandemia superano i nove milioni: sono arrivati a 10.383.561.

In Emilia Romagna 19.028 nuovi contagi e 53 decessi

Dall'inizio dell'epidemia da Coronavirus, in Emilia-Romagna si sono registrati 980.678 casi di positività, 19.028 in più rispetto a ieri, su un totale di 73.278 tamponi eseguiti nelle ultime 24 ore, di cui 25.565 molecolari e 47.713 test antigenici rapidi. Complessivamente, la percentuale dei nuovi positivi sul numero di tamponi fatti è del 25,9%. Sono 53 i decessi. Per quanto riguarda i pazienti ricoverati negli altri reparti Covid, sono 2.577 (-17 rispetto a ieri, -0,7%), età media 71,1 anni.

In Toscana 10.535 nuovi casi e altri 42 morti

In Toscana sono 694.195 i casi complessivi di positività al Covid, 10.535 in più rispetto a ieri (3.808 confermati con tampone molecolare e 6.727 da test rapido antigenico). L’età media dei 10.535 nuovi positivi odierni è di 36 anni circa. Oggi si registrano in regione quarantadue nuovi decessi. Sono 8.127 i deceduti in Toscana a causa del Covid.I guariti crescono del 2,4% e raggiungono quota 509.150 (73,3% dei casi totali). Oggi sono stati eseguiti 16.499 tamponi molecolari e 49.270 tamponi antigenici rapidi, di questi il 16% è risultato positivo. Sono invece 14.281 i soggetti testati oggi.

CRESCITA NUOVI CASI SU BASE SETTIMANALE

I puntini sono: casi giornalieri del giorno/casi giornalieri dello stesso giorno della settimana precedente. La curva rappresenta la media mobile a 7 giorni. Se il dato è superiore a 1 vuol dire che i contagi sono in crescita

Loading...

Nel Lazio 18 vittime, 205 in terapia intensiva

Oggi nel Lazio “su 24.122 tamponi molecolari e 75.229 tamponi antigenici per un totale di 99.351 tamponi, si registrano 14.987 nuovi casi positivi (-2.178), sono 18 i decessi (-13), 2.102 i ricoverati (+37), 205 le terapie intensive (-1) e +10.167 i guariti. Il rapporto tra positivi e tamponi è al 15%. I casi a Roma città sono a quota 7.968. Il Lazio prima regione per somministrazione antivirale orale (molnupiravir). I dati su base settimanale inducono ad una stabilizzazione, bassa la probabilita' di cambio di colore”. Lo sottolinea l’assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato, nel bollettino sanitario quotidiano.

Oggi in Abruzzo 3.551 nuovi positivi e 12 decessi

Sale a 2.777 il bilancio dei pazienti deceduti a causa del coronavirus, oggi in Abruzzo, con 12 nuovi casi di età compresa tra 75 e 96 anni: 4 registrati in provincia di Chieti, 1 in provincia di Teramo, 2 in provincia dell'Aquila e 5 decessi risalgono ai giorni scorsi, ma sono stati comunicati solo oggi dalle Asl. Da ieri in regione sono 371 le persone guarite dal virus e 3.551 i nuovi positivi al Covid 19, di età compresa tra 2 mesi e 100 anni, che portano il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza a 201.342. Nel numero complessivo dei contagi sono compresi anche 98.412 dimessi e guariti in tutto il corso della pandemia. Dei positivi odierni 2.062 sono stati identificati attraverso test antigenico rapido.

Marche: in 24 ore 6.196 casi, incidenza in lieve rialzo

In un giorno 6.196 casi di contagio al Coronavirus nelle Marche e l’incidenza continua a salire ma in maniera molto contenuta: è arrivata a 2.691,01 ma da cinque giorni, nonostante i rialzi costanti, si mantiene nell'intervallo tra 2.600 e 2.700 dopo le precedenti impennate. Lo evidenziano i dati forniti dall’Osservatorio epidemiologico regionale. Nell'ultima giornata 789 persone con sintomi; per altri 1.543 in corso un approfondimento epidemiologico.

IL TREND GIORNO PER GIORNO

Casi attualmente positivi, guariti, morti e casi totali dal primo rilevamento a oggi. Casi nuovi giorno per giorno

Loading...

Scendono ricoverati in ospedali Umbria

Quattro ricoverati Covid in meno negli ospedali dell’Umbria nell’ultimo giorno mentre restano sette in posti occupati nelle terapie intensive. Segnalati altri tre morti, secondo quanto riporta il sito della Regione. Sempre nell’ultimo giorno sono emersi 2.156 nuovi positivi, 9,6 per cento in meno rispetto a martedì e 2.296 guariti, con gli attualmente positivi ora 24.467, 143 in meno. Sono stati analizzati 3.845 tamponi e 12.357 test antigenici, con un tasso di positività del 13,3 per cento (11,1 martedì).

Fiaso, lieve aumento dei ricoveri (+0,4) nell’ultima settimana

Il numero dei ricoveri nell'ultima settimana fa registrare un aumento lievissimo dello 0,4 per cento. La frenata nelle ospedalizzazioni è la più evidente degli ultimi tre mesi: nella settimana 11-18 gennaio l'incremento era stato del 7,1% e tra il 4-11 gennaio del 32 per cento. Lo rileva l'ultimo report sugli ospedali sentinella della Federazione italiana aziende sanitarie e ospedaliere (Fiaso).

“La curva dei ricoveri si sta raffreddando ma è possibile individuare una differenza tra due categorie di pazienti - spiega una nota -: diminuiscono del 2,5% i pazienti ’per Covid’, ovvero coloro che hanno sviluppato la malattia e presentano sintomi respiratori e polmonari, mentre aumentano del 6,7% i pazienti ’con Covid’, cioè positivi al virus ma in ospedale per altre patologie”. Di conseguenza, “crescono dell'1,4% le degenze nei reparti ordinari, mentre scendono dell'8% in rianimazione”. Tra i ricoverati “per Covid” i no vax sono il 60% del totale e tra i vaccinati in terapia intensiva comunque il 72% non aveva ancora fatto la terza dose”.

In Valle d’Aosta 378 nuovi casi e due decessi

Sono 378 i nuovi casi Covid registrati in Valle d’Aosta nelle ultime 24 ore per un totale che sale a 27.893 da inizio pandemia. È quanto emerge dal bollettino della Regione che comunica due decessi per lo stesso arco temporale per un complessivo di 502 vittime. Sono 5.427 gli attuali positivi di cui 6 in terapia intensiva, 74 in ospedale e 5.347 in isolamento domiciliare: 392 i nuovi guariti per un complessivo di 21.964.

Contagi stabili ma altri 10 morti in Sardegna

Contagi da Covid stabili ma boom di decessi in Sardegna, dove nelle ultime 24 ore si contano 10 vittime e 1.461 nuovi casi positivi, sulla base di 4.636 persone testate. Sono stati processati in totale, fra molecolari e antigenici, 29.904 tamponi con un tasso di positività del 4,8%. I pazienti ricoverati nei reparti di terapia intensiva sono 32 (+ 1). mentre i ricoveri in area medica scendono a 327 (- 3). Le persone in isolamento domiciliare sono 22.577 (- 29). Le vittime sono un uomo di 67 anni, residente nella Città Metropolitana di Cagliari; un 67enne, una donna di 87 anni e una di 96, residenti nella provincia del Sud Sardegna; una donna di 78 anni della provincia di Oristano; quattro uomini di 58, 60, 88 e 90 anni e una donna di 81 anni, tutti residenti in provincia di Sassari.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti