dati AGGIORNATI

Coronavirus, ultimi dati: malati sotto quota 100mila

I guariti crescono dell’1,5% in 24 ore. Scendono del 2,43% i ricoverati con sintomi e dell’1,46% i pazienti in terapia intensiva

Coronavirus, gli applausi dei romani per l'inizio della Fase 2

I guariti crescono dell’1,5% in 24 ore. Scendono del 2,43% i ricoverati con sintomi e dell’1,46% i pazienti in terapia intensiva


2' di lettura

Sono 211.938 i casi totali di coronavirus alle 17 del 4 maggio, in crescita di 1.221 unità rispetto a domenica (+0,57%). Gli attualmente positivi calano di altre 199 unità (-0,19%) attestandosi a quota 99.980, i guariti salgono a 82.879, ossia 1.225 in più su domenica (+1,5%). I morti dall’inizio dell’epidemia a oggi sono 29.079, cioè 195 in più rispetto a 24 ore prima (+0,67%). Questo il quadro che emerge dai dati forniti dalla Protezione civile.
A livello nazionale, al momento, si contano 16.823 ricoverati con sintomi, il 2,43% in meno rispetto a domenica. Tra questi, i ricoverati in terapia intensiva sono 1.479 (-1,46% a fronte delle 24 ore precedenti). I tamponi effettuati nelle ultime 24 ore sono stati 37.631 (+1,74% di incremento rispetto a domenica).

In Lombardia ancora 63 decessi
La regione al centro della crisi è ovviamente sempre la Lombardia, dove nelle ultime 24 ore altri 577 casi di contagio e 63 decessi, mentre i guariti sono 697. I ricoveri scendono di 195 unità e il numero di pazienti in terapia intensiva resta stabile a quota 532 unità. Seguono Piemonte (altri 192 casi) ed Emilia Romagna (159), quindi Veneto (+55) e Liguria (+53), ma in tutte le altre regioni si registrano meno di 50 casi.

Loading...

Il quadro in Veneto
Nelle terapie intensive del Veneto si è scesi sotto quota 100 posti occupati, per la prima volta dall’inizio dell’epidemia di coronavirus, il 21 febbraio. Il numero fornito stamane dalla regione è di 99 ricoverati, due pazienti in meno rispetto a domani sera, trasferiti in normali reparti. «Questa è una giornata da segnare», ha commentato il governatore Luca Zaia.

IL TREND GIORNO PER GIORNO
Loading...

Lazio, il 37,4% dei malati nella Capitale
In Lazio, invece, il 37,4% per cento dei casi di coronavirus è localizzato nella città di Roma, il 32,2% nella provincia della Capitale, il 9% a Frosinone, il 4,9% a Rieti, il 6,2% a Viterbo e l’8% a Latina. Mentre il 2,3% proviene da fuori regione. È quanto emerge dai dati resi noti dalla regione sulla distribuzione dei casi di Covid-19 nel Lazio. Del totale dei casi registrati attualmente il 44% è in isolamento domiciliare e il 20% è ricoverato in una struttura sanitaria. L’1% è in terapia intensiva. I guariti sono il 27% dei casi. L’età media dei positivi - secondo quanto emerge dai dati - è di 57 anni. Il 52% sono donne e il 48% uomini.

TERAPIE INTENSIVE, RICOVERI E ISOLAMENTO DOMICILIARE
Loading...

Dove eravamo rimasti
Erano in totale 210.717 i casi di coronavirus riscontrati a domenica 3 maggio (+1.389 rispetto a sabato, per un incremento dello 0,66%), con 28.884 decessi (174 in più di sabato, +0,6%). Il numero dei guariti era a quota 81.654 rispetto ai 79.914 di sabato (+2,18%, 1.740 ex-pazienti in più). I tamponi eseguiti salivano a 2.153.772 (sabato 2.108.837, +2,13%). Gli attualmente positivi erano 100.179, in lieve (-0,52%) ma significativo calo rispetto a sabato (100.704). Scendevano (-0,66%, in unità -115) i ricoverati con sintomi che risultavano 17.242 di cui 1.501 (-38) in terapia intensiva, mentre 81.436 persone era in isolamento domiciliare (sabato erano 81.808).

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti