60 casi accertati

Coronavirus, Usa: primo caso di origine sconosciuta

Si tratta del primo esempio di diffusione del virus tra la popolazione. Trump nomina il vice Mike Pence a capo del team che gestirà la crisi

dal nostro corrispondente Riccardo Barlaam


Coronavirus contro influenza: le principali differenze

3' di lettura

NEW YORK - Un caso di coronavirus è stato riscontrato in California, su un cittadino americano residente nella contea di Solano, a nord di San Francisco. Si tratta del primo esempio negli Stati Uniti di diffusione del coronavirus tra la popolazione. Si è verificato in un uomo adulto che non ha viaggiato e non ha avuto contatti con altri malati o con aree dove ci sono focolai in corso. Il caso «dall’origine sconosciuta» è stato confermato dal Centers for Disease Control, l'agenzia federale che segue le malattie infettive.

Sessanta casi accertati
Negli Stati Uniti finora i casi accertati di coronavirus sono 60, i turisti contagiati sulla nave da crociera Diamond Princess ferma in Giappone ora in quarantena in un campo dell’aviazione in Texas a cui si aggiungono quelli di americani ritornati da aree con focolai in corso. Un altro caso ieri è stato riscontrato in Georgia e riguarda un cittadino americano appena rientrato dall'Iran. Ma i controlli negli aeroporti non sono stati ancora attivati – fino a ieri tutti gli arrivi dall'Italia all'aeroporto Jfk di New York non erano controllati. La macchina del governo si è mossa in ritardo. E si teme per la diffusione del virus nelle aree urbane.

Trump nomina Pence
Donald Trump appena atterrato a Washington di ritorno dal viaggio in India ha tenuto una conferenza stampa alla Casa Bianca sull'emergenza coronavirus. «I rischi – ha ripetuto - sono molto bassi negli Stati Uniti e siamo pronti a fare tutto quello che c'è da fare se il virus si diffonderà». Trump ha finalemente nominato un responsabile per seguire l'emergenza: il vice presidente Mike Pence sarà a capo della squadra che coordinerà la risposta del governo alla crisi del coronavirus.

Richiesta di 2,5 miliardi di dollari
A inizio settimana la Casa Bianca ha inviato al Congresso la richiesta di uno stanziamento di emergenza di 2,5 miliardi di dollari per il coronavirus. La somma stanziata dalla Casa Bianca comprende anche 1 miliardo di dollari per lo sviluppo di un vaccino. Ma il vaccino, hanno spiegato gli esperti della Casa Bianca, non sarà disponibile prima di 6-8 mesi. Il Dipartimento di Stato potrebbe decidere di bloccare o controllare le persone provenienti con gli aerei da aeree a rischio, come l’Italia, la Mongolia e la Corea del Sud. L’emergenza in Italia è stata ricordata dal presidente Trump durante la conferenza stampa.

Le critiche dei democratici
I democratici e anche alcuni stati hanno criticato l’amministrazione per gli stanziamenti, che sarebbero insufficienti a coprire le necessità sanitarie in caso di diffusione massiva del virus nel Paese, e per la decisione arrivata tardi. L'amministrazione Obama nel 2014 durante la crisi dell'Ebola chiese al Congresso stanziamenti di emergenza per 6 miliardi di dollari.

Il leader democratico al Senato Chuck Schumer ha chiesto stanziamenti per 8,5 miliardi. La senatrice Elizabeth Warren, candidata democratica per le presidenziali, in un comizio in South Carolina alla vigilia delle primarie di sabato, ha chiesto di spostare i fondi stanziati da Trump per costruire il muro al confine con il Messico alla battaglia per sconfiggere il coronavirus. Il sindaco di New York Bill de Blasio ha annunciato un piano per creare 1.200 nuovi posti letto negli ospedali e ha chiesto al governo di aiutare la città con la fornitura di 300mila maschere protettive. I mercati finanziarie sono in calo da cinque sedute consecutive per l’ondata di vendite sulle azioni dai timori degli investitori sulla diffusione del virus.

Nancy Messonnier, la direttrice della divisione epidemie e malattie respiratorie del Cdc, l’altro giorno aveva lanciato l'allarme e invitato aziende, scuole e comunità americane a prepararsi per potenziali focolai: «Ci aspettiamo la diffusione del coronavirus nel paese. Il punto è solo capire quando». Quel momento potrebbe essere arrivato.

Per approfondire:
La prevenzione degli altri Paesi Ue è migliore della nostra?
Cinque università Usa sospendono programmi in Italia

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...