prima autorizzazione iss

Coronavirus, via libera per Fippi: produrrà 900mila mascherine al giorno

Una riconversione della produzione - l’azienda di Rho produce pannolini - operata grazie alla collaborazione con Regione Lombardia, Politecnico e Confindustria

di N.Co.

Sul web impazza la mascherina fai da te

Una riconversione della produzione - l’azienda di Rho produce pannolini - operata grazie alla collaborazione con Regione Lombardia, Politecnico e Confindustria


2' di lettura

Produrrà 900 mila mascherine la Fippi di Rho, prima azienda autorizzata dall’Istituto superiore di sanità. Una riconversione della produzione operata grazie alla collaborazione con Regione Lombardia, Politecnico di Milano e Confindustria. Fippi è una società familiare, fondata nel 1970, tra le prime aziende europee produttrici di pannolini per bambini a marchio del distributore. Il materiale è stato testato dal Politecnico di Milano che ha confermato un potere filtrante superiore a quello delle mascherine chirurgiche certificate, aveva spiegato Raffaele Cattaneo, assessore all'ambiente in Regione.

L’idea nata in azienda e sviluppata con il Politecnico
L’idea della riconvesrione è nata proprio in azienda da un’esigenza interna, per assicurare la protezione ai dipendenti. Inizialmente, infatti, l’azienda ha utilizzato una parte del materiale usato per la produzione di pannolini per creare delle mascherine da utilizzare all’interno dello stabiimento. Poi dopo contatti con la Regione Lombardia, insieme al Politecnico l’azienda ha individuato una materia prima ad hoc per la produzione delle mascherine, con un adeguato potere filtrante.

L’autorizzazione dopo la polemica
L’autorizzazione dell’Istituto superiore di sanità è arrivata dopo una polemica a distanza fra Regione Lombardia, Protezione civile e Istituto superiore di sanità. «C’è un tappo a Roma, non vogliamo fare polemica diciamo: autorizzateci le mascherine e tutto ciò che può essere utilizzato», aveva detto il vicepresidente di Regione Lombardia, Fabrizio Sala, ai microfoni di SkyTg24. «Hanno le specifiche tecniche, le abbiamo lavorate con il Politecnico di Milano e con gli imprenditori lombardi», aveva precisato. E la mascherina prodotta da «Fippi ha tutti i requisiti tecnico-scientifici», ma «abbiamo bisogno della validazione dell’Istituto Superiore di Sanità per cominciare a distribuire le mascherine che ci siamo fatti da soli».

Per approfondire
Coronavirus, le mascherine ci proteggono davvero? Tre consigli da chi le produce
Coronavirus, Arcuri: «Acquistate 300 milioni di mascherine»

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti