emergenza epidemia

Coronavirus, le (divergenti) strategie dell’opposizione

Accomunati dalla richiesta della sospensione per un periodo più lungo delle scadenze fiscali e amministrative, la Lega stronca il Mes, mentre Forza Italia, invece, non chiude al Fondo Salva-Stati, purché senza vincoli di bilancio. No al Mes anche da parte di Fdi

di Andrea Gagliardi e Andrea Marini

Un mese di lockdown: come è cambiata la nostra vita

Accomunati dalla richiesta della sospensione per un periodo più lungo delle scadenze fiscali e amministrative, la Lega stronca il Mes, mentre Forza Italia, invece, non chiude al Fondo Salva-Stati, purché senza vincoli di bilancio. No al Mes anche da parte di Fdi


3' di lettura

Di fronte all’emergenza coronavirus, le opposizioni si muovono in ordine sparso. Accomunati dalla richiesta della sospensione per un periodo più lungo delle scadenze fiscali e amministrative la Lega stronca il Mes, mentre Forza Italia, invece, non chiude al Fondo Salva-Stati, purché senza vincoli di bilancio. No al Mes anche da parte di Fdi, che chiede di dirottare i mille miliardi di investimenti previsti per il green deal a sostegno del sistema produttivo.

Lega: dalla sanatoria del contante alla pace fiscale
La Lega, come ha spiegato al Sole 24 Ore il leader del Carroccio, punta all’emissione di obbligazioni a tasso agevolato sottoscritte da persone fisiche che intendono far “emergere” contante e/o valori anche presenti nelle cassette di sicurezza, non se derivanti da reati penalmente perseguibili». Poi avanti con la pace fiscale. E via subito anche il Codice degli appalti innalzando contemporaneamente le soglie per l'affidamento diretto. Altra proposta è quella dei “bot di guerra”: dare agli italiani debito italiano attraverso l’emissione straordinaria di buoni del Tesoro destinati agli imprenditori, alle famiglie e agli investitori, con fiscalità vantaggiose. Per accelerare le opere pubbliche, bisogna nominare i sindaci commissari straordinari come avvenuto per il ponte di Genova. E ancora: vanno azzerati gli ammortamenti 2020 e rinviate le scadenze fiscali al 31 gennaio, anziché al 31 maggio come deciso dal governo. Per la Fase 2 va data la possibilità di riaprire alle aziende in grado di mettere in sicurezza i lavoratori. Bocciato senza appello il Mes: «Se qualcuno lo porterà avanti, alla faccia di quello che vogliono gli italiani e che ha votato il Parlamento, ne chiediamo formalmente le dimissioni» ha minacciato Salvini.

Forza Italia: ok al Mes ma senza vincoli di bilancio
Forza Italia non è contraria in assoluto a sfruttare il Mes, escludendo qualunque condizionamento, se non quello che le risorse siano usate per sanare gli effetti provocati dall'emergenza Coronavirus. Il partito di Silvio Berlusconi chiede anche di intensificare l'attività della Bce continuando ad assicurare liquidità mentre la Bei deve finanziare investimenti in infrastrutture per almeno 200 miliardi. Agli autonomi, alle partite Iva e ai professionisti costretti a fermarsi, secondo Berlusconi il governo dovrebbe dare un reddito di almeno 1000 euro. Anche Fi chiede la sospensione per un periodo più lungo delle scadenze fiscali e amministrative. Tra le proposte c’è la semplificazione delle procedure per la cassa integrazione e la reintroduzione dei voucher per l’agricoltura. Poi la ricostruzione dovrà basarsi su una flat tax con aliquota contenuta, la sospensione del codice degli appalti e il regime delle autorizzazioni preventive sulle costruzioni.

Fdi: i fondi del Green Deal per dare liquidità alle imprese
Dirottare i mille miliardi di investimenti previsti per il green deal a sostegno del sistema produttivo europeo per immettere liquidità nelle imprese e arginare gli effetti della recessione. È la richiesta presentata da Fratelli d'Italia alla presidente della Commissione Ue, Ursula Von Der Layen. Anche la leader di Fdi, come la Lega, è nettamente contraria all'uso del Mes. La richiesta a Conte è di venire a riferire alle Camere prima del prossimo e decisivo Consiglio europeo. Fdi ha annunciato una mozione contro il Mes, rilanciando gli Eurobond e il coinvolgimento della Bce. Sulle riaperture «l'Italia non si può ragionevolmente permettere di stare chiusa sul piano economico più di qualche altra settimana». E Meloni chiede
«il test sierologico a tutta la popolazione: così chi è immune può cominciare a lavorare».

«Bot di guerra», pro e i contro della proposta di Salvini
Decreto liquidità: guida ai prestiti garantiti, ecco regole, importi e limiti di accesso

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti