lusso

Corre lo shopping sul web: Pisa Circle mette online la boutique da oltre 2mila orologi

Prima iniziativa dopo i mesi del lockdown con un’accelerazione del processo di digitalizzazione già in atto; sulla piattaforma il meglio delle maison più prestigiose

di Paco Guarnaccia

default onloading pic

Prima iniziativa dopo i mesi del lockdown con un’accelerazione del processo di digitalizzazione già in atto; sulla piattaforma il meglio delle maison più prestigiose


1' di lettura

La prima iniziativa da parte di Pisa Orologeria di Milano, una delle storiche boutique orologiere italiane, dopo i mesi di lockdown è stata il lancio di Pisa Circle, una piattaforma online accessibile tramite il sito pisaorologeria.com che rientra in un processo di digitalizzazione iniziato da tempo.

Passeggiata virtuale tra le vetrine

«Lo scenario che abbiamo vissuto ha solo accelerato un cambiamento epocale che andava affrontato, tenendo ben presente quel tocco umano che ha sempre contraddistinto la nostra azienda - spiega Chiara Pisa, amministratore delegato dell’omonima orologeria -. Abbiamo quindi approfittato della pausa dei mesi scorsi per lavorare a tempo pieno a questo progetto che permetterà ai visitatori di passeggiare virtualmente all'interno delle nostre vetrine. La fase di sviluppo è durata qualche mese e ha conciso con la presa di coscienza del grande successo dei canali digitali. Monitoreremo tutte le nuove possibilità che si creeranno per migliorare e aggiornare questa piattaforma che è un esempio dell'attenzione che abbiamo verso le nuove tecnologie con la volontà di offrire il miglior servizio possibile alla clientela».

Chiara Pisa

L’orologio come opera d’arte

Pisa Circle, quindi, mette in mostra una scelta tra più di 2mila orologi prodotti da circa 30 maison, le più prestigiose del settore, e offre la possibilità in un secondo momento di poter richiedere un appuntamento con il personale specializzato della boutique che si può svolgere in negozio, ma anche telefonicamente o via web. «Ci siamo resi conto che la pausa non ha intaccato la voglia di orologi che, anzi, hanno acquisito una maggiore rilevanza in quanto sono percepiti come delle opere d'arte potenzialmente eterne in grado di resistere alle grandi sfide della vita», conclude Chiara Pisa.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti