AnalisiL'analisi si basa sulla cronaca che sfrutta l'esperienza e la competenza specifica dell'autore per spiegare i fatti, a volte interpretando e traendo conclusioni al servizio dei lettori. Può includere previsioni di possibili evoluzioni di eventi sulla base dell'esperienza.Scopri di piùil progetto rete unica

Corre Tim, vicino accordo con KKR per puntare su rete Open Fiber

Il gruppo delle tlc avrebbe scelto il fondo americano come partner per trattare poi l'acquisizione della società infrastrutturale di Enel e Cdp. KKR pronto anche a investire nella rete secondaria di Telecom, quella che collega gli "armadi" alle abitazioni

di Andrea Fontana

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

Il gruppo delle tlc avrebbe scelto il fondo americano come partner per trattare poi l'acquisizione della società infrastrutturale di Enel e Cdp. KKR pronto anche a investire nella rete secondaria di Telecom, quella che collega gli "armadi" alle abitazioni


2' di lettura

Scatto in Borsa di Telecom Italia sulle indiscrezioni di un accordo in dirittura d'arrivo con il fondo di private equity KKR che affiancherebbe il gruppo tlc nell'acquisto di Open Fiber investendo anche nella rete secondaria di Tim. Le azioni salgono del 3% circa.

Fondo Usa investirebbe anche nella rete secondaria di Tim
Tim, in contatto da diverse settimane con alcuni dei più importanti fondi infrastrutturali, per accelerare il dossier rete unica in fibra, starebbe finalizzando - secondo fonti di mercato che confermano quanto riportato da Bloomberg - la scelta del partner da alcuni indicato come il fondo infrastrutturale KKR per l’acquisizione di Open Fiber, al fine di realizzare il progetto destinato a creare una infrastruttura di rete unica in fibra auspicata da più parti. La scelta sarebbe derivata anche per l’intenzione di KKR di investire eventualmente, con una quota di minoranza nella “rete secondaria” (dai cabinet fino alle abitazioni) che ha valutato tra i 7/7.5 miliardi, come riportato dall'agenzia Usa.

Open Fiber e il ruolo di Enel
Open Fiber, partecipata al 50% da Enel e al 50% da Cdp Equity, è un operatore infrastrutturale impegnato a realizzare la rete a banda ultralarga in fibra ottica. Nei giorni scorsi il ceo di Enel Francesco Starace ha ribadito che il gruppo non ha intenzione di cedere la sua quota.

Per analisti alleanza con KKR passaggio intermedio importante
«Gli ostacoli al deal con OF sarebbero ancora diversi (regolamentari, negoziali) - è il commento di Equita Sim - ma il dossier avrebbe un`inattesa accelerazione e l`ingresso di KKR costituirebbe un passaggio intermedio comunque positivo, in quanto potrebbe fare emergere un ulteriore asset (oltre a Inwit e ai data centers) su cui c'é disallineamento tra multipli del gruppo e multipli degli asset controllati. Una valutazione dell`asset rete a 10 volte il rapporto Enterprise Value/ebitda farebbe emergere circa 3,5 miliardi di extra valore per il gruppo, oltre ad aprire a ipotesi di consolidamento che consentirebbero sinergie di capex»

(Il Sole 24 Ore Radiocor)

Riproduzione riservata ©
Per saperne di più

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti