le conclusioni dell’avvocato generale

Corte Ue: la carenza di alloggi in Francia giustifica il sì agli affitti brevi

È prevista, prima dell’inizio dell’attività, solo nei comuni ad alta densità abitativa

di Annarita D'Ambrosio

default onloading pic
(IMAGOECONOMICA)

È prevista, prima dell’inizio dell’attività, solo nei comuni ad alta densità abitativa


1' di lettura

Gli affitti turistici di breve durata in Francia sono stati oggetto di recente normativa. Differenziano tra le locazioni brevi della residenza principale (quella in cui il proprietario vive almeno 8 mesi l’anno) e quelle delle residenze secondarie, incluse quelle dei non residenti nello Stato.

Affitto e fisco, matrimonio difficile

Autorizzazioni preventive
I nuovi provvedimenti normativi impongono obblighi amministrativi per il proprietario che, preliminarmente all'inizio di qualsiasi locazione “breve”, dovrà dichiarare in Municipio il cambio d’uso dell’appartamento.

In alcuni comuni francesi ad alta densità abitativa e comunque in quelli con oltre 200.000 abitanti, le amministrazioni locali sono autorizzate a negare il cambio di destinazione d'uso richiesto o sottoporlo a condizioni. Le sanzioni amministrative sono pesanti: 450 euro per l’assenza di preventiva dichiarazione in Municipio, fino a 25.000 euro per l’ assenza di autorizzazione nei Comuni che la richiedono.

Il via libera della Corte di giustizia Ue
La normativa così restrittiva è giustificata? Secondo la pronuncia del 2 aprile 2020 della Corte di giustizia Ue si. Nelle conclusioni delle cause riunite C-724/18 e C-727/18 l'Avvocato generale Bobek, richiama la legge francese istitutiva di queste autorizzazioni precisando che a giustificarla, nei Comuni più grandi, è la necessità di contrastare la carenza di abitazioni ad uso residenziale, carenza definita motivo prioritario di interesse generale.

Si ritiene pertanto fondata l'attuazione di una misura nazionale come l'obbligo di ottenere un'autorizzazione preventiva per gli affitti a breve termine.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti