ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGrandi operazioni

Cortina, l’hotel Cristallo apre le porte al fondo inglese Attestor

Il progetto di rilancio della famiglia Gualandi, proprietaria della celebre struttura di lusso, prevede la riqualificazione ma anche la gestione di altre tre strutture a Cortina in vista delle Olimpiadi 2026

di Paola Dezza

2' di lettura

Un progetto alberghiero su larga scala che prende forma in vista delle Olimpiadi Milano-Cortina 2026. Protagonista la famiglia Gualandi, da oltre 20 anni proprietaria dell’hotel Cristallo.
Per il rilancio della struttura la famiglia ha scelto di aprire a un investitore internazionale. Il fondo di private equity Attestor Capital entrerà come investitore nell’hotel con l’obiettivo di assicurare, attraverso investimenti significativi, le risorse necessarie alla riqualificazione.

È un momento estremamente vivace per l’ospitalità in Italia. Cercano i gestori internazionali, da Mandarin a Fours Seasons, cercano gli investitori per acquistare strutture di alto livello da rilanciare. È il caso per esempio di Belmond, che guarda con attenzione lungo la penisola, ma anche gli investitori mediorientali, da sempre storici acquirenti degli hotel di lusso italiani. E sempre più fondi di investimento di matrice anglosassone.

Loading...

L’operazione

Inoltre, la famiglia Gualandi - che è proprietaria del gruppo Coswel fondato nel 1961 e che rappresenta di prodotti di largo consumo per la cura e il benessere della persona come Bionsen, L’angelica, Transvital - avrà a disposizione la liquidità necessaria a portare a termine il progetto più complessivo che prevede il recupero di almeno tre nuove strutture a Cortina con un'offerta in grado di coprire le diverse fasce di mercato, attraverso l’utilizzo del brand Marriott o di altre catene di primo piano nel segmento alberghiero. Oltre all'acquisizione dell’hotel San Marco la famiglia Gualandi prenderà in gestione altre due strutture attualmente chiuse per riaprirle e rilanciarle così come fecero 20 anni fa proprio con il Cristallo.

Il progetto per Cortina

Contestualmente la famiglia ha rinvenuto la necessità di promuovere investimenti sostanziosi nel Cristallo per mantenere l’elevato livello dell’offerta. In particolare, si vuole procedere oltre al rinnovamento in termini di attrezzature e arredi, all’ampliamento del numero di camere. L’ampliamento del Cristallo e il Progetto Enrosadira, così è stato chiamato l’intero piano di recupero, coinvolgeranno complessivamente quattro strutture, oltre 270 camere e daranno lavoro a oltre 250 persone.

La visione

«Il Progetto Enrosadira nasce dalla volontà di capitalizzare e replicare l’esperienza fatta in quasi 30 anni di proprietà dell’hotel Cristallo e 20 di gestione passata dall’acquisto, alla ristrutturazione fino al rilancio della gestione - dice la famiglia -. Dopo l’assegnazione dei Mondiali 2021 prima e delle Olimpiadi del 2026 dopo, abbiamo capito che avremmo potuto replicare quell’esperienza recuperando e rilanciando alcuni degli hotel chiusi da anni. Conosciamo molto approfonditamente il mercato locale, i grandi eventi sportivi rappresentano prospettive concrete per il futuro ed erano davvero troppe le strutture chiuse da anni, fallite o all’asta. Allo stesso tempo abbiamo compreso che anche il Cristallo necessitava di investimenti sostanziosi per garantire il top dell’offerta: un rinnovamento in termini di attrezzature e arredi e la necessità di ampliare il numero di camere. Questa per noi non è una vendita ma un investimento sul futuro dei nostri collaboratori, della comunità che ci ha accolto e che vogliamo far crescere anche grazie a scelte imprenditoriali come questa che abbiamo pensato per generare benessere su tutta Cortina d’Ampezzo» commenta la famiglia Gualandi.

L’hotel Cristallo prosegue nel suo lavoro con il Direttore Franco Lentini e il personale attuale e con Michele Gualandi nel Consiglio di Amministrazione.


Riproduzione riservata ©

  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter RealEstate+

La newsletter premium dedicata al mondo del mercato immobiliare con inchieste esclusive, notizie, analisi ed approfondimenti

Abbonati