anteprime al festival L’Anno che verra’

Cosa leggeremo nel 2019? Le anticipazioni di NN Editore, Feltrinelli e Sur

di Serena Uccello


default onloading pic

5' di lettura

C'è un festival letterario che più che presentare prospetta e che accanto alla riflessione sull'attualità letteraria, affianca l'indagine su quello che accadrà. Fino al 28 ottobre 2018 Pistoia ospiterà la seconda edizione del Festival “L'anno che verrà: i libri che leggeremo”, una rassegna nella quale gli autori e gli editor delle più importanti case editrici italiane ci racconteranno alcune anteprime dal catalogo dei mesi successivi.

Gli ospiti
Tra gli ospiti di questa edizione: Michela Murgia sarà protagonista dell'inaugurazione con una lectio magistralis su come la lettura sia un potente strumento di rivoluzione; a Piero Angela verrà consegnato il premio “Pistoia Città della Cultura”; Anna Bonaiuto curerà un reading da “L'amica geniale” di Elena Ferrante in una serata dedicata a Emons Audiolibri; Debora Petrina e Tiziano Scarpa metteranno in scena lo spettacolo “Le cose che succedono di notte” in cui le canzoni di Debora si intrecciano le storie in rima tratte dall'ultimo libro di Tiziano, “Una libellula di città”.

Gli eventi
Tra gli eventi collaterali al Festival, poi, verranno organizzati diversi corsi di formazione a cura di “Scuola del libro” e “Di lavoro leggo” (NN Editore); incontri di scouting per autori con editori e agenti letterari e uno speed date tra editori e lettori a cura di Goodbook.it. Il cuore del festival saranno infatti gli incontri con gli autori e gli editori che a Pistoia presenteranno i libri che porteranno in pubblicazione nei mesi seguenti, regalando anticipazioni sul catalogo, illustrando le strategie di massima e presentando in maniera più approfondita uno dei titoli (e degli autori) su cui punteranno maggiormente. Una sorta di vernissage dei cataloghi editoriali dell'anno che verrà.

Le anticipazioni di tre editori
Per NN Editore sarà un anno di conferme e di consolidamento. La linea editoriale prosegue nella ricerca di opere dal carattere letterario ma anche coinvolgenti per i lettori. «Ci piace seguire i nostri autori, accompagnarli nella loro crescita», spiega infatti Eugenia Dubini che dirige la casa editrice milanese. E così per quanto riguarda gli autori italiani, l'anno inizierà con un libro di Chiara Marchelli, La memoria della cenere. Dopo i felici esordi di Roberto Camurri (A misura d'uomo) e Alessio Forgione (Napoli mon amour), nella collana Gli Innocenti, sarà la volta di Serena Patrignanelli con La Fine dell'Estate (menzione speciale all'edizione 2017 del Premio Calvino). E se la fine del 2018 vedrà il 5 novembre il grande ritorno di Kent Haruf con quello che è stato il suo esordio, Vincoli, per il prossimo anno è previsto un nuovo titolo di Tom Drury, e il secondo capitolo della trilogia di Jesmyn Ward: dopo Salvare le Ossa, Sing Unburied Sing. Tra gli autori americani saranno pubblicati i racconti di Robert Coover, mentre è in arrivo una nuova trilogia di un grande autore americano orfano di editore: Daniel Woodrell con La versione della cameriera. Continuerà la pubblicazione della serie del deserto di James Anderson e dell'opera di Sherman Alexie. Tra le voci femminili grande attesa per l'uscita del nuovo memoir di Jenny Diski, e per il debutto dell'americana di origini asiatiche Rachel Khong e del suo Goodbye, Vitamin e di Jessica Andrews, con il suo Acquamarina. Infine, nel 2019 usciranno gli ultimi due titoli della collana CroceVia, il primo del curatore Alessandro Zaccuri sul nome di Maria e l'ultimo di Marcello Fois sulla parola Fede.

Sarà un avvio di anno all'insegna della commedia quello che ci racconta Laura Cerutti editor di Feltrinelli. Si comincia con La Compagnia delle illusioni di Enrico Ianniello. E con l'uscita del nuovo romanzo di Piersandro Pallavicini, dal titolo Nel Giardino delle scrittrici nude. Storia di ricca erediteria che decide di inventarsi un premio letterario dal compenso a più zeri: in scena vizi, tic, e mania dell'editoria italiana. Ma anche una indagine sulle ragioni più profonde della scrittura. L’anno prosegue con il nuovo romanzo di Giacomo Papi dal titolo Il censimento dei radical chic. Incipit fulminante, ci racconta Cerutti, quello di Papi: «Il primo l'ammazzarono perché aveva citato Spinoza in un show». A metà tra giallo e satira, un racconto divertito della nostra contemporaneità. Tra i titoli di punta, un grande ritorno: viene ripubblicata una nuova edizione La Mennulara di Simonetta Agnello Hornby. Si tratta di una versione con quattro capitoli inediti e soprattutto un nuovo finale.

Prosegue con letteratura contemporanea dall'America latina (Sur) e la cultura angloamericana (BigSur) la casa editrice Sur. Il primo titolo sarà Vicini di casa di Thomas Berger, opera da cui nell’82 venne tratto il film Neighbors, ultimo film a cui partecipò John Belushi. «Il secondo titolo - ci spiega Marco Cassini, direttore editoriale di Sur - è un titolo a cui io tengo particolarmente perché è un autore che è sempre amato moltissimo, un maestro assoluto. Parlo di Lawrence Ferlinghetti». Personaggio straordinario poeta ed editore, con la sua libreria e casa editrice City Lights pubblicò i primi lavori letterari della Beat Generation, tra cui Jack Kerouac e Allen Ginsberg. Il volume di poesie - dal titolo Scoppi urla risate - che Sur si prepara a pubblicare coincide idealmente con anniversario importante: il 24 marzo 2019 Ferlinghetti compirà cent’anni. Due esordi poi per l’Italia, verrà pubblicato il messicano Eduardo Rabasa. Il suo Cintura nera, a metà tra 1984 di Orwell e Fantozzi, racconta della lotta per il suo successo (e in fondo per la sopravvivenza) in un’azienda - la Soluzioni -: call center a cui gli utenti si rivolgono per la “soluzione” dei loro problemi. Ogni genere di problema. Ai lavoratori il compito di risolverli, ad una soluzione trovata equivale a un punteggio. Chi sbaglia sprofonda. C’è poi un direttore delle risorse umane che parla attraverso la voce di una rana pupazza e ... Dal Messico all’Uruguay con Vera Giaconi e il suo Persone care: dieci racconti che esplorano i legami di sangue, i legami tra gli individui dentro quel ring che è la famiglia.

L’organizzazione del Festival
Il Festival è organizzato in collaborazione con le riviste Archeologia Viva, L'Indice dei libri del mese e The FLR - The Florentine Literary Review, Libreria Diari di Bordo di Parma, Di lavoro, leggo/NNE, Scuola del libro/SUR, Goodbook.it, Scuola Holden di Torino, Teatro Stabile del Veneto e Lorenzo Marangoni. E con le agenzie letterarie Alferj e Prestia, MalaTesta e United Stories.

Ecco alcuni delle voci presenti, il programma completo sul sito www.comune.pistoia.it/l-anno-che-verra
Tullio Avoledo, Alessandro Bertante, Luca Briasco, Giulia Caminito, Carlo Carabba, Marco Cassini, Riccardo Cavallero, Laura Cerutti, Francesco Colombo, Fabio Cremonesi, Stefano Del Prete, Alba Donati, Eugenia Dubini, Davide Ferraris, Antonio Franchini, Alessandro Gazoia, Andrea Gessner, Rossella Milone, Piersandro Pallavicini, Raffaello Palumbo Mosca, Piergiorgio Pulixi, Michele Rossi, Vanni Santoni, Giampaolo Simi, Flavio Tranquillo, Michele Vaccari.

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...