ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùRiqualificazione

Così due edifici cambieranno le Cinque vie

Le case di lusso in fase di realizzazione a Milano accontentano la domanda di alto livello da clienti internazionali e manager che rientrano nel capoluogo da Londra dopo la Brexit

di Paola Dezza

Il Castello di Vigevano, recentemente restaurato, ospiterà oggi la festa per i 55 anni di Ance Pavia

3' di lettura

Una ferita di Milano che verrà presto sanata. Ancora una volta portando in città case di alto livello, di cui i clienti internazionali o di ritorno da Londra dopo la Brexit hanno fame. Nel quartiere delle “Cinque vie”, sito storico di Milano, partiranno a breve due interventi di ricostruzione promossi dallo sviluppatore immobiliare Federico Consolandi portando a termine la riqualificazione della via del Bollo prevista da tempo dal piano convenzionato di ricostruzione del Centro Storico.

A due passi da via Torino, le Cinque vie da cui il quartiere prende il nome sono via del Bollo, via Bocchetto, via Santa Marta, via Santa Maria Fulcorina e via S. Maria Podone. Una zona dove si respira ancora, in parte, la vecchia Milano. Anche se nel tempo l’area ha perso i negozi storici.

Loading...

Si tratta di due edifici residenziali con negozi al piano terra che colmano i vuoti lasciati dai bombardamenti del 1943 e ricostituiscono gli angoli su via Santa Marta e via Zecca Vecchia completando il fronte di via del Bollo e dando forma alle prospettive urbane dell’isolato in rapporto appunto con lo slargo delle “Cinque vie” e con Piazza San Sepolcro. L’edificio di Santa Marta 1 si sviluppa su un lotto di 247 mq ed ha cinque livelli fuori terra con al piano terra un locale commerciale di 118 mq, l’edificio di Zecca Vecchia 2 si sviluppa su un lotto di 247 mq ed ha tre livelli fuori terra con al piano terra un locale commerciale di 125 mq e giardino di 117 mq. Attualmente sono in corso gli scavi archeologici sotto il controllo della Soprintendenza e le opere per la messa in sicurezza del perimetro dei fabbricati e dello scavo.

L’area è un centro che ha una forte valenza storica per la città. Il nome deriva dalla forma a stella dell’incrocio di queste vie, un quartiere che esisteva già in epoca romana. In epoca medievale ospitava invece il mercato.

I nuovi edifici, che Il Sole24 Ore è in grado di anticipare, sono progettati dallo studio milanese Arassociati e definiti per rispettare lotti e volumi preesistenti adeguandosi alle altezze originali. La forma sarà moderna ma non aggressiva rispetto al contesto. Entrambi gli interventi, come nelle architetture di Caccia Dominioni e Magistretti presenti in zona, proporranno un'alternanza tra intonaci e parti lapidee nelle tonalità chiare con serramenti in legno a tutt’altezza che sottolineano la spazialità interna delle unità residenziali affacciandosi sullo spazio pubblico propria dell'evoluzione del Centro Storico.

«Gli appartamenti saranno di grandi dimensioni - racconta Federico Consolandi -, ma non abbiamo ancora deciso le metrature esatte. Ci saranno parcheggi automatizzati e qualche amenities, ma l’appeal sarà dettato soprattutto dalla zona e dalla tipologia di abitazioni». Uno dei due edifici si presta anche a essere abitazione unifamiliare con un piccolo giardino.

Consolandi è conosciuto per diversi sviluppi residenziali, ma soprattutto per le riqualificazioni effettuate nelle zone centrali delle città. Tra gli ultimi progetti portati a termine c’è l’edificio di via Vespucci, zona Porta Nuova. Una nuova edificazione con attici con piscina all’ultimo piano, il decimo, e una serie di servizi per i residenti che vanno dagli spazi di coworking alle piscine, all’aperto e indoor, fino allo spazio ampio per le biciclette e i passeggini. Tra gli altri progetti ultimati ci sono via Varese e via Porta Tenaglia, dove sono presenti attici con piscina che Consolandi realizza a Milano da oltre una ventina d’anni, ma soprattutto Washington Building, sviluppo residenziale che sorge sullo storico sito della ex fabbrica Borletti.

Riproduzione riservata ©

  • Paola DezzaCaposervizio Responsabile Real Estate

    Lingue parlate: inglese, francese

    Argomenti: mercato immobiliare, architettura, finanza immobiliare, lifestyle, turismo, hotel e ospitalità

    Premi: “Key player of the italian real estate market” di Scenari Immobiliari

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti