INNOVAZIONE

Così Psa progetta il futuro dell’auto

di Simonluca Pini

1' di lettura

Condivisa, connessa, sicura e libera. Sono queste le principali caratteristiche della mobilità in arrivo nei prossimi anni secondo Carlos Tavares. L’amministratore delegato del gruppo Psa, in occasione della presentazione dei servizi di mobilità più recenti sviluppati nel quadro del piano strategico Push To Pass, ha evidenziato i principali cambiamenti di fruizione della mobilità. La condivisione sarà uno degli elementi chiave, a partire dal car sharing che si estenderà ad altri veicoli come bici e scooter. Per questo motivo Psa offre Free2Move, un’applicazione che unisce i principali servizi di sharing e conta già 450mila iscritti. Per la connettività e la sicurezza il gruppo francese ha scelto Huawei per la creazione di una nuova piattaforma battezzata Connected vehicle modular platform (Cvmp). Questa partnership garantirà una gestione sicura delle interazioni digitali tra la vettura e il cloud, assicurando l’integrità, l’autenticità e la riservatezza dei dati. La nuova piattaforma permetterà di sfruttare servizi futuri come la diagnosi della vettura a distanza e comandi in remoto a partire dal controllo della carica della batteria, dal preriscaldamento e l’aggiornamento over the air dei software del veicolo, oltre a fornire servizi come l’assistente personale. Come sottolineato dallo stesso Tavares, il gruppo si sta impegnando più che mai a proteggere la libertà di movimento su base individuale in previsione di uno scenario futuro dove le auto a guida autonoma avranno un costo maggiore e non saranno alla portata di tutti; Il futuro della mobilità passa anche da questo.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti