solari

Cosmetici per l’estate, un brevetto ci salverà

di Marika Gervasio

3' di lettura

Ognuno di noi ha un proprio “capitale solare”: questo concetto è stato definito per la prima volta dal dermatologo Michel Jeanmougin e studiato da Vichy, marchio di cosmetici del gruppo L’Oréal venduto in farmacia. Il capitale solare è la naturale capacità della pelle di autoproteggersi e auto-ripararsi quando esposta ai raggi Uv. Le diverse abitudini di esposizione solare - al mare, in montagna, la durata dell’esposizione, la frequenza di applicazione della protezione - sono state identificate da Vichy come “esposoma” un fattore che influenza, non solo la naturale resistenza della pelle, ma anche l’efficacia della protezione solare. Perciò per quest’estate il marchio francese si è concentrato su chi prende il sole in spiaggia a contatto con sale, sabbia e vento.

Ogni anno le aziende cosmetiche propongono soluzioni brevettate in uno dei segmenti a più alto tasso di innovazione di un settore, quello della bellezza, che della ricerca ha fatto la sua prerogativa. Basti pensare che le aziende di cosmesi italiane investono in R&S il 7% del fatturato, il doppio rispetto alla media nazionale del manifatturiero. Allargando i confini all’Europa, nel periodo 2013-2018, le industrie beauty hanno sfornato più di 5mila brevetti l’anno con 33 centri di innovazione scientifica per 26mila addetti tra chimici, fisici, microbiologi, biologi, tossicologi e medici. L’anno scorso in Italia sono stati spesi quasi 360 milioni di euro per l’acquisto di solari, più della metà (166 milioni) in farmacia seguita dalla Gdo con 141 milioni di spesa, mentre la profumeria ha contribuito con 52,4 milioni.

Loading...
Tintarella in sicurezza con i solari hi-tech

Tintarella in sicurezza con i solari hi-tech

Photogallery33 foto

Visualizza

«I segmenti dei solari e del photoaging rappresentano due dei mercati più importanti - spiega Rosario Grosso, country head Isdin Italia, azienda spagnola di dermocosmesi in farmacia da poco entrata in Italia -. Utilizziamo principi attivi e tecnologie innovativi e sicuri anche per chi ha la pelle particolarmente sensibile, nel rispetto dell’ambiente. Siamo un’azienda farmaceutica dall’alto contenuto scientifico e tecnologico: investiamo il 10% del nostro fatturato in R&S».

Dalla Spagna all’Italia: «Abbiamo inserito la linea solari in seguito alla richiesta della nostra community social e dopo aver verificato con i clienti profumieri che hanno accolto positivamente la proposta - racconta il presidente di Acqua dell’Elba, Fabio Murzi -. In termini di business ci auguriamo che la linea, in vendita in oltre 540 profumerie, nei nostri 25 monomarca e nell’e-commerce, possa andare molto bene e completare l’offerta».

Tra le new entry innovative, solo per citarne alcune, la linea Sunwards e Tanwards di Synchroline con packaging intelligente Uv alert che, tramite uno speciale sistema di rilevamento, informa sulla presenza e intensità delle radiazioni ultraviolette in base a dove ci si trova. Arriva sul mercato anche MyKai, la crema solare nata dall’alleanza tra Bio-on e Unilever, che grazie a innovativi biopolimeri protegge sia la pelle che l’ambiente. Mentre Shiseido ha pensato a una gamma dedicata a chi fa sport con una speciale tecnologia, ispirata a quelle usate sui tessuti sportivi, che disperde il sudore facendolo evaporare velocemente.

Lancaster, che di solari si occupa da oltre 70 anni, utilizza una tecnologia che contrasta il 100% dei raggi solari, dagli Uva agli Uvb fino alla luce visibile e ai raggi infrarossi. A questa abbina un complesso anti-inquinamento e un trattamento anti-age. Trattamenti contro le rughe sono anche i prodotti della linea Uv-Bronze di Filorga e Trouble Maker di Australian Gold; mentre Arangara, marchio di lusso naturale calabrese ha pensato, oltre che alla fase dell’esposizione ai raggi solari, anche a quella che la precede e la segue; e Lullage, brand spagnolo, porta in Italia i fluidi solari dedicati alle pelli grasse e impure e sensibili. Dior, invece, ha reinventato tutta la gamma dei prodotti riformulandone alcuni e aumentando l’Spf in altri. Infine, Framesi pensa a proteggere i capelli da sole, sale, vento e cloro con un kit shampoo e crema con estratto di melone italiano.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti