ASSEMBLEA ANCI a vicenza

Costamagna (Cdp) ai Comuni: pronti a rinegoziare prestiti per 20 mld

di Redazione Online

(ANSA)

3' di lettura

Il Governo deve evitare che la legge di Bilancio abbia un effetto depressivo. E lavorerà per trovare ulteriore spazio per investimenti. Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che nel pomeriggio è intervenuto a Vicenza alla 34esima assemblea dell’Anci, l’associazione dei Comuni italiani. Rivolgendosi direttamente ai sindaci ha detto: «Nessuno meglio di voi sa che siamo su una strada che ci auguriamo sia quella giusta per venire fuori da questa crisi terribile».

Dal presidente di Cassa depositi e prestiti, Claudio Costamagna, anche lui ospite dell’associazione dei sindaci, è arrivato un segno concreto di sostegno alle esigenze dei Comuni. Cdp, ha annunciato il presidente, è infatti pronta a rinegoziare i prestiti degli Enti locali che ancora non lo hanno fatto, mettendo a disposizione per questa voce un importo complessivo di circa 20 miliardi di euro. «Per quanto riguarda il tema della rinegoziazione dei prestiti in favore dei Comuni abbiamo già deliberato. Sul costo poco possiamo fare se non interviene il governo ad aiutarci», ha spiegato Costamagna. «Il problema è aprire il provvedimento, lo abbiamo già fatto in passato per circa 2mila Comuni per un importo di circa 30miliardi di euro. Ora siamo disponibili a farlo per gli altri 7mila comuni per un importo complessivo di 20mld», ha precisato. «È chiaro però, ha poi concluso, che dobbiamo avere un impegno da parte del Governo perchè, noi che gestiamo il risparmio postale, non possiamo andare a togliere i rendimenti che abbiamo assicurato a chi compra i nostri buoni».

Loading...

Il premier: lavoreremo per trovare ulteriore spazio per investimenti
Parlando alla platea dei sindaci il premier ha ricordato le « macrocifre incoraggianti» che si registrano sul fronte dell’economia, che devono essere tradotte «in cambiamenti, non solo nella fiducia, che nell’ultimo periodo comincia ad esserci. Ma dobbiamo tradurle in cambiamenti sostanziali dal punto di vista del lavoro e del benessere». Con la nuova legge di Bilancio, ha continuato il capo del Governo, «lavoreremo per trovare ulteriore spazio per investimenti». Gentiloni ha spiegato che «ancora non è arrivato il momento di raccogliere i frutti». «Stiamo lavorando a una legge di bilancio che non freni ma incoraggi la ripresa che è in atto; dobbiamo avere la capacità di fare una legge di bilancio che rilanci la crescita. Questo è un impegno che io prendo di fronte all’assemblea dei sindaci italiani», ha detto Gentiloni. Domani sul tavolo del Consiglio dei ministri attiverà un anticipo della manovra: il decreto fiscale con alcune delle misure di copertura della legge di Bilancio. com la rottamazione bis delle cartelle.

Dal Governo ogni sforzo per concludere la legislatura in maniera ordinata
Nel giorno in cui l’aula della Camera vota la nuova legge elettorale, Gentiloni ha ricordato che «non è il tempo dell’irresponsabilità, al di la di ogni comprensibile tensione politica dobbiamo mettere al primo posto l'Italia, è nostro dovere ed è l’impegno che io prendo davanti ai sindaci italiani. Per quanto riguarda il governo si farà ogni sforzo per giungere ad una conclusione ordinata della legislatura».

«Finalmente superato il Patto di Stabilità»
«Credo che possiamo rivendicare all’impegno di questi anni il fatto di aver finalmente superato il Patto di stabilità, sostituendolo con una regola, la regola del pareggio, che non è certo una regola perfetta ma che libera in molti casi investimenti», ha affermato. Gentiloni ha fatto riferimento agli «anni terribili» della crisi, quando «si era vissuta una difficoltà molto molto grande anche nei rapporti tra i livelli centrali e locali delle istituzioni». «Sappiamo - ha aggiunto - che, con le contraddizioni e le difficoltà del caso, che certo io non ignoro e che sono diverse nelle varie aree del Paese, è stato in buona parte superato il criterio della spesa storica, il che è un modo per stimolare la qualità e l’efficienza della spesa amministrativa».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti