Transizione ecologica

Cosulich investe su una gasiera per rifornire di Gnl le navi nel Mediterraneo

Il gruppo punta sulla sostenibilità. Il progetto è finanziato con 36 milioni grazie al supporto di Bper, Popolare di Sondrio, Cdp, Sace e Commissione Ue

di Raoul de Forcade

I punti chiave

2' di lettura

Il gruppo Fratelli Cosulich punta sulla transizione ecologica con una gasiera per rifornire di Gnl (gas naturale liquefatto) le altre navi nel Mediterraneo. Si tratta di un progetto che mira a risolvere il problema dall’approvvigionamento di metano per la navi , sempre più numerose, che usano questo tipo di propulsione nel mare nostrum; ed è anche un passo di rilievo, a livello europeo, per uno sviluppo infrastrutturale orientato alla mobilità sostenibile e a basso impatto ambientale.

Bper Banca, in qualità di istituto organizzatore, Banca Popolare di Sondrio e Cdp, avvalendosi della garanzia green di Sace, hanno dunque supportato il gruppo genovese, specializzato nei servizi di spedizione e logistica legati all’industria del trasporto marittimo, finalizzando un contratto di finanziamento da 31,5 milioni di euro, a cui si aggiungono ulteriori risorse, pari a 4,5 milioni di euro, da parte della Commissione europea.

Loading...

Le risorse, spiega una nota, saranno utilizzate per la realizzazione di un mezzo navale che consentirà la distribuzione di Gnl. Il progetto prevede la costruzione di una nave gasiera da circa 5.300 tonnellate, alimentata a sua volta a gas naturale, per il trasporto e il servizio di rifornimento di Gnl alle grandi navi (sia da crociera che cargo) in transito nel Mediterraneo.

La nave

L’unità potrà trasportare fino a 8mila metri cubi di gas e, sottolinea ancora la nota, «vanterà le più avanzate tecnologie disponibili». Sarà, infatti, installato a bordo un impianto che permetterà di eliminare completamente i potenziali impatti ambientali.

Si tratta, conclude la nota, di «un progetto che, in termini di mitigazione del cambiamento climatico e con riferimento allo sviluppo di sistemi di trasporto a combustibili alternativi, rientra negli obiettivi del green new deal, il piano che promuove un’Europa circolare - moderna, sostenibile e resiliente - ambito nel quale Sace è stata chiamata a svolgere un ruolo centrale con le sue garanzie green, così come previsto dal decreto legge Semplificazioni» (76/2020). Al perfezionamento dell’operazione ha collaborato lo studio legale Watson Farley Williams.

I Cosulich

Il gruppo Fratelli Cosulich, con oltre 160 anni di storia, è composto di 90 società e detiene una flotta di 11 navi; si occupa, tra l’altro, di trading e distribuzione di carburante, servizi di agenzia marittima e logistica. La società ha la sede centrale a Genova e stabilimenti in altri porti sul territorio nazionale. Dispone di una rete internazionale in 17 differenti Paesi e ha impiegato, nel 2019, 1.200 dipendenti raggiungendo un fatturato di 1,5 miliardi di euro.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti