donazioni

Covid-19, il Gruppo Chiesi dona 3 milioni di euro e aumenta del 25% lo stipendio dei lavoratori

L'azienda mette in atto nuove misure per proteggere la salute e il benessere dei dipendenti, incluso un compenso aggiuntivo per un totale di 1 milione di euro

di redazione Salute

default onloading pic
(Imagoeconomica)

L'azienda mette in atto nuove misure per proteggere la salute e il benessere dei dipendenti, incluso un compenso aggiuntivo per un totale di 1 milione di euro


2' di lettura

In qualità di Benefit Corporation, il Gruppo Chiesi e lei sue filiali a livello globale si sono già attivate con donazioni a supporto dei pazienti, delle istituzioni e di operatori sanitari.

Oggi il Gruppo annuncia di avere istituito un fondo dedicato al territorio italiano di 3 milioni di euro da destinare a ulteriori iniziative che comprendono la donazione di dispositivi di protezione individuale, ventilatori polmonari e gel sanitizzante a seguito di richieste specifiche da parte di ospedali e enti.

In aggiunta a questo fondo, in Cina e in Italia sono state effettuate donazioni dirette di farmaci per le malattie respiratorie agli ospedali in difficoltà. I dipendenti italiani hanno avuto inoltre l'opportunità di donare ore di lavoro “virtuali” ad una associazione parmigiana di volontariato attiva in supporto dell'emergenza. L'azienda ha convertito le ore di lavoro donate in donazione monetaria e il valore totale è stato quindi raddoppiato dal Gruppo Chiesi. In due settimane l'importo totale raccolto è di circa 70.000 euro.

Dallo scorso febbraio, il team dedicato alla gestione dell'emergenza si occupa quotidianamente a mettere in atto azioni nel rispetto della salute e della sicurezza di tutti i dipendenti, basandosi sulle indicazioni fornite dalle istituzioni e dall'Organizzazione Mondiale della Sanità e basando il proprio operato su 3 pilastri principali: protezione, condivisione e formazione.

Per i colleghi che si recano quotidianamente in azienda sono stati implementati processi rigorosi a tutela della loro salute che includono il distanziamento sociale e nuovi protocolli di igiene in aggiunta ai processi di routine esistenti. Per sostenere ulteriormente questi colleghi, che con il loro impegno e dedizione assicurano il normale svolgimento di tutte le operazioni, l'azienda ha deciso un incremento salariale del 25% corrisposto per tutta la durata dell'emergenza.

Inoltre, è attiva una polizza assicurativa dedicata per le spese mediche in aggiunta a quella esistente per supportare i dipendenti nello sfortunato caso di contagio da Covid-19. L'azienda ha inoltre istituito un servizio di assistenza gratuito dedicato con psicologi esperti disponibili 24 ore al giorno ogni giorno, disponibile per tutti i dipendenti.

Tutte queste misure a favore del benessere e della salute dei dipendenti comportano un investimento previsto ad oggi pari a circa un milione di euro.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...