ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPost emergenza

Covid, aggiornate dall’Enac le linee guida per il settore aereo

Per volare sono ora sufficienti il cosiddetto Green Pass base e le mascherine di tipo Ffp2

di Nicola Barone

A Pasqua i turisti riconquistano Bolzano

3' di lettura

L’Enac, l’ente nazionale per l’aviazione civile, semplifica la vita dei passeggeri. Sono infatti state aggiornate le linee guida per gli operatori del settore per favorire un rapido rientro nell’ordinaria attività del trasporto aereo dopo la cessazione dello stato di emergenza. Come viene ricordato in una nota, per volare sono ora sufficienti il cosiddetto Green Pass base e le mascherine di tipo FFP2, mentre vengono rimossi i vincoli relativi all’utilizzo delle cappelliere.

Le prescrizioni per i gestori

I gestori aeroportuali dovranno inoltre adottare interventi organizzativi e gestionali per prevenire ogni forma di affollamento in tutte le aree dell’aerostazione e durante le operazioni aeroportuali, mediante una corretta gestione dei flussi e degli accodamenti, una segnaletica efficace e svolgere l’igienizzazione e sanificazione in ogni area dell’infrastruttura.

Loading...

Segnalazione delle positività

Procedure analoghe dovranno essere disposte dai vettori aerei nelle fasi di imbarco e sbarco degli aeromobili. A tutti i passeggeri dei voli nazionali e internazionali con destinazione Italia è fatto obbligo di segnalare al vettore e all’autorità sanitaria territoriale competente l’eventuale positività al Covid-19 diagnosticata entro 5 giorni dallo sbarco dall’aeromobile, per dare avvio al contact tracing sul territorio nazionale, chiarisce l’ente.

A Pasqua ripresa del turismo

Intanto segnali di speranza sembrano accendere il turismo italiano, a partire dalla Capitale Roma che, come tutte le città d’arte, è stata sferzata dalla crisi che ha attraversato il Paese negli ultimi due anni. I dati relativi alle vacanze di Pasqua sono positivi e aprono spiragli confortanti per l’estate, su cui però continua ad allungarsi l’ombra della guerra. Intanto però, tra Pasqua e 25 aprile, 15 milioni tra italiani e stranieri si metteranno in viaggio nel nostro Paese per una spesa complessiva che si aggira intorno ai 5,5 miliardi, secondo un’indagine di Cna Turismo e Commercio condotta tra i propri associati in tutta Italia.

In treno traffico sei volte maggiore

Secondo le stime dieci milioni di italiani si limiteranno a gite di una giornata o si recheranno in case di famiglia, ma oltre cinque milioni di turisti sono invece intenzionati a pernottare in strutture ricettive perlomeno per una notte. E di questi - precisa Cna - più di un milione e mezzo saranno stranieri. La media dei pernottamenti è prevista tra le due e le tre notti per i vacanzieri italiani, tra le tre e le quattro notti per gli stranieri. I turisti provenienti dall’estero arriveranno in netta prevalenza dall’Europa continentale, dal Regno Unito, dagli Usa e dal Canada. Dalle Frecce ai Pop e Rock passando per gli intercity e anche i treni storici: la ripartenza del turismo si fa sentire e, complice anche il caro carburante, per il periodo di Pasqua si registra un forte balzo del numero dei passeggeri. Su tutti i treni di Trenitalia, infatti, è stimato un numero di viaggiatori sei volte più grande rispetto al periodo di Pasqua del 2021, che era ancora condizionato da zone rosse e da limitazioni agli spostamenti.

Voglia di Italia, cresce attenzione dagli Usa

In generale «l’andamento delle prenotazioni manda segnali positivi: la voglia di Italia è tanta e non ci sono state disdette, soprattutto da parte del pubblico statunitense». A dirlo è Maria Carmela Colaiacovo, presidente di Associazione Italiana Confindustria Alberghi, sottolineando che il dato è particolarmente rincuorante perché «durante gli anni della pandemia abbiamo avuto un turismo domestico ed europeo, mentre per quest’anno abbiamo la percezione che il turismo nordamericano si stia riaffacciando verso il nostro Paese». Percentuali, quelle Usa, «che sono fortemente mancate in quei due anni tragici e che invece potrebbero ricominciare ad tornare». Dunque pronostici buoni, anche se il settore resta sul chi vive dato il momento di grande incertezza: «La variante guerra - dice sempre Colaiacovo - ci fa comunque navigare a vista».

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti