L’allarme del Moige

Covid, aumentato del 67% il tempo trascorso dai ragazzi davanti a computer e cellulari

L'87% dei genitori ha riscontrato effetti negativi. Presentata l'indagine su ‘'Cyber-risk e pandemia'' e il progetto “Giovani Ambasciatori per la cittadinanza digitale contro bullismo e cyber risk”

3' di lettura

Da quando è scoppiata l’emergenza pandemica, escluso l’impegno per la Dad, il tempo trascorso da bambini e adolescenti davanti ai device tecnologici è aumentato del 67% (+ 48% nel nord ovest; + 71% nel nord est; + 71% al centro; + 74% al sud; + 76% nelle isole). L’87% dei genitori ha riscontrato effetti negativi sui ragazzi e il 52% ha segnalato la perdita del contatto fisico con gli altri.

A livello territoriale i giovani delle isole hanno maggiormente risentito dell’aumento di utilizzo di device, addirittura il 94% degli intervistati ne ha riscontrato gli effetti negativi. Il 77%, però, riconosce che l’uso dei device ha compensato la mancanza di relazioni aiutando i figli ad affrontare la chiusura forzata e mantenere così delle relazioni sociali. In controtendenza il 40% dei genitori ha evidenziato che ha trascorso tanto tempo insieme ai figli, dialogando molto. Sono alcuni dei dati dell’indagine realizzata dall’Istituto Piepoli sul tema: “Cyber-risk e pandemia”, per il Moige (Movimento Italiano Genitori) interpellando i genitori sull’utilizzo del digitale da parte dei minori durante il periodo dell’emergenza covid.

Loading...

L’iniziativa del Moige

In occasione del Safer Internet Day 2022, Antonio Affinita, direttore generale del Moige ha dato il via oggi, in collegamento con oltre 50 istituti scolastici, alla VI edizione del progetto “Giovani Ambasciatori per la cittadinanza digitale contro bullismo e cyber risk”, promosso in collaborazione con Polizia di Stato, e con ’’Un nodo blu’’ del Miur, Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani).

La campagna sul cyberbullismo

La campagna sul cyberbullismo ed altri pericoli del web ha coinvolto finora 587.500 genitori, 325.000 studenti e 11.500 docenti sulle tematiche del bullismo e della sicurezza web. Inoltre, è stata creata una rete nazionale di oltre 1.200 scuole e 5.500 “Giovani ambasciatori”, ragazzi scelti dai docenti per le loro particolari attitudini e sensibilità e formati per “formare” i loro coetanei.

Le scuole coinvolte

L’iniziativa, quest’anno, coinvolgerà ulteriori 250 scuole primarie e secondarie di I e II grado in circa 200 comuni di tutta Italia, 62.500 studenti, 1.250 Giovani Ambasciatori, 1.250 docenti formati tramite piattaforma online e incontri a scuola e 125.000 genitori degli studenti informati attraverso il materiale didattico dedicato. I 250 plessi scolastici riceveranno kit didattici e formazione su spazio web con contenuti redatti dalla task di psicologi e pedagogisti esperti del Moige.

L’aumento dei reati dei minori

I rischi dell’abuso dei mezzi digitali non sono solo virtuali: «In un contesto che è stato improvvisamente caratterizzato dalla pandemia, la Polizia Postale ha registrato un sensibile aumento dei reati che riguardano il mondo dei minori, del 132% in più nel 2020 rispetto al 2019, con trend in aumento anche nel 2021», ha spiegato Barbara Strappato, direttore della prima divisione del servizio Polizia Postale e delle comunicazioni, intervenendo all’iniziativa del Moige, ma «anche in termini di risposta registriamo un aumento sensibile, del 90%».

L’educazione all’uso sicuro del web

Sono emersi fenomeni nuovi, come assembramenti organizzati online, baby gang virtualii, accessi abusivi alle piattaforme di didattica a distanza, e un aumento di segnalazioni di intenti autolesionisti. In questo contesto, sottolinea la dirigente di Polizia, «l’educazione all’uso sicuro del web è la risposta più importante». «Gli stessi ragazzi - ha sottolineato la garante dell’Infanzia Carla Garlatti - chiedono una piattaforma che possa connettere studenti e docenti in più parti d’Italia, nella quale socializzare e condividere, chiedono maggiore inclusione per i ragazzi disabili e di avere un’istruzione digitale per loro stessi e i genitori».

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter


Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti