L'evoluzione della pandemia

Covid, dai bambini ai non vaccinati: i rischi dell’autunno

Tra le incognite anche le ripercussioni sui contagi della ripresa delle attività produttive e delle scuole, con un maggiore utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico

Draghi: l'ingrediente fondamentale della ripresa? La vaccinazione

2' di lettura

In Italia l'epidemia rallenta. E la campagna vaccinale procede piuttosto spedita, con il target dell’80% di over 12 immunizzati che dovrebbe essere raggiunto il 7 ottobre in base alle stime di Lab24. Restano però alcune incognite che pesano sull’autunno. A partire dalle ripercussioni sui contagi della ripresa delle attività produttive e delle scuole, con un maggiore utilizzo dei mezzi di trasporto pubblico. Nonché l’alto numero di persone ancora senza neppure una dose: al momento sono 8,8 milioni. Senza contare che i prossimi mesi autunnali e invernali sono i più favorevoli alla diffusione del Covid-19.

In autunno previsto aumento dei contagi tra i bambini

Non a caso, in base alla valutazione del rischio Covid aggiornata dal Centro europeo per la prevenzione e il controllo delle malattie (Ecdc), emerge che nei prossimi mesi verranno segnalate percentuali maggiori di casi di Covid tra i bambini. Per ora ancora non vaccinabili sotto i 12 anni . «Interventi come il distanziamento, prevenire gli assembramenti, l’igiene e una migliore ventilazione rimarranno essenziali per prevenire la trasmissione negli ambienti scolastici», si legge nel documento.

Loading...

Autunno a rischio per i Paesi con pochi vaccinati

Non solo. L’Ecdc avverte che da qui a novembre «c'è un alto rischio di aumento di contagi e morti per i Paesi europei che non hanno ancora raggiunto una copertura vaccinale Covid-19 sufficientemente elevata nella loro popolazione totale». La circolazione del virus, è l’analisi dell’Ecdc, è molto elevata. Finora soltanto il 61% della popolazione totale in Europa (Ue e Spazio economico europeo) è stato completamente vaccinato e solo tre Paesi (Malta, Portogallo e Islanda) hanno vaccinato più del 75% della loro popolazione totale. L'Italia è attualmente poco sotto il 72 per cento.

Il ruolo delle vaccinazioni

Non a caso il premier Mario Draghi nell’ultima conferenza stampa ha dichiarato che «la vaccinazione è alla base della ripresa, un ingrediente fondamentale per la crescita, da proteggere in tutti i modi». E ha sottolineato come «il vaccino sia l'unico modo sicuro per proteggere noi stessi e i nostri cari».

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti