Emergenza coronavirus

Covid: boom di contagi, ma dopo Natale 61% di morti in meno rispetto a un anno fa

Dal 27 dicembre all’11 gennaio i nuovi casi hanno superato quota due milioni e le vittime sono state 2.948 (7.576 un anno fa)

Coronavirus: il bollettino del 12 gennaio 2022

2' di lettura

Omicron continua a moltiplicare i contagi: la giornata di martedì 11 gennaio ha fatto registrare il primato assoluto per nuovi casi (220mila in 24 ore) con 294 vittime che rappresentano il picco della cosiddetta quarta ondata. Numeri che fanno salire ancora l’allarme ma che, se messi a confronto con un periodo precedente della pandemia, possono aiutare a fare alcune considerazioni su caratteristiche dell’ultima variante di coronavirus e sullo scudo garantito dai vaccini. All’enorme crescita dei contagi (+750%) corrisponde una diminuzione dei morti: -61%.

TAMPONI GIORNALIERI E CONTAGIATI

Nei tre grafici sotto i nuovi casi di contagio giorno per giorno in rapporto al numero totale di tamponi giornalieri e in rapporto alle singole persone testate. Nell'ultimo, il dato sui tamponi in media mobile a 7 giorni e il peso dei tamponi che certificano la guarigione sul totale

Loading...

La corsa di Omicron

Le ultime due settimane hanno dimostrato con grande evidenza la capacità di questo ceppo di propagarsi velocemente: dal 27 dicembre all’11 gennaio i nuovi postivi in Italia hanno superato complessivamente la quota di due milioni. Un passo impressionante se si pensa che nello stesso periodo, un anno fa, le persone infettate erano state poco meno di 250mila. La profilassi anti-Covid (mascherine, distanziamento, riduzione degli assembramenti e vaccini) sembra poter fare poco di fronte al dilagare di una variante che si trasmette facilmente: su 14,792 milioni di tamponi fatti dopo Natale, il 14,3% ha dato esito positivo (un anno fa il tasso era del 12,5%).

Loading...

La riduzione della mortalità

Il tasso di vaccinazione è più alto rispetto alle scorse festività natalizie (al momento quasi il 90% della popolazione over 12 ha ricevuto almeno una somministrazione) ma l’efficacia dei vaccini si riduce nel tempo in quanto nessuno di quelli somministrati è specifico contro Omicron (ma anche Delta, attualmente le due varianti più diffuse). Sebbene non completa, resta tuttavia una protezione molto importante perché le preparazioni anti-Covid contribuiscono a evitare la forma grave della malattia. Negli ultimi 15 giorni le vittime sono state poco meno di tremila (2.948). Nel periodo corrispondente di un anno fa erano stati 7.576. Un calo del 61%.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti