Oltre l’emergenza

Covid, distanziamento e mascherine al lavoro: verso la proroga fino a giugno

Il segretario confederale della Cisl, Angelo Colombini ha fatto sapere che si va verso proroga fino a fine giugno del protocollo della sicurezza sul lavoro, anche se una verifica è programmata per fine aprile in base ai dati relativi all’andamento del coronavirus

di Andrea Gagliardi

Quarantene e mascherine, tutte le novità dal 1° aprile

2' di lettura

In fabbrica come in ufficio le mascherine continueranno a essere indossate. E resterà al lavoro l’obbligo di distanza di un metro. Almeno fino al 30 aprile, quando scade la proroga prevista dall’ultimo decreto anti-Covid. Ma, come ha fatto sapere il segretario confederale della Cisl, Angelo Colombini, si va verso proroga fino a fine giugno per il protocollo della sicurezza sul lavoro per evitare i contagi da Covid, anche se una verifica è programmata per fine aprile in base ai dati dell’Inail e quelli relativi all’andamento del coronavirus.

Le misure anti-contagio nei luoghi di lavoro

A decidere che al lavoro si indossa ancora la mascherina sono stati il 6 aprile i Ministeri del Lavoro, della Salute e dello Sviluppo economico, d'intesa con Inail e parti sociali. Un incontro che aveva come oggetto il protocollo di sicurezza anti-Covid, sottoscritto il 24 aprile del 2020 e aggiornato un anno fa, lasciando a protezione dei contagi tanto l'obbligo di mascherina chirurgica (ma alcune aziende, a maggior tutela e prevenzione, hanno optato per mantenere l'obbligo della mascherina FFp2) quanto il distanziamento di un metro come principali azioni di contenimento. Insieme, tra l’altro, al «massimo utilizzo del lavoro agile», al «contingentamento dell'accesso agli spazi comune» e all’incentivazione delle «operazioni di sanificazione».

Loading...

Verifica a fine aprile

Le misure anti-Covid previste dal Protocollo restano dunque valide. Le parti hanno concordato che tali misure «devono continuare ad essere applicate anche nell’attuale fase perché il venir meno dell’emergenza pandemica, lo scorso 31 marzo 2022, non ha fatto venire meno l’esigenza di prevenzione dei contagi, che continuano a destare preoccupazione. E Il Protocollo ha funzionato come formidabile strumento di prevenzione anti-Covid». La nota congiunta dei ministeri specifica però che «si è convenuto di aggiornare il tavolo di confronto alla fine di aprile, per verificare l'andamento dei contagi e quali misure mettere in campo per l'aggiornamento dello strumento».

Le ipotesi a partire dal 1° maggio

A livello generale, un calo netto dei contagi e soprattutto dei ricoveri potrebbe indurre, ad ogni modo, ad allentare un po' la presa sulla mascherine. Un’ipotesi è quella di farne a meno dal 1° maggio in negozi e supermarket. Mentre dovrebbero restare ancora in ufficio e nei luoghi di lavoro al lavoro. E difficilmente saranno eliminate al cinema, a teatro, nelle sale da concerto e sui mezzi di trasporto, dove si potrebbe passare però dalle ffp2 alle più economiche chirurgiche.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti