Le sanzioni

Covid, multe da 400 euro e fino a 18 mesi di arresto per chi viola la quarantena

Il governo studia la modifca dei tempi dell’isolamento ma le sanzioni non cambiano

di Marco Ludovico

Coronavirus: bollettino del 28 dicembre 2021

2' di lettura

Il governo pronto a rivedere la durata dell’isolamento fiduciario, quello obbligato dal «contatto stretto» con un positivo. In discussione la riduzione del periodo oggi fissato a sette giorni: in ballo c’è anche l’ipotesi di abrogare il divieto di uscire se è stata già fatta la terza dose. Ma non si modificano le sanzioni per chi non rispetta l’obbligo. Pene ancora più gravi in caso di violazione della quarantena se si è contagiati dal Covid-19, possono diventare durissime se si profila l’ipotesi di «epidemia colposa».

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Le sanzioni in vigore: da 400 a mille euro

Il Consiglio dei ministri affronterà l’obiettivo sollecitato dalle Regioni e da diversi esponenti politici di ridurre la quarantena fiduciaria. I dati ufficiali parlano di 587.622 persone in isolamento domiciliare. L’esplosione dei contagi - martedì 28 dicembre si è registrato il dato record a 78.313 in più per un totale di 5.756.412 - fa temere un dilagare delle quarantene con rischi concreti per i servizi essenziali. Molti uffici sono già chiusi. Ma la riduzione probabile del periodo a casa non modificherà le sanzioni: non è prevista al momento nessuna modifica. Vanno da 400 a mille euro. E diventano elevatissime se si vìola la quarantena da contagiati.

Loading...

La violazione delle leggi sanitarie

Uscire di casa se c’è l’obbligo di restarci, insomma, è un’azione svolta a proprio rischio e pericolo. Le verifiche del Viminale disposte dal ministro Luciana Lamorgese vanno avanti: solo per citare il dato del 27 dicembre, sul green pass in tutta Italia sono state controllate 111.150 persone e sanzionate 287; altre 408 multe perché privi di mascherine. Per la violazione della quarantena da contagiati a tutti gli effetti sono state denunciate 22 persone e ogni giorno fioccano le segnalazioni delle forze di polizia. La norma è l’articolo 260 del regio decreto del regio decreto 27 luglio 1934, n. 1265 “Testo unico delle leggi sanitarie”. Chi non la rispetta rischia grosso.

Fino a 18 mesi di arresto salvo aggravanti

«Chiunque non osserva un ordine legalmente dato per impedire l’invasione o la diffusione di una malattia infettiva dell’uomo è punito con l’arresto da 3 mesi a 18 mesi e con l’ammenda da euro 500 ad euro 5.000» dice l’articolo 260 ben noto a Polizia di Stato, Arma dei Carabinieri e Guardia di Finanza, più la polizia locale, impegnati nei controlli sul territorio per il rispetto delle norme anti Covid-19. Bisogna aggiungere la valutazione fatta dalle forze dell’ordine quando accertano il caso: può sorgere infatti l’ipotesi ancora più grave di epidemia dolosa o colposa: come chi si è vantato di essere andato in un supermercato da contagiato. Nella forma dolosa si arriva fino a 12 anni di carcere.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Ogni venerdì alle 19 appuntamento con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli e Biagio Simonetta. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti