ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùOltre la pandemia

Coronavirus, nuova ondata oppure no? Quali sono i segnali da tenere d’occhio

Sotto la lente le sottovarianti di Omicron nominate Xbb e Bq.1, ma non risultano segni di maggiore gravità

di Nicola Barone

EMA: ok a vaccino Novavax come dose richiamo eterologa da 18 anni

4' di lettura

Arriva un nuovo allarme dell’Agenzia europea del farmaco per una assai probabile nuova ondata alle porte, per via delle sottovarianti di Omicron in rampante crescita. Un avvertimento che arriva nello giorno in cui al Senato, durante il dibattito sulla fiducia al governo Meloni, tornano in piano il dibattito sulle scelte fatte durante la pandemia e quale sarà la linea con cui questa verrà affrontata nel futuro dal nuovo esecutivo. Tre sono i fattori da tenere d’occhio nelle prossime settimane. Il ritmo di diffusione, la capacità di eludere la difesa dei vaccini, una eventuale maggiore capacità di replicarsi.

Ema segue le nuove sottovarianti

Il problema di più complessa soluzione è prevedere per tempo le mosse giuste. Per il responsabile della strategia vaccinale dell’Ema Marco Cavaleri «la scorsa settimana la variante di Omicron Bq.1.1 è stata identificata in almeno 5 Paesi» in Europa e «l’Ecdc prevede che la variante Bq.1 e la sua sottovariante Bq.1.1 diventeranno i ceppi dominanti da metà novembre all’inizio di dicembre». Se al momento secondo l’esperto rimane da capire se sia capace di causare «una malattia più grave rispetto alle varianti Ba.4 e Ba.5, quello che si sa è che ha una maggiore capacità di sfuggire all’immunità conferita dalla vaccinazione».

Loading...

Osservate speciali Xbb e Bq.1

Ribattezzate «Gryphon» e «Cerberus», le sottovarianti emergenti di Omicron cresceranno e si faranno strada nel mondo? Diversi segnali dicono di sì. L’Organizzazione mondiale della sanità, attraverso l’epidemiologa Maria Van Kerkhove, ha fatto il punto su quello che si sa riguardo a Xbb e Bq.1, precisando che «in nessuno dei dati finora disponibili si rileva un cambiamento nella gravità». Attualmente, si spiega in un video postato su Twitter, Omicron continua a dominare nel mondo e quasi l’80% delle sequenze riportate a livello globale sono appartenenti a Ba.5 (Omicron 5) e ai suoi sottolignaggi. Ma qualcosa si muove e le nuove sottovarianti scalpitano. Xbb, alias «Gryphon», è un ricombinante di due sottolignaggi di Omicron 2 (Ba.2), nel dettaglio Ba.2.10.1 e Ba.2.75 (Centaurus). «È una delle oltre 300 sottovarianti di Omicron che noi e i nostri partner stiamo monitorando in tutto il mondo», evidenzia Van Kerkhove. «Sta ricevendo attenzione, e giustamente, perché vediamo un vantaggio di crescita e stiamo assistendo a un aumento del rilevamento dei casi in alcuni Paesi. Ma non vediamo segnali di un cambiamento nella gravità».

«Nessun cambiamento nella gravità»

I livelli di circolazione «sono ancora bassi, ma dobbiamo tenerla d’occhio perché è Omicron e perché ha un gran numero di mutazioni come tutti i sottolignaggi di Omicron» e sembra avere dei vantaggi. L’altro mutante che sta facendo parlare di sé, Bq.1 (che con il suo sottolignaggio Bq.1.1 forma la famiglia Cerberus), è una sottovariante di Ba.5. «Anche questa ha una maggiore trasmissibilità. Se stiamo assistendo a un aumento delle persone che necessitano di ricoveri ospedalieri per Bq.1? No, non lo rileviamo in nessuno dei dati finora. Vediamo un aumento della trasmissione ma non vediamo un cambiamento nella gravità. I nostri test diagnostici funzionano, i nostri vaccini funzionano».

Campagne di vaccinazioni congiunte

Disponibili sono sei vaccini per la vaccinazione primaria, quattro adattati e otto le terapie approvate nell’Unione europea. Altri due riformulati stanno per arrivare, Sanofi e Hipra. L’invito resta dunque quello di proseguire con la campagna vaccinale, approfittando anche della possibilità di immunizzarsi sia contro il Covid sia contro l’influenza poiché «si prevede che circoleranno contemporaneamente in autunno e inverno.️ Campagne di vaccinazione congiunte sono in corso in molti Paesi europei e invitiamo i cittadini idonei a trarne vantaggio», sottolinea Cavaleri.

La progressione in Italia

Una risalita dei contagi in Italia, è indicata anche dall’analisi dello statistico Livio Fenga, senior lecturer del Centro di analisi, simulazione e modelli (CSsam) dell’università britannica di Exeter. «Nei prossimi 30 giorni si prevede un aumento del 4,9% dei casi di Covid-19 in Italia, che passerebbero così dai 499.999 positivi del 25 ottobre a circa 524.500» - sottolinea, specificando che «la situazione è però molto instabile, probabilmente a causa del ruolo giocato dalla sottovariante Bq.1.1. Gli incrementi previsti si riferiscono soprattutto al Nord, con Trento (+15%), Veneto e Liguria (12%)».

Fiaso: -14,5% ricoveri «con Covid»

I dati indicano che nelle ultime 24 ore sono 35.043 i nuovi contagi, con un tasso di positività al 16,16%, sostanzialmente stabile. In calo, ma sempre elevato, il numero delle vittime, 93 contro le 120 di ieri. Intanto diminuisce il numero generale dei ricoverati Covid negli ospedali sentinella Fiaso, in calo del 5%, ma la riduzione riguarda solo i ricoverati “con Covid” (-14,4%), cioè i pazienti arrivati in ospedale per altre patologie ma risultati positivi al tampone. I ricoveri «per Covid» invece sono aumentati di 10 unità (+4,7%). Secondo l’ultima rilevazione, relativa al 25 ottobre, i non vaccinati rappresentano il 33,3% dei ricoverati in terapia intensiva e il 20% nei reparti ordinari. La restante parte di ricoverati è vaccinata da oltre 6 mesi e circa il 90% di chi ha contratto l’infezione e si trova in ospedale è affetto da altre patologie. Nei reparti Covid ordinari c’è stato un calo del 6,8%, mentre nelle terapie intensive si trova una nuova oscillazione dei casi con un aumento di poche unità.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Appuntamento mensile con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti