Flash survey Iss

Covid, Omicron al 28% in Italia: ogni due giorni raddoppiano i casi

La variante procede a macchia di leopardo: in alcune aree del Paese ha raggiunto l’80%, in altre è assente

di Nicoletta Cottone

Omicron: tutto quello che c'è da sapere sulla variante che raddoppia ogni due giorni

4' di lettura

Omicron? Anche in Italia avanza rapidamente, ma a macchia di leopardo, la variante del nuovo coronavirus che già domina a Londra. In alcune aree del Paese ha raggiunto l’80%, in altre è assente. Tutti dati all’attenzione della cabina di regia di oggi: si va da situazioni in cui il nuovo mutante ha già raggiunto l’80% ad aree in cui è quasi assente. La diffusione di Omicron in Italia è del 28 per cento, a quanto risulta da fonti presenti alla cabina di regia a Palazzo Chigi, alla luce dei primi dati del flash survey svolto dall’Iss. Sono allo studio le nuove misure per contrastare l’avanzata del nuovo coronavirus in vista delle festività.

Ogni due giorni raddoppiano i casi di Omicron

Confrontando i risultati della flash survey condotta con la raccolta dei campioni il 6 dicembre e quelli diffusi oggi con la stima preliminare al 28%, il tempo di raddoppio della variante omicron risulta di circa due giorni «in linea con quello già trovato in altri paesi europei». Una indicazione più precisa sulle stime di prevalenza verrà dal completamento della flash survey, i cui risultati arriveranno il 29 dicembre, mentre una nuova flash survey è già programmata per il 3 gennaio per valutare strettamente l’evoluzione della situazione epidemiologica.

Loading...

Analisi basata su 2mila tamponi

L'analisi dell’Istituto superiore di sanità si è basata su circa 2mila tamponi raccolti in 18 regioni e province autonome, in cui sono stati considerati come possibili positivi a Omicron quei campioni in cui risultava mancante uno dei tre geni che normalmente viene ricercato nei test diagnostici molecolari (cosiddetto S gene dropout) o altri test di screening per escludere la presenza della variante delta, al momento ancora dominante.

Omicron si avvia a essere maggioritaria in breve tempo

«Anche se i risultati sono ancora preliminari, la stima conferma la grande velocità di diffusione della variante, che sembra dare focolai molto estesi in breve tempo e si avvia ad essere maggioritaria in breve tempo, come sta già avvenendo in diversi altri paesi europei. In base ai dati oggi disponibili le armi a disposizione sono la vaccinazione, con la terza dose tempestiva per chi ha già completato il primo ciclo, e le misure, individuali e collettive, per limitare la diffusione del virus, dall'uso delle mascherine alla limitazione dei contatti e degli assembramenti», ha sottolineato il presidente dell’Istituto superiore di sanità, Silvio Brusaferro, commentando i dati preliminari della flash survey sulla variante Omicron in Italia.

In Lombardia la variante Omicron è al 40%, ma predomina Delta

La diffusione della variante Omicron in Lombardia è in crescita e colpisce circa il 40% dei nuovi positivi al covid. Il dato emerge dal report reso noto dalla direzione Welfare della Regione Lombardia. Al momento i ricoverati con variante Omicron in Lombardia sono solo 6, nessuno dei quali in terapia intensiva, pari al 2 per cento. In tutte le province lombarde, tranne quella di Sondrio, la variante delta ha soppiantato l’alpha e rimane la più diffusa.

Primo caso in Trentino, 4 in Piemonte

Il primo caso di variante Omicron in Trentino è stato rilevato in seguito a un tampone di screening per un intervento chirurgico programmato a Brescia. La variante è stata isolata e sequenziata dall’Istituto zooprofilattico della Lombardia. La persona è in isolamento domiciliare in Trentino, in condizioni cliniche buone. Sono saliti a quattro i casi in Piemonte. Le ultime due, individuate dall’Istituto di Candiolo, sono madre e figlia, conviventi della provincia di Torino. Entrambe vaccinate con due dosi, sono in buone condizioni di salute.

Lopalco: «Omicron si espande, rischioso non vaccinarsi

«Con l’espandersi della variante Omicron c’è la certezza che aumenta paurosamente la possibilità di infettarsi», sottolinea su Facebook il professore Pierluigi Lopalco, per invitare gli indecisi a vaccinarsi contro il Covid. «Si definisce ’fence sitter’. Chi siede sulla staccionata ed aspetta per decidere da che parte andare. Essere eternamente indeciso - scrive Lopalco - e aspettare a prendere una decisione, per vedere cosa fanno gli altri, è un tipico atteggiamento di molti che ancora non sono vaccinati. Con la scusa che il vaccino è nuovo, che non si sa quanto protegga dalle varianti, ondata dopo ondata queste persone corrono rischi sempre più alti». Agli indecisi dice: «c’è una certezza che si avvicina con l’espandersi della variante Omicron ed è la certezza che la probabilità di infettarsi aumenta paurosamente. Davvero pericoloso restare seduti sulla staccionata».

Omicron dominante ad Amsterdam: dal 4 al 60% in 9 giorni

Il consorzio Argos - costituito dal servizio sanitario di Amsterdam e dal centro universitario della città - ha reso noto che la variante Omicron è diventata dominante ad Amsterdam, dove rappresenta circa il 60% dei nuovi contagi registrati. Secondo Argos, i contagi da Omicron sono saliti dal 4 al 60% delle nuove infezioni in soli nove giorni. Gli esperti locali si aspettano che la variante Omicron diventi dominante nell’intero Paese entro la fine dell’anno.

La variante colpisce il traffico aereo

E omicron colpisce anche il traffico aereo. Nelle tre settimane successive alla prima segnalazione dal Sudafrica all’Oms della variante (24 novembre 2021), si stima che il traffico passeggeri negli aeroporti europei sia diminuito del 20 per cento. E nello stesso periodo, rileva l’associazione Aci Europe, si stima che i fattori di carico sui voli da/per gli aeroporti europei siano diminuiti dal 66% (settimana 46) al 54% (settimana 49). Tuttavia, la scorsa settimana (settimana 50), che rappresenta l’inizio della stagione festiva di fine anno, il traffico passeggeri è aumentato del 9% rispetto alla precedente (settimana 49), con i fattori di carico che hanno riguadagnato 2 punti al 56 per cento.


Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti