Emergenza coronavirus

Covid, perché vaccinare i bambini? Le risposte dei pediatri ai dubbi dei genitori

L’iniziativa del Bambino Gesù: dall’efficacia dei vaccini agli effetti sul lungo termine, un focus sui bambini dai 5 agli 11 anni con la parola agli esperti

I dati dei vaccinati al 24 dicembre 2021

3' di lettura

Vaccinare i bambini contro il Covid è la scelta più sicura per loro e per tutta la famiglia. Parola degli esperti del Bambino Gesù che nel nuovo numero di “A scuola di salute”, magazine digitale a cura dell’Istituto per la Salute, rispondono alle domande dei genitori, con un focus dai 5 agli 11 anni.

Vaccino, le dosi giornaliere somministrate in Italia

Il numero di dosi somministrate che vengono comunicate quotidianamente sulla base delle segnalazioni delle regioni. Il numero di vaccinati sull'ultimo giorno potrebbe essere parziale, viene aggiornato più volte durante la giornata

Loading...

Perché dovrei fare vaccinare mio figlio?

Sebbene bimbi e ragazzi si ammalano meno frequentemente degli adulti, possono ammalarsi anche gravemente e trasmettere il virus. In alcuni rari casi, è stata descritta una forma di malattia infiammatoria multiorgano (MIS-C) causata dal virus che può risultare particolarmente grave.

Loading...

Il vaccino è efficace per i bambini?

Sì, è efficace. Gli studi effettuati in questa fascia di età dimostrano un’elevata efficacia nel prevenire l’infezione sintomatica, oltre il 90%.

Il vaccino è sicuro?

Sì è sicuro. Dopo la vaccinazione si possono avere effetti collaterali locali (dolore al braccio, gonfiore) o generali (febbre, malessere, stanchezza), di breve durata (1-2 giorni). In alcune nazioni (Stati Uniti, Israele, Austria e Cie) la vaccinazione tra 5 e 11 anni è già in corso e non sono stati riscontrati effetti collaterali gravi.

Gli studi clinici sono stati abbreviati per avere presto i vaccini?

Gli studi che hanno portato alla messa a punto dei vaccini Covid-19 nei bambini tra 5 e 11 anni non hanno saltato nessuna delle fasi di verifica dell’efficacia e della sicurezza previste per lo sviluppo di un medicinale. La rapida approvazione si deve alle nuove tecnologie, alle ingenti risorse messe a disposizione in tempi molto rapidi e un nuovo processo di valutazione da parte delle agenzie regolatorie che hanno valutato i risultati man mano che quest venivano ottenuti e non alla fine, come si fa in genere.

È vero che il vaccino può dare problemi al cuore?

In rare occasioni, e solo oltre i 12 anni, gli effetti collaterali hanno interessato il cuore, causando miocardite o pericardite. Queste condizioni danno manifestazioni in genere lievi, che si risolvono spesso senza ricovero. Dopo oltre 5 milioni di dosi somministrate tra 5 e 11 anni in Usa e Israele, non sono stati segnalati eventi particolari.

I vaccini a mRNA possono causare trombosi?

Casi rari di trombosi sono stati segnalati a seguito di vaccinazione con vaccini a vettore virale (basati sul Dna). Sono praticamente assenti segnalazioni di trombosi in sede atipica dopo le vaccinazione a mRna.

I vaccini a mRNA possono ridurre o causare infertilità?

Non ci sono motivazione scientifiche che possano sostenere una riduzione della fertilità in seguiti al vaccino anti-Covid. I dati che provengono dal mondo dei vaccinati - più di 8 miliardi di persone - non hanno in alcun caso documentato né fatto sospettare una riduzione della fertilità, né nei maschi né nelle femmine.

È utile prendere il paracetamolo prima?

L’assunzione di antidolorifici come il paracetamolo per prevenire effetti collaterali non è raccomandata.

È meglio controllare il livello di anticorpi prima della vaccinazione?

Dato che anche chi ha avuto l’infezione da Covid deve comunque essere vaccinato, non ha nessuna utilità verificare la presenza di anticorpi che indichino una pregressa infezione da Sars Cov-2.

Esiste un intervallo minimo tra vaccino Covid e altre vaccinazioni?

È possibile la somministrazione concomitante (o a qualsiasi distanza di tempo), di un vaccino anti-Coid-19 utilizzato in Italia e un altro inattivato (anti-poliomielite, anti-difterite, anti-tetano, anti-influenza, anti-HPV ). Nel caso dei vaccini vivi attenuati (anti-morbillo, anti-rosolia, anti-parotite, anti-varicella) è considerata valida una distanza minima precauzionale di 14 giorni prima o dopo.

I DATI DEL CONTAGIO
Loading...

Quali sono le controindicazioni alla vaccinazione?

L’unica è la comparsa di un effetto collaterale grave (anafilassi) dopo la prima dose del vaccino o una precedente grave reazione allergica ai componenti del vaccino.

Se mio figlio ha avuto il Covid ed è guarito, è indicato vaccinare?

Se si è avuta l’infezione (tampone positivo): è possibile effettuare un’unica dose di vaccino purché la vaccinazione venga eseguita ad almeno 3 mesi ed entro i 6 mesi dalla documentata infezione, la valutazione dei titoli anticorpali non è utile per decidere se effettuarla; se sono passati più di 12 mesi dalla malattia, per essere adeguatamente protetti sarà necessario effettuare due dosi di vaccino, se sono stati assunti anticorpi monoclonali o plasma convalescente, è necessario aspettare 90 giorni prima di effettuare il vaccino

I bambini allergici possono vaccinarsi?

I pazienti con storia di reazioni allergiche minori possono fare il vaccino senza necessità di precauzioni, anche negli studi pediatrici. Se invece il bimbo ha presentato reazione allergica grave a un altro vaccino è prudente effettuare la vaccinazione in “ambiente protetto”. I bambini con pregresse reazioni ana-filattiche devono restare in osservazione 60 minuti.

Coronavirus, per saperne di più

Le mappe in tempo reale

L’andamento della pandemia e la campagna di vaccinazioni sono mostrati in tre mappe a cura di Lab24. Nella mappa del Coronavirus i dati da marzo 2020 provincia per provincia. In quelle dei vaccini l’andamento in tempo reale delle campagne di somministrazione in Italia e nel mondo.
Le mappe: Coronavirus - Vaccini - Vaccini nel mondo

Gli approfondimenti

La pandemia chiede di approfondire molti temi. Ecco le analisi, le inchieste, i reportage della nostra sezione 24+. Vai a tutti gli articoli di approfondimento

La newsletter sul Coronavirus

Appuntamento mensile con la newsletter sul Coronavirus curata da Luca Salvioli. Un punto sull’andamento della settimana con analisi e dati. Qui per iscriversi alla newsletter

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti