ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùLA STORIA

Covid, la sanità britannica testa la sua app anti-contagi nell’isola di Wight

L’isola britannica, simbolo del ’68 e della cultura hippie, è diventata la sede per il «collaudo» della app sviluppata dal National health service

di Simone Filippetti

default onloading pic
(REUTERS)

L’isola britannica, simbolo del ’68 e della cultura hippie, è diventata la sede per il «collaudo» della app sviluppata dal National health service


5' di lettura

Nel cortile della scuola elementare di St. Cuthbert e St.Mathias, lungo Old Bromptpn Road, a Londra, ogni sabato la bancarella «Tomato Stall» vende pomodori e datterini: sono succosi, rossi e dolci come quelli italiani. Ma non arrivano da così lontano.

È un mercato di contadini a km piu o meno zero. I pomodori nello specifico arrivano dall'isola Wight, il posto più a sud dell'Inghilterra dove il clima è quasi mediterraneo. Anche durante i 52 giorni di lockdown, il furgoncino di Tomato Stall è arrivato puntuale a Londra e ha continuato a vendere i suoi pomodori al mercatino rionale della scuola.

Nell'ultimo fine settimana, però, il commesso dell'azienda agricola, oltre ai pomodori, ha portato con sé anche un altro «prodotto»: sul suo telefonino aveva installato NHSX, la App di tracciamento.

La sanità pubblica inglese ha sviluppato un programma per monitorare il contagio e la diffusione del Coronavirus. E per testare la App, la NHS è partita dal posto più meridionale del paese (in teoria ci sarebbero Jersey e Guernsey, ma le Channel Island sono troppo piccole e disabitate per dare dei risultati efficaci).

L’isola di Wight avamposto della lotta (digitale) al virus
L'isola di Wight, che negli anni Sessanta divenne il simbolo della cultura hippie, sesso, droga e Rock'n'Roll, della rivoluzione del ‘68 oggi è l'avamposto per la lotta al virus. In giro per le stradine di campagna o lungo le banchine di Newport, l'isola sembra ancora rimasta all'epoca dei «capelloni». Ma è solo un'apparenza: gli hippie sono scomparsi, sono arrivati i nerd. L'isola è oggi uno degli hub tecnologici del paese: attira tantissime start-up, per il costo della vita e per le poche distrazioni. Il mix di substrato hi-tech unito a pochi abitanti e spazio limitato, fanno dell'isola il luogo perfetto.

Le App di tracciamento, sulla scorta della Corea del Sud, sono unico modo per una vera riapertura. Solo monitorando gli spostamenti, si può avere la certezza di come, cosa e quanto riaprire in sicurezza. Ma NHSX è al centro di furiose polemiche in Inghilterra, le stesse che in Italia hanno investito Immuni, il tracciamento creato da Bending Spoons, la stat-up high-tech finanziata dai figli di Silvio Berlusconi e dalla Tip di Giovanni Tamburi: la salute, informazione più sensibile di tutte, finisce nelle mani del Big Data e di aziende private.

Nel caso di NHSX, ovviamente la sanità inglese non è in grado di sviluppare da sola la App, e ha dovuto chiedere l'aiuto di Apple e Google. Di qui, le proteste per i timori sulla privacy; sul Governo che controlla i cittadini; e sullo sfruttamento commerciale dei dati sanitari.

Il piano B del Governo e la fase 2 in GB
Di fronte alle polemiche, il Governo, con un sano pragmatismo, ha messo in atto un Piano B: accanto alla NHSX, sta sviluppando un'altra App che tiene fuori i due colossi americani; un sistema che si base sempre sulle tecnologie di Apple e Google, ma è centralizzato, dove i dati rimangono dentro al sistema sanitario. Mentre in Italia si litiga, nel Regno Unito si tengono aperte due strade.

Se però la piccola comunità dell'isola della Manica fa statistica e ha un valore sociologico allora la App è un successo e le polemiche sono più nei giornali che nel paese reale: 40mila persone hanno scaricato la App. Il 70% della popolazione ha installato il programma sul telefonino semplicemente seguendo il consiglio del Governo.

Il test della App fa da contraltare alla riapertura del paese. L'11 maggio è per Uk, quello che il 4 maggio è stato per l'Italia: inizia la Fase 2. Ma l'agognata ripartenza è pasticciata, priva di quel sano pragmatismo inglese. È un compromesso tra bisogni opposti: far ripartire la macchina del paese, perché un lockdown prolungato metterebbe ancora più in ginocchio il paese e causare, sul lungo periodo, danni molto più severi del virus (di qui nasce la strategia del “gregge” come in Svezia). Ma allo stesso tempo il paese è al picco di contagi e vinto il disdicevole primato di paese europeo con più morti: 40mila.

Il record di vittime
Il ministro della salute Matt Hancock ha sempre stimato una quota di decessi di 100mila persone, e qualsiasi numero al di sotto suona come un successo, ma sta di fatto che il Guinness negativo rimane. Con 40mila decessi, record che ha tolto l'Italia di essere per l'ennesima volta la pecora nera d'Europa, riaprire il paese è un rischio.

Il Primo Ministro è stretto tra due fuochi: da una parte tutti i paesi europei stanno più o meno allentando le misure e dunque anche lui vuole accodarsi; dall'altra sa che con questi numeri, rischia di ingigantire il picco di contagi e decessi. Ecco che dunque oscilla tra la rigida severità di un lockdonw ancora esteso e aperture che però sono delle pericolose fughe in avanti. Se gli inglesi hanno dovuto sopportare una settimana in meno di auto-isolamento rispetto ai martoriati italiani, con grossi vantaggi di salute mentale, è sulla modalità che però i due paesi sono lontani anni luce.

Questi 52 giorni, in Inghilterra sono stati sopportabilissimi: non si è visto quel rigore, a volte Fito in l'accanimento. Anzi, le misure di quarantena sono state leggere: i sudditi della Regina Elisabetta II sono sempre potuti uscire per fare la spesa, per fare commissioni urgenti, per fare sport una volta al giorno o per andare a passeggiare aI parco (rimasti aperti tutto il tempo). I mezzi pubblici hanno sempre funzionato, seppur ridotti. Alcuni locali e ristoranti, quelli che fanno consegne di cibo a domicilio, non hanno mai chiuso.

La fase 2, ovvero i «vorrei ma non posso» del governo
Ma ora la Fase 2 dal lato della gestione della popolazione è un po' un “Vorrei ma non posso”. Il conservatore Boris Johnson ha adottato un cerchiobottismo: hanno riaperto le industrie manifatturiere (quel poco che rimane nel paese) e il settore dell'edilizia. Ma sugli spostamenti, le direttive, contraddittorie, del Governo hanno mandato in tilt le persone: chi può lavorare da casa, deve rimanere a casa. Dove non è possibile, si deve tornare al lavoro (quindi non solo i due settori riaperti). Ma come al lavoro? I cittadini sono stati invitati a usare la propria auto e a usare il meno possibile i mezzi pubblici.

La riapertura parziale, in una metropoli dove automobile è un lusso, ha creato proprio quello che si vuole evitare: gli assembramenti. Su molte linee è impossibile distanziarsi, anche perché, proprio per evitare contagi e garantire sanificazione, il sindaco di Londra ha ridotto le corse. Risultato: i pochi treni sono super affollati. E a Londra la gente sta mostrando molto italico e poco britannico.

La fase 3 e il contrappasso dell’isola di Wight
La Fase 2 durerà poco: la Fase 3 che parte a giugno vedrà la riapertura di scuole e negozi; e soprattutto il grande circo dello sport (con la Premier League, che riprenderà ma a porte chiuse). Per il turismo, grande voce del Pil britannico sia in entrata, con le migliaia di turisti a Londra ogni fine settimana; sia in uscita (gli inglesi se ne scappano al sole e al caldo appena possono), bisognerà aspettare luglio. Sarà la App a decidere tempi e modi. Se il resto del paese sarà diligente come gli ex hippie, la ripartenza per Uk sarà veloce. Sull'isola di Wight si continuerà a coltivare pomodori, ma da paradiso della psichedelia, a paradiso della salute il contrappasso è ironico.

PER APPROFONDIRE
Coronavirus o Brexit? Due sfide sono troppe per Johnson
Johnson vuole fare stra-indebitare il paese per i sussidi anti-Covid

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...