ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùPolitica

M5s pubblica candidati e Parlamentarie. Centrodestra, un giorno in più per chiudere le liste

L’intervento della leader di Fratelli d’Italia a 24 Mattino Estate. Berlusconi: accelerare su energie rinnovabili e nucleare. Crisanti, candidato con il Pd, sul Covid: «Se fossimo stati nelle mani di Salvini ci sarebbero 300mila vittime». La replica: non si specula sui morti. Dopo il pressing di Letta il sottosegretario agli Affari Ue Enzo Amendola annuncia su twitter di accettare la candidatura del Pd. Ammessi dal Viminale 75 simboli

Salvini: "Polemiche sul mio credo? E' un verbo straordinario"
  • M5s, candidati alla Camera Appendino, Cafiero de Raho, Costa

    L’ex sindaco di Torino Chiara Appendino è candidata capolista per la Camera nei 4 collegi del Piemonte per il M5s. In Lombardia , oltre a Giuseppe Conte, sono capolista anche Alessandra Todde (capolista pure in Sardegna) e il fratello di Giorgio Sorial, Samuel. L’ex procuratore nazionale antimafia Federico Cafiero de Raho è candidato nel terzo collegio dell’Emilia Romagna e nel primo collegio della Calabria. Sergio Costa correrà come capolista nel secondo collegio Campania 1. Tra i capolista per la Camera figurano anche i vicepresident M5s Riccardo Ricciardi in Toscana e Michele Gubitosa in Campania 2 (secondo collegio).I candidati nel listino di Conte Livio De Santoli , architetto, ed Alfonso Colucci, notaio, corrono nel Lazio 1 (primo e secondo collegio).

  • Conte capolista in 4 regioni per la Camera

    Giuseppe Conte si candida capolista in 4 regioni e 5 collegi per Montecitorio: Lombardia 1 (in 2 collegi), Campania 1 (primo collegio), Puglia 1 e Sicilia 1 (primo collegio). Lo si legge nelle liste dei candidati del Movimento 5 Stelle nei collegi plurinominali della Camera dei Deputati pubblicate questa notte sul sito del Movimento.

  • M5s pubblica lista candidati e Parlamentarie

    Il M5s ha reso noto l’esito delle Parlamentarie e pubblicato la lista dei candidati nei collegi plurinominali della Camera e del Senato. L’annuncio sul blog del Movimento, nel quale si precisa che Giuseppe Conte si riserva la valutazione, sentito il Garante, di compatibilità con i valori e le politiche del Movimento 5 Stelle, esprimendo parere vincolante e insindacabile, in qualunque fase dell’iter fino alla scadenza del termine per il deposito delle liste elettorali. Il presidente, inoltre, si riserva di individuare i nominativi mancanti per il completamento delle liste, ove necessario.

  • Elezioni: Calenda, non farò un’alleanza con destra sovranista

    «Io con la destra sovranista non ci posso fare un’alleanza, perchè non appartiene alla mia cultura politica, che è ben definita». Lo ha detto Carlo Calenda, leader di Azione, ospite di in Onda su La7

  • Conte: intromissione Medvedev inopportuna e pericolosa

    «L’intromissione di Dmitri Medvedev sulle prossime tornate elettorali europee è inopportuna e pericolosa: gli italiani non devono prendere lezioni e consigli da nessuno, tanto meno da chi si è reso protagonista di guerra e condotte che violano i più elementari diritti umani». Così in un tweet il Presidente M5s Giuseppe Conte.

  • Rinviato vertice Villa Certosa per scomparsa Ghedini

    Secondo quanto si apprende, la morte di Niccolò Ghedini ha fatto slittare di un giorno il vertice sulle liste di Forza Italia previsto a Villa Certosa. E’ stato quindi rinviato a domani il confronto con il coordinatore nazionale Antonio Tajani e i capigruppo Anna Maria Bernini e Paolo Barelli, e il via libera del presidente Silvio Berlusconi alle liste.

  • Letta: se Meloni vince rischi per presenza Italia nel mondo

    «Se Giorgia Meloni vincesse le elezioni, le persone più felici a livello mondiale sarebbero Putin, Trump e in Europa Orban. Quindi c’è il grande rischio di un grande cambiamento della presenza dell’Italia a livello mondiale». Lo ha dichiarato il segretario del Pd, Enrico Letta.

  • Letta: Lega disdica accordo con partito Putin

    «Noi chiediamo che tutti i partiti dicano no a queste ingerenze. In particolare la Lega ha un accordo firmato nel 2017 con Russia Unita, il partito di Putin. Questo accordo deve essere disdettato, se non lo fanno è gravissimo per la sovranità del nostro paese». Lo dice il segretario del Pd Enrico Letta al tg1

  • Calenda: sconfiggeremo amici Russia Conte, Berlusconi e Salvini

    «La Russia e Medvedev il 25 settembre avranno un’amara sorpresa. Ci impegneremo a sconfiggere i loro ’amici’ Conte, Berlusconi e Salvini». Così su Twitter il leader di Azione Carlo Calenda

  • Salvini: non contano tweet russi,voteranno italiani

    «Non mi interessano gli insulti del Pd. Voteranno gli italiani e non russi, cinesi ed eschimesi. All’estero possono dire quello che vogliono ma non mi interessa fare polemica col resto del mondo”. Così il leader della Lega, Matteo Salvini sulle polemiche per le dichiarazioni del vicepresidente del Consiglio di sicurezza nazionale russo Medvedev, intervistato dal Tg4. E ha aggiunto: “Il problema degli italiani non sono tweet, insulti o polemiche di Letta o un televirologo che dice che Salvini è un assassino, ma la bolletta della luce, il gas, la benzina, il mutuo e il carrello della spesa»

  • Salvini: nucleare per abbassare bollette, sinistra in malafede

    «L’unico modo per abbassare in futuro, non domani, ma nei prossimi anni le bollette della luce e del gas è riportare l’Italia nella modernità e modernità significa nucleare, pulito, sicuro di ultima generazione. Se qualcuno a sinistra dice di no al nucleare o non capisce o è in malafede». Lo ha affermato il segretario della Lega, Matteo Salvini, intervistato dal Tg4.

  • Ammessi dal Viminale 75 simboli

    Sono 75 (sui 101 consegnati) i contrassegni elettorali ammessi dal Viminale alla prossima tornata elettorale del 25 settembre. È quanto si evince dalle bacheche esposte nella sede del ministero degli Interni. Ai 70 simboli approvati nella prima valutazioni se ne aggiungono altri cinque: Palamara oltre il sistema, Peretti Liberazione Democrazia Cattolica Liberale, Partito federalista italiano, Popolo partite Iva, Italia sé desta

    I contrassegni elettorali depositati al ministero dell'Interno, Roma, 14 agosto 2022 ANSA/MASSIMO PERCOSSI

  • Amendola accetta: la mia è candidatura di servizio

    « La mia è una candidatura di servizio, per rispetto degli elettori e militanti del Pd che hanno sostenuto il lavoro svolto in Europa in questi anni. Come sempre, con disciplina e serietà». Così il sottosegretario agli Affari Ue Enzo Amendola annuncia su twitter di accettare la candidatura del Pd

  • Letta: situazioni spiacevoli da liste, spero Amendola accetti

    «La compilazione delle liste è sempre complicata. Ma con l’attuale legge elettorale, la riduzione di un terzo dei parlamentari e con i tempi strettissimi di questa crisi, le difficoltà sono aumentate esponenzialmente. Al punto da creare» anche situazioni non volute e davvero spiacevoli come quella che a Enzo Amendola, una delle personalità più rilevanti della nostra politica europea nonché di quella del Governo Draghi, assegna una prospettiva di candidatura particolarmente difficile e impegnativa». Lo dichiara il segretario del Pd Enrico Letta appellandosi ad Amendola «affinché nonostante questo sia con noi».

    Enrico Letta, 06 agosto 2022. ANSA/CLAUDIO PERI

  • Giorgetti: per liste ancora 24 ore

    «Dovete avere ancora pazienza 24 ore». È quanto si è limitato a dire Giancarlo Giorgetti, il ministro leghista dello Sviluppo economico a chi gli chiedeva del lavoro sulle liste elettorali, uscendo dalla riunione del centrodestra, in corso a Roma

  • Di Maio: Conte-destra zitti su tetto gas, fanno interessi Mosca

    «Il tetto massimo al prezzo del gas è un modo per togliere i soldi a Putin, chi non lo sta sostenendo tra i leader italiani - questo silenzio assordante di Conte e della destra - preoccupa, perché questi stanno facendo gli interessi della Russia e non degli italiani». Lo dice il ministro degli Esteri Luigi Di Maio a “Tg4, diario del giorno”.

  • Fratoianni: M5s? Dopo voto discutere su convergenze

    Dopo il voto è possibile un’alleanza con il M5s? “Penso che dopo il voto ci si possa alleare sui temi con chiunque costruisce sui temi una convergenza. Su molti temi esiste una convergenza e quindi penso che con chi condivide alcune questioni dovremo tornare tutti a discutere». Lo ha detto il segretario di Si, Nicola Fratoianni, a Rai Parlamento.

    Nicola Fratoianni nel corso della conferenza stampa presso la sede del Partito Democratico al termine di un incontro con Angelo Bonelli; Fiorella Zavatta ed Enrico Letta. Roma, 6 agosto 2022. ANSA/CLAUDIO PERI

  • M5s convoca candidati per firma

    Il M5S, a quanto si apprende, avrebbe convocato per oggi pomeriggio i candidati alle elezioni politiche, effettivi e supplenti di Camera e Senato per firmare la candidatura. La convocazione è confermata per i candidati in Calabria e Campania che sono stati invitati a presentarsi per firmare la documentazione necessaria ancora prima di conoscere i risultati delle Parlamentarie e quindi la postazione in lista che andranno a ricoprire

  • Pd, Nannicini: accetto sfida candidatura a Prato

    «Oggi ho firmato per accettare la candidatura alla Camera nel collegio uninominale Prato-Pistoia-Mugello». Lo scrive su Facebook il senatore del Pd, Tommaso Nannicini. «Grazie al segretario Enrico Letta e al mio partito per avermi proposto questa sfida, che ho accettato con entusiasmo, pur sentendo tutto il peso della responsabilità di riconquistare un collegio non semplice»

  • A Bologna Festa dell’Unità è un caso, Fdi: viola le regole

    A poco più di un mese dalle elezioni, a Bologna la festa dell’Unità, che comincia la prossima settimana, diventa un caso. «E’ una violazione delle regole - dice il deputato di Fratelli d’Italia Galeazzo Bignami che nelle settimane scorse ha presentato un esposto in prefettura - è uno spazio pubblico che viene dato in concessione a un partito senza rispettare le regole della campagna elettorale. A Bologna le regole valgono per tutti, ma per il Pd valgono sempre meno».

  • Calenda: le liste saranno note entro domani

    «Le liste saranno note entro domani. Per quanto mi riguarda sono molto soddisfatto, voglio dire questo». Così il leader di Azione Carlo Calenda alla presentazione del programma elettorale dell’alleanza siglata con Italia Viva.

    CARLO CALENDA POLITICO LEADEAR DEL TERZO POLO CARLO CALENDA PRESENTA IL PROGRAMMA ELETTORALE DEL TERZO POLO

  • Pd: destra ambigua su ingerenze russe, si distanzi

    «Medvedev, il falco del regime russo tifoso dei massacri in Ucraina, entra nella campagna elettorale italiana, invitando gli elettori a punire nelle urne il governo. Grave fatto di ingerenza, tutti ne prendano le distanze, iniziando da una destra sempre più ambigua sul tema». Lo dichiara Enrico Borghi della Segreteria nazionale del Pd.

  • Lega conferma squadra di governo, capigruppo e vicesegretari

    «Il partito di Matteo Salvini candiderà volti nuovi come il presidente dell'Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Mario Barbuto, il presidente di FareAmbiente Vincenzo Pepe, l'intellettuale Giuseppe Valditara. In corsa anche l'editore Antonio Angelucci». Lo fa sapere la Lega. Confermata poi la squadra di governo e i i capigruppo e vicesegretari: «Ricandidati i ministri uscenti Giancarlo Giorgetti, Massimo Garavaglia e Erika Stefani, il viceministro Alessandro Morelli, i sottosegretari Lucia Borgonzoni, Gian Marco Centinaio, Federico Freni, Vannia Gava, Nicola Molteni, Tiziana Nisini, Stefania Pucciarelli, Rossano Sasso. Semaforo verde per i capigruppo Riccardo Molinari e Massimiliano Romeo e i vicesegretari Andrea Crippa e Lorenzo Fontana».

  • Di Maio: ingerenze russe preoccupanti

    «È davvero preoccupante l’ingerenza del governo russo nelle elezioni italiane. Un esponente russo, Medvedev, interviene nuovamente a gamba tesa su questioni di politica interna, questa volta dando anche un’indicazione di voto. Le forze politiche italiane prendano le distanze in maniera netta, senza alcuna timidezza, dalla propaganda russa. Noi stiamo lavorando per diversificare le fonti di approvvigionamento del gas, perché non si può dipendere da chi, con i soldi degli italiani, finanzia la guerra sanguinosa in Ucraina». «Per questo serve anche un tetto massimo in Ue al prezzo del gas». Così il ministro Di Maio, leader di Ic.

    Bruno Tabacci, di Impegno Civico, e Luigi Di Maio, ministro degli Esteri e leader di Impegno Civico, durante una conferenza stampa alla Camera, Roma, 11 agosto 2022. ANSA/MASSIMO PERCOSSI

  • Calenda: Alitalia ha bisogno di partner straniero, Ilva da riprivatizzare

    «Alitalia va venduta. Tutti siamo affezionati all’idea della compagnia di bandiera, ma oggi senza diventare partner di un grande vettore europeo è morta. Ilva va riprivatizzata». Lo ha affermato Carlo Calenda, in una conferenza stampa per la presentazione del programma di Azione-Italia viva.

  • Calenda: per Bonino e Cottarelli porte sempre aperte

    «Agli amici di +Europa dico: siete diventati i dipendenti della sinistra» ma «a persone come Cottarelli, Bonino e Bentivoglio e tanti altri voglio anche dire: le nostre porte continuano a essere aperte». Così il leader di Azione, Carlo Calenda, durante la presentazione del programma elettorale del Terzo polo.

  • Calenda, a favore di salario minimo a 9 euro l’ora


    «Siamo a favore di un salario minimo e pensiamo che nessuno dovrebbe lavorare per meno da 9 euro l’ora». Così il leader di Azione, Carlo Calenda, durante la presentazione del programma elettorale del Terzo polo.

  • Calenda, obiettivo è avere Draghi come premier

    «l nostro obiettivo è semplice: andare avanti con l’agenda Draghi e con il metodo Draghi, avere possibilmente Draghi come presidente del Consiglio, attuare le riforme del Pnrr». Così Carlo Calenda, leader di Azione, alla presentazione del programma elettorale dell’alleanza con Italia Viva.

  • Berlusconi, accelerare su energie rinnovabili e nucleare

    «Quando saremo al governo accelereremo al massimo la realizzazione di impianti per le energie rinnovabili, per sfruttare il calore del sole, l’energia del vento e dell’acqua, il moto delle maree. Nello stesso tempo, riprenderemo in mano la ricerca sul nucleare di quarta generazione, come tutta l’Europa ha deciso di fare: la ricerca che ci potrà dare in futuro energia pulita e sicura in grande quantità». È l’impegno preso da Silvio Berlusconi nella sua video-pillola quotidiana, diffusa sui social, in vista delle elezioni del 25 settembre.

  • Meloni: fidejussione tasse da imprenditori extra-Ue

    «Chi vuole lavorare da noi è il benvenuto, ma chi arriva da fuori dell’Unione europea, prima di aprire la serranda, dovrà presentare una fidejussione a garanzia del pagamento delle tasse. Così che tutti possano competere ad armi pari. Restituiremo dignità e libertà alle persone oneste che creano lavoro e ricchezza in Italia». E’ la proposta della leader di FdI, Giorgia Meloni. Nella sua “rivoluzione copernicana” nei rapporti Stato-imprese, Meloni aggiunge: «Non permetteremo più il gioco dell’apri e chiudi fatto soprattutto dagli extracomunitari, aziende che non pagano un euro di tasse, agiscono nell’illegalità e poi chiudono».

    La presidente di FdI, Giorgia Meloni, alla Direzione Nazionale di Fratelli d'Italia presso l'Aula dei Gruppi Parlamentari della Camera dei Deputati Roma, 28 luglio 2022. ANSA/FABIO CIMAGLIA

  • Psd’Az resta con la Lega: «Senso di responsabilità»

    La crisi Lega-Psd’Az è rientrata. Al termine di una direzione nazionale del partito durata circa quattro ore, il segretario sardista e presidente della Regione Christian Solinas ha confermato la partecipazione dei Quattro mori assieme alla Lega dentro le liste proporzionali per Camera e Senato. Primo in lista per Palazzo Madama correrà, dunque, il senatore uscente Carlo Doria. L’alleanza era a rischio strappo perché venerdì scorso, a Olbia, il leader della Lega Matteo Salvini aveva precisato che nell’unico collegio riservato alla Lega sarebbe stato in gara un leghista, così come in prima posizione nel listino proporzionale per la Camera. Una soluzione non gradita al Psd’Az che fino all’ultimo ha avuto la tentazione di presentarsi da solo alle politiche del 25 settembre. Non lo farà perché, ha spiegato Solinas, «il partito oggi è la guida della maggioranza di Governo in Regione, in un quadro di centrodestra, e deve garantire che il centrodestra possa affermarsi in Sardegna anche in queste elezioni”. Per questo, ha aggiunto, “eventuali altre soluzioni avrebbero messo a rischio collegi uninominali e una vittoria complessiva che noi con senso di responsabilità vogliamo invece garantire alla coalizione».

  • Renzi: Draghi ancora premier, voto a terzo polo avvicina

    «Io sogno che il prossimo presidente del consiglio sia Mario Draghi, non Giorgia Meloni. Se lei, invece, avrà i numeri saremo lealmente all’opposizione, portando idee e senza odio. Io penso che il voto al terzo polo sia utile ad avvicinarsi a Draghi e non a Meloni”. Lo dice il leader di Iv Matteo Renzi a Radio 24. «L’obiettivo politico è far nascere un’area che prenda voti da chi non può più votare questa destra sovranista e da quei riformisti che non vogliono più vedere il Pd nelle mani di chi dice no al rigassificatore di Piombino e no all’adesione di Svezia e Finlandia alla Nato. Oggi ci sono 4 schieramenti e solo noi siamo stati sempre con Draghi. A quale governo darei una mano? Al governo Draghi”, risponde.

  • Renzi: commissione inchiesta su Covid, Letta che dice?

    «Eviterei di parlare di serenità tra me e Letta», «bisogna smetterla con la dimensione personale e stare sui contenuti. La discussione di ieri è come è stata gestita la pandemia. Possiamo dire che l’arrivo di Draghi e Figliuolo è stato un passo avanti? Io rivendico questo. Mi piacerebbe una commissione di inchiesta per capire chi ha rubato, come e quando. Mi piacerebbe che Letta e Conte rispondessero su questo. La destra va attaccata sul fatto che numeri che propongono non stanno in piedi». Lo dice a Radio 24 il leader di Iv Matteo Renzi. «Letta ha aumentato le tasse, io no - torna ad affermare Renzi -. Ora il Pd per prima cosa ha proposto di aumentare le tasse con la tassa di successione, è un errore. La proposta di dare una dote ai 18 anni non si finanzia così».

  • Meloni: golden power va esteso, difendere nostri marchi

    «Penso che il golden power vada esteso e ricordo che fu attivato a inizio pandemia dall’allora governo Conte su nostra proposta e questo ci ha consentito di salvare moltissime aziende italiane, che altrimenti sarebbero state acquisite e avremmo continuato a perdere gioielli di famiglia. Io sono per la difesa delle nostre produzioni strategiche, di marchi e infrastrutture strategiche come fanno tutte le nazioni al mondo». Così la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni ospite di Radio 24.

  • Meloni: centrodestra reggerà? Già governato senza problemi

    «Noi governiamo 15 Regioni, abbiamo governato insieme altre volte e non mi pare abbiamo mai avuto problemi. Noi stiamo insieme per scelta e compatibilità di visione, dall’altra parte stanno insieme per tentare di abbattere». Così la presidente di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni rispondendo a una domanda sulla tenuta di un governo di centrodestra dopo le prossime elezioni, ospite di Radio 24.

    Giorgia Meloni (Ansa)

  • Meloni: adeguare pensioni minime, risorse ci sono

    Nel programma «la quantificazione della cifra non c’è perché bisogna capire la praticabilità di quanto si possano aumentare. Io sono certa come tutto il centrodestra che le pensioni minime siano inadeguate e le risorse per renderle adeguate all’aumento dell’inflazione si possano trovare in un sistema che spende circa 110 miliardi in bonus inutili e che spende 780 euro a persona per il reddito di cittadinanza. Le risorse ci sono nel nostro sistema, si trovano, il punto è per cosa le spendi. Bisognerà ragionare di adeguare le pensioni». Lo ha detto la leader di Fratelli d’Italia,Giorgia Meloni, a 24 Mattino Estate su Radio 24.

  • Calenda: «Sollievo non dover pensare a Di Maio come alleato»


    «Al di là di ogni altra considerazione razionale, patti contraddittori etc il sollievo fisico di non dover pensare a Di Maio come alleato vale da solo il 30% dei collegi di coalizione a cui abbiamo rinunciato». Lo scrive su Twitter il segretario di Azione Carlo Calenda.

  • Renzi: nel programma del Terzo Polo il sindaco d’Italia

    Ci sarà anche l’idea del “Sindaco d’Italia” nel programma di coalizione del Terzo Polo, siglato tra Matteo Renzi e Carlo Calenda. «Se sono d’accordo sul presidenzialismo? Preferirei - ha spiegato il leader di Italia Viva - l’elezione diretta del premier, perché secondo me è giusto che i cittadini scelgano. Sogno un meccanismo semplice come quello del sindaco d’Italia».

    Il leader di Italia viva, Matteo Renzi, e il leader di Azione, Carlo Calenda (ANSA)

  • Covid, scontro tra Crisanti e Salvini

    Il tema Covid entra nella campagna elettorale: «Se fossimo stati nelle mani di Salvini ci sarebbero 300mila vittime di Covid al posto di 140mila» ha detto il microbiologo Andrea Crisanti, candidato capolista in Europa con il Pd, accendono lo scontro tra centrodestra e centrosinistra. «Non si specula sui morti», è stata la replica della Lega.

    PER APPROFONDIRE / Rientro in ufficio, meno smart working e riapertura scuole: perché settembre sarà uno stress test per il Covid

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti