Mondo Immobiliare

Covivio cresce nel primo trimestre 2019

di Paola Dezza


default onloading pic

2' di lettura

Continua la strategia di consolidamento nei mercati principali di Covivio. In Italia la concentrazione su Milano passa per l'avvio dei lavori per la realizzazione di un nuovo immobile del complesso Symbiosis in zona Porta Romana. Qui la società ha pre-affittato per il 30% 20mila mq a una grande multinazionale proprio dietro la sede già realizzata per Fastweb. Mentre nei giorni scorsi ha ceduto a Kryalos un portafogli di immobili composto da asset non core e maturi da 360,5 milioni di euro. L'investimento verrebbe effettuato per conto di Blackstone, investitore dei fondi nella Sgr di Paolo Bottelli e socio della capogruppo con il 30% circa.

L'accordo siglato nei giorni scorsi riguarda dieci asset, tra cui un prestigioso edificio a Milano, in via Montebello, e altri nove immobili situati a Roma, Bologna, Venezia e in altre città italiane. Il prezzo concordato genera un rendimento netto del 4,9%. L'immobile a uso ufficio di via Montebello, che occupa 18mila mq ed è stato acquisito nel 2002 dall'allora Beni Stabili, è stato ristrutturato nel 2017, contestualmente al rinnovo del contratto di locazione (a Intesa Sanpaolo). I restanti nove immobili, di minor pregio, sono tutti uffici, per oltre 38mila mq e sono quasi interamente affittati con una occupazione del 98%. Milano è uno dei centri nevralgici dell'attività del gruppo, dove è concentrato il portafoglio immobiliare italiano.

Il gruppo ha registrato nel primo trimestre 2019 ricavi di competenza a 166 milioni di euro, in aumento del 13,5% e del 3,3% a perimetro costante. I ricavi del trimestre, in aumento del +13,5%, hanno beneficiato del dinamismo degli investimenti del 2018, in particolare a seguito della fusione con Beni Stabili (Covivio nasce dalla fusione tra la società italiana e Fonciere des Regions) e delle acquisizioni nel settore alberghiero. A perimetro costante, la crescita è il frutto della trasformazione del portafoglio realizzata a partire dal 2015 e rispecchia la buona tenuta dei nostri mercati di locazione. Nel dettaglio la crescita è stata del 4,2% a perimetro costante per gli uffici in Francia e dell'1% in Italia. Con oltre 23 miliardi di euro di patrimonio, situato principalmente a Parigi, Berlino e Milano, Covivio porta avanti una significativa rotazione degli asset, intensificando la pipeline di sviluppo. Ben 1,3 miliardi di euro (quota del Gruppo) di progetti risultavano avviati a fine 2018, mentre altri 800 milioni di euro (quota del Gruppo) sono previsti per il 2019.

Nel segmento dell'hotellerie, Covivio ha venduto l'hotel a cinque stelle Westin Bellevue di Dresda, che conta 340 camere, a un prezzo di 48,5 milioni di euro (21 milioni di euro di competenza del Gruppo), con un margine quindi di +8,8% sulla valutazione. Inoltre il Gruppo mantiene i diritti sulla proprietà fondiaria adiacente che presenta forti potenzialità di sviluppo residenziale, andando così ad alimentare la sua pipeline di sviluppo in Germania.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...