ALBERGHIERO

Covivio si avvicina agli hotel The Dedica Anthology

Come anticipato dal Sole24Ore a fine settembre, il fondo americano Varde sarebbe sul punto di cedere a Covivio il pacchetto degli hotel The Dedica Anthology, le ex strutture Boscolo. Il deal potrebbe chiudersi entro l’anno. Un’operazione da 600 milioni di euro.

di Paola Dezza


default onloading pic
(© Mikel Bilbao)

2' di lettura

L’operazione da 600 milioni di euro potrebbe essere la naturale chiusura di un anno boom per il settore degli alberghi. Come anticipato dal Sole24Ore sul finire dello scorso settembre il fondo americano Varde sarebbe sul punto di cedere a Covivio il pacchetto degli hotel The Dedica Anthology, le ex strutture Boscolo. Proprio nel corso degli ultimi giorni la trattativa, dopo una fase di rallentamento, starebbe subendo una nuova accelerazione e non è detto che non si chiuda in dicembre.

A passare di mano saranno le imponenti stanze di Palazzo Naiadi a Roma (molti lo ricordano come hotel Exedra), Palazzo Matteotti a Milano, ma anche lo storico New York hotel di Budapest. Il pacchetto comprende anche l’hotel dei Dogi a Venezia, nel Sestiere Cannaregio, Palazzo Gaddi a Firenze, che riaprirà nella primavera del 2020 perché attualmente coinvolto in una ampia ristrutturazione, e tra le strutture all’estero il Carlo VI a Praga e il Plaza a Nizza, anche quest’ultimo al momento oggetto di un piano di rinnovamento per poter aprire nell’estate del 2020.

La trattativa

La delicata trattativa per la vendita del portafoglio si potrebbe avviare, secondo le ultime e insistenti indiscrezioni di mercato, verso la fase finale. A comprare sarebbe la divisione hotel di Covivio, il gruppo nato dalla fusione attuata poco più di un anno fa (erano i primi giorni del settembre del 2018) tra Beni Stabili e Foncière des Régions. Dalla data della fusione il 51% di Covivio è sul mercato, mentre la Delfin di Leonardo Del Vecchio ne possiede il 25,2%, Crédit agricole ha il 7,6%, Amundi e Assurances du crédit mutuel hanno il 7% ciascuno, il 6,7% è in mano a Covéa. Covivio hotel è, invece, il nuovo nome della vecchia Foncière des Murs ed è posseduta, secondo le ultime rilevazioni, per il 41,26% da Covivio e ha tra gli altri azionisti Crédit agricole e Bnp Paribas. In pancia ha un patrimonio di 400 hotel.

L’identikit di Covivio

Covivio ha oltre 23 miliardi di euro di patrimonio immobiliare, di cui quattro in Italia, e sta focalizzando il proprio business in tre principali Paesi europei, Francia, Germania e Italia. Nel dettaglio 10,6 miliardi sono investiti negli uffici, 5,9 miliardi negli hotel e 5,4 miliardi nelle residenze in Germania. Il portafoglio italiano è per la maggioranza a Milano (68%), 19% in asset Telecom, l’8% è a Roma e a Torino.
La società dedicata all’ospitalità è guidata da Gael Le Lay ed è coadiuvata per l’acquisizione di The Dedica Anthology da Mediobanca come advisor. Tra le ultime operazioni Covivio ha annunciato il 18 novembre di avere concluso, attraverso Covivio Hotels, un accordo con B&B Hotels per acquisire tre strutture e sviluppare nuovi hotel.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...