concorso in bancarotta fraudolenta

Crac Direkta, il tribunale di Cuneo rinvia a giudizio la mamma di Renzi

(ANSA)

2' di lettura

Nuovi guai giudiziari per la famiglia Renzi. Il tribunale di Cuneo ha disposto il rinvio a giudizio per Laura Bovoli, la mamma dell'ex premier Matteo Renzi, accusata di concorso in bancarotta fraudolenta.

L'inchiesta è quella relativa al fallimento, nel 2014, della Direkta srl, società piemontese di distribuzione di volantini in contatto con un presunto giro di fatture false con la Eventi 6, società a lungo gestita dai coniugi Renzi. L'amministratore della società, Mirko Provenzano, è già stato condannato per reati fiscali e ha patteggiato per la bancarotta. La prima udienza è stata fissata al 19 giugno.

Loading...

Tiziano Renzi e Laura Bovoli si trovano da lunedì 18 febbraio agli arresti domiciliari per le accuse sono di emissione, tra il 2013 e il 2018, di fatture per operazioni inesistenti e bancarotta fraudolenta di due società cooperative tra il 2010 e il 2013. Secondo la procura di Firenze - l'inchiesta è coordinata dal procuratore Giuseppe Creazzo e condotta dall'aggiunto Luca Turco e dal pm Christine Von Borries - i Renzi avrebbero provocato il fallimento di tre cooperative, dopo averle svuotate. Il tutto sarebbe partito dalle indagini sulla Eventi 6, società specializzata nella distribuzione di materiale pubblicitario, prima intestata a Tiziano Renzi e poi passata alla moglie, e su tre cooperative (Delivery, Europe service Srl e Marmodiv).

GUARDA IL VIDEO - Fatture false: arresti domiciliari per Tiziano Renzi e la moglie

«Massimo rispetto per i magistrati». ha detto a più riprese l'ex segretario dem riguardo alla situazione dei sui genitori della cui innocenza è convinto. «Vadano a processo, non si fanno i processi passando le veline alle redazioni. Chiedo che per i miei genitori si vada a processo subito».

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti