tradizione

Creatività e design dall’industria ai servizi

Vocazione storica che affonda le radici nel settore dell’automotive

di Filomena Greco

default onloading pic

1' di lettura

Creatività e design sono nel Dna industriale del Piemonte, grazie alla tradizione dei carrozzieri e dei grandi designer auto piemontesi. Lo studio di Cassa Depositi e Prestiti rivela come, partendo da una consolidata tradizione manifatturiera, a cominciare dal settore automotive, la regione abbia saputo cogliere i fermenti presenti nei mercati internazionali, riposizionandosi su segmenti a più elevato valore aggiunto e arrivando a produrre un giro d’affari quantificato da Cdp in oltre 14 miliardi di euro all’anno.

Torino è stata Città Creativa Unesco per il design nel 2014, unica città italiana su 40 in tutto il mondo. In Piemonte poi circa la metà della spesa turistica registrata è attribuibile proprio al sistema culturale e creativo contro una media nazionale che non arriva al 40%. Un vero e proprio trend in crescita quello che vede come driver la creatività e il design, una crescita frutto di un progressivo ampliamento del campo di azione: dagli oggetti d’uso quotidiano si è passati ai processi produttivi, fino al design dei servizi. In questo contesto Torino è la prima città al mondo insignita del premio “World Design Capital”.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti