Lettera al risparmiatore

Credem: recessione? Ci sono spazi per crescere. Nuovi servizi nell’ open banking

L'istituto fa leva sull'innovazione per ampliare le soluzioni offerte, soprattutto alle imprese. Nel 2021 il rischio dell'ondata di Npl: la società, anche grazie alla qualità degli asset, dice di essere pronta a gestire la situazione.

di Vittorio Carlini

6' di lettura

Aumentare, anche nell’ottica dell’ open banking, i servizi digitali, soprattutto per le Pmi. Poi: sviluppare il private banking. Ancora: proseguire nell’offerta a 360° di soluzioni per il retail e le imprese. Sono tra le priorità di Credem a sostegno del business. Già, il business. Nei primi nove mesi del 2020 il gruppo, di cui la “Lettera al risparmiatore” ha sentito i vertici, è stato contraddistinto da ricavi consolidati in leggero rialzo (+0,7%) e redditività operativa in maggiore aumento (+8...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti