fintech

Credimi, 10 milioni dai venture capital. Un piano per l’estero

di Vito Lops

default onloading pic
Ignazio Rocco di Torrepadula - Imagoeconomica


2' di lettura

Credimi annuncia un aumento di capitale da 10 milioni di euro. La società specializzata nel factoring digitale che in poco più di un anno ha erogato finanziamenti per 170 milioni di euro a oltre 3mila imprese, ha rafforzato il capitale per aumentare gli investimenti in tecnologia, sviluppo di prodotto e marketing digitale. Con questa operazione, alla quale contribuiscono in parte gli investitori dei round precedenti, entrano a far parte dell’azionariato anche i fondi di investimento di United Ventures sgr, in qualità di lead investor, e Vertis sgr.

«La fiducia accordataci è la testimonianza di quanto di importante è stato fatto fino ad oggi, ma è anche un nuovo punto di partenza - spiega Ignazio Rocco di Torrepadula, fondatore e ceo di Credimi -. Questa operazione ci permetterà di affiancare sempre più imprese, rendendo loro accessibile il factoring in modo semplice e veloce, grazie alla tecnologia. Ad oggi un’azienda può venire da noi con crediti di 2-3 milioni e vedersi liquidare l’operazione in 3-4 giorni». Nel 2018 - anno in cui la società prevede di chiudere finanziamenti con un aumento più che doppio rispetto al 2017 -l'offerta si è arricchita di nuove varianti e funzionalità per le imprese, tra le quali la possibilità di effettuare cessioni di credito pro soluto in modalità digitale e confidenziale. Le nuove risorse saranno dedicate a espandere la base clienti, la gamma dei prodotti e il pool dei talenti (si prevedono 15-20 assunzioni a regime), con l’obiettivo di aiutare le imprese a migliorare la gestione del proprio capitale circolante e della propria filiera di clienti e fornitori. Questa fase di sviluppo servirà anche a porre le basi per l'espansione in altri Paesi europei.

Loading...

«Obiettivo di United Ventures II, il nostro secondo fondo lanciato a dicembre 2017, è investire in società che attraverso la tecnologia possano innovare e trasformare settori importanti della nostra economia, come quello del credito alle aziende», dice Paolo Gesess, co-founder e Managing Partner di United Ventures.

Nei primi sei mesi del 2018 Credimi ha erogato finanziamenti per oltre 76 milioni (fonte Altfidata.com) di euro ponendosi al primo posto nella classifica dei digital lenders dell’Europa continentale confermandosi difatti per molte realtà imprenditoriale un’alternativa al canale bancario.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti