ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùSvizzera

Credit Suisse lancia aumento di capitale da 4 miliardi di franchi. Tonfo record in Borsa

L’istituto punta a tagliare la base dei costi del 15% da qui al 2025 con una riduzione dell’organico di 9mila unità

Credit Suisse (Reuters)

2' di lettura

Il Credit Suisse ha perso 4 miliardi di franchi svizzeri nel terzo trimestre del 2022 (da un utile di 434 milioni l’anno prima) e 5,9 miliardi nei nove mesi (da +435 milioni). I ricavi sono scesi del 36% nei nove mesi a 11,86 miliardi e del 30% nel terzo trimestre a 3,8 miliardi. L’istituto ha annunciato un piano di ristrutturazione che punta a tagliare la base dei costi del 15% da qui al 2025 con una riduzione dell’organico di 9mila unità. I costi di ristrutturazione sono stimati a 2,9 miliardi da qui al 2024. La banca lancerà inoltre un aumento di capitale da 4 miliardi di franchi in cui interverrà la Saudi national bank investendo fino a 1,5 miliardi e ottenendo così fino al 9,9% del capitale dell’istituto.

Tonfo record in Borsa (-18,6%)

Il Credit Suisse ha registrato il calo borsistico più imponente della sua storia nel giorno della presentazione del nuovo piano strategico, che prevede un aumento di capitale da 4 miliardi di franchi, il taglio di alcune migliaia di posti di lavoro, la liquidazione di attività a rischio e la vendita dei delle attività di cartolarizzazione. Il titolo ha perso il 18,6% a 3,87 franchi, con gli analisti di Jp Morgan preoccupati per la diluizione che l’aumento causerà all’utile per azione e per la “complessa” ristrutturazione che attende l’investment banking, riferisce Bloomberg

Loading...

Via alla ristrutturazione dell’investment bank

Il nuovo piano strategico del Credit Suisse prevede una profonda ristrutturazione dell’investment bank che include una trasformazione del profilo di rischio e l’obiettivo di una riduzione del 40% delle Rwa (asset ponderati per il rischio) entro il 2025 attraverso azioni strategiche in quattro aree. In particolare, si legge nella nota della banca, le attività di capital markets e advisory saranno rinominate Cs First Boston, con la previsione di «attrarre capitale» e avviare «partnership preferenziali» con soggetti terzi, mentre le attività non strategiche ad alto rischio e bassa redditività, come quelle di Prime Services, verranno convogliate nella Capital release unit con l’obiettivo di essere liquidate e dismesse. Infine l’istituto svizzero ha raggiunto un accordo per trasferire “una porzione significativa” della sua attività di cartolarizzazione (Securitized Products Group) a una serie di veicoli di investimento gestiti da Apollo e Pimco, che gestiranno anche la parte residua delle attività per conto del Credit Suisse.

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti