ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùBanche

Credit Suisse scivola alla Borsa di Zurigo su voci di un nuovo aumento di capitale

Si tratterebbe del quarto ricorso al mercato dal 2015, per un totale di 12 miliardi di franchi, quasi l’equivalente all’attuale valore di Borsa del Cs

di Giuliana Licini

1' di lettura

(Il Sole 24 Ore Radiocor) - Nuovo, pesante scivolone del Credit Suisse alla Borsa di Zurigo. Le voci di un possibile aumento di capitale hanno fatto cadere la quotazione della banca rossocrociata a nuovi minimi storici. Da inizio anno la quotazione ha perso il 50%.

A convogliare le vendite sul Cs sono state le indiscrezioni riportate dall’agenzia Reuters secondo le quali la banca sta sondando gli investitori per un possibile aumento di capitale. Si tratterebbe del quarto ricorso al mercato dal 2015, per un totale di 12 miliardi di franchi, quasi l’equivalente all’attuale valore di Borsa del Cs. L'operazione avverrebbe mentre la banca sta cercando di riorganizzare radicalmente il suo ramo di Investment Banking, dopo la sequela di scandali, perdite e cause legali negli ultimi tre anni. Sono di ieri le voci di una suddivisione del settore in tre unità distinte, tra cui una ‘bad bank’. Tra i rumours che si sono accumulati negli ultimi giorni, anche quello del ritiro dal mercato Usa, smentito però da un portavoce della banca. Bloomberg, sempre ieri, ha riportato anche le indiscrezioni secondo cui il Cs avrebbe contattato una serie di banche per l’eventuale vendita delle sue attività di gestione di patrimoni in America Latina, con l’esclusione del Brasile. Tra le banche contattate vengono citate Intesa Sanpaolo e il Banco Santander.

Loading...
Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti