aSSET mANAGEMENT

Credit Suisse torna a guardare il mattone italiano e punta ai fondi passivi

Intanto arriva in Italia il primo fondo tematico specializzato sulla trasformazione digitale nel settore dell'istruzione

di Lucilla Incorvati


default onloading pic
(Reuters)

3' di lettura

Per Credit Suisse Asset Management il 2020 è già qui: il gruppo elvetico ha sulla rampa il lancio in Italia di fondi passivi e torna a puntare sul settore immobiliare del Belpaese. Inoltre sul fronte degli investimenti sostenibili mira a raccogliere 100 miliardi di franchi svizzeri in fondi Esg entro la fine del prossimo anno. Ma la prima novità già avviata in questi giorni è l’offerta di un fondo tematico innovativo orientato al settore dell’educational.

Con Mifid2 contenimento dei costi e innovazione
«Il palinsesto per la prossima stagione lo detta per certi aspetti la direttiva Mifid2». A parlare così è Emanuele Bellingeri, a capo dell'Asset Management di Credit Suisse in Italia e alla guida di un team di circa 35 persone. La società gestisce e amministra masse per circa 14 miliardi di euro sia per clientela privata sia istituzionale, a fronte degli oltre 370 miliardi di euro gestiti a livello mondiale. «Ormai occorre avere portafogli efficienti anche sotto al profilo dei costi - spiega Bellingeri-. Per questa ragione suggeriamo un approccio che prende in considerazione i fondi passivi per la parte core del portafoglio per replicare i principali mercati a basso costo e poi andare alla ricerca di extra alpha con fondi decorrelati quali i tematici o gli alternativi come il real estate. Il tutto essendo sempre più Esg compliant». Tra gli obiettivi della società svizzera c’è quello di raggiungere 100 miliardi di masse in gestione con i fondi Esg entro fine 2020.

Sulla rampa di lancio i fondi passivi
Dal prossimo anno i fondi passivi che i clienti istituzionali utilizzano da 25 anni saranno disponibili anche al retail. Dal 1994 in Credit Suisse c'è la divisione Credit Suisse Index Solutions, che gestisce circa 120 miliardi di euro e 9,5 miliardi di fondi indicizzati Ucits e si occupa di investimenti indicizzati.

Nel mattone si torna a guardare l’Italia
Se la società è all’avanguardia negli Index Funds, non meno importante è il Real Estate. In Svizzera il 66% dei fondi hanno rating Morningstar 4 e 5 stelle. «Dopo anni torniamo a guardare all’Italia - sottolinea Marco Plazzotta alla guida dell'Asset Management Real Estate per il Sud Europa di Credit Suisse - perchè sono numerose le opportunità di investimento per i nostri clienti, in primis sulla piazza milanese». Credit Suisse Asset Management Global Real Estate, primo fondo real estate è nato nel lontano 1938. Oggi Credit Suisse tra i primi 15 operatori globali di real estate, terzo in Europa e primo in Svizzera, è un provider globale che gestisce 48 miliardi di franchi svizzeri in asset real estate (al 31 dicembre, 2018) con accesso ad opportunità globali. Può contare su una squadra di 170 esperti negli uffici di tutto il mondo (Milano, Zurigo, Losanna, Francoforte, Londra, New York e Singapore) e circa 1,300 proprietà in gestione in 16 diversi Paesi.

Edutainment nuovo arrivato tra i fondi tematici
Forte di un team di analisti dedicati a individuare le aziende di nicchia più promettenti nei vari settori con un approccio bottom up e una strategia volta a superare volatilità a breve, nei fondi tematici Credit Suisse è tra le case di investimento che più ha innovato. Così, dopo la robotica e la l’automazione, la cybersecurity, il digital health , arriva Credit Suisse (Lux) Edutainment Equity Fund. Vale a dire, un fondo che offre agli investitori la possibilità di investire nelle fasi iniziali del trend di crescita strutturale della trasformazione digitale del settore dell'istruzione. Il fondo investe in società in rapida espansione di tutto il mondo con servizi innovativi, contenuti digitali e sistemi e strumenti tesi a rivoluzionare l'approccio tradizionale alla didattica riducendone i costi e rendendo l'istruzione più accessibile ovunque.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...