Sodalitas

Cresco award premia i comuni più sostenibili

di Enrico Falck


2' di lettura

Rendere i territori sostenibili e resilienti, per offrire una migliore qualità della vita alle persone che li abitano è un obiettivo chiave di sviluppo che sollecita l’impegno di istituzioni, imprese e società civile, come indicato dalle Nazioni Unite nell'Agenda 2030.

La crescente urbanizzazione è d’altra parte uno dei trend più rilevanti, già oggi e ancora di più in prospettiva: basti pensare che entro il 2030 quasi il 60% della popolazione mondiale vivrà nelle grandi aree urbane. In Italia, il rapporto tra imprese, territori e comunità locali è profondo e ha una lunga tradizione, che tuttavia è spesso sottovalutata e su cui è quindi necessario investire molto di più.

Loading...

È a partire da questo presupposto che Fondazione Sodalitas e Anci (Associazione Nazionale Comuni Italiani) hanno avviato nel 2016 una partnership che ha l’obiettivo di promuovere le collaborazioni tra imprese ed enti locali per promuovere lo sviluppo sostenibile del territorio. Dal 2016 gli 8mila Comuni italiani hanno l’opportunità di partecipare ogni anno a “Cresco Award Città Sostenibili”, un contest che ha l’obiettivo di far emergere l’impegno delle municipalità nel far crescere i territori locali dal punto di vista economico, sociale e ambientale.

Proprio in questi giorni sta per concludersi la quinta edizione del progetto, di cui sono partner 17 imprese associate a Fondazione Sodalitas, ognuna delle quali selezionerà, tra i Comuni candidati, quello più efficace nello sviluppare a favore del proprio territorio una specifica issue di sostenibilità: dalla mobilità sostenibile all’economia circolare, dalla sostenibilità energetica locale all’open innovation fino all’inclusione scolastica, solo per fare alcuni esempi. Tra i partner del progetto anche il Politecnico di Milano, che presiede la giuria con il Rettore Ferruccio Resta. Sono ben 1.350 i Comuni che hanno partecipato, individualmente o come parte di aggregazioni tra enti locali e di Città metropolitane, alle prime quattro edizioni di “Cresco Award”, presentando 508 progetti in questi anni.

Questi progetti rappresentano in effetti un patrimonio unico di conoscenza su come stanno agendo oggi i Comuni italiani per guidare lo sviluppo dei territori realizzando nel concreto i temi al centro dell’Agenda 2030.

Guardando al contenuto delle iniziative presentate in questi anni, scopriamo ad esempio che l’impegno dei Comuni riguarda in modo ben distribuito i temi che sono oggetto dei 17 Obiettivi di Sviluppo Sostenibile, come ad esempio il consumo e la produzione responsabile (10.8%), l’accesso all'energia pulita (8.3%), l’azzeramento della povertà (6.7%) fino alla riduzione delle disuguaglianze (6.1%), solo per citare i temi più ricorrenti.

Ed è confortante constatare che questo impegno non riguarda solo i Comuni più grandi (il 22% dei partecipanti ha più di 100mila abitanti), ma anche e soprattutto quelli medi (il 50% ha tra 10mila e 100 mila abitanti) fino a quelli più piccoli (il 28% ha meno di 10mila abitanti).

Il quadro che emerge dalla recente storia di “Cresco Award” è nel suo insieme incoraggiante, pur nella consapevolezza delle difficoltà e differenze riscontrabili nei tanti territori del nostro Paese.

Si tratta in ogni caso di una solida base da cui partire per rafforzare resilienza e sostenibilità dei contesti urbani grazie alle partnership tra imprese ed enti locali.

Presidente Fondazione Sodalitas

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti