Banche

Creval sotto il prezzo dell’Opa di Agricole. Il fondo Melqart si sfila

Lunedì l'assemblea degli azionisti Creval ha respinto la proposta dell'istituto guidato dall'amministratore delegato Giampiero Maioli

(REUTERS)

2' di lettura

Creval in rosso a Piazza Affari: alle 12.30 i titoli dell'istituto cedono l’1,88% su Borsa Italiana a 12 euro all'indomani dell'assemblea degli azionisti e dell'ultimo botta e risposta con Credit Agricole Italia sull'Opa che si concluderà mercoledì. Le quotazioni scivolano così al di sotto dei 12,2 euro offerti dall'Agricole (che diventeranno 12,5 se le adesioni supereranno il 90% del capitale).

Proposta respinta

Lunedì l'assemblea degli azionisti Creval ha respinto la proposta dell'istituto guidato dall'amministratore delegato Giampiero Maioli, che puntava a rinviare l'elezione del nuovo cda, e rinnovato gli organi sociali, dando la maggioranza alla lista presentata dalla Dgfd di Denis Dumont e guidata dal presidente Alessandro Trotter e dall'amministratore delegato Luigi Lovaglio. Il nuovo board, pur apprezzando il rilancio dell'Agricole rispetto al prezzo iniziale di 10,5 euro, lo ha poi definito ancora insufficiente. Della stessa idea il fondo Petrus, che non consegnerà le proprie azioni.

Loading...

Niente rilancio

Nella serata di lunedì, in ogni caso, Credit Agricole Italia è tornata a escluder un nuovo rilancio: «Nel ribadire la valenza strategica e industriale di una operazione che porterà crescita e benefici per i clienti, le imprese e il territorio, attraverso la creazione di un importante gruppo bancario italiano, preservando i comuni valori di fondo che contraddistinguono sia il gruppo Credit Agricole che il gruppo Creval - si legge in una nota - l'offerente conferma» che il prezzo ora «è da considerarsi finale e definitivo».

Melqart non consegnerà le azioni

Intanto il fondo Melqart Asset Management, azionista del Credito Valtellinese con il 4,8% del capitale, considera il prezzo offerto in Opa da Credit Agricole Italia, anche dopo il rilancio a 12,2 euro per azione, «deludente e ancora molto lontano da quello che consideriamo un livello accettabile». Lo ha dichiarato il chief investment officer Michel Massoud in un'intervista a Bloomberg. Il fondo, di conseguenza, «non consegnerà le azioni» all'offerta.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus)

Riproduzione riservata ©

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti