DAL 2017 AL 2019

Criminalità cinese, sulla Via della Seta oltre 1 miliardo di evasione

Secondo Simone Valente, sottosegretario pentastellato alla presidenza del Consiglio, «l’obiettivo della lotta alla frode e all’evasione fiscale internazionale rappresenta una priorità». L’ha detto al question time in Commissione Finanze, rispondendo a una interrogazione

di Ivan Cimmarusti


Evasione fiscale e riciclaggio, una catena da spezzare

3' di lettura

In due anni la criminalità finanziaria cinese ha nascosto al Fisco italiano oltre 1 miliardo di euro. Si tratta di 800 milioni, che sono i cosiddetti elementi positivi di reddito celati da operazioni imprenditoriali «opache», deduzioni illeciti per oltre 115 milioni di euro e di Iva evasa per 20 milioni. Un fiume di denaro che sfugge al contro dell’Erario e che risulta essere trasferito all’estero sfruttando le agenzie di money transfer, che dall’Italia inviano i capitali in Inghilterra, da dove poi sono recapitati in Cina.

GUARDA IL VIDEO / Bocciata lista Ue dei Paesi ad alto rischio riciclaggio

I dati del ministero dell’Economia
Sono i dati del ministero dell’Economia e delle finanze, intrecciati con le verifiche della Guardia di finanza, a restituire retroscena agghiaccianti del potere finanziario illecito messo su da una parte di imprenditoria cinese, quella legata a pratiche di evasione ed elusione fiscale, ma anche di impiego di lavoro nero. Numeri che portano a degli interrogativi, alla luce del recente accordo di partenariato Italia-Cina sulla cosiddetta Nuova Via della Seta. L’attenzione è alta, perché fenomeni di evasione fiscale s’intrecciano con forme di riciclaggio verso l’estero. D’altronde basta vedere i dati delle Fiamme gialle per comprendere la portata del fenomeno: tra il 2018 e il 2019 sono stati proposti per il sequestro connesso all’evasione, ben 9,3 miliardi di euro.

GUARDA IL VIDEO / Nell’Ue evasione Iva per oltre 147 miliardi: Italia in testa con quasi 36 miliardi

Il sottosegretario Valente (M5S): «Priorità la lotta all’evasione fiscale»
Secondo Simone Valente, sottosegretario pentastellato alla presidenza del Consiglio, «l’obiettivo della lotta alla frode e all’evasione fiscale internazionale rappresenta una priorità». L’ha detto al question time in Commissione Finanze, rispondendo a una interrogazione. «Con il passare degli anni – ha aggiunto – gli schemi fraudolenti hanno assunto sempre più una dimensione internazionale favorita dall’avvento di sofisticati strumenti elettronici e, più di recente, delle monete virtuali».

Dal 1° gennaio 2017 al 31 maggio 2019 sono state compiute 2mila 938 verifiche e controlli fiscali nei confronti di persone fisiche e ditte individuali di nazionalità cinese

Circa 3mila verifiche verso persone fisiche e società cinesi
In particolare, la Guardia di finanza ha svolto, dal 2016 al 31 maggio 2019, 19mila 350 controlli nei confronti di agenzia money transfer, con l’obiettivo di individuare i canali di trasferimento dei capitali illeciti. Dal 1° gennaio 2017 al 31 maggio 2019, invece, sono state compiute 2mila 938 verifiche e controlli fiscali nei confronti di persone fisiche e ditte individuali di nazionalità cinese. In questo contesto è emerso il buco nero: 792 milioni 116mila 896 euro di elementi positivi di reddito non dichiarati, 115 milioni 134mila 172 euro di elementi negativi di reddito non deducibili e 20 milioni 286mila 594 euro di Iva non versata. A questo si aggiunga la manodopera in nero: irregolari 631 lavoratori.

PER SAPERNE DI PIÙ / Riciclaggio, l'assedio delle mafie 4.0 all'economia del Nord

Flussi di capitali: dall’Italia all’Inghilterra per finire in Cina
Le verifiche investigative della Guardia di finanza hanno consentito di individuare una rete criminale di matrice cinese, che in Italia ha costituito associazioni per delinquere che compiono reati transnazionali connessi all’abusivismo finanziario, riciclaggio, favoreggiamento dell’immigrazione clandestina, tratti di esseri umano a scopo di sfruttamento lavorativo, produzione e traffico di prodotti commerciali contraffatti e frodi fiscali. Si è scoperto un costante riciclaggio di denaro illecito, trasferito in Cina dopo essere transitato in Inghilterra.

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti
Loading...