ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùEventi e marketing

Criptovalute protagoniste al Super Bowl americano. E c’è chi regala bitcoin

Ftx mette in palio una quantità di bitcoin variabile sull’ora dello spot, ma anche Coinbase e Crypto.com faranno pubblicità. Binance risponde il giorno dopo

di Pierangelo Soldavini

Reuters

2' di lettura

Il Super Bowl è l'evento sportivo dell'anno per gli americani e il palcoscenico preferito per gli spot pubblicitari dei colossi di Big Corp, pronti a spendere fino a 7 milioni di dollari per trenta secondi. Quest'anno ci sarà anche chi aggiunge all'investimento un premio in bitcoin da dispensare agli spettatori più veloci.
La finale del torneo di football americano di domenica sera tra Los Angeles Rams e Cincinnati Bengals sarà infatti un'ulteriore consacrazione per il mondo cripto che farà la parte del leone tra gli inserzionisti della serata.
Ftx, uno dei più grandi exchange per criptovalute valutato pochi giorni fa 32 miliardi nell'ultimo round di finanziamento, metterà in palio una somma imprecisata di bitcoin che dipenderà dall'ora in cui sarà trasmesso il suo spot. Se, per esempio, andrà in onda alle 7,32 pm, ora di New York, saranno 7,32 bitcoin, pari, ai valori attuali a circa 320mila dollari. Se saranno le 9,15 il valore lieviterebbe a quasi 400mila dollari.
Gli spettatori dovranno essere attaccati all'account Twitter di Ftx e rilanciare subito il tweet relativo non appena sarà trasmesso lo sponsor, che dovrebbe andare in onda nella seconda metà della partita: tra i più veloci saranno selezionati i quattro vincitori che si spartiranno i bitcoin.
Unica condizione per partecipare: essere residenti negli Stati Uniti e, ovviamente, aprire un account presso l'exchange per poter ricevere il premio.
“I tifosi hanno una probabilità doppia di conoscere le criptovalute rispetto ai non sportivi, quelli appassionati arrivano a tre volte tanto”, sottolinea Sam Bankman-Fried, fondatore e Ceo di Ftx.
L'exchange non sarà l'unico a investire sul Super Bowl di domenica. Anche i colossi Coinbase e Crypto.com lanceranno un loro spot per lanciare il loro brand a livello nazionale. Anche in Italia e in Europa le società del mondo cripto hanno invaso le magliette delle squadre di calcio e gli stadi con sponsorizzazioni e advertising mirate ai tifosi del calcio.
D'altra parte gli attori del comparto delle criptovalute hanno le casse piene di liquidità, grazie al boom delle quotazioni di questi ultimi anni che ha fatto lievitare il volume di transazioni sulle piattaforme e gli investimenti del venture capital, che hanno toccato un record di 30 miliardi di dollari nel 2021, come sottolinea il Wall Street Journal.
Non è solo il football americano a essere invaso dalle cripto: Crypto.com ha chiuso in autunno un accordo ventennale per la sponsorizzazione del mitico Staples Center di Los Angeles, la casa dei campioni di basket dei Lakers. E recentemente ha fatto spot con l'attore Matt Damon. Ftx ha fatto lo stesso con l'arena dei Miami Heat.
Mancherà invece nell'arena del Super Bowl Binance, il più grande exchange al mondo. Che però risponderà lunedì in polemica con i suoi concorrenti che hanno sfruttato la grande platea dell'evento più seguito negli Stati Uniti.
“Credo sia grandioso che il settore conquisti il Super Bowl”, ha spiegato al Wsj il founder e Ceo Changpeng Zhao. Ma allo stesso tempo Binance vuole essere sicura che le persone che si avvicinino alle criptovalute lo facciano capendo i rischi connessi. Meglio, quindi, un approccio più pacato di advertising rispetto all'impatto del Super Bowl, enorme ma superficiale.

Loading...
Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti