LE PAROLE DELLA POLITICA

Crisi di governo, il gran ritorno dei «due forni» teorizzati da Andreotti

Anche nella crisi agostana, con il M5S che sembra non avere chiuso definitivamente alla Lega, torna la metafora inventata dal politico democristiano: un modo per descrivere la centralità del suo partito, capace di fare alleanza a destra o a sinistra, a seconda delle convenienze

di Riccardo Ferrazza


Mattarella: governi con fiducia o voto

3' di lettura

La “teoria dei due forni” - uno della destra, l’altro della sinistra dove cuocere il pane a secondo delle circostanze - è la celebre definizione di Giulio Andreotti che è servita a descrivere la politica attuata per mezzo secolo dalla Democrazia cristiana. Ma, come accade a molte altre intuizioni di uno dei politici più importanti della storia repubblicana, l’invenzione ha finito per sopravvivere al suo autore. E tornare utile a descrivere quanto accade nella cronaca politica, in un contesto completamente diverso rispetto a quello in cui nacque.

GUARDA IL VIDEO - MATTARELLA: GOVERNI CON FIDUCIA O VOTO

Era già successo nel 2018 quando, dopo le elezioni politiche, il capo politico di M5S Luigi Di Maio offrì tanto alla Lega quanto al Pd, quasi fossero interscambiabili, di fare un contratto di governo sul modello tedesco. Ma la definizione viene riproposta in queste ore: perché ancora una volta i Cinque stelle, pur avendo avviato la trattativa con il Pd per la formazione di un nuovo governo dopo l’affondamento di quello guidato da Giuseppe Conte, continuerebbero a guardare al “forno” leghista.
«Ho visto nuove aperture della Lega al Movimento e mi sembra una buona cosa» ha commentato oggi Alessandro Di Battista.

La nascita della teoria andreottiana è stata raccontata così da Giuseppe Loteta, storico cronista parlamentare del Messaggero (classe 1931): «Quando Giulio Andreotti enunciò la teoria dei due forni - ha scritto il giornalista in occasione dei 90 anni del “Divo” - eravamo in tre o quattro intorno a lui, alla buvette di Montecitorio. Lo fece con semplicità, con naturalezza, quasi non sapesse, e lo sapeva benissimo, che le sue parole l’indomani avrebbero fatto il giro dei giornali quotidiani. «Se debbo comprare il pane - disse - e ho nella mia stessa strada due forni e uno di questi me lo fa pagare caro o mi da un prodotto scadente, vado dall’altro».

Ma quando nacque la dottrina dei “due forni”? Qui le interpretazioni divergono. Il “copyright” è certo, il periodo al quale si riferisce meno. Andreotti stesso in quel colloquio spiegò di avere inventato la pratica politica durante la crisi che portò al voto anticipato nel 1987. I “due forni” erano negli anni ’80 quello socialista e quello comunista, ai quali rifornirsi alternativamente per evitare di pagare al Psi di Bettino Craxi prezzi eccessivi. Tuttavia, per altri, Andreotti stesso usò la metafora per descrivere una fase storico-politica precedente, quando negli anni Sessanta la Dc sfruttava la propria centralità per “acquistare il pane” da uno dei due forni che aveva a disposizione: quello di sinistra (i socialisti guidati da Pietro Nenni) o quello di destra (i liberali di Giovanni Malagodi ma anche i missini).

    In ogni modo l’espressione è entrata a far parte stabilmente del lessico politico e giornalistico. Evocata ogni volta che, parlando di alleanze, si adombra il sospetto di scelte opportunistiche o trasformismo. Con infinite variazioni sul tema. Nel corso delle estenuanti trattative che portarono lo scorso anno alla nascita del governo giallo-verde, per esempio, Matteo Salvini criticò il futuro l’alleato Di Maio arricchendo l’espressione andreottiana con altre immagini: «Ha girato 18 panetterie per piazzare il suo pane». E con la crisi agostana del 2019 si torna ancora una volta a citare quella formula. Del resto il suo autore, morto nel 2013 a 94 anni, non l’ha mai rinnegata: «Non mi sono mai pentito di averla enunciata». Da Andreotti a Di Battista. Miracoli della politica.

    Brand connect

    Loading...

    Newsletter

    Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

    Iscriviti
    Loading...