L’intervista / Richard Rosenbaum, Executive chairman Gt

«Crocevia di investimenti»: Greenberg Traurig cresce e punta anche su Roma

di Valeria Uva

2' di lettura

«Next generation Eu è una grande occasione per le law firm, perché è un piano che necessita di essere accompagnato anche dalla consulenza legale. Pensiamo soltanto agli investimenti in arrivo per le infrastrutture o nelle energie rinnovabili: dobbiamo farci trovare pronti».

Richard Rosenbaum, Executive Chairman di Greenberg Traurig, guida un colosso da 40 sedi sparse nel mondo e oltre 2.200 avvocati, che ha tra i suoi punti di forza, in particolare, le aree del contenzioso, del corporate ed M&A e del banking and finance. In Italia GT è presente con il partner Santa Maria, con il quale nel 2019 ha dato vita all’insegna Greenberg Traurig Santa Maria, con sede a Milano. Nonostante il Covid, sul futuro del mercato legale nel nostro Paese vede “rosa”.

Loading...

Cosa rende attrattivo il nostro Paese?
Nei prossimi anni l’Italia sarà al centro di un crocevia di investimenti: non solo gli oltre 200 miliardi di fondi europei del Next generation Eu, che pure sono naturalmente importantissimi. Si registra ormai da tempo un interesse crescente verso l’Italia da parte dei fondi di private equity e degli hedge funds. Anche per questo GT intende crescere rapidamente in Italia, come parte di una strategia di rafforzamento in tutta Europa.

In che modo ?
Oggi nel nostro ufficio milanese sono al lavoro 67 risorse, di cui 54 avvocati. I partner sono 13. Ma abbiamo già avviato uno scouting per selezionarne altri cinque. Di fatto se consideriamo che ogni partner si muove con un proprio team contiamo di rafforzare presto la squadra con una crescita di circa il 20 per cento. E nei prossimi mesi apriremo anche una sede a Roma.

A quali aree guardate con maggiore interesse?
Presidiamo da sempre il contenzioso, il real estate e l’M&A. In Italia Greenberg Traurig Santa Maria punta ad espandersi nelle aree tax, energy e infrastrutture, guardando, appunto, ai programmi infrastrutturali europei. Ma è necessario anche rafforzare i team del litigation e del M&A.

Quale è stato l’impatto della pandemia sui vostri conti ?
In Italia il 2020 è rimasto in linea con il 2019. Ma a livello globale nel GT ha chiuso il 2020 con un fatturato di 1,73 miliardi, il 5,58% in più rispetto al 2019. Il Covid non ci ha fermato; al contrario, lo scorso dicembre è stato il migliore dalla nostra nascita, nel 1967.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti