ServizioContenuto basato su fatti, osservati e verificati dal reporter in modo diretto o riportati da fonti verificate e attendibili.Scopri di piùGrandi eventi

Crugnola (Citroën) festeggia titolo e vittoria del rally Due Valli

Il varesino della casa francese ha conquistato il Campionato Italiano Assoluto Rally Sparco (Ciar) per la seconda volta vincendo anche il Rally Due Valli. Secondo posto per i Campioni uscenti Basso-Granai (Hyundai) e a chiudere il podio Albertini-Fappani (Skoda)

di Giulia Paganoni

4' di lettura

Semplicemente perfetto. Il weekend di gara di Crugnola-Ometto a bordo della loro Citroen C3 R5 è stato gestito in modo magistrale facendo anche di più di quanto richiesto. Infatti, l'equipaggio ha vinto la power stage venerdì conquistando i tre punti necessari per vincere il campionato ed è stato il più veloce su tutte e undici le prove in programma, portando a casa un'altra merita vittoria.
Secondo posto del podio per Basso e Granai su Hyundai i20N R5, i Campioni uscenti che quest'anno sono riusciti a esprimersi solo verso la fine della stagione. E, a chiudere il podio, il due composto da Albertini e Fappani su Skoda Fabia R5.

Una bella battaglia stagionale tra due varesini

Undici su undici. Andrea Crugnola e Pietro Elia Ometto sono stati i più veloci con la Citroën C3 R5 preparata da Fpf sport su tutte le prove, nonostante il Campionato sia stato vinto nei primi due chilometri della prima prova, la power stage, che ha attribuito quei tre punti utili per non essere agguantati dagli inseguitori. Nulla ha potuto, infatti, l'altro varesino, Damiano De Tommaso che per questa gara è stato navigato da Massimo Bizzocchi su Skoda Fabia R5 che nelle ultime due gare sembra non aver trovato il feeling giusto. In ogni caso, i due piloti varesini hanno dato grande spettacolo, durante l'intera stagione e tenendo con il fiato sospeso fino alla fine della gare, giocandosela proprio sul filo sei decimi di secondo.
Ma alla fine, la ragione è sempre del cronometro e nel 2022 ha dato merito, per la seconda volta, ad Andrea Crugnola che in Piazza Brà a Verona ha festeggiato la vittoria della gara e del titolo italiano conduttori.

Loading...

Il podio del rally Due Valli

Una stagione in crescendo, come lo dimostra il secondo posto assoluto al Due Valli. Basso e Granai su Hyundai i20 R5 si sono dovuti accontentare del secondo posto con un distacco di 39.9''.
Il podio finale ha rappresentato anche un simbolico passaggio di consegne proprio tra Basso, campione uscente che aveva alzato il tricolore al cielo di Verona dodici mesi fa e Crugnola, oggi tornato Campione per la seconda volta dopo il successo nel 2020. Basso-Granai chiudono così il Ciar Sparco al terzo posto in classifica con un sorpasso in questo finale su Albertini e Fappani, saliti sul terzo gradino del podio veronese. I bresciani su Skoda Fabia erano partiti con poca convinzione nella parte iniziale di gara in notturna, poi sono tornati in ritmo ma mai abbastanza vicini ai tempi dei leader per provare l'attacco alla vetta.

Vittoria di Pinzano nel Cira

Il Rally Due Valli è stato invece ricco di colpi di scena per la gara del Campionato Italiano Rally Asfalto (Cira). La vittoria è andata a Pinzano e Zegna su Volkswagen Polo R5, la seconda stagionale per loro dopo la gioia casalinga nel Rally Lana. Il biellese, ora terza forza del tricolore, è riuscito a sfruttare al meglio il rallentamento di Campedelli, stavolta navigato da Canton sulla Skoda Fabia che dopo una foratura ha tentato una rimonta, composta da otto prove vinte in tutto che è servita solo per raggiungere il quarto posto, che gli fa guadagnare i punti necessari per portarsi a ridosso del capo classifica Signor nella graduatoria generale. La seconda posizione è andata quindi a Testa e Inglesi su altra Skoda, Saranno proprio loro, nell'ordine Campedelli, Pinzano e Testa a giocarsi il titolo dell'Asfalto a fine mese in riva al Lago contro gli assenti Signor e Fontana. La terza piazza del podio Cira è andata a Carella e Fenoli.

Casella-Siragusano vincitori dello Junior

La vittoria in gara ha consegnato il tricolore giovanile nelle mani di Casella e Siragusano, i più veloci anche su questa tappa in asfalto. Vibrante e combattuto fino all'ultimo metro il confronto tra gli Junior, con la classifica che ha proposto i quattro pretendenti al titolo alternarsi al vertice. È partito meglio degli altri De Antoni con Musiari, vincitore della power stage iniziale ma rallentato in notturna da una foratura sull'ultima prova del venerdì. Poi è salito in cattedra Zanin insieme a Pizzol, autore del miglior tempo sulla seconda prova e in testa fino alla mattina seguente. Quindi è arrivata la reazione di Nicelli Jr. con Pieri, che hanno costruito la loro leadership provvisoria con un paio di successi in prova speciale per piazzarsi in testa all'intervallo. Poi l'acuto del messinese Casella, che ha recuperato il comando nella penultima speciale prima di confermarsi al primo posto con l'ultimo risolutivo cronometro. In seconda posizione generale hanno chiuso Zanin-Pizzol, negando così il titolo a Nicelli-Pieri, che si sarebbero laureati Campioni anche con il secondo posto.

Vittoria di Iani nel Trofeo Suzuki

Il Rally Due Valli ha rappresentato anche il penultimo round per la Suzuki Rally Cup, l'ultimo su asfalto. Il giovanissimo ossolano Iani, già vincitore della classifica Under 25, ha ottenuto la sua seconda vittoria stagionale in coppia con Puliani sulla Suzuki Swift Sport Hybrid. Stavolta si può accontentare della seconda posizione Giordano, già detentore del trofeo, ancora navigato da Siragusa sempre sulla ibrida. Terzo posto per Pellé e Luraschi su altra Hybrid. In Piazza Brà è arrivata anche la prima vittoria per i fratelli Massimiliano e Marco Milivinti nella categoria Racing Start, anche loro Under 25, che riescono così a lasciare ancora aperta la possibilità di contendere il trofeo che verrà assegnato al conclusivo Rally delle Marche sullo sterrato.

Riproduzione riservata ©

loading...

Brand connect

Loading...

Newsletter

Notizie e approfondimenti sugli avvenimenti politici, economici e finanziari.

Iscriviti